“L’immaginazione è la qualità più tipicamente umana, …

immaginazione-tuttacronaca

… quella che consente di creare, inventare, capire. È la qualità che consente all’uomo di trovare un margine di libertà, di sfuggire, in parte, alla sua condizione di marionetta mossa dai fili genetici e ambientali.
Piero Angela- (Da zero a tre anni, 1975)

Uno sguardo allo… spezzatino di agnello con curry.

La ricetta puoi trovarla Qui

img_5272

Charlie Chaplin sul set di… Modern Times

Charlie Chaplin sul set di… The Cure

Charlie Chaplin sul set di… By The Sea

Gente di Elephant & Castle… Charlie Chaplin

Chaplin-1928-Circus-tuttacronaca

Uno sguardo a Elephant & Castle… il teatro!

Elephant-and-Castle-Theatre-Elephant and Castle- charlie-caplin-tuttacronaca

Uno sguardo a Elephant & Castle… l’elefante!

Elephant and Castle- charlie-caplin-tuttacronaca

Uno sguardo a… ELEPHANT & CASTLE, London!

elephant-castle-Elephant and Castle- charlie-caplin-tuttacronaca-strada

Crozza e la Gabanelli… Report al Colle?

maurizio-crozza-milena-gabanelli-report-tuttacronaca

La copertina di Ballarò a cura di Maurizio Crozza del 16 aprile è dedicata a Milena Gabanelli, la giornalista di Report candidata al Quirinale dal Movimento Cinque Stelle. Comincia con l’osservazione che il popolo grillino ha da sempre osteggiato la categoria dei giornalisti, ha continuato con un ipotetico discorso alle Camere della prima presidente donna in pieno stile Report, “cari Onorevoli e care Onorevoli ma quanti siete? Ma sì tanto paghiamo noi…”, per poi passare all’icontro con la tedesca Angela Merkel: “quella ci fa un Report così”.

Le foto confermano la versione delle 15enni. Sole alla stazione di servizio.

15enni-udine-stazione-di-servizio-tuttacronca

Le telecamere della stazione di servizio di Arino (tra Venezia e Padova) mostrano la Punto di Mirco Sacher, il 61enne ucciso a Udine. Sono le 18.53 del 7 aprile e al volante dell’auto ci sono le due 15enni ree confesse del delitto. Le ragazze hanno sempre confessato di essersi allontanate dal luogo dell’omicidio da sole, senza l’aiuto di nessuno, ma non sono mai state credute dagli inquirenti che hanno sempre pensato alla presenza di un terzo complice. Queste immagini nell’area di ristoro e a bordo del veicolo confermano la loro versione dei fatti.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Telefonata anonima fa ritrovare i resti di una donna. E’ giallo.

cadavere-sacco-telefonata-anonima-tuttacronaca

Il cadavere di una donna dall’apparente eta’ di 25-30 anni e non ancora identificata, e’ stato trovato dai carabinieri chiuso in un sacco in una zona di campagna di Rossano, in provincia di Cosenza, dopo una telefonata anonima al 112. Al momento non e’ stata accertata la causa della morte. Secondo le prime indicazioni, ai carabinieri non risultano denunce di scomparse di donne fatte nella zona. Prima di estrarre il corpo gli investigatori attendono l’arrivo dei tecnici della scientifica.

Il meteorite che ha illuminato la Spagna negli scatti dell’Osservatorio Hita

meteor-madrid43-Apr.-15-08.10

Un meteorite sui cieli di Madrid così brillante da far risplendere tutta la Spagna. La macchina fotografica dell’Osservatorio Hita dell’Università di Huelva lo ha catturato in volo.  L’oggetto ha colpito l’atmosfera sopra il quartiere Villamuelas, in provincia di Toledo, a sud ovest di Madrid. “L’impatto è stato così improvviso che l’oggetto immediatamente ha preso fuoco, creando una palla di fuoco di circa 100 chilometri sopra la Terra,” ha detto Jose Maria Madiedo dell’Università di Huelva. La meteora poi ha girato verso Madrid a oltre 75.000 chilometri all’ora prima di disintegrarsi completamente ad una altitudine di 70 chilometri. L’Istituto spagnolo per lo studio di meteore e meteoriti, che ha seguito la palla di fuoco, ha classificato il meteorite come un pezzo di una cometa che stava giungendo sulla Terra. “L’esplosione è stata come una bomba nucleare”, hanno detto gli scienziati dell’Università spagnola.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La Thatcher, la maratona del 21 aprile e Londra in stato di massima allerta

margareth thatcher-tuttacronaca

Domani i funerali della Thatcher in un clima di massima allerta dopo gli attentati che hanno sconvolto la maratona di Boston. Misure di sicurezza ulteriori sono state predisposte nelle ultime ore per scongiurare qualsiasi tipo di attacco terroristico. Domani i maggiori capi di Stato saranno presenti a Londra per rendere omaggio alla Lady di Ferro e il pericolo che si voglia colpire il mondo nelle più alte cariche rappresentative dei diversi stati è emblematico, dopo che è stato ritrovato il comando di attivazione delle bombe di Boston sotto il sedile dove fino a qualche attimo prima era seduto il governatore del Massachusetts. E se tra le ipotesi più accreditate viene fatta anche quella di un attentato degli estremisti di destra, per rivendicare la razza ariana è anche vero che nelle ultime ore si sta delineando invece una matrice di terrorismo islamico con le bombe trasportate in borsoni e una cellula formata da tre uomini che, se saranno confermate le indiscrezioni, avrebbero condiviso un appartamento a Revere, un sobborgo di Boston.

Ci sono tutti gli elementi quindi per schierare un sistema di sicurezza che sia veramente a prova di attentato. Ma se domani ci saranno i funerali di Margareth Thatcher, domenica Londra sarà nuovamente invasa da una folla di persone che parteciperanno all’annuale maratona di primavera, alla quale parteciperà anche il principe Henry.

Occhi puntati sulla capitale britannica e non solo per le cerimonie, ma anche per il rischio a cui si sta sottoponendo la città britannica, che ha deciso di non vivere nel terrore ma piuttosto di mantenere l’agenda in programma senza annullare funerali o maratone.

Sabrina Misseri: mi tiene in vita la speranza di essere assolta

sabrina-misseri-tuttacronaca-sentenza

“Mi tiene in vita la speranza di essere assolta”. Lo ha detto in carcere Sabrina Misseri ad uno dei suoi difensori, l’avv. Nicola Marseglia, mentre attende la sentenza della Corte di Assise per l’omicidio della cugina Sarah Scazzi, del quale è accusata di essere stata l’esecutrice materiale insieme alla madre, Cosima Serrano, anche lei detenuta. Le parole sono state riferite dal legale: “Mi ha detto che ci dovrà essere un tempo e un luogo in cui incontrare la zia e il cugino Claudio”. Ma come mai tutti gli assassini o presunti tali vogliono andare a portare fiori sulle tombe delle loro presunte vittime e incontrare i genitori per chiedere scusa? Ma espiare la pena con dignità non lo fa più nessuno? I tribunali sono trasformati in reality o i reality hanno sostituito i tribunali?

Le trapiantano l’utero e ora è incinta… i medici sperano!

derya sert-trapianto-utero-tuttacronaca

Si sta gridando al miracolo medico e incrociando le dita sperando che Derya Sert, la prima donna al mondo a cui è stato trapiantato un utero con successo, è ora incinta. Lo ha confermato il suo medico Mustafa Unal, con una mail:

“Siamo lieti di informare che lei è davvero incinta. Ma è solo all’inizio del periodo di gravidanza. Speriamo che tutto vada bene fino alla fine della gravidanza “, ha detto Unal.

Sert ha 22 anni ed è stata inseminata con  la fecondazione in vitro a Akdeniz University Hospital nel sud della Turchia, nei pressi di Antalya.

“Siamo stati felici dopo il trapianto ora vogliamo solo un bambino sano. Non importa se sarà un maschio o una femmina”, ha detto il marito 35enne, Mustafa Sert, e ha poi aggiunto:  “Con l’aiuto di Dio, avremo un bambino grazie a questo processo”.  Poi ha dichiarato che se fosse un maschietto lo chiamerebbe Omer, come Omer Ozkan, il chirurgo che ha trapiantato  l’utero a Derya.

Derya era nata senza utero, una anomalia che colpisce 1 donna ogni 5.000 in tutto il mondo. I suoi medici hanno atteso 18 mesi prima di impiantare un embrione per assicurarsi che l’utero “estraneo” stesse lavorando senza nessun problema di rigetto. I medici erano stati confortati anche dal fatto che dopo il trapianto Derya aveva iniziato ad avere le mestruazioni.

Il suo bambino dovrebbe nascere mediante taglio cesareo e poi a Derya verrà rimosso l’utero rimosso per evitare complicazioni. I possibili rischi per la salute includono , infatti, difetti di nascita causati dai farmaci immunosoppressori e parto prematuro.

La notizia è un passo avanti per le migliaia di donne che non possono avere figli, perché sono nati senza utero o perché, a causa di qualche malattia, lo hanno rimosso.

Sert è la seconda donna a sottoporsi a un trapianto di utero. La prima è stata una donna in Arabia Saudita, che ha ricevuto un utero da un donatore vivente, ma dopo poco tempo ha iniziato a soffrire di forti coagulazioni e i medici hanno dovuto rimuovere l’utero che poteva creare infezioni alla donna.

Le bombe alla maratona di Boston sono davvero un attentato politico?

maratona-boston-bomba-tuttacronaca

E se non fosse il terrorismo islamico? Se fosse un attentato a sfondo politico? Dal luogo dove è stato rinvenuto il comando elettrico a distanza, che probabilmente è quello che è stato usato per innescare le bombe alla maratona di Boston, tutto porterebbe a pensare che si sia trattato veramente di un atto di terrorismo politico. Si ritiene che la bomba fosse collocata proprio dove era seduto il governatore del Massachusetts poco prima dello scoppio. Solo una fatalità? Pian piano i tasselli stanno venendo alla luce o è solo un depistaggio per condurre le investigazioni con più libertà?

In Venezuela scontri di sangue nel post-elezioni

venezuela-scontri-tuttacronaca

I sostenitori di Carpiles, dopo che il loro leader ha urlato ai brogli, non ci stanno ad avere Maduro come presidente e scendono in piazza. Mentre il nuovo presidente chavista urla al golpe, in strada iniziano gli scontri tra le fazioni: almeno 7 morti e 61 feriti il bilancio e 135 arresti dopo il voto per violenze.  A ruota segue lo scambio di accuse, con Caprile e Maduro impegnati ad accusare il fronte opposto e rimbalzandosi così la responsabilità delle vittime.  Lo sconfitto invia subito un tweet: “L’illegittimo (Maduro) e il suo governo hanno ordinato queste violenze, per evitare il riconteggio dei voti! Loro sono i responsabili”. E in un altro messaggio si legge: “Per quelli che stanno con me: il vostro cammino è la pace. Quelli che vogliono la violenza stiano ben lontani da noi!”. Prima però era stato il presidente ad addossare la responsabilità all’opposizione “fascista” annunciando che “non permetterà” la manifestazione di protesta convocata per domani a Caracas da Capriles.

La Roma a Novara e Totti dall’erede di Piola!

Francesco Totti-erede-piola-novara-tuttacronaca

La Roma ha scelto Novara per prepararsi alla sfida cruciale di mercoledì contro l’Inter valida per la finale di Coppa Italia.

Proprio al centro di Novarello, Francesco Totti ha raggiunto Piola. Il capitano giallorosso, infatti, ha incontrato la figlia del leggendario attaccante (che in Piemonte chiuse la carriera), Paola, accompagnata dalla nipote e dal pronipote del campione del mondo 1938.

Totti, in particolare, si è soffermato con il piccolo della famiglia Piola, Tommaso, regalandogli una maglia autografata e ricevendo in cambio un libro che narra le gesta del campionissimo lombardo, miglior marcatore della storia di Pro Vercelli, Lazio e Novara, proprio davanti a Francesco con le sue 274 reti contro le 227 del romanista.

Lavender, l’unica pecora che salta e non solo nei sogni!

lavander-tuttacronaca

Si dice spesso conta le pecore prima di addormentarti e nell’iconografia comune queste saltano uno steccato… ma quando mai una pecora ha saltato uno steccato? L’unica eccezione è Lavender che vive in Gran Bretagna nello Staffordshire e ha imparato a saltare gli ostacoli seguendo la sua amica del cuore, la 13enne Isobel Brown che passa insieme alla sua pecorella giornate intere a insegnarle a superare gli ostacoli saltando.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Tapiro d’oro a Matteo Renzi!

renzi_tapiro_d'oro-striscia-la-notizia-tuttacronaca

Tapiro d’oro a Matteo Renzi per le divisioni del Pd, consegnato dall’inviato di Striscia la Notizia Moreno Morello.

Renzi però commenta: ”Noi concorriamo alla coesione,non ci sarà nessuna scissione ma l’importante però è che si sia un po’ di rispetto, quello che è mancato in questo periodo. Noi non sbianchiamo nè smacchiamo”, ha poi scherzato.

Il Tapiro d’oro a chi è maleducato quando spetta?

Spara alla ex e si suicida!

uccide-la-ex-e-si suicida-tuttacronaca

Un uomo di circa 40 anni ha ucciso con un colpo di pistola l’ex fidanzata, una giovane di 22 anni, e poi si è tolto la vita con la stessa arma. L’omicidio-suicidio è avvenuto nel parcheggio di un supermercato, a Montebelluna (Treviso)

Sbranato dal suo cane, inutili i soccorsi

cane_aggressivo-sbrana-padrone-tuttacronaca

Un uomo è morto azzannato dal suo cane. E’ accaduto a San Nazaro dei Burgundi in provincia di Pavia. Secondo quanto riferisce il 118 l’uomo che si trovava nelle campagne di Sannazzaro de’ Burgondi, in provincia di Pavia, ha chiamato lui stesso i soccorsi ma è morto dissanguato prima dell’arrivo dei mezzi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Il ministro Clini porta le mutande di 4 giorni prima

ministro clini-mutande-tuttacronaca

Di consigli se ne sentono tanti in giro e alcuni sono veramente assurdi, ma quando vengono da un ministro dell’ambiente allora magari bisogna rifletterci attentamente prima di scartarli. Clini ha infatti illustrato, durante la trasmissione radiofonica “Un giorno da Pecora”, come ci si comporta per non sprecare acqua ed energia della terra:

“Bisogna spogliarsi ed appendere le proprio cose in modo che prendano aria e che non sia necessario metterle sempre in lavatrice”. E dopo la doccia? “Dopo ci si asciuga, rigorosamente con i gli asciugamani del giorno prima, e poi rimettersi le mutande che, possibilmente usi da quattro giorni, alle quali però hai fatto prendere aria”.

I conduttori – e al telefono Luca Giurato – hanno fatto notare a Clini che sarebbe più igienico cambiarsi slip ogni giorno. “Se è così si vede che non ci si lava bene nelle parti intime. Le mie sono pulitissime”, è stata la risposta perentoria di Clini. Ma lei le cambia davvero una volta ogni quattro giorni? “Diciamo che la media dovrebbe essere questa, altrimenti sapete quanta acqua consuma una lavatrice per un paio di mutande?”. Quanta? “Servono almeno 25 litri di acqua, uno spreco incredibile”, ha concluso Clini.

D’altra parte l’ex sindaco di Londra Ken Livingstone aveva ammesso che per ridurre gli sprechi lui tirava l’acqua al proprio water una sola volta al giorno!

Ma se invece di fare le docce ogni giorno si facesse un bidet e si cambiasse più spesso gli slip?

Che male abbiamo fatto noi per meritarci Clini?

Svelato il mistero dei 60 prodotti contenenti carne equina e poi rettificati.

carne-equina-tuttacronaca

I dati sui prodotti in Italia in cui sono stati riscontrate tracce di cavallo superiori al 1% sono stati rettificati a Bruxelles in quando vi è stato un errore di campionamento. Nella prima comunicazione su 454 campioni erano risultati positivi 93 prodotti, mentre rivedendo i campioni selezionati sono solo 33. Cioè 60 prodotti in meno. Proprio 60 prodotti in meno! Oggi il ministero ha poi reso note le marche e i prodotti interessati dalla verifica:

 DITTA/PRODOTTI
1. PRIMIA lasagne alla bolognese surgelate
2. MIGROSS lasagne emiliane EUROCHEF
3. LA MARCHESINA pasta fresca ripiena-piemontesino al vitello 4. D.I.A. macinato di bovino
5. CAMER arrosto cotto, brasato speciale
6. STEF ITALIA ravioli piemontesi al brasato FINI ravioli piemontesi al brasato BON CHOIX
7. NUOVA TORTUOVO tortellini di carne freschi tortellini al prosciutto ravioli mignon tortellini alla carne LA SPIGA DEI BUONI SAPORI
8. DELIZIE tortellini di carne sfoglia sottile
9. DI MEGLIO preparato di carne bovino adulto congelato
10.LA CUCINA DI BOLOGNA tagliatelle alla bolognese lasagna alla bolognese gobetti alla bolognese maccheroncini alla bolognese
11.PASTA JULIA cannelloni ripieni alla carne – delizie di pasta
12.BONTÀ AL FORNO cannelloni freschi
13.CASTELLI SAS PRODOTTO DA DALÌ Tortellini a la viandè
14.GELA SRL Olive all’ascolana
15.STAR Ragù star carne classico Ragù star fatti così bolognese Gran ragù star con verdure
16.SOCOPA VIANDES CHERRÈ Polpette PrimBeef surgelati.

Sarà stato svelato davvero il mistero dei 60 prodotti prima dichiarati contenenti carne equina e poi tolti dal conteggio?

Le bombe di Boston erano pentole a pressione!

boston-bombe-tuttacronaca

In una conferenza stampa con l’Fbi, il governatore del Massachussets, Deval Patrick, ha affermato che non c’erano altri ordigni oltre ai due esplosi durante la maratona a Boston. Per il resto sono stati ritrovati solo pacchi sospetti. “Solo due bombe” quindi, costituite da pentole a pressione piene di schegge metalliche, chiodi e cuscinetti a sfera, collegate a detonatori e all’interno di buste di nylon nere o zaini. Sono state poi rinvenute tracce di circuiti elettronici che farebbero pensare all’uso di timer. Mentre sembrano non esserci nuove minacce, l’Fbi prosegue le indagini a 360° e chiede la collaborazione della gente pregando tutti di consegnare eventuale materiale fotografico o video da visionare in cerca di tracce. Nel frattempo il capo del Pentagono ha usato il termine “terrore”, che fino a ieri nessuno, neanche il presidente, aveva utilizzato. Oggi Obama però non ha più potuto mantenere il riserbo: “E’ stato un atto di terrorismo, ma gli americani rifiutano di farsi terrorizzati, ma al momento il motivo e le persone dietro all’attentato di Boston restano sconosciuti” ha detto. In seguito ha fatto presente che non si sa ancora chi abbia organizzato l’attentato e perchè, l’unica cosa certa è che sono esplose delle bombe che hanno provocato dei danni. Nel frattempo la scena del delitto, al traguardo della maratona, è diventata una grande scena del crimine, ampia 12 isolati, transennata. “Arriveremo fino alla fine del mondo per trovare i responsabili di questo atto di cattiveria così grande –  dice Deslauriers -. La nostra missione è chiara è portare i responsabili di fronte alla giustizia, ma ci vorrà tempo” per chiarire scoprire gli autori della strage che ha commosso il mondo.

Mentre ancora resta resta sconosciuta la matrice, la Cnn riporta che una dottoressa saudita, ferita a una gamba e ricoverata in un ospedale di Boston, starebbe collaborando con la polizia mentre è stato smentito il fermo  di un giovane saudita rimasto ferito e piantonato in ospedale dagli agenti.

L’appoggio alla cittadinanza di Boston arriva da tutto il mondo (tra gli altri Papa Francesco, Putin ma anche Egitto, Afghanistan e Cina) e anche Napolitano ha inviato un messaggio al presidente Barack Obama ricordando che “nessun atto di violenza ci impedirà di tenere fede ai nostri valori e alla nostra fiducia nella libertà, nella democrazia e nello stato di diritto”. E nel frattempo sono state innalzate le misure di sicurezza con un’allerta che comprende gli obiettivi sensibili, come ambasciate, consolati, sedi diplomatiche, porti e aeroporti con particolare attenzione nei confronti delle sedi Usa.

Trovato il cadavere di una donna alle pendici dell’Etna, arrestato il figlio.

pineta-nicolosi-etna-cadavere-donna-arresto-figlio-tuttacronaca

Un nucleo di carabinieri ha rinvenuto questo pomeriggio nella Pineta di Nicolosi, paese alle pendici dell’Etna, il cadavere di una donna, la 58enne Maria Lucia Garra. I militari hanno fermato e interrogato il figlio, 25enne, Giorgio Coco. I due abitavano in una casa a San Giovanni la Punta. Ora il ragazzo è stato arrestato.

 

La casa dei Baggins ricreata in un soffio d’aria!

baggins-palloncini-tuttacronaca

A chi poteva venire in mente di riprodurre la casa dei Baggins de “Il Signore degli Anelli” utilizzando solo palloncini? Eppure Jeremy Telford, un fan della saga, attraverso un lavoro meticoloso di 40 ore e una progettazione ben pianificata è riuscito a ricreare il salotto con focolare e candeliere con tanto di fiamme. Un vero appassionato che ammette di aver letto e riletto più volte il testo per non sbagliare nessun dettaglio, ma naturalmente per il signor Telford, come per tutti i grandi fans, rileggere attentamente quelle pagine “non è uno sforzo”!

Arancia Meccanica sotto la metropolitana, vittime tre adolescenti napoletani!

ragazzi-aggrediti-metropolitana-napoli-tuttacronaca
Basta poco a volte per cadere nella trappola di un aggressione e quello che era stato uno sguardo tra gruppi di ragazzi si è trasformato in rissa. Erano le 18.10 di ieri pomeriggio quando tre adolescenti, due ragazzi e una ragazza, si sono scontrati con un branco di minorenni alla metropolitana della fermata di Dante a Napoli.  Tutto è iniziato con qualche parola di troppo lanciata alla ragazza e difesa dagli amici che stavano con lei. Poi entrati in metro, più o meno all’altezza dei varchi d’ingresso, i tre sono stati aggrediti in stile “Arancia Meccanica”
 In pochi minuti il sangue era ovunque e secondo alcuni passanti sembrava più un mattatoio che una metropolitana. Ma perchè nessuno è intervenuto e tutti si sono, come spesso accade, preoccupati di allontanarsi il prima possibile dal luogo della mattanza? Anche se l’azione del branco è stata breve qualcuno sarebbe dovuto ugualmente intervenire.  Uno dei tre ragazzi aggrediti ha riportato la rottura del setto nasale e gli altri sono stati comunque brutalmente colpiti. Soccorsi dagli agenti, i ragazzi sono stati portati in caserma per sporgere denuncia. Gli agenti cercheranno tra le telecamere di videosorveglianza se ci sono immagini del branco in modo da poter individuare gli autori del gesto.

Corsie per gli uomini… la nuova moda americana.

corsie-per-gli-uomini-tuttacronaca

L’America che facilita la vita: nasce nei supermercati la “corsia dedicata ai beni di prima necessità maschili”. Una corsia in cui i prodotti sono tutti raggruppati in modo da facilitare il cliente nel ricordarsi cosa deve comprare. Naturalmente nella “corsia degli uomini” si trovano birre, rasoi, deodoranti, patatine fritte… Un mondo a parte nella grande distribuzione per cercare di attirare i single nella “trappola” degli acquisti. Ma molti uomini si sono detti soddisfatti “E’ ottimo per quando vengono gli amici a vedere la partita a casa tua: c’è tutto quello di cui hai bisogno”.  Ma alla fine riusciranno anche a non farci pensare? A portarci davanti agli occhi una bella fetta di torta appena la pensiamo?

Evacuato l’aeroporto La Guardia di New York. C’è un pacco sospetto.

la-guardia-new-york-evacuato-16-aprile-2013-tuttacronaca

Un pacco sospetto è stato trovato questa mattina all’aeroporto di LaGuardia, New York. La polizia, come riporta Bloomberg, per precauzione ha fatto evacuare il terminal centrale dello scalo. Gli aerei sono stati allontanati dagli edifici dell’aeroporto.

Dalla gogna alla consacrazione così Rodotà scala le preferenze del M5S

beppe-grillo-stefano rodotà-tuttacronaca

Da odiato ad amato… Stefano Rodotà piace ai grillini, ma probabilmente piace molto meno al loro leader Beppe Grillo. Inserito più volte nella lista nera dei pensionati d’oro, il costituzionalista, eletto la prima volta in Parlamento nel 1979, come indipendente nelle liste del Partito Comunista Italiano, ora si è imposto alle Quirinarie.  Che sia uno della casta non ci sono dubbi, ma a differenza di molti suoi colleghi Rodotà, sembra proprio, che sia riuscito a rimanere immacolato.

Dalle accuse alla gloria. Stefano Rodotà è diventato uno dei candidati al Quirinale preferiti dai militanti del Movimento 5 Stelle dopo che, in più di qualche occasione, Beppe Grillo lo ha inserito nella lista dei “maledetti” dalla pensione d’oro. I vecchi post del comico genovese non lasciano adito a dubbi. Il costituzionalista che riscuote oggi tanto successo alle Quirinarie degli attivisti grillini, eletto per la prima volta a Montecitorio nel 1979, come indipendente nelle liste del Partito Comunista Italiano, è finito nel mirino di Grillo dal 2010. Il leader 5 Stelle lo ha inserito, infatti, insieme a Walter Veltroni, Nicola Mancino, Eugenio Scalfari, Rosa Russo Jervolino, Pino Rauti, Vittorio Sgarbi ed altri, nell’elenco dei maggiori privilegiati della Casta dei politici.

In un post dal titolo “Maledetti, non vi pensionerò!”, il 6 luglio 2010, Grillo scriveva nel suo blog:

I parlamentari che chiedono sacrifici agli italiani non sono stati capaci di eliminare l’odioso privilegio dei 30 mesi per il diritto alla pensione e di mettere un tetto massimo. Perché un parlamentare deve ricevere quasi 10.000 euro al mese? In base a quale diritto? Il tetto massimo va ridotto a 3.000 euro lordi al mese. In caso contrario ogni cittadino non deve più versare un centesimo all’Inps.

E tra i tanti esempi che faceva vi era anche la Pensione di Rodotà pari a 8.455 euro al mese.

Ed era 18 luglio 2011 quando il leader del M5S tornava ancora una volta a condannare l’assegno del Professore scrivendo:

 Ci sono circa 19 milioni di pensionati contro qualche decina di milioni di italiani che invece in pensione non ci andrà mai. E’ il “pension divide”. Chi ha avuto ha avuto. Chi continuerà a dare non avrà mai nulla. E’ necessario introdurre un tetto pensionistico massimo (3.000 euro?) per chi già percepisce la pensione e garantire a tutti la pensione dopo 30/35 anni di lavoro. C’è gente in pensione da quando aveva 45/50 anni, parlamentari che hanno maturato la pensione dopo una legislatura. Doppi pensionati. Assessori regionali con pensioni d’oro. Questo sconcio è ormai intollerabile.

Ora, come un vero leader democratico, abbassa la testa alla volontà del voto espresso dal suo Movimento e se anche a lui non piace, permetterà ai grillini di votare, qualora ci sia l’opportunità di farlo, anche l’odiato Stefano Rodotà. Sembra proprio che la politica dovrebbe a volte  prendere  esempio da alcuni comportamenti di Grillo.

L’apertura di Grillo al Pd, facciamo uno scambio: il Presidente per la fiducia?

Beppe-Grillo-appello-a-bersani

Fino a ieri sembrava che fra Pd e M5S  il matrimonio proprio non si potesse fare, ora invece, in nome di un Presidente, non politico, donna e con un curriculum inattaccabile, almeno una sorta di fidanzamento virtuale è anche sperabile.

“La rete ha espresso un miracolo: Milena Gabanelli al Quirinale. E io volevo dare un consiglio a Bersani: voti la Gabanelli. Sarebbe un grande segnale. Potrebbe diventare con la Gabanelli la repubblica delle manette? Eh, non sarebbe mica male. Provi a votarla e cominciamo da lì. Poi ci sono i rimborsi elettorali e la legge elettorale e la corruzione. Così potremmo trovare una convergenza” Queste le parole di Grillo nel suo video messaggio a Bersani che fanno da ponte tra l’anti-politica e la vecchia politica… Insomma Grillo si getta nella mischia a testa bassa. D’altra parte grandi possibilità nonc e ne sono, se davvero Bersani fa l’inciucio con Berlusconi e scambia il Presidente per una futura fiducia al governo da lui presieduto per Grillo non ci sarebbero più vie d’uscita. Sarebbe fuori da ogni gioco! Quindi rilancia la palla e prova lui con la mossa del Presidente da condividere in cambio di una fiducia futura da incassare.

Ritrovamento agghiacciante a Rio… braccia con manette ai polsi tra la sabbia

spiaggia-brasile-inpadema-rio-de-janeiro

Un ritrovamento agghiacciante sulla spiaggia di Rio de Janeiro. Due braccia con le manette ai polsi sono state rinvenute tra la sabbia di Ipanema, uno dei quartieri più chic della città. La polizia non esclude nessuna ipotesi, ma ciò che desta allarme sono proprio quelle manette ai polsi…

La rivoluzione di Papa Francesco si schianta contro le Suore Femministe

Papa Francesco- suore femministe-tuttacronaca

Jorge Bergoglio, non aveva molte scelte quando il 13 marzo 2013 è divenuto il 266 Vescovo di Roma. Poteva solo intraprendere una strada di rinnovamento e di “povertà”, (non a caso la scelta di Francesco) per cercare di affievolire il ricordo di macchie indelebili nel ministero ecclesiastico quali la pedofilia, lo Ior e un’amministrazione un po’ troppo “allegra” imperturbabile anche alla crisi economica che aveva investito gran parte dei paesi industrializzati del mondo. La sua rivoluzione l’ha mostrata subito con un linguaggio colloquiale, con l’inginocchiamento davanti ai carcerati e con le altre manifestazioni d’affetto che non ha mai lesinato ai suoi fedeli. Ma oggi dice no, alle suore femministe per “problemi dottrinali” e “disciplinari”.  Ma chi sono le suore femministe?

Sono circa 1500 suore che risiedono in Maryland, negli Usa, e appartengono alla  Leadership Conference of Women Religious. Alla base delle divergenze “dottrinali” vi è la liberalizzazione dell’aborto e l’accettazione dell’omosessualità. Papa Francesco nonostante porti la croce d’argento e professi un radicale cambiamento nella Chiesa, si è indignato al pari dei suoi predecessori e ha negato il riconoscimento di queste storie. Tutto cambia, ma nulla deve essere diverso! Ci ricorda qualche nostro politico?

La polvere sotto il tappeto la mise Prodi? Lettera scandalo del presidente dell’Inps

antonio-mastrapasqua-lettera-scandalo-presidente-inps-romano-prodi-tuttacronaca

Può darsi che sia uno dei soliti giochi al massacro che ci sono ogni volta che le elezioni si avvicinano e i candidati si delineano. Oggi tocca a Romano Prodi stare “sotto tiro” ed è Antonio Mastrapasqua, presidente dell’Inps, che invia una lettera, dai toni pacati, che suona, però, come un atto di accusa all’amministrazione Prodi. Il presidente dell’Inps scrive ai suoi  “ministri vigilanti”, quello dell’Economia Vittorio Grilli e del Welfare Elsa Fornero e sconfessa la politica previdenziale e soprattutto il bilancio del 2007. Secondo Mastrapasqua, il governo Prodi decise di modificare le normative, e le prassi, vigenti nella contabilità dell’Inpdap, l’ente previdenziale dei dipendenti pubblici che all’epoca era ancora indipendente dall’Inps. Obiettivo, cancellare dal “monte” del debito pubblico ben 23,7 miliardi di euro (valori di oggi) che erano appunto il passivo dell’Inpdap, rappresentato dal disavanzo tra le minori entrate contributive (dovute al blocco del turnover e ai prepensionamenti: meno assunzioni e quindi meno contributi che entrano, più pensionati e quindi più contributi che escono). Da quando l’Inpdap (insieme all’Enpals) è stato “affibbiato” all’Inps, il passivo dell’istituto è entrato a far parte a tutti gli effetti del bilancio dell’Inps, producendovi quindi un “buco” che prima non c’era. Ma questa “voragine di bilancio” creata da Prodi non è stata sanata nè dal governo Berlusconi nè da quello Monti.

Spiega Mastrapasqua nella sua lettera a Grilli e Fornero: dal 1° gennaio 1996 la normativa disponeva che lo Stato “garantisse il pagamento dei trattamenti pensionistici statali”. Successivamente, “con l’entrata in vigore della legge 24 dicembre 2007 (un bell’”autoregalo” di Natale, che il governo Prodi ha fatto a se stesso, ndr) quella disposizione “è stata soppressa, con conseguente ricorso, da parte dell’Inpdap, all’avanzo di amministrazione per la copertura del relativo deficit finanziario, e soprattutto alle anticipazioni di bilancio (…) con corrispondente riduzione del patrimonio netto (che è passato da una sostanziale parità alla fine del 2007 ad un deficit di oltre 15 miliardi di euro nel bilancio di chiusura 2011”. Ciò significa che si è fatto un lavoro di “candeggina” sul rapporto tra debito e pil che fu di circa 7 miliari di euro di quel periodo. Ma come fu possibile? L’Inpdad diventa debitore dello Stato e non incassa più i “trasferimenti” come faceva prima, che sarebbero andati ad “appesantire”  il bilancio statale complessivo (che all’epoca serviva lindo e pulito per l’Europa), ma ne chiede le “anticipazioni”. Un’anticipazione va scritta a bilancio come una somma di soldi da restituire e quindi un attivo e non più un passivo. Una specie di “derivato” anche se qui la partita si è giocata in casa e con un abile “gioco di denominazioni” la mano di poker da sfavorevole è stata trasformata in vincente.

“Minori trasferimenti, riduzione dell’avanzo patrimoniale, strutturale contrazione delle entrate contributive della gestione pubblica ex Inpdadp: sulla scorta di tali considerazioni”, conclude la lettera, “sembrerebbe auspicabile che, nella sedes materiae costituita da codesti dicasteri vigilanti, sia opportunamente approfondita e valutata ogni più utile iniziativa tesa a garantire l’efficiente ed efficace implementazione della più grande operazione di razionalizzazione del sistema previdenziale pubblico”.  Mastrapasqua spera insomma in un governo che smetta di “giocare” con le pensioni italiane che al popolo quella “bugia” è già costata molto perchè oggi con l’assorbimento dell’Inpdap nel bilancio Inps,  emerge drammaticamente questo problema di ben 23,7 miliardi di deficit in più, un importo pari a quello che è stato stanziato per iniziare a rimborsare gli “inconteggiabili” esodati. Come mai Mastrapasqua proprio ora spedisce la lettera? Nel vuoto più assoluto delle istituzioni e con lo spettro di nuove elezioni, come spera che la sua richiesta possa essere accolta? E’ solo per far emergere scomode realtà dell’amministrazione Prodi?

Le strane coincidenze dell’attentato alla maratona di Boston!

boston-marathon-bomb-maratona-boston-tuttacronaca

“Our hearts go out to those that are hurt or killed #Boston marathon – but this thing stinks to high heaven #falseflag”.

“I nostri cuori vanno con i feriti e con gli uccisi della maratona di Boston, ma questa cosa puzza, puzza fino in cielo”. Tweet firmato da Alex Jones, conduttore radiofonico e regista che da anni cerca di svelare “i segreti di stato” dell’America. Alex Jones o lo ami o lo odi… non hai vie di mezzo. Ma se anche alcune teorie a volte sono discutibili poichè presentano scenari troppo “sopra le righe”, gran parte del lavoro di Jones non va poi molto lontano dalla realtà.

False Flag? Cospirazione? Complotto? Questo scrive Jones nel suo messaggio e solleva un caso mediatico.

Fbi, Cia, chi è stato e perché? Il conduttore radiofonico nel suo programma ha collegato l’attentato al recente calo del prezzo dell’oro, ma non ha aggiunto nulla che potesse spiegare ulteriormente questa sua teoria che appare quindi abbastanza evanescente. Mentre più probabile, anche se ancora da provare, sarebbe la tesi dell’importanza che Boston ha nella storia americana e non solo in quella della guerra d’indipendenza come stestimoniato dalla Patriots’ Day, ma anche in quella più tragicamente recente come 11 settembre. Uno degli aerei che si schiantarono sulle Twin Towers era partito da Boston.

Ma Alexnon è l’unico a dare una versione “diversa” da quella che sembra in queste ore più accreditata (la pista islamica). Anche la versione inglese di “Pravda.ru” parla di un evento creato proprio dall’amministrazione Obama per poi aver un pretesto per attaccare Iran e Siria.

Altro nodo cruciale sarebbe l’esplosivo usato. Il Semtex, è relativamente difficile da reperire sul mercato e viene di solito usato in ambito civile per demolizioni controllate e in alcuni ambiti strategici-militari.

Il Boston Globe invece, scrive che per 15 aprile era “in programma a Boston un’esercitazione con detonazione controllata (“Funzionari: Ci sarà un’esplosione controllata di fronte alla biblioteca entro un minuto come parte delle attività della squadra dinamitarda”.

Una strana, stranissima coincidenza…

Devastante! Sale di minuto in minuto il numero di vittime in Iran, ora sono 81

TERREMOTO-IRAN-magnitudo-8-tuttacronaca

Sale tragicamente il bilancio delle vittime per il potente terremoto che ha devastato il sud est dell’Iran: fonti locali citate dai siti dell’area parlano al momento di almeno 81 morti e migliaia di edifici crollati. La zona colpita “e’ un’area rurale, con la gran parte delle case costruite con mattoni di fango”, scrive l’agenzia semi-ufficiale Fars, parlando di “terremoto devastante nel sud-est dell’Iran”. Khash, la città colpita, è una delle più popolose,  conta più di 56.000 abitanti ed è la capitale della provincia di Sistan e Baluchistan, una delle più povere dell’Iran. Un’altra città da 1000 abitanti, Hiduch, è stata rasa al suolo.

Strangolata dal guinzaglio del cane, la bimba è in coma farmacologico

parco-cerkovo-milano-tuttacronaca-guinzaglio-cane-bimba-strangolata

12 anni e restrare strangolati dal guinzaglio del proprio cane. E’ successo a Sara, ieri sera,  parco di via Cerkovo, a Milano, intorno alle 19 di sera. La bimba, aveva portato il cagnolino al parco quando ha messo il guinzaglio attorno al proprio collo e si è diretta su un gioco simile a una piccola seggiovia che unisce due collinette. Nel punto più alto, dove non si riesce a toccare con i piedi, la ragazzina è scivolata ed è rimasta impiccata. I medici non si sbilanciano hanno paura che l’assenza prolungata di ossigeno al suo cervello abbia potuto creare danni irreversibili. Al momento la ragazzina è stata posta sotto coma farmacologico ed è tenuta sotto stretta osservazione dal personale medico. Come si è potuto ricostruire la bambina al momento dell’incidente si trovava da sola al parco e sono passati alcuni minuti prima che un uomo si accorgesse di quanto era successo e arrivasse in suo soccorso.

 

Il messaggio di Giorgio Napolitano a Barack Obama

boston-marathon-explosion-runner-maratona-boston-tuttacronaca

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio di solidarietà al presidente americano Barack Obama, definendo l’attentato a Boston come “un potente monito anche per l’Italia”.

“Per il nostro Paese – ha scritto Napolitano – che vive una complessa transizione istituzionale, l’attacco terroristico di ieri è un potente monito sulle incertezze e le insicurezze di un mondo complesso e interdipendente. Nessun Paese – prosegue il presidente nel suo messaggio – può isolarsi e l’Italia è parte di uno stesso quadro europeo, atlantico e internazionale. Siamo quindi chiamati a rispondere in modo coerente alle diverse istanze e sfide del mondo esterno se vogliamo assicurare il benessere del nostro popolo”.

La deflagrazione di Boston, 2 le piste che stanno seguendo gli investigatori

Boston-Marathon-bombing-runners-maratona-boston-tuttacronaca

Due sono le piste che stanno seguendo in queste ore l’Fbi, la Cia e l’ente nazionale anti terrorismo che si stanno coordinando con le autorità locali per riuscire a far luce sull’attentato che ieri ha sconvolto l’America e ha portato morte e distruzione a Boston in una giornata che doveva essere all’insegna della festa e del patriottismo statunitense. Le indagini si stanno addensando su i gruppi del radicalismo anti governativo, quei razzisti legati alla supremazia della razza ariana o di anarchici conservatori in lotta con i poteri federali. L’altra pista che non viene esclusa è quella del terrorismo di matrice islamica. Ieri un giovane saudita rimasto ferito durante la deflagrazione è stato interrogato in un ospedale della città. La data scelta per l’attentato, il 15 aprile, il giorno in cui si pagano le tasse negli Usa e Festa de Patrioti in Massachusetts, corrobora il sospetto su un attentato di matrice interna.

 

DILANIATO L’IRAN… TERREMOTO BOMBA, Magnitudo 7,8

iran_terremoto-16-aprile-2013-tuttacronaca

Un violento sisma, di magnitudo pari a 7,8 gradi sulla scala Richter, ha scosso l’Iran. Lo riferisce l’Usgs, l’istituto geofisico statunitense, che registra continuamente i movimenti tellurici sulla crosta terrestre. Il tremore, riferiscono testimoni locali, e’ stato avvertito in tutto il Golfo Persico, e anche in Qatar, India e Pakistan.

Il bilancio provvisorio è di 40 morti accertati.

Udine: parla il fidanzato di una delle 15nni. Mistero su uno smartphone.

udine-quindicenni-parla-ex-fidanzato-tuttacronaca

L’ex fidanzata di una delle due minorenni che hanno ucciso Mirco Sacher ha rilasciato un’intervista: “Erano circa le 13. Pensavo fossero a casa del padre di una delle due, sentivo voci di persone in casa ma non sapevo dove”. Quindi il giorno dell’omicidio di Sacher la ragazza, ha telefonato al suo ex dicendogli che dopo poche ore sarebbero arrivate. “Una persona stupenda, – continua il ragazzo – non ho mai pensato arrivasse tanto, una ragazza sempre con il sorriso, sempre divertente.Vorrei scriverle una lettera per dirle che sono accanto a lei.”

I cellulari delle due ragazze sono stati messi al setaccio così come i loro profili Facebook, ma quello che gli inquirenti stanno cercando è uno smartphone scomparso, che potrebbe contenere indizi molto importanti.

Le due amiche, nel frattempo sono state trasferite in strutture riservate, una in Veneto e l’altra in Lombardia, dove hanno dichiarato di aver assunto alcol e stupefacenti il giorno del delitto. Le analisi tossicologiche sulle ragazze arriveranno a giorni e gli inquirenti sperano che possa esser fatta luce sullo stato psico fisico nel quale le due adolescenti si trovassero quel giorno.

 

Bentornato Commissario Montalbano!

luca-zingaretti-e-il-commissario-montalbano-nuova-serie-tv-tuttacronaca

Bentornato Commissario!

Da ieri sera è ripresa la nuova serie. Quattro film tutti firmati da Alberto Sironi che, tra il giallo, l’humor nero e i paesaggi siciliani condurranno lo spettatore nelle nuove avventure del Commissario Montalbano.  Sostanzialmente il cast è quello, è cambiata solo Livia, la storica fidanzata del Commissario, non più interpretata da  Katharina Bohm ma affidata all’attrice svedese Lina Perned. L’unica nota stonata è quel lieve disturbo nel doppiaggio che non è mai perfettamente in sincrono con la Perned. Ma un piccolo neo tollerabile dopo tutto.

Cosa c’è di nuovo in questi episodi? I monologhi interiori di Salvo. Quei dubbi che si impossessano del Commissario fino a portarlo dal monologo a una sorta di “interrogatorio” le cui domande minano la sicurezza dell’uomo. Quel passare del tempo, l’età che avanza e quell’Italia che si trasforma, peggiora e con la quale il Commissario sembra non riuscire più a stare in sintonia.  Ma poi la trama è sempre lieve, leggera, scorrevole ed accanto all’indagine non mancano mai le lunghe passeggiate e le grandi abbuffate con i piatti tipici della cucina siciliana.

Ieri sera è andato in onda Il sorriso di Angelica, nei prossimi giorni seguiranno Il gioco degli specchi, Una voce di notte e Una lama di luce.

Questi episodi hanno riscosso un buon successo anche all’estero tanto che all’ultimo Miptv (il Mercato internazione dei programmi televisivi) è stato concluso un accordo con la BBC che ha acquistato i diritti per la trasmissione della serie.

Se poi volete vedere una ricetta appetitosa tratta dai romanzi di Andrea Camilleri potete cliccare QUI!

Brignano: Le Iene? Non ce l’ho fatta, psicologicamente.

enrico-brignano-ci-vediamo-domani-tuttacronaca-mammuccari

L’ex Iena Enrico Brignano si confessa da Victoria Cabello durante la presentazione del suo ultimo film “Ci vediamo domani”. Esordisce con il suo modo di fare tra dialetto e italiano, tra serio e faceto, che lascia sempre un velo di malinconia anche quando la battuta è efficace “nun m’ha retto la pompa!” Troppi servizi sulla pedofilia, troppe tragedie, troppo malcostume e poi droga, malasanità, mala politica:  “Non condurre più le Iene è stata una decisione mia, anche un po’ sofferta perché mi trovavo bene – ha spiegato Brignano- Ho lasciato ad altri la possibilità di farlo, perché portavo a casa il malessere italiano. Io purtroppo vivendo quei dosser, quei servizi di pedofili, di politici sbagliati, di gente di malaffare, ogni volta tornavo a casa e ci stavo male. E allora ho detto ‘ma a me chi me lo fa fare?’… Non ce l’ho fatta, psicologicamente. Mi sembrava di aver fatto il mio… Anzi, io sono sbalordito di come ci riescano tutti gli altri”.

Non manca neppure una frecciatina, quasi un appunto per il suo successore Teo Mammuccari:

Io ho portato i monologhi nel programma, cosa che Mammucari non sa fare. Gioca a fare quello che sa fare, poveraccio, mica è colpa sua. Frecciatina? Ma che frecciatina: ci vorrebbe ‘na spingarda a pompa! Non è capace di fare i monologhi, e questo lui lo sa, ma lo sa anche il suo commercialista“. E poi scoppia la risata.

 

 

L’M5S SCEGLIE MILENA. Accetterà?

gabanelli-milena-tuttacronaca-quirinarie-2013-m5s

È Milena Gabanelli il candidato del Movimento 5 Stelle, selezionato al termine dei due turni di «quirinarie» online. È lei, è stato annunciato su ‘La Cosa’, ad essere arrivata prima.

Accetterà la nota conduttrice che nei giorni scorsi sembrava aver fatto un passo indietro per la corsa verso il Colle? E quante chance ha di essere eletta anche negli altri schieramenti? Non era forse il caso di scegliere un nome che potesse far convergere anche il Pd e il Pdl?

Restivo si proclama innocente: voglio portare i fiori sulla tomba di Elisa

danilo-restivo-colpevole-processo-claps-dichiarazione-spontanea-tuttacronaca

“Io non ho ucciso e non ho idea di chi sia stato.”Il mio desiderio – aggiunge Restivo – e’ un giorno quello di portare i fiori sulla tomba di Elisa”.  Rivolge poi un appello all’assassino: “Costituisciti, io sono in carcere da innocente”.  Filomena Iemma, madre di Elisa, non ce l’ha più fatta ed è uscita dall’aula. La lettera di Restivo e la sua richiesta di udienza pubblica sembrano molto un gesto di sfida, anche se è lo stesso Restivo a smentire, non vuole sfidare nessuno vuole solo porgere le “condoglianze” alla famiglia.

Gli avvocati di Restivo hanno portato in aula una maxi cartina della città di Potenza  “per spiegare ai giudici popolari cosa è accaduto quel giorno ricostruiremo i movimenti non solo di Restivo ma anche di tutte le persone coinvolte”.

Amina parla da un luogo segreto: mi sedavano.

amina-tyler-tuttacronaca

Amina, la Femen tunisina che ha postato le sue foto in topless, sembra non aver avuto più pace. Dopo che i fondamentalisti si sono scagliati violentemente contro il comportamento della ragazza, proponendo anche una lapidazione che potesse espiare la colpa di Amina, le notizie, il più delle volte contrastanti, si erano rincorse. Sequestrata e umiliata dai propri familiari, la ragazza è riuscita a scappare e nel luogo segreto dove si trova, tramite Skype, ha fatto sapere al sito di Femen:  Continuerò la mia battaglia con una nuova protesta in topless».

Ecco come la ragazza ha raccontato gli eventi che gli sono accaduti subito dopo la pubblicazione delle foto. Prima ha subito un linciaggio mediatico non solo dagli integralisti, ma anche da molti cittadini tunisini che si sono sentiti offesi da quelle foto. Poi ha raccontato di essere stata rapita dallo zio e da un cugino mentre si trovava in un bar con alcuni amici. Ma ancor prima di esser rapita la famiglia aveva provato a farla “curare” da un terapista. Poi è stata portata in un villaggio in cui ogni giorno doveva “subire” la visita dell’imam che le leggeva il Corano e le chiedeva di sottomettersi alle leggi del Profeta. Poi hanno iniziato a somministrarle farmaci che la inebetivano per tutto il giorno. «Qualche volta – ha raccontato Amina al sito delle Femen – sono anche riuscita a scappare, ma nessun automobilista mi ha voluto prendere a bordo perchè non mi conoscevano. E quindi sono stata ripresa, riportata a casa e lì è ricominciato il solito rituale». Poi hannod eciso di riportarla presso la casa dei suoi genitori dalla quale finalmente è riuscita a scappare venerdì. Ora la madre ha denunciato la sua scomparsa. La polizia si è attivata per trovarla. Ed è proprio quella polizia che Amina teme anche se è decisa a portare a termine la sua missione e non lascerà la Tunisia sino a quando non sarà riuscita a fare una nuova protesta in topless.

3 terremoti a Oklahoma City in pochi minuti.

oklahoma- terremoto-usa

Un terremoto di magnitudo 4,3 ha colpito l’area metropolitana di Oklahoma City, alle 12,56 a.m. ora locale. L’epicentro è a circa 7 miglia a est di Luther e 22 miglia di Edmond . Alle 1,15 a.m.  un altro terremoto, di magnitudo 2,8, ha interessato la parte a nord-ovest della città di Boley a 54 miglia da Oklahoma e solo un minuto più tardi una nuova scossa sismica di magnitudo 3.3 è stata nuovamente percepita dalla popolazione di Luther.

Il velo squarciato… perquisizioni e arresti per la strage di Capaci

strage-capaci-brusca-giovanni-gaspare-spatuzza-tuttacronaca

Si squarcia il velo dell’omertà e l’ultimo pentito di Cosa nostra, Gaspare Spatuzza, parla e fa i nomi di coloro che procurarono l’esplosivo o e lo prepararono per strage di Capaci dove perse la vita Giovanni Falcone, la moglie e tre uomini della scorta. Dopo 20 anni di omertà finalmente si rompe il silenzio e si squarcia il velo che aveva sempre lasciato molti interrogativi insoluti.

La ricostruzione del pentito Spatuzza è dettagliata: “Ricordo che un mese e mezzo prima della strage di Capaci, Fifetto Cannella mi chiese di procurargli una macchina voluminosa, per recuperare delle cose. Ci recammo pertanto con l’autovettura di mio fratello nella piazza Sant’Erasmo di Palermo, dove incontrammo Peppe Barranca e Cosimo Lo Nigro, e dove avremmo dovuto incontrare Renzino Tinnirello, il quale però tardò ad arrivare. Ci recammo quindi a Porticello, ove trovammo un certo Cosimo, ed assieme a lui ci recammo su un peschereccio attraccato al molo, da dove recuperammo dei cilindri delle dimensioni di 50 centimetri per un metro legati con delle funi sulle paratie della barca. Al loro interno vi erano delle bombe”. Lungo la strada, i mafiosi trovarono anche un posto di blocco ma non furono fermati. Poi Spatuzza continua il racconto: “Una volta arrivati a casa di mia madre, in cortile Castellaccio, scaricammo i bidoni all’interno di una casa diroccata di mia zia, che si trova a fianco”. Il giorno dopo, i “cilindri” furono spostati in un magazzino di Brancaccio: “Lì cominciammo la procedura tagliando la lamiera dei cilindri con scalpello e martello ed estraendo il contenuto”. Ma quell’operazione era troppo rumorosa: “Mi resi conto che eravamo all’interno di un condominio, quel posto non era adatto al lavoro”, ricorda Spatuzza davanti ai magistrati di Caltanissetta. Così, l’esplosivo fu trasferito ancora: in un magazzino della zona industriale di Brancaccio dove aveva sede la ditta di trasporti “Val. Trans.”, lì Spatuzza lavorava come autista.

“L’esplosivo che macinavamo era solido, di colore tra giallo chiaro e panna. Lo macinavamo schiacciandolo con un mazzuolo, lo setacciavamo con lo scolapasta sino a portarlo allo stato di sabbia”. Quell’esplosivo prelevato a Porticello non bastò: “Ci recammo a prelevare altri due bidoni alla Cala, sempre legati a un peschereccio”, prosegue Spatuzza. Una parte di quella micidiale carica fu consegnata poi a Giuseppe Graviano per la strage di Capaci, una parte servì per la strage Borsellino.

Nella ricostruzione di Spatuzza vengono chiamati in causa alcuni fedelissimi di Giuseppe Graviano, il capomafia del quartiere palermitano di Brancaccio che sta dietro tutte le stragi del ’92 e del ’93. Si tratta di Giuseppe Barranca, Cristofaro Cannella, Cosimo Lo Nigro, Giorgio Pizzo, Vittorio Tutino e Lorenzo Tinnirello. Sono tutti in carcere già da tempo, con condanne pesanti per reati di mafia ed omicidio. Nei loro confronti è scattata una nuova ordinanza di custodia cautelare, firmata dal gip di Caltanissetta Francesco Lauricella, su richiesta del procuratore aggiunto Domenico Gozzo e dei sostituti Onelio Dodero e Stefano Luciani. Il provvedimento riguarda anche Cosimo D’Amato, il pescatore che consegnò al gruppo di sicari l’esplosivo prelevato da alcuni vecchi ordigni trovati in mare, e Salvo Madonia, uno dei reggenti della potente famiglia palermitana di Resuttana, ritenuto uno dei mandanti della strage Falcone, assieme a tutta la Cupola mafiosa. Anche D’Amato e Madonia sono già in carcere.

Sono informazioni nuove che fanno chiarezza sulla parte che non era ancora emersa nella strage di Capaci. Di quel commando nessuno aveva mai parlato perché Giuseppe Graviano, aveva ordinato la massima riservatezza soprattutto nelle operazioni di confezionamento dell’esplosivo. Furono 200 i chili di tritolo, prelevato dal mare, che furono consegnati a Giovanni Brusca che ne aveva già procurati altri 200 chili nelle cave. Per la sistemazione delle cariche Brusca si rivolse al cugino e a Pietro Rampulla. Entrambi avevano molta dimestichezza con l’esplosivo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: