Uno sguardo alla… Steak Pie di Judy Garland

La ricetta puoi trovarla QUI!steak pie

Annunci

Judy Garland sulla scena di… Meet Me In St. Louis di Vincente Minnelli

Judy Garland sulla scena di… Strike Up the Band di Busby Berkeley

Judy Garland sulla scena di… Babes in Arms di Busby Berkeley

Gente di Hollywood… Judy Garland!

judy garland

Uno sguardo all’Hollywood di Judy Garland… gli studios!

tumblr_lvufqqEIot1qic8pr

Uno sguardo all’Hollywood di Judy Garland… il boulevard!

Hollywood_Boulevard_by_Arete_Eirene_Phile

Uno sguardo all’… HOLLYWOOD di Judy Garland!

holliwood- judy garland

La scuola di Potter diventa un set di Lego!

 alice finch

Un’esperta di LEGO ha impiegato più di 12 mesi per completare la sua ricostruzione della scuola di magia di Hogwarts completo di decorazioni e addirittura di interni. Prima di iniziare l’impresa Alice Finch si è documentata attentamente analizzando i particolari del castello riportati nei libri della  J. K. Rowling, ha effettuato diversi sopralluoghi a Oxford, ha visto decine di volte i film ed è andata a visitare gli studi di Harry Potter. Poi ha ordinato, facendoli arrivare da tutto il mondo 400mila pezzi di lego e si è messa all’opera. nel video si può vedere il risultato:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La casa delle fiabe… a Da Lat, Vietnam!

0

Si chiama Hang Nga Guesthouse e sorge nella città di Da Lat, Vietnam. Al suo interno incorpora un albero e la sua architettura non si discosta di molto dall’archetipo della casa dell’orco nella foresta presente in molte fiabe. E’ stato progettato da Dang Nga, la figlia di uno dei precedenti presidenti del Vietnam. Viene spesso chiamata Crazy House e si ispira anche a Gaudì. Sia l’esterno che l’interno richiamano le atmosfere da folletti e gnomi… veramente una casa originale sotto ogni aspetto!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tv sì, ma anche moda per la Moric

nina moric hot su twitter-2

«Resterò nel campo della televisione anche se la mia intenzione è di dedicarmi totalmente a questa collezione che ho nel cuore e che considero come un secondo figlio». Lo ha detto Nina Moric nel corso della presentazione della collezione di moda a lei ispirata e realizzata dallo stilista Anton Giulio Grande. «Noi donne – ha aggiunto – ci siamo evolute in senso positivo e sappiamo cosa vogliamo dalla vita. Per il momento la mia priorità, comunque, è questo progetto relativo alla moda che ho presentato oggi a Lamezia Terme».

Roberta scoprì l’amante del marito!

roberta-ragusa--2-

A un anno dalla scomparsa di Roberta Ragusa, rispunta fuori il caricabatterie del cellulare che non era mai stato ritrovato, come aveva dichiarato il marito Antonio Logli. L’avvocato ha fatto sapere che l’oggetto è stato rinvenuto dietro il mobile del bagno, in cui la Ragusa lo custodiva in un cassetto. Un filmato di Chi l’ha visto, realizzato in casa Logli-Ragusa in tempi non sospetti, fa notare però la stranezza della particolare struttura del mobile, che è sigillato al muro e dietro il quale non può quindi cadere nulla. La trasmissione ha poi dato la parola alla cugina di Roberta, Annamaria, che ha raccontato come Roberta aveva scoperto del tradimento di suo marito, una notte in cui si era svegliata e l’aveva sorpreso in soffitta, intento in una telefonata “affettuosa”, presumibilmente con la sua amante Sara, segretaria della’autoscuola.

Il Plan B di Bersani: corrompiamo i grillini!

1857135-grillini_in_pizzeria

Bersani deciderà di allearsi con il Pdl di Berlusconi per formare un nuovo governo. Lo afferma il leader del M5S Beppe Grillo in un’intervista alla Bbc, dicendosi tuttavia convinto che il governo «durerà un anno al massimo e poi ci saranno nuove elezioni. E ancora una volta, nelle urne, il Movimento 5 Stelle, cambierà il mondo». «Oggi in Italia, ciò che accadrà è già accaduto in passato. La destra e la sinistra si uniranno e governeranno un Paese di macerie, del quale loro sono responsabili».

«FALSI TENTATIVI DI INCLUDERCI» «Ogni tentativo di persuadere il movimento a partecipare a un governo è falso». Lo ha detto il leader di M5S Beppe Grillo alla Bbc secondo quanto riporta l’emittente britannica. MS5 «deciderà se supportare leggi specifiche caso per caso», scrive ancora la Bbc riportando le parole di Grillo.

GRILLO CONTRO BERSANI Niente inciuci, ma accordi solo sui programmi. Lo garantisceBeppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, che intervistato ieri dalla Rsi, radio svizzera, usa parole chiare. «Noi non stiamo alla finestra: entriamo – ha detto il comico genovese – Ma inciuci, inciucietti e accordi non ne faremo. Ci accorderemo solo sulle idee, che devono essere condivise con il nostro programma. Non c’è altra alternativa per noi». «Devono andare a casa – insiste – e se non ora ci andranno entro un anno massimo».

Ma intanto Bersani chiama i grillini ha prendersi le proprie responsabilità e accetterà tutti coloro che saranno pronti a fare un passo avanti (nella corruzione) e sostenere il suo governo. Dalla sua ha anche la Germania, il fiato sul collo dei tedeschi (manovrati da Monti?).

“Il risultato delle elezioni in Italia ha sollevato dubbi nei mercati sulla possibilità di formare un governo stabile e quando questo genere di dubbi sorge, c’è un pericolo di contagio”. Lo ha affermato il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, intervistato dall’agenzia Reuters.

Secondo Schaeuble, “tocca ora a chi è stato eletto in Italia domenica formare un governo stabile” ha detto aggiungendo che “prima lo faranno, più rapidamente l’incertezza verrà superata”. “A tale proposito”, ha concluso Schaeuble, “io non ho mai affermato che la crisi dell’euro fosse finita, ho solo detto che abbiamo fatto progressi significativi; dobbiamo continuare su questa strada ma ci sono degli ostacoli”

TAGLIARE A FETTE IL M5S… AFFILARE IL COLTELLO E… TAGLIO NETTO!

 

100 giorni in un programma, questa la proposta di Vendola a Grillo

e82fb61a80ad11e29a4b22000a1fb593_7

”Se proponiamo a Grillo un pacchetto di provvedimenti nei primi 100 giorni del governo su lotta al disagio sociale e alla corruzione, sul conflitto di interessi, lo mettiamo di fronte alle sue responsabilita”’. Lo ha detto Nichi Vendola al Tg3.”Riportare il paese alle urne e’ un rischio anche per loro – ha aggiunto Vendola -. Tanti elettori del centrosinistra che lo hanno votato per voglia di cambiamento, potrebbero ripensarci”.

W diventa un edificio… un’unica torre e 4 edifici!

walters-towers-

Gli architetti danesi BIG – Bjarke Ingels Group si sono aggiudicati il primo posto al concorso di architettura per la realizzazione delle 4 torri a Praga, in Repubblica Ceca.

L’idea progettuale vincente, secondo gli architetti, sta nell’aver concepito una singola torre, tagliata in 4 parti e queste ultime fatte slittare, creando così variazioni di pianta dell’edificio, e fronti interessanti sui quali distribuire gli appartamenti.

dettagli
Si genera così una ambiguità architettonica dove quelle che sembrano quattro torri sono in realtà un unico grande edificio.

rendering w tower prague

Metti un principe in cucina… Harry cuoco in Africa!

harry lesotho

Il principe Harry si e’ improvvisato cuoco nel corso della visita in Lesotho a una scuola per sordi sostenuta dalla sua associazione di volontariato Sentebale. L’erede al trono, in licenza dopo un periodo al fronte in Afghanistan, ha preso parte a una lezione di cucina, preparando ciambelle e una torta, con alcuni ragazzi africani che frequentano l’istituto. Nelle immagini della visita, diffuse dalla stampa britannica, si vede anche il principe che balla e gioca con gli alunni della scuola.

FINANZIAMENTO PUBBLICO… che schifo!

rimborsi-elettorali-partiti

Calcolatrici al lavoro non per contare il numero dei voti bensi’ per quantificare quanti degli oltre 159 milioni di euro di rimborsi elettorali, arriveranno nelle rispettive casse. A far la parte del leone e’ il Movimento cinque stelle, che ricevera’ tra Camera e Senato 42,7 milioni, a patto pero’ che si adegui alla nuova legge del 2012, che impone ai partiti di avere uno statuto democratico, pena il mancato versamento dei soldi. M5S ha piu’ volte detto che non utilizzera’ rimborso. Per fortuna che qualcuno si vergogna come i cittadini di prendere i soldi del finanziamento pubblico… si è strozzata la popolazione sull’Imu e ora spettano 42,7 milioni a una sola compagine politica?

Alleato di bellezza: l’Olio di Mandorle Dolci!

olio di mandorle-dolci

L’olio di mandorla è noto da tempo per le sue caratteristiche: è infatti ricco acido linoleico, proteine, glucidi, sali minerali e vitamine del gruppo B ed E. L’olio in questione, utilizzato in cosmetica per usi che vanno dal benessere della pelle a quello dei capelli, è estratto a fredda dalle mandorle dolci considerato che più il frutto è amaro e più si rivela velenoso e pericoloso per la salute dell’uomo. Quest’olio può essere utilizzato su qualsiasi tipo di epidermide grazie ai suoi poteri idratanti, emollienti, nutritivi e all’azione elasticizzante, essa lo rende anche consigliabile anche per combattere le rughe e i segni dell’invecchiamento sulle mani. Indicato in presenza di disidratazione,fragilità e secchezza della pelle, è efficace nella prevenzione delle smagliature grazie al suo potere elesticizzante, se sono già comparse, invece, contribuisce alla loro riduzione. Rivitalizzante, massaggiato sui piedi prima di andare a letto favorisce un riposo sereno. In presenza di pelle irritata e in presenza di eczemi attenua il prurito ed è efficace anche come struccante. Usato come impacco sui capelli, è un ottimo rimedio contro la fragilità e la secchezza della chioma, che apparirà più lucente e vitale. Può essere utilizzato anche come maschera protettiva per preservarli dai danni e dall’aridità della stagione estiva, mantenedoli morbidi e soffici.

Non tutti questi olii sono commestibili, quindi bisogna prestare particolare attenzione se lo si assume. In caso di un prodotto di qualità la sua somministrazione migliora le funzioni intestinali, ha u’azione rinfrescante ed aiuta a prevenire fattori di rischio di malattie cardiovascolari e ipertensione. Infine, l’olio di mandorla amara ha un effetto purificante sul corpo.

La pietra che fa bene al cuore: la Morganite!

morganite

Questa pietra rosa, appartenente al gruppo dei berilli, riduce lo stress ed è quindi indicata nelle malattie ad esso collegate: cardiopatie, esaurimenti nervosi, capogiri e impotenza. Sostiene la stabilità emotiva mentre si realizzano i cambiamenti psicosomatici e, grazie alla sua azione ossigenante sulle cellule, è un ottimo coadiuvante nel trattamento della tubercolosi, dell’asma, dell’enfisema e delle vertigini. La morganite rafforza le difese del sistema immunitario, aumenta la vitalità fisica, stimola l’attività mentale, migliora la circolazione sanguigna e tonifica il cuore. A livello psichico, stimola la chiarezza mentale e l’equilibrio emotivo, favorisce l’armonia dell’individuo con l’ambiente che lo circonda e dispensa gioia di vivere. Aiuta ad uscire dall’egoismo, dalla miopia mentale e dalla tendenza al biasimo e porta alla luce i bisogni rimossi dell’anima ed i sentimenti inespressi. Ancora, questa pietra spazza via il vittimismo e predispone a ricevere amore incondizionato.

Cura le vie respiratorie con l’Elicriso!

elicriso

Questa pianta, il cui nome deriva da “Elios” (sole) perchè i suoi fiori splendono al massimo quando sono illuminati dai suoi raggi, ha capacità sedative, stimola la circolazione sanguigna, è un ottimo antinfiammatorio ed un buon rimedio per la tosse e non presenta effetti collaterali. Antinfiammatorio per le vie respiratorie, indicato per curare patologie croniche, asma e disturbi allergici,  l’elicriso ha proprietà espettoranti e sedative. Viene utilizzato anche per creare pomate calmanti per la cute, creme per la pelle grassa ed anti comedogene nonchè in creme solari. Grazie alle sue proprietà calmanti, è indicato anche in presenza di artiti, dolori reumatici ed emicranie. Amico della circolazione, è adatto a curare disturbi quali vene varicose e di microcircolo, soprattutto agli arti inferiori. Per uso interno, come espettorante, rimedio per la tosse ed antinfiammatorio, lo si può assumere lasciando in infusione 2 grammi di fiori essicati per 10 minuti in una tazza d’acqua bollente. Va assunto due o tre volte al giorno.

Femminicidio a Rieti, uccide la compagna col mattarello!

tumblr_m2mnxzdvNP1qadhoxo1_500

Un macedone di 42 anni ha ucciso la compagna di 38 anni sua connazionale a Rieti, colpendola più volte con un mattarello. Il delitto è avvenuto intorno alle ore 15.30 in una abitazione in via Di Mezzo, nel centro della città. Ad avvertire la polizia è stato lui stesso, subito dopo è giunto nell’appartamento un medico del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso della 38enne.  Secondo una prima ricostruzione, fornita dalla questura di Rieti, il 42enne, reo confesso, avrebbe ucciso la sua compagna dopo una lite, colpendola violentemente con il mattarello alla testa e all’addome. L’uomo è ora in stato di arresto negli uffici della squadra mobile. Nell’appartamento di via Di Mezzo è in corso un sopralluogo del medico legale e del magistrato di turno, mentre la polizia scientifica sta ancora compiendo i rilievi.

Grillo resta fuori, niente Governo!

Grillo-580x370

Si allontana sempre di più l’ipotesi di una partecipazione dei “grillini” in un nuovo esecutivo. “Ogni tentativo di persuadere il movimento a partecipare a un governo è falso”, ha detto il leader di M5S Beppe Grillo alla Bbc. “MS5 – ha spiegato Grillo – deciderà se supportare leggi specifiche caso per caso”.

Google non censura: metterebbe a rischio la libertà di pensiero

no-censura

Tre manager di Google erano stati condannati perchè sul web era apparso il video di un giovane disabile vessato dai compagni, secondo il giudice la rete non può essere “una sconfinata pirateria” dove “tutto è permesso e niente può essere vietato”. Oggi a Milano i tre sono stati assolti in appello: secondo la Corte non si può infatti chiedere ad un gestore di servizi Internet di effettuare una “verifica preventiva di tutto il materiale immesso dagli utenti” in quanto si rischierebbe di comprimere la “libera manifestazione del pensiero”. I tre manager erano finiti alla sbarra per il video, girato in un istituto tecnico di Torino, caricato in una nota sezione di ricerca nel 2006. Nel 2010 la notizia della condanna a 6 mesi, poi sospesa, ha fatto il giro del mondo, in quanto si trattava del primo processo che portava in aula dei dirigenti di un provider Internet per la pubblicazione di contenuti sul web. Nel dicembre 2012 la prima sezione della corte d’appello di Milano ha però ribaltato il giudizio assolvendo i tre manager in quanto “il fatto non sussiste”. In quell’occasione è stato anche confermato il proscioglimento di un quarto che doveva rispondere unicamente di diffamazione, accusa caduta in primo grado.

I giudici Malacarne, Arienti e Milanesi hanno ora depositato le motivazioni di una sentenza che ha accolto la linea della difesa, secondo la quale Google non aveva alcun obbligo nè di controllo preventivo sui contenuti caricati né l’informativo in relazione al trattamento dei dati personali. Era piuttosto dovere della ragazza che aveva pubblicato il video “l’obbligo di acquisire il consenso al trattamento dei dati personali”, sulla base anche di una sentenza della Corte di giustizia europea. Il collegio ha inoltre segnalato un vuoto legislativo: non ci sono norme che impongono all’Internet provider “di rendere edotto l’utente circa l’esistenza e i contenuti della legge della privacy”. I giudici hanno inoltre fatto notare che “non può essere ravvisata la possibilità effettiva e concreta di esercitare un pieno ed efficace controllo sulla massa dei video caricati da terzi, visto l’enorme afflusso di dati”. Da queste premesse ne deriva che Google non poteva mettere alcun “filtro preventivo”, sia a causa della “complessità tecnica di un controllo automatico”, sia perché si tratterebbe di una “scelta da valutare con particolare attenzione in quanto non scevra di rischi” per i suoi riflessi sulla “libera manifestazione del pensiero”. Inoltre, essendo Google Video un “servizio gratuito” e non essendo associati al filmato “link pubblicitari”, non è possibile parlare di un possibile profitto dato dalle visualizzazioni. Per concludere, niente filtri per Google ma un faro acceso sulla complessità della “questione” del “governo di Internet”.

Il mondo di Leonardo in 3D

leonardo-da-vinci-3d.jpga812bdbd-88cc-45fb-aea5-b7160a50a1cdLarger
Leonardo da Vinci inventore e artista: al genio vinciano è dedicata una mostra molto particolare che si propone non solo come celebrazione, ma soprattutto come percorso per comprendere i progetti e il metodo di studio di questo multiforme personaggio, facendone esperienza in prima persona. Tutto questo avviene attraverso le ricostruzioni inedite di alcune sue macchine, le numerose esperienze interattive in 3D, il punto di osservazione privilegiato del restauro digitale dell’ Ultima Cena per scoprire particolari e colori del celebre affresco. Siamo a “Leonardo3 – Il Mondo di Leonardo”, la mostra internazionale che apre i battenti a Milano il 1° marzo, nelle Sale del Re, in Piazza della Scala, con ingresso dalla Galleria Vittorio Emanuele II. Una location suggestiva e molto “in tema”, visto che le sale espositive guardano direttamente al monumento di Leonardo da Vinci in Piazza della Scala. Chi desidera pianificare la visita ha tempo fino al 31 luglio.
La mostra, che ha ricevuto il Premio di rappresentanza del Capo dello Stato,  è concepita, realizzata e organizzata da Leonardo3 (L3) e rappresenta l’evoluzione dell’esposizione “Il Laboratorio di Leonardo” tenutasi a Pavia nel 2009 e visitata da oltre 120mila persone. E’ anche l’occasione per conoscere le ultime scoperte emerse dagli studi dedicati a Leonardo e al suo lavoro, alcune delle quali costituiscono una vera novità sull’argomento.
I contenuti della rassegna sono numerosissimi e improntati alla filosofia edutainment, con percorsi adatti a tutte le tipologie di pubblico, compresi i bambini. Tra le anteprime mondiali, vengono mostrate per la prima volta le ricostruzioni inedite di alcune macchine leonardesche, tra cui il Sottomarino Meccanico, la Macchina del Tempo e la Libellula Meccanica. Tra le  esperienze interattive in 3D per il pubblico sono da segnalare le anteprime mondiali di Leonardo a Milano e Il Monumento Sforza, mentre il restauro digitale dell’Ultima Cena consente al visitatore di scoprire i particolari e i colori ormai perduti per sempre del celeberrimo affresco.
Oltre ai modelli fisici, inediti e mai ricostruiti prima, vengono presentate centinaia di macchine interattive animate dai manoscritti virtuali. Le macchine possono essere smontate e rimontate dal visitatore, per osservarne il funzionamento, sempre grazie alle centinaia di pagine manoscritte restaurate e rese comprensibili anche ai più piccoli.

Un pranzo agli atti: Vendola, la sorella, il giudice De felice

vendola - sorella - giudice
E’ finito agli atti del procuratore generale della Cassazione il caso del pranzo della sorella di Nichi Vendola con il giudice di Bari Susanna De Felice. Il magistrato, che ha poi assolto il leader di Sel dall’accusa di abuso d’ufficio, era stato visto in un ristorante in compagnia della sorella del governatore pochi giorni prima del processo. E il pm Bretone ha riferito la circostanza al Csm, che ha a sua volta inviato gli atti in Cassazione.
Ascoltato dalla Prima Commissione di Palazzo dei marescialli il 12 febbraio, Bretone ha riferito che a raccontargli del pranzo era stata una giornalista informata a sua volta dell’accaduto da una collega, che aveva visto a pranzo De Felice con Patrizia Vendola. Ma il pm ha anche detto al Csm di non poter garantire sulla veridicità di quanto gli era stato comunicato.

Piuttosto che approfondire direttamente la questione i consiglieri hanno deciso di inviare gli atti al Pg della Cassazione Gianfranco Ciani, titolare dell’azione disciplinare nei confronti dei magistrati. Infatti, se effettivamente il giudice De Felice avesse incontrato la sorella del governatore della Puglia alla vigilia del processo a Vendola, si tratterebbe di un comportamento da valutare in sede disciplinare.

Gay… l’hi tech gli va incontro!

gay - twitter

L’HI-TECH è per l’amore universale. E soprattutto per il matrimonio senza barriere di sesso. Duecento aziende americane chiedono insieme alla Corte Suprema di revocare il Defense of Marriage Act che definisce il matrimonio esclusivamente come unione tra uomo e donna. Tra di loro figurano Apple, Microsoft, Google, Starbucks, Amazon e Thompson Reuter. Insomma tutti i grandi nomi della Silicon Valley, uniti contro una legge federale che impedisce alle coppie omosessuali di avere gli stessi diritti di quelle etero.

Un problema solo apparentemente di ordine civile, ma anzi uno scenario che si riverbera sulle dinamiche aziendali. Già in passato Google aveva fatto pressione sui governi con l’iniziativa Legalize Love, per l’importanza del tema senza dubbio, ma anche perché il mancato riconoscimento di diritti, con dipendenti gay che si spostano per il mondo senza veder riconosciuta la loro unione in molti paesi, può incidere sulle possibilità di business dell’azienda.

La ‘protesta’ delle grandi aziende contro la legge sul matrimonio anticipa quella di un gruppo di impiegati, alcuni delle stesse società, i quali presenteranno alla Corte un documento che mette in discussione un’altra legge, la Proposition 8 della California che mette al bando le unioni gay. Nel documento presentato dalle aziende, si sostiene come il Defense of Marriage Act costringa i datori di lavoro di riservare un trattamento diverso ai loro impiegati a seconda se siano sposati con una persona dello stesso sesso o meno. “La legge – si legge – impone alle aziende di discriminare, a volte andando contro la loro stessa policy aziendale, quando di tratta di materia di assicurazione sanitaria e altri benefit”.

L’album dell’orrore o la Spoon River del femminicidio?

thumb.php

Sul sito “in quanto donna” è stato fatto un elenco con tutti i volti delle donne uccise per femminicidio. Volti di ragazze, di mogli, di fidanzate che sono cadute sotto la rabbia e l’odio dei loro uomini. E’ l’elenco delle donne che non sono state amate, ma possedute come da esibire o da sottomettere. Donne private della loro libertà di decidere di troncare una relazione, di allontanarsi, di ricostruirsi una vita. Un elenco di donne e delle loro storie… per non dimenticarle, per ricordarsi che quell’assissino è quell’uomo che l’avrebbe dovute proteggere, sostenere e amarle… invece si è trasformato in un criminale assetato della loro vita!

Il sogno del gangster: il grattacielo in legno!

Woodenskyscraper3

Questo slideshow richiede JavaScript.

Figlie Stregate della Natura… Le Orchidee!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come si elegge un Papa?

conclave

Nei secoli il sistema è cambiato, si è modificato fino ad arrivare al Conclave. La procedura che si utilizza oggi viene comunque dal passato, nel XVI sec. già erano in vigore molte norme che ancora oggi ritroviamo adottate durante le procedure elettorali che portano all’elezione del successore di Pietro. E’ previsto ceh alla scomparsa del Pontefice (in questo caso invece abbiamo le dimissioni, ma la sostanza non cambia per le procedure preliminari) il presidente del sacro Collegio dei cardinali dà l’annuncio e convoca il Conclave, da tenersi entro venti giorni in Vaticano. Ma che significa Conclave?  Conclave deriva dal latino cum clavis, cioè un luogo chiuso a chiave, dove si riuniscono i cardinali per eleggere il nuovo papa, in segretezza e senza alcuna possibilità di contattare l’esterno

Breve storia del Conclave: I primi Papi erano eletti da tutti i membri del clero che vivevano nei pressi di Roma e che potevano quindi facilmente partecipare all’elezione. Nel 1059 papa Niccolò II decretò che il pontefice potesse essere eletto soltanto dai cardinali e nel 1179, Alessandro III stabilì che tutti i voti avessero lo stesso peso. Nel 1274 Gregorio X impose ai cardinali di incontrarsi entro dieci giorni dalla morte del Papa e di rimanere isolati fino alla decisione definitiva. Fino al 1500, il Conclave poteva riunirsi anche nella città in cui moriva il pontefice. Poi, con Clemente VII (1529), venne deciso che dovesse necessariamente tenersi in Vaticano. Giovanni Paolo II ha stabilito che se il Papa dovesse morire fuori Roma, spetta al Collegio dei cardinali disporre tutto il necessario per il trasporto della salma nella basilica di San Pietro e convocare, poi, il Conclave in Vaticano.

Le modalità del Conclave: Quando muore un Papa (o si dimette) prima che venga eletto il successore, intercorre uno spazio di tempo indicato come”Sede vacante”. In questo periodo il cardinale Camerlengo (il cardinale che prende possesso dei Palazzi apostolici) ed il Collegio dei cardinali.

La nuova Costituzione: Con la Costituzione entrata in vigore nel 1996, la Universi Dominici Gregis, Giovanni Paolo II ha abolito due dei tre metodi tradizionali di voto. Non è più possibile la nomina per acclamazione unanime da parte del collegio dei cardinali e l’elezione per compromesso, ovvero il sacro Collegio non può più delegare la decisione a un gruppo di grandi Elettori (composto da 9 a 15 cardinali). Oggi per eleggere il Papa è necessaria la maggioranza qualificata (due terzi) dei voti espressi da tutti i cardinali. Nel caso che il Conclave si protragga per 30 scrutini in 10 giorni, però, la maggioranza del sacro Collegio può decidere di eleggere il nuovo Pontefice a maggioranza semplice (cinquanta voti più uno).

Con la Romano Pontifici eligendo del 1975, Paolo VI aveva stabilito, invece, che solo l’unanimità del cardinali riuniti nel Conclave poteva decidere di passare alla votazione per maggioranza semplice. Papa Montini, inoltre, fissò a 120 il numero massimo dei cardinali elettori e, con il motu proprio Ingravescentem Aetatem, stabilì che al compimento dell’80° anno di età i cardinali perdessero il diritto di voto, ma non quello di essere eletti. Giovanni Paolo II ha formato, con le ultime nomine, un Conclave di 135 cardinali elettori, ma non ha ancora cambiato formalmente la legge. Poiché i cardinali, una volta entrati in Conclave, non possono né uscire né avere contatti con l’esterno finché non sia stato eletto il nuovo papa, occorre disporre un alloggio per ciascuno. Sino a poco tempo fa questi locali venivano allestiti in via provvisoria vicino alla Cappella Sistina, il luogo dove si svolge il Conclave.

L’attuale Conclave

Per questo Conclave, invece, i cardinali verranno alloggiati nella cosiddetta Casa di Santa Marta, alla sinistra della basilica di San Pietro. Li accoglieranno delle stanze dotate di tutti i confort, che ovviamente non avranno alcuno strumento per comunicare o per conoscere gli accadimenti del mondo esterno, come telefono, radio o televisione. Dalla Casa di Santa Marta, i cardinali raggiungeranno la Cappella Sistina in un autobus speciale del Vaticano. Anche la votazione vera e propria si svolge secondo un ben scandito cerimoniale. Gli elettori scelgono a sorte: i tre membri addetti a raccogliere i voti degli infermi, altri tre che si occuperanno della conta dei voti e tre che, infine, visioneranno i risultati. Ciascun elettore riceve una scheda bianca, sulla quale esprimere la propria preferenza. Dopo aver scritto il nome del cardinale prescelto sulla scheda ciascuno dei votanti cammina verso un altare e, giurando di compiere il proprio dovere con onestà, inserisce la scheda nell’urna. Una volta che tutti hanno votato si procede alla conta e allo spoglio dei voti. Il risultato è poi reso noto ai cardinali. Se nessun candidato ottiene più di due terzi dei voti si svolge un’altra votazione. Se ancora non c’è un vincitore altre due votazioni si potranno tenere nel pomeriggio. Fino ad un massimo di quattro votazioni al giorno (due al mattino e due al pomeriggio). Dopo ogni scrutinio le schede sono bruciate. Se non c’è stato nessun vincitore una nube scura salirà dalla terrazza del Vaticano per annunciare ai fedeli che il Papa non è stato ancora eletto. Nel caso invece si sia finalmente giunti al nome del nuovo Pontefice, la fumata sarà bianca, grazie ad un composto chimico che viene aggiunto nella stufa. Una volta nominato, al neo-eletto viene chiesto se accetta o meno la decisione del Conclave. Se la risposta è affermativa, il presidente gli chiede qual è il nome che ha scelto e lo annuncia agli altri cardinali. Infine il cardinale più anziano dal balcone di piazza San Pietro grida alla folla l’Habemus Papam (abbiamo il Papa). A quel punto il nuovo Pontefice si affaccia e dà la benedizione Urbi et Orbi.

Io vi dico… DIAMO MESSAGGIO DI STABILITA’ – Il Messia B!

silvio-berlusconi-gesu

Silvio Berlusconi commenta con un videomessaggio i risultati delle elezioni appena svolte, postando il filmato sulla sua pagina Facebook:  «Nei prossimi giorni dovremmo riflettere sugli scenari politici e sulle proposte per il futuro del Paese. Nessuna forza politica e responsabile può ignorare il valore della governabilità».

«DARE UN MESSAGGIO DI STABILITÀ» «Solo dopo che dal 15 marzo si è insediato il Parlamento e si sono votati i presidenti ci saranno le consultazioni del nuovo governo, sono tempi troppo lunghi per questo vogliamo riformarli. Se un messaggio di stabilità non verrà lanciato prima rischiamo di pagare un prezzo troppo alto». Lo afferma Berlusconi in un video messaggio.

ELETTORI IN CAMPO «Prometto a chi mi ha sostenuto che sarò personalmente e direttamente in campo per far fruttare nell’interese dell’Italia il consenso di cui sono stato destinatario». Silvio Berlusconi assicura che sarà impegnato in prima persona dopo il consenso ottenuto alle politiche.

CAMBIO DI ROTTA «Per quanto mi riguarda farò di tutto per consentire al Paese di cambiare rotta, si deve aprire la fase di alleggerimento fiscale che è l’unica via per ridare respiro alle famiglie, alle imprese e aumentare i consumi, per dare vigore a Italia. Per noi ogni discorso deve partire da qui. Una svolta nella politica economica è un punto irrinunciabile del governo del Paese».

CI SONO ANCORA: gli impresentabili eletti che godono dell’immunità

impresentabili

IMMUNITA’, IMMUNITA’, IMMUNITA’! Per molti è stato un sollievo ritornare ad essere eletti e godere dell’immunità, per altri è stata l’ancora di salvezza presa al volo per la prima volta. Ci sono, sono sempre loro e qualcuno in più!

I “VIP” della categoria sono Raffaele Fitto e Saverio Romano. Entrambi militanti di lungo corso pidiellino, sono stati rieletti nelle rispettive regioni nonostante una fedina penale lucidata di fresco. Fitto, ad esempio, proprio in campagna elettorale  è stato riconosciuto colpevole in primo grado di corruzione, illecito finanziamento ai partiti e abuso d’ufficio. Ad incastrare il parlamentare la presunta tangente da 500mila euro che l’ex ministro Pdl avrebbe ricevuto dall’editore e imprenditore romano Giampaolo Angelucci.

Ed ecco che sfila tra gli eletti anche Luigi Cesaro, “Giggino a’ purpetta”, ex presidente pidiellino della provincia campana e indagato dalla Dda per associazione camorristica, ma anche Antonio Angelucci (indagato per associazione a delinquere, truffa e falso) ed Elvira Savino, che in Puglia deve rispondere di concorso in riciclaggio.

E poi i nuovi. Paolo Alli, vice di Formigoni, inquadrato come “intermediario” dalla magistratura di Milano; avrebbe ricevuto 250mila euro che sarebbero stati consegnati all’uomo di fiducia del Celeste, Mazarino De Petro, già coinvolto nell’inchiesta Oil for Food. E, infine, Nino Minardo, dalla Sicilia sempre con furore, dopo che la sua condanna ad un anno per abuso d’ufficio è stata ridotta ad 8 mesi.

Ma andiamo in  Senato, è qui il maggior numero di impresentabili che hanno vinto e si godono la meritata immunità! C’è Alfredo Messina, Pdl, accusato di favoreggiamento in bancarotta, Paolo Romani, indagato per peculato e istigazione alla corruzione, Ignazio Abrignani, indagato per dissipazione post fallimentare eSalvatore Sciascia, sempre Pdl, condannato a due anni e sei mesi per corruzione. Poi, loro, uomini del calibro di Domenico Scilipoti e Antonio Razzi, entrambi rieletti (Calabria e Abruzzo) per ordine del Cavaliere, così come – per lo stesso motivo – Elena Centemero in Lombardia e Augusto Minzolini in Liguria. E ancora l’ex ministro Nitto Palma con Riccardo Villari in Campania. Quest’ultimo, di cui si ricorderanno le gesta come uomo Pd che non voleva dimettersi da presidente della Vigilanza Rai, oggi veste la maglia di Arcore.

Ma non va dimenticato Franco Carraro, detto “il poltronissimo”, eletto in Emilia nelle file montiane.  E nel Pd?  Rosaria Capacchione, cronista del mattino indagata per calunnia e Francantonio Genovese, lui per abuso d’ufficio, mentre al Senato il Pd schiera Bruno Astorre, anche lui un guaio per abuso d’ufficio.

MA NON DOVEVANO NON ESSERCI PIU’?

UCCISO UN CONSIGLIERE E SUA MOGLIE: giallo a Imola!

2636_1098681596122_7178452_n

Giallo a Imola. I corpi senza vita di due coniugi – Adamo Longo, 63 anni, ingegnere e consigliere comunale del Pdl nella città emiliana, e Carmela Burgio – sono stati trovati nel pomeriggio dalla polizia nella loro abitazione in via Selice.
Non sono al momento note le cause dei decessi. Un corpo è stato trovato su un divano, l’altro su un letto. Longo aveva partecipato venerdì sera a Imola alla cena di chiusura della campagna elettorale del Pdl, poi non era stato più visto.

John Kerry a Roma per parlare di Siria

john kerry rome

Il nuovo Segretario di stato Usa, John Kerry, e’ giunto a Roma alle 17:19 proveniente da Parigi. All’arrivo all’aeroporto militare di Ciampino è stato accolto alla scaletta dall’ambasciatore Usa a Roma, David Thorne. Stasera a Villa Madama, l’incontro bilaterale con il ministro Giulio Terzi, al quale farà seguito la cena in formato transatlantico con la partecipazione dei rappresentanti di 34 paesi. Domani sempre a Villa Madama si svolgerà la riunione ministeriale sulla Siria.

Colomba da 27mila mq per salutare Benedetto XVI

colomba - benedetto XVi- dario gambarin

E’ il piu’ grande omaggio artistico che sia stato dedicato a Papa Benedetto XVI l’enorme colomba ‘disegnata’ con trattore ed aratro su un campo del veronese da Dario Gambarin, esponente della land art.

Il simbolo di pace occupa una superficie di 27mila metri quadrati; per realizzarlo Gambarin ha utilizzato come ‘tela’ un campo agricolo a Castagnaro. Vista dall’alto, l’immagine e’ quella di una enorme colomba in volo, con nel becco un ramo d’ulivo.

Nonna killer… regala la morte al nipote nel giorno del compleanno!

bloodyma
Dramma familiare negli Stati Uniti, dove una nonna 47enne ha ucciso i suoi due nipotini e poi si è tolta la vita. I cadaveri sono stati ritrovati all’interno di una macchina a Preston, nel Connecticut. La donna, Debra Denison, soffriva di psicosi maniaco-depressiva. I piccoli, uno di due anni e l’altro di sei mesi, erano stati dati per scomparsi dopo che la nonna li aveva presi dall’asilo nido e non aveva fatto ritorno a casa.
I cadaveri dei due bambini sono stati scoperti dopo una chiamata anonima giunta al 911  in cui si segnalava una automobile sospetta nei pressi del lago di Isles con tre persone ferite dentro, due dei quali sembravano bambini.

E’ stata proprio la madre delle piccole vittime a chiedere alla nonna assassina di prendere i bambini da scuola. Secondo la ricostruzione della polizia, la donna è uscita da casa già armata, ma non ha tradito alcuna agitazione quando è arrivata a scuola e ha fatto salire i nipoti in macchina.

La proprietaria dell’asilo nido ha raccontato: “Tutto è sembrato normale e Debra era sulla lista delle persone autorizzate a prendere i bambini”.

Il piccolo di due anni quella sera avrebbe dovuto festeggiare il compleanno.

Vita da Turaco…I colori del sottobosco!

Guinea_Turaco

Tempo di crisi e il supereroe è in mutande e viene imitato!

giappone

Hentai Kamen, protagonista del manga Kyūkyoku Hentai di Keishū Ando, ottiene i suoi poteri speciali solamente quando indossa un paio di mutande bianche sul volto. Con i suoi poteri è in grado di accorrere poi, in difesa dei più deboli. Il suo costume è praticamente inesistente, visto indossa solamente un paio di mutande oltre a quelle che porta sul volto, eppure è riuscito a conquistare la simpatia di tante persone in Giappone, a tal punto da ispirare addirittura un film. Molte studentesse giapponesi hanno deciso di imitarlo e passeggiano per le strade indossando mutandine sul volto che levano solo pochi attimi prima di entrare in classe. Stranezze giapponesi!

Hentai Kamen

Il gatto si masturba… malato chi lo fotografa?

gatto_masturba2

Da un po’ di giorni, sul sito cinese Weibo, è stato mostrato un video e alcune immagini di un gatto che si comporta in maniera abbastanza anomala: sembra proprio che il felino si stia masturbando! Pazzia o semplice fraintendimento? Ad ogni modo, in posizione eretta, il gatto strofina le zampette anteriori sulle sue “parti basse”, naturalmente senza vergogna di chi si fissa a guardarlo o a scattargli una foto. Ci sono pareri discordanti però, infatti secondo alcuni è semplicemente un modo per scaldarsi in queste giornate di gelido inverno. Altri ancora, credono che il gatto si comporti così soltanto perché sente il bisogno di fare la pipì. Fatto sta che in occidente le critiche non hanno tardato ad arrivare, condannando gli orientali che hanno contribuito a diffondere le foto e il video. Soprattutto gli inglesi rimproverano i cinesi lì presenti, che sorridono e si divertono nel vedere l’animale mentre compie oscenità in pubblico. Ma suvvia, si tratta pur sempre di una povera bestia! I britannici non sono di questo parere, anzi, invitano a correggere i comportamenti del felino in quanto affetto da una qualche malattia. E’ malato il gatto o chi lo fotografa?

Arancia meccanica a Napoli!

arancia-meccanica-napoli- gang-albanesi

Sono entrai in casa sua in quattro. Un imprenditore di Acerra, in provincia di Napoli, ha subìto le violenze dei malviventi, insieme a tutta la sua famiglia. Il villino adiacente alla sua azienda di rivendita all’ingrosso di prodotti ortofrutticoli è stato praticamente assaltato dalla gang per metà composta da malviventi con una forte inflessione albanese. Sotto tiro della furia in stile Arancia Meccanica sono finiti non solo l’imprenditore, ma anche la moglie, il figlio letteralmente strappato da sotto la doccia e costretto a stare seduto nudo in cucina e la suocera novantenne.
Ma a finire in ospedale è stato il titolare dell’azienda Raffaele Venturato di 48 anni, massacrato di botte con un manganello di ferro. Alla fine del raid i banditi sono andati via con un bottino di circa cinquantamila euro tra denaro e gioielli sottratti poco alla volta con sevizie e botte da orbi somministrate senza pietà al capofamiglia.

REEVA INCINTA?

b7fe12027a1d11e2954322000a9f134e_7

Le voci girano e ce ne sono troppe a volte… ma questa volta l’indiscrezione potrebbe anche essere vera o quanto meno plausibile. Pistorius avrebbe ucciso Reeva perchè era incinta. La famiglia smentisce. I risultati dell’autopsia effettuata sul corpo della ragazza vengono secretati dagli inquirenti. Secondo il tabloid statunitense National Enquirer, la notizia sarebbe invece stata verificata. Il giorno di San Valentino Reeva avrebbe parlato della sua gravidanza a Pistorius e lui sarebbe uscito fuori di testa  colpendo la ragazza alla testa, al petto, alla mano e naturalmente al bacino, proprio per “rimuovere il problema”?

Fotografia indie!

slide_283393_2160415_free

“Little big press” non è “solo” una mostra, è anche una biblioteca e una libreria itinerante dedicata all’editoria fotografica indipendente e autoprodotta. Il progetto è nato con l’obiettivo di creare una rete che permetta di collegare fotografi, case editrici e pubblico, grazie alla possibilità di consultare una biblioteca che conta ormai più di 900 titoli e l’opportunità di acquistare quei volumi che spesso non sono raggiungibili nella grande distribuzione. “Little Big Press”  inaugura il 28 febbraio presso la Libreria di Forma, con una selezione di circa 80 titoli. L’esposizione inoltre, vuole soprattutto essere lo stimolo per approfondire e valorizzare la realtà dell’editoria indipendente italiana e internazionale. I libri presentati rispecchiano le linee principali degli ultimi due anni di produzione e sperimentazione attraverso un percorso che guida il pubblico all’interno delle diverse forme del libro fotografico.

La porno miss!

xlarge
A novembre, quando è stata eletta Miss Delaware Teen Usa, la 18enne Melissa King appariva timida e spaesata, con la coroncina in testa e un abito bianco che però lasciava scoperte le gambe. Ma è bastato un video amatoriale per spazzare via l’aureola. La ragazza, infatti, è stata smascherata da un sito che ha messo on line le sue performance in un film porno. E l’ha “costretta” a dimettersi.
Nel video Melissa confessa che ha “bisogno di soldi” e che quindi quella per il mondo dell’hard non è proprio una passione, ma una necessità. E se all’inizio ha cercato di negare, dicendo che la ragazza del video non era lei, alla fine ha dovuto rassegnare le sue dimissioni. Adesso, di sicuro, le offerte pioveranno e la King non avrà più bisogno di soldi.

Grillo vs Bersani… questo governo non s’ha da fare!

beppe grillo bersani

Grillo attacca il Pd e il suo leader senza mezzi termini: “Bersani è uno stalker politico. Da giorni sta importunando il M5S con proposte indecenti invece di dimettersi, come al suo posto farebbe chiunque altro. Dopo che ha passato gli ultimi mesi a formulare giudizi squisitamente politici da fascisti del web, a dirci “zombie”, “con Grillo finiamo come in Grecia”, “a Lenin a Grillo gli fa un baffo””.

Infatti l’apertura a Grillo era sembrata quantomeno “originale” e la risposta di Grillo non è tardata ad arrivare:  “Noi non stiamo alla finestra: entriamo. Ma inciuci, inciucietti e accordi non ne faremo. Ci accorderemo solo sulle idee, che devono essere condivise con il nostro programma. Non c’é altra alternativa per noi. Devon andare a casa e se non ora ci andranno tra un anno al massimo”. Così ieri Beppe Grillo alla radio svizzera.

La moglie intanto parla con i cronisti e afferma “Beppe è andato a Roma, l’ho accompagnato io stamani all’aeroporto”.

Mettiamo una moglie a cena e… contorno di amiche!

NYPD_officer_conspired_to_kidnap_cook_eat_women-1024x575

Una coppia come tante, altre una figlia nata da poco e una scoperta agghiacciante. La moglie scopre i piani diabolici del marito: torture, cottura e pasto a base di donne. Gilberto Valle, 28 anni, progettava di stuprare, uccidere e cucinare un centinaio di donne, anche amiche di famiglia. La donna naturalmente ha denunciato il fatto all’Fbi ed è comparsa davanti alla Corte federale di Manhattan raccontando i dettagli che aveva letto sul computer del marito. L’aspirante cannibale ha pianto ogni lacrima che aveva in corpo mentre l’avvocato della difesa spiegava come fosse “un gioco, uno scherzo, una fantasia da chat che sicuramente non si sarebbe mai realizzata”. Insomma una chiacchierata virtuale su come mangiarsi la moglie con il contorno di amiche!

 

PD SPACCATO! L’IDEA DI APRIRE A GRILLO NON PIACE…

maschera-tragica-e-comica

Pier Luigi Bersani ha deciso di imboccare una strada precisa: quella di aprire il confronto con i grillini per provare a costruire una maggioranza di governo, almeno ‘di scopo’ e mirato su alcuni punti condivisi di programma. Scelta complicata, da gestire e da spiegare. Anche nello stesso Pd, dove più di un dirigente è perplesso sulla linea del segretario. A cominciare dai ‘grandi’ esclusi da questa tornata elettorale: Massimo D’Alema e Walter Veltroni. Matteo Renzi per ora non si pronuncia, ma tra i suoi cresce lo scetticismo su una prospettiva di governo Pd-M5s.

D’Alema, avrebbe voluto un’apertura a Silvio Berlusconi, che all’indomani del voto ha offerto al Pd la propria disponibilità al dialogo. Il motivo sta essenzialmente nel portare a termine alcune riforme già avviate con Berlusconi e che ora giacciono in Parlamento. Inoltre una larga maggioranza avrebbe tranquillizzato i mercati internazionali. Una via da privilegiare, secondo D’Alema, rispetto a quella di un’intesa con Beppe Grillo, il leader del Movimento cinque Stelle bollato come “pericoloso populista” dal presidente di Italianieuropei al convegno con i progressisti Ue a Torino due settimane prima del voto.

Veltroni invece non scommette su un’intesa con il centrodestra, ma nemmeno su quella con Grillo, che, secondo l’ex sindaco di Roma, minaccerebbe ancor di più la vocazione maggioritaria cui il Pd dovrebbe aspirare. In altre parole, con il M5s il Pd rischierebbe di pagare un caro prezzo in termini di sovranità di governo, rischierebbe di farsi dettare l’agenda: non c’è da fidarsi, meglio affidare a Giorgio Napolitano il compito di decidere, magari assegnando il mandato di formare un governo ad una persona terza, che non sia Bersani.

C’è anche chi vuole invece appoggiare Bersani come  Giovanni Turchi, Stefano Fassina e Matteo Orfini, che ritengono suicida la sola idea di trattare con Berlusconi. E naturalmente, fuori dal recinto Pd, Bersani ha dalla sua l’alleato Nichi Vendola, anche perché l’ipotesi di aprire a Grillo esclude da sé il dialogo con Monti. E poi con Bersani c’è la pare ex Ds a lui più vicina da sempre, come Maurizio Migliavacca, ma anche il governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani, figura fondamentale in questa trattativa con i grillini, visto che da tempo è abituato a confrontarsi con loro in regione. Pure Enrico Letta non si oppone, più per mancanza di altre chance che per convinzione politica personale o vicinanza al M5S, naturalmente.

Napolitano cancella la cena con Steinbrueck

big_41d28385d3-1
Il presidente Giorgio Napolitano ha annullato la cena con il candidato Spd alla cancelleria tedesca, Peer Steinbrueck, in programma a Berlino. Il portavoce di Steinbrueck ha spiegato che il motivo della cancellazione sono stati i commenti del candidato sul voto italiano. Steinbrueck si era detto “inorridito dalla vittoria di due clown” e poi aveva aggiunto che il leader del Pdl era “un clown con un eccesso di testosterone”. 
Berlino non commenta la vicenda – “Quella che mi sta raccontando è una storia interessante. Ma non la commentiamo”. Così il portavoce del governo di Angela Merkel, Steffen Seibert, risponde alla richiesta di un commento sulla vicenda.Intanto il governo tedesco annuncia che collaborerà con qualsiasi governo italiano dopo le elezioni, che sono state svolte “democraticamente”, e che hanno portato ad una “costellazione non facile”. Lo ha affermato il portavoce di Angela Merkel, Steffen Siebert, a Berlino. “E’ l’Italia ad avere la responsabilità di formare un governo in grado di agire. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha un ruolo centrale” in questa fase”, ha poi aggiunto.

Squalo attacca un uomo, la polizia spara!

squalobianco-nuova zelanda

Abbiamo visto la pinna poi, boom, c’era sangue ovunque”: un pescatore neozelandese racconta così i drammatici istanti di un attacco di uno squalo bianco di oltre 4 metri a un bagnante. “Era ancora vivo gli abbiamo gridato di andare verso un scoglio, poi con un altro attacco lo squalo lo ha portato giù”, aggiunge. La Guardia costiera è intervenuta sparando dei colpi di arma da fuoco contro l’animale, che non si sa se sia stato ucciso. Panico sulla spiaggia di Muriwai dove si è verificato l’episodio.

Attori, pagate le tasse in Spagna!

tasse attori spagna

Sta destando un vespaio di polemiche l’invito che il ministro spagnolo delle finanze e della pubblica amministrazione, Cristobal Montoro, ha rivolto agli artisti che vivono all’estero a pagare le tasse in Spagna per contribuire all’uscita dalla crisi. La questione, emersa durante premi “Goya”, è stata amplificata al Congresso, dove Montoro, l’ha riproposta rispondendo al portavoce socialista per la cultura, Jose Andres Torres Mora, che lo ha accusato di avere offeso gli attori spagnoli.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: