Monumento ai caduti in servizio è un falso cinese

carabinieri

Un monumento e’ stato posto sotto sequestro dalla Procura di Pinerolo: acquistato in Cina per 7mila euro fa parte di un appalto comunale da 50.820 euro. Si tratta dell’Angelo del Dolore, statua voluta dall’amministrazione per ricordare i carabinieri morti in servizio. Ma sono stati proprio i carabinieri a scoprire che l’opera, commissionata a un artigiano di Villafranca Piemonte, e’ in realta’ un manufatto scadente importato dalla Cina. Non si escludono prossimi indagati.

Le polpette di cavallo dell’Ikea!

509330_polpette-Ikea-Dafgaar-031

C’è, non c’è, c’è di nuovo! Le polpette dell’Ikea sono sotto stretta osservazione da alcuni giorni. Test che smentiscono e affermano. Alla fine c’è la conferma definitiva: tracce di carne di cavallo sono state trovate nelle polpette Ikea. Lo ha comunicato il produttore svedese delle polpette di Ikea, secondo quanto fa sapere l’Agenzia svedese della sicurezza alimentare. I test fatti dal fornitore, Dafgaard, hanno confermato la presenza di tracce di carne equina nei prodotti.La quantità rilevata sarebbe tra 1% e il 10%.

Dopo l’esplosione dello scandalo la compagnia svedese aveva deciso di ritirare i prodotti dagli store in 25 Paesi, Polonia, Austria, Ungheria, Repubblica dominicana, Gran Bretagna, Portogallo, Finlandia, Germania, Italia, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, Romania, Repubblica slovacca, Repubblica ceca, Svezia, Thailandia, Spagna, Bulgaria, Grecia, Hong Kong, Francia, Cipro, Irlanda e Malaysia.

Al di là del caso Ikea, nel solo Portogallo le autorità hanno requisito 79 tonnellate di prodotti a base di manzo che contenevano carne di cavallo negli ultimi giorni e hanno deciso di aprire un’indagine penale nei confronti di cinque aziende locali. I sequestri, rende noto l’Agenzia per la sicurezza alimentare portoghese, sono stati eseguiti in compagnie che lavorano, impacchettano e distribuiscono carne alle grandi catene della vendita al dettaglio. In un comunicato sul proprio sito web, l’Agenzia rende noto inoltre di avere anche richiamato dai negozi quasi 19mila confezioni di cibi precotti come lasagne, hamburger e polpette dopo avervi trovato carne equina.

Travolti due fratellini da un treno, ucciso capostazione!

Gulabganj - fratellini
Il capostazione di uno scalo ferroviario nella cittadina di Gulabganj, nello stato centrale del Madhya Pradesh, in India, è bruciato vivo dopo che una folla inferocita ha circondato la stazione appiccando le fiamme alla struttura. L’assalto è scattato dopo la morte di due fratellini, travolti da un treno mentre attraversavano i binari. L’uomo, riferisce The Times of India, si era rifugiato in una stanza ed è morto nel rogo.
Pochi minuti dopo la tragedia costata la vita ai due bimbi di 5 e 12 anni, una folla composta da decine di passeggeri ha circondato gli uffici della stazione e appiccato il fuoco alla stanza del capostazione dove si erano rifugiati tre responsabili dello scalo. Uno di loro è morto, mentre altri due versano in gravi condizioni per le ustioni riportate.

Secondo quanto riportano i media, erano diversi anni che gli abitanti della città chiedevano una passerella pedonale nella stazione. I responsabili avevano però respinto la richiesta per via della mancanza di fondi. La sciagura è avvenuta nello stesso giorno della presentazione in Parlamento del bilancio 2013-2014 delle Ferrovie, che prevede un miglioramento dei servizi per i 24 milioni di passeggeri trasportati giornalmente in India e un aumento dei costi di trasporto delle merci.

CANE SPARA AL PADRONE!

1987568e80b611e2b6fe22000a9f12db_7

Armi incustodite, strumenti di morte disseminati ovunque e pronti a sparare. E’ quello che è avvenuto a Gregory Dale Lanier, 35 anni che è rimasto ferito alla gamba quando il suo cane ha scalciato l’arma che era rimasta incustodita. L’uomo ha poi dichiarato che l’aveva lasciata nel suo camion perché pensava che fosse scarica. Un colpo che avrebbe anche potuto uccidere Gregory o il suo cane… il problema delle armi si fa sempre più inquietante anche perché spesso sono nelle mani di persone irresponsabili.

 

AZZERIAMO GLI STIPENDI AI POLITICI! Al Presidente pari alla pensione minima

Alessandra-Mussolini-stipendi-parlamentari

Questa la proposta arrivata nella mattinata di oggi da Alessandra Mussolini: “La promessa del Pdl di intervenire sugli emolumenti dei Parlamentari va adottata subito. Pertanto, vanno subito azzerati gli emolumenti degli eletti per essere d’esempio e lavorare per l’Italia senza alcun onere per i cittadini. Contestualmente  vanno anche ridefiniti gli emolumenti del Capo dello Stato portandoli al livello delle pensioni minime”.

Benvenuti a Mozzarella-Land!

strade, mozzarella, roma

Countdown Paestum: con l’avvicinarsi dalla tre giorni dedicata alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, dal 6 all’8 maggio nella localita’ campana, ‘Le Strade della Mozzarella’ fa tappa a Roma, con una conferenza stampa in uno dei nuovi indirizzi cult per i per i gourmet capitolini, Romeo.

La sezione ‘pizza’ delle Strade della Mozzarella diventa un evento nell’evento per raccontare uno dei prodotti più amati dagli Italiani, e una assoluta protagonista della ristorazione nazionale e internazionale. Tre testimonial d’eccellenza, insieme a Domenico Raimondo e Antonio Lucisano, rispettivamente Presidente e Direttore del Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, hanno infatti presentato il programma del focus interamente dedicato alla pizza. Ed e’ cosi’ che maestri dell’arte bianchi come Franco Pepe, Lello Ravagan e Pierluigi Roscioli, coadiuvati dalla chef Cristina Bowerman, hanno raccontato tre storie differenti di pizza e tradizione, legate da un denominatore comune, la mozzarella, con omaggi allo street food di tradizione romana.

In programma per i giorni 6, 7 ed 8 maggio, ‘Le Strade della Mozzarella, si svolgera’ all’interno della tenuta Le Trabe, a Paestum e vanta un calendario ricco di eventi che si concludera’ proprio con un approfondimento su farine, lieviti, impasti e cotture di uno dei prodotti simbolo della cultura partenopea prima e italiana poi. Tre sessioni specifiche (impasto, farcitura e cottura) ripercorreranno, nell’arco dell’intera giornata, tutta la filiera produttiva della pizza, dal campo di grano sino al forno della pizzeria.

Una bella botta quella dei trombati… pensioni d’oro e liquidazioni!

C_2_fotogallery_1018214__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

Una bella botta sì, essere “trombato”, ma la vera mannaia ricadrà sul bilancio dello stato che dovrà liquidare e pensionare i politici che non sono entrati in parlamento. Pensionati con un bel conto in banca, pensionati in barba alla legge Fornero. Pensionati di platino (non le pensioni d’oro, che poi d’oro spesso non sono), privilegiati anche nel loro essere stati “licenziati”!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Acclamato, pressato e cliccato… Renzi e il suo no al summit con la Bindi!

matteo renzi - rosy bindi

Quando la coerenza e la correttezza sono fatti e non parole diventa difficile in un’Italia, come quella di oggi, poter capire Matteo Renzi. Diventa difficile capire perchè non sta facendo sciacallaggio, perché non sta facendo guerre interne al partito, perchè sta solo facendo il suo lavoro: il sindaco di Firenze! Diventa difficile perchè siamo abituati a corrotti e corruttori, a demoni politici, a deputati che minano il loro leader, lo accoltellano, lo crocifiggono, lo sfigurano nella sua immagine pubblica. Ora in rete si leggono messaggi di rabbia e di desolazione

«Con Renzi avremmo vinto a mani basse»; «Se candidavamo Matteo, Grillo se lo sognava il 25%»; «Altro che smacchieremo il giaguaro: ci ha fatti neri così».

E’ la sinistra, quella più vera forse che si è sentita tradita da un partito che parlava di riformismo moderato, moderatissimo quasi inesistente e che lo spacciava invece per rivoluzione. Poi alle urne la rivoluzione c’è stata e Bersani ha dovuto ammettere di essere stato “troppo moderato” e che da ora in poi servono riforme, “riforme più estreme di quelle che lui stesso aveva propagandato”. Gli italiani non sono più moderati e riflessivi, sono arrabbiati e affamati di una politica corretta, giusta e che gli errori commessi dai politici non ricadino sempre sulla classe media: sui piccoli imprenditori, sugli impiegati, sui liberi professionisti che con tenacia e sforzo cercano di arrivare a fine mese. Che non si tutelino solo gli operai Fiat, che si pensi ai milioni di ragazzi nei call center, che ci sia una occupazione per tutti, che ci sia equità sociale. Anche chi era un fiero scudiero di Bersani come il sindaco di Bologna Virginio Merola ora dice parole da golpista «Matteo Renzi è la nostra possibilità di rinnovamento: e di questo dobbiamo prenderne atto».

Certo una magra consolazione essere riconosciuti dopo essere stati uccisi. Ma la politica è anche la capacità di risorgere e di ricostruire da zero, è la volontà di andare avanti e imparare dai propri errori, di vedere il futuro anche quando c’è caos!

«Sto zitto e non faccio polemiche, come dal ballottaggio in poi – ha confermato ieri allo staff riunito -. Ma non mi si chieda di condividere, e soprattutto di venire a Roma per fare riunioni di “caminetto”, come lo chiamano, assieme a Rosy Bindi: non è cosa che faccia per me». Ieri mattina, infatti, qualcuno aveva chiamato Renzi per invitarlo a partecipare al vertice romano che si sarebbe svolto in serata nella sede del Pd per analizzare il voto e decidere cosa fare: ma il sindaco aveva una riunione di giunta e ha potuto motivatamente rifiutare l’invito.

Del resto, cosa c’è ancora da dire? «Dovrei ripetere che il nostro compito era snidare gli elettori delusi del centrodestra? Che non bisognava sottovalutare Berlusconi? Oppure che dovevamo fare nostri alcuni temi di Beppe Grillo? Inutile, ora. Inutile, dopo aver voluto le primarie salvo poi chiuderle al secondo turno per paura che venissero a votare elettori esterni al centrosinistra: che sono precisamente quelli che di cui avevamo bisono alle elezioni vere e che, naturalmente, non ci hanno votato». E poi rimanda la patata bollente al segretario «Ha vinto le primarie, ha fatto la sua campagna elettorale ed è giusto che adesso sia lui a indicarci la rotta. Annoto solo che ci stiamo mettendo nelle mani di Grillo. Gli abbiamo regalato un rigore, e ora vediamo come lo calcerà. Naturalmente, penso ai timori in Europa di fronte a un centrosinistra che pende dalle labbra di Beppe Grillo».

POTEVA ESSERE VIVA L’ITALIA e SARA’ SOLO UN “SALVA L’ITALIA”, ma ce la faremo?

SI SPARA IN FABBRICA! 5 MORTI

5731373-imprenditore-e-morto-su-una-strada-verso-la-fabbrica

Sono almeno 5 i morti nella sparatoria avvenuta oggi alla Kronospan di Menznau, nei pressi di Lucerna, un’azienda per la lavorazione del legno. Ci sono anche diversi feriti, alcuni in gravi condizioni. Lo riferisce la Radio svizzera citando fonti di polizia.

E’ giusto essere definiti polit-clown?

o-BILD-ELEZIONI-2013-570

Al di là di ogni espressione di voto bisogna indignarsi contro la Germania e in particolare contro il giornale “Bild.de” che ha definito la nostra politica  “polit-clown” con riferimento a Silvio Berlusconi e Beppe Grillo. E’ inaccettabile che un Paese dell’Unione Europea faccia ironia su una scelta di un popolo che ha espresso la propria sovranità con scelte che possono essere non condivise ma senza dubbio non devono essere irrise!

E’ ancora più grave che i tedeschi ci rappresentino con una PIZZA ALLE 4 STAGNAZIONI, irridendoci ancora una volta con un banale “pizza e mandolino” che prima di tutto mette in discussione la loro intelligenza prima di offendere l’Italia che certamente non può sentirsi colpita da questa mancanza di stile tipica di un paese che sicuramente non è uscito da una visione medievale e che non conosce assolutamente la situazione italiana.

Il giornalista poi conclude l’articolo con queste parole “Le sorti dell’Italia sono nelle mani di due clown: il primo è un vecchio dal volto gonfio come un pallone, talmente potente da poter bloccare qualsiasi legge sensata. L’altro è un clown più giovane il cui unico punto del programma è “No a tutto”. “Fino a qualche tempo fa – prosegue il reporter – il resto d’Europa poteva anche ridere delle capriole elettorali italiane, così come si ride degli buffi scimpanzè allo zoo. Oggi però siamo tutti sulla stessa barca, a remare con forza contro la tempesta della crisi. E adesso uno degli uomini a bordo fa improvvisamente un buco nella barca. Solo perché ha in mano un martello”.

E’ DIGNITOSO? NESSUNO SI INDIGNA E NESSUNO LO RIPORTA? SE QUESTA E’ L’EUROPA… ORA SAPPIAMO COSA FARE!

Spread stabile dopo asta!

spread milano btp asta

L’incertezza sul governo in Italia pesa sui mercati. Dopo il tonfo di ieri in Borsa anche oggi gli occhi sono puntati sui listini milanesi. L’avvio è positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,71% a 15.666 punti. Rimane sui massimi di ieri, day after delle elezioni, lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale tra i titoli italiani e quelli tedeschi si attesta questa mattina in avvio 343 punti base. Rimane sempre sui 340 punti anche dopo l’asta dei Btp.  Il Btp decennale paga ora un rendimento del 4,85%.

 

L’ULTIMA UDIENZA: PER SEMPRE NON C’E’ PIU’ PRIVATO

Ultima udienza di PAPA BENEDETTO XVI

A San Pietro il Papa è entrato nella Papamobile per l’ultima udienza e ha avuto una grande ovazione da parte dei fedeli che affollavano la piazza.

“Vi ringrazio di essere venuti così numerosi a questo ultimo appuntamento. Grazie di cuore sono commesso, vedo la Chiesa viva”. Il Papa ricorda il grido di Dio che vuole che la sua Chiesa si allarghi e che tutto il suo popolo si comporti in maniera degna del Signore.”

“Signore perché mi chiedi questo e perché me lo chiedi! L’ho accettato anche con tutte le mie limitatezze. E’ stato un tratto della chiesa con momenti di luce e di ombra. Poi vi sono stati momenti con venti agitati, ma io ho saputo che quella barca c’è il Signore e che questa barca non è mia ma è Sua. Il Signore non la lascia affondare è lui che sceglie gli uomini che la devono guidare. E per questo io ringrazio Dio per la sua consolazione. Siamo nell’anno della fede e voglio invitare tutti a credere in Dio. Vorrei che ognuno si sentisse amato.” Poi il Papa ha richiamato a una vita coerente che sia amore per Dio e le responsabilità che questo comporta.

“Io non sono mai stato solo, ho avuto intorno tante persone che mi hanno aiutato… I cardinali con la loro saggezza e amicizia e il mio Segretario di Stato, vorrei ringraziare tutti i volti che non emergono, restano nell’ombra e lavorano per la Chiesa”

Vorrei che il mio saluto e il mio ringraziamento giungesse a tutti. “Il Papa non è mai solo e io lo sperimento ancora una volta. Il Papa appartiene a tutti.”

Un discorso teso alla Luce, a rischiarare la Chiesa dalle ombre. Ombra e luce sono le parole che ricorrono spesso, anche nel momento in cui ribadisce la sua volontà di lasciare il suo ruolo. Non ho mai avuto più un attimo di privacy, il Papa ha sempre una abbraccio da ricambiare e non appartiene più a se stesso. PER SEMPRE, NON C’E’ PIU’ IL PRIVATO! Io non abbandono questo ma resto comunque con a mia Croce, ma non porto più la potestà che ricopro ora.

Vi chiedo di ricordarmi e di pregare per i cardinali e per il nuovo Papa.

NON PERDIAMO MAI LA VISIONE DI FEDE, DOVETE AVERE SEMPRE LA GIOIOSA CERTEZZA CHE IL SIGNORE VI E’ VICINO.

Standing Ovation a chiudere il discorso del Papa.

Un discorso sicuramente che parla al suo popolo per rinnovare la Fede, le ombre che devono essere dissipate attraverso la luce e che la sua Croce continuerà in modo diverso ma sempre nella su Chiesa. Un discorso composto che fa uno slalom accurato tra e diverse accuse che in questi giorni sono rimbalzate da un media all’altro. Un discorso che è un saluto e un augurio per il nuovo Pontefice e che non nasconde però una certa amarezza per la privazione di una privacy vissuta come un abbraccio ma anche come una limitazione. E’ la prima volta che un Papa parla di privacy violata, negata come parte del suo lavoro.

 

 

“Indignatevi” perde il suo autore: Hessel morto a 95 anni!

el-grito-de-guerra-de-stephane-hessel-llega-a-espana

E’ morto all’eta’ di 95 anni lo scrittore francese Stephane Hessel, autore di ‘Indignatevi!’, pamphlet diventato un caso editoriale in tutto il mondo nel 2010. Ne ha dato notizia la moglie, Christiane Hessel-Chabry. Ex diplomatico e protagonista della Resistenza, Hessel era nato nel 1917 a Berlino ed era arrivato da bambino in Francia dove fu naturalizzato nel 1937. Deportato nei campi di concentramento, fu protagonista di avventure e fughe dalla Germania nazista.

Scuola tossica!

CINA_550x367

In Cina sono state riscontrate materie cancerogene nei quaderni e nelle uniformi scolastiche. A Pechino sono stati trovati quaderni di 6 diverse marche locali che contengono sostanze potenzialmente dannose. Anche a Shanghai, dopo alcuni controlli, le uniformi di molte scuole primarie hanno rivelato di contenere agenti fortemente tossici e dannosi per la salute. Ai ragazzi è stato concesso di andare a scuola senza uniforme e di sostituire immediatamente i quaderni.

Class Action contro Budweiser… acqua nella birra!

budweiser_select_87_hd-HD

‘Class action’ contro la societa’ produttrice della Budweiser, accusata di aggiungere acqua nella sua nota birra per vendere piu’ bottiglie. La denuncia collettiva e’ stata presentata in un tribunale di San Francisco, in California, contro la societa’ Anheuser-Busch, accusata di violare le leggi a tutela del consumatore. Accuse subito smentite dalla societa’ che le ha definite ”totalmente false”. ”Le nostre birre rispettano completamente le direttive sulle bevande alcoliche’.

DOWGRANDE… Ora Moody’s minaccia l’Italia!

Moodys_italy_1342294691

Il non risolutivo risultato elettorale dell’Italia è negativo per il credito poiché aumenta la possibilità di nuove elezioni secondo Moody’s. “Valuteremmo di tagliare il rating del debito dell’Italia nel caso di un ulteriore materiale deterioramento nelle prospettive economiche del Paese o di difficoltà nell’attuazione delle riforme” ha detto l’agenzia. Anche secondo Standard & Poor’s le elezioni potrebbero avere effetto in futuro sul rating.

 

 

“Quando l’onda picchia sullo scoglio, chi ci rimette è sempre la cozza.”

scoglio

-José Saramago- (Saggio sulla lucidità, 2004)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: