Where we are – Dove siamo arrivati: esce il libro degli One Direction

 

one-direction-libro-tuttacronaca-whereweare“La cosa più importante è non farsi prendere troppo dall’atmosfera del mondo dello spettacolo […] dobbiamo sempre tenere presente che fino a pochi anni fa eravamo cinque ragazzi dalle vite normalissime […] le cose sono cambiate, ma questo non vuol dire che dobbiamo cambiare anche noi.“ Sono parole di Niall Horan estrapolate da una lunga intervista presente sul nuovo libro pubblicato dagli One Direction: “Where we are – dove siamo arrivati”. Nel volume, per la gioia dei loro fan, i 5 giovani inglesi scoperti da X-Factor ripercorrono le emozioni del loro ultimo anno e mezzo, raccontandosi alle directioners. Il libro permette di entrare nella vita del gruppo capendone anche le dinamiche interne. Come spiega Bambini.eu, scorrendo le pagine traspare l’umiltà di Liam, che racconta come, con gli altri membri, si sostengano a vicenda, condividendo incredibili esperienze ma non per questo scordandosi di tenere i piedi per terra. Scommettiamo che scorrendo le pagine, al contrario, i cuori delle directioner voleranno?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Chi è la ragazza con Harry Styles?

harry_styles_girlfriend-ragazza-tuttacronaca

Nelle ultime ore impazza sul web una foto di Harry Styles, membro dei One Direction, idolo di milioni di ragazzine, ritratto insieme a una ragazza. La foto, scattata dopo una festa per il film della band, immortala i due ragazzi abbracciati che, prima si sorridono e poi si sfiorano le labbra. Ecco che le fans si sono scatenate per cercare di capire chi fosse la misteriosa ragazza anche perché in una recente intervista lo stesso cantante aveva affermato:

“C’è una persona che mi piace al momento. Fidanzata? E’ soltanto una a cui penso spesso negli ultimi tempi, nulla di più. Durante i momenti della tua giornata c’è sempre qualcuno a cui pensare”.

Sarà davvero lei la ragazza dei sogni di Harry Stiles?

Larry Shippers e “Crazy About One Direction”

larry-shippers-tuttacronaca

Si sarebbero suicidate almeno 42 Directioners dopo la messa in onda del documentario “Crazy About One Direction” che presupponeva non una semplice amicizia tra Harry Styles e Louis Tomlinson, ma una vera e propria relazione. Così alcune ragazze della frangia più estrema delle fan che si fa chiamare Larry Shippers, quella che spesso è anche attaccata da altre Directoners, si sarebbero suicidate dopo la visione dello speciale sui loro idoli. Se la notizia fosse confermata avrebbe davvero dell’incredibile e lascerebbe sconcertati. Non è certamente la prima volta che alcuni fans si suicidano per i loro idoli, ma questa volta a far scattare un suicidio collettivo sarebbe stata una semplice supposizione esposta in un documentario su una voce che da tempo circola all’interno del mondo musicale giovanile, ma che non è mai stata provata.

Da ieri sera, dopo la fine del documentario, Twitter è animato da due trending topic: #ThisIsNotUs, che richiama il prossimo film dei One Direction per sbugiardare quanto detto nel documentario di Channel 4, e #RipLarryShippers, che non lascia molto spazio all’immaginazione.

Liam Payne, uno dei componenti dei One Direction, è intervenuto dal suo profilo Twitter ufficiale dichiarandosi preoccupato per ciò che stesse succedendo e invitando le ragazze a non farsi traviare da ciò che dichiarano i documentari non ufficiali.

Da One direction a giocatore, Louis Tomlinson, firma con squadra di serie B

louis tomlinson-1d-tuttacronaca

Sembra quasi incredibile eppure Louis Tomlinson, star della boy-band One Direction, ha firmato per i Doncaster Rovers, squadra inglese in Championships (serie B).

”Un sogno che diventa realta”’, ha commentato il cantante, tifoso da sempre dei Rovers a cui è stata data una maglia personalizzata con il numero 28. ”Mi sento onorato di questa offerta – ha detto Tomlinson -. Per me ha un significato particolare perchè ho sempre fatto il tifo per questa squadra. Spero di poter aiutare il club e anche la charity Bluebell Wood’‘.

Poi il cantante è voluto tornare indietro con al memoria e ricordare quando lavorava come venditore di hamburgher e bibite allo stadio: ”Servivo hamburger prima e durante la partita, c’era un caos formidabile”.

E’ improbabile comunque che il manager del Doncaster, Paul Dickov, lo utilizzera’ in partite ufficiali: ”Ma la presenza di Louis accrescera’ il profilo del club, e’ una notizia fantastica. Dobbiamo ancora conoscere i suoi impegni ma mi aspetto di poterlo allenare a settembre”.

Si fingeva Harry Styles e convinceva le ragazzine a spogliarsi.

John-Eastman-Harry-styles-tuttacronaca

Si fingeva Harry Style se cercava di adescare ragazzine in rete e poi costringerle a spogliarsi. John Eastman, si collegava a skype usando il nickname Harry.Styles888 e esibiva, come foto profilo, il viso del celebre cantante.  A volte offriva biglietti per accedere ai concerti se le ragazzine accettavano di posare nude davanti alla webcam o simulavano atti sessuali. Sicuramente un modo molto ingenuo che però sulle ragazzine aveva una notevole presa, tanto che nell’archivio pedopornografico di Eastman figurano oltre 500 immagini di cui alcune anche di bambine di appena 5 anni. La polizia lo interrogò nel 2012, Eastman fu collaborativo e consegnò il computer, ma, poi, tentò anche di scappare in Virginia, ma la sua fuga durò poco e fu ricondotto nel Connecticut e arrestato. Ieri finalmente si è presentato davanti alla corte e a dichiarato che:

“La mia speranza era che la ragazza si facesse vedere in webcam e poi assumesse pose sensuali o eseguisse qualche tipo di atto sessuale a cui farmi assistere”

L’uomo non era la prima volta che era incriminato per queste accuse, per 10 anni il suo nome, infatti, era stato inserito nel registro dei colpevoli di reati sessuali, per un caso di violenza.

 

Liti fra boy band… è solo marketing? I tweet cancellati di Tom e Louis

Erano amici fino a qualche tempo fa, poi ci furono le prime liti fra le boy band più famose d’Inghilterra e gli One Direction e The Wanted entrarono in competizione fra loro. Fans schierati e fidanzate in prima linea pronti a invadere Twitter per difendere i loro idoli. A novembre vi era stata la prima avvisaglia di baruffa tra  Zayn Malik dei One Direction e Max George dei The Wanted, appoggiati rispettivamente da Louis e Tom. Era stato Zayn a innescare la miccia quando era apparsa la foto di Max in compagnia di Usher e si era scatenata la guerra a suon di tweet.

Ora è Tom (The Wanted) ad aver preso di mira Louis (One Direction) con una provocazione abbastanza banale e insulsa:

Tu parli sempre della nostra band ai tuoi concerti. Sei arrabbiato di non farne parte?

Tu parli sempre della nostra band ai tuoi concerti. Sei arrabbiato di non farne parte?

Louis l’ha presa decisamente male e ha risposto per le rime:

Sappiamo entrambi che avrei perso solo tempo a partecipare all'autizione per la tua band. Mi fai ridere con il tuo atteggiamento da cattivo ragazzo.

Sappiamo entrambi che avrei perso solo tempo a partecipare all’autizione per la tua band. Mi fai ridere con il tuo atteggiamento da cattivo ragazzo.

E da qui è scoppiata la vera e propria guerra, con la risposta di Tom a Louis:

Io non ho bisogno di pregare i produttori con un brano sui "miei amici". Tu sei troppo impegnato ad "accontentare i giudici" con questo:

Io non ho bisogno di pregare i produttori con un brano sui “miei amici”. Tu sei troppo impegnato ad “accontentare i giudici” con questo:

E mostrava il video dell’audizione di Louis a XFactor:

Pronta la risposta del One Direction:

Perchè non facciamo con il vostro prossimo singolo la colonna sonora del nostro film? A te interessa intrattenere i tuoi tanti followers con le bugie. Io ritengo che tu sia, attualmente, la più grande twat (organo genitale femminile) su Twitter

Perchè non facciamo con il vostro prossimo singolo la colonna sonora del nostro film? A te interessa intrattenere i tuoi tanti followers con le bugie. Io ritengo che tu sia, attualmente, la più grande twat (organo genitale femminile) su Twitter.

louis-tomlinson-twitter-feud-tom-parker-one-direction-5-the-wanted__oPt

Louis: Diverti la stampa con tutto questo.
Tom: Sarà tanto più divertente la stampa quando tu verrai fuori chiaramente (per quello che sei)

E molti hanno visto in questa frase di Tom, una rivelazione del fatto che Louis sarebbe gay ma ancora non ha fatto il coming out. O forse Tom voleva solo mettere in guardia i fans da come Louis si comporta in atteggiamenti che non sono poi quelli reali. Accuse pesanti in ogni caso.

Tu passi molto tempo su Twitter. E' divertente che poi faccia a faccia ti comporti come una bambina. Buonanotte vecchio amico.

Tu chiaramente passi molto tempo su Twitter. E’ divertente che poi faccia a faccia ti comporti come una bambina. Buonanotte vecchio amico.

Tom: A me è piaciuto realizzare la colonna sonora di Mean Girls 3
Louis: Non è una cattiva idea, forse al momento potresti chiedere a Lindsay (attraverso Max)

Quindi Louis tira nella discussione anche l’ex della Lindsay, Max, componente dei The Wanted, il quale non fa attendere la sua risposta.

Scusa, ma che vuoi da me?

Scusa, ma che vuoi da me?

A questo punto interviene anche Liam nella discussione:

Liam: Twitta quando hai qualcosa di cui parlare oltre al nostro batterista che ha più followers di te

Liam: Twitta quando hai qualcosa di cui parlare oltre al nostro batterista che ha più followers di te. Hey, Tom, lascia che a parlare sia il tuo canto strepitoso che trafigge le mie orecchie a ogni nota.  Resta calmo a fare le tue cose e credi in te stesso 🙂 Buona fortuna. 

Dopo il commento della ragazza di Liam che aveva commentato il tweet con:

danielle-peazer-one-10-direction-twitter__oPt

La guerra si sposta, quindi, tra le relative fidanzate: Kelsey Hardwick, fidanzata di Tom, e Eleanor Calder, la ragazza di Louis.

Louis spende così tanto tempo a twittare di Tom che si capisce che è proprio il suo benemerito fan

Kelsey: Louis spende così tanto tempo a twittare di Tom che si capisce che è proprio il suo benemerito fan

A questo punto interviene Jay dei The Wanted:

si prega di fermarci menzionare nei tuoi concerti, certamente non più menzioniamo voi ed è il momento di lasciare i cani morti bugia. Il tuo stile passivo-aggressivo di parlare mi fa rabbrividire, e mi auguro che ci sia avere le palle di alcuni dei tuoi colleghi di dire la verità, o la classe della maggior parte di loro di tacere. Non sono sicuro di quello che è successo da quando abbiamo visto al XFactor, ma ti ho fatto un ottimo lavoro di diventare uno dei più sopravvalutati, arrogante e per non parlare di persone insincere intorno. Il tuo scioccante mancanza di talento sarà perdonato solo da un sacco di umiltà e di amicizia no-strings-attached tra la tua band. Luigi, non misura il vostro valore in seguaci o denaro, perché sono volubile, e quando vanno si potrebbe anche sentire inutile.

Per favore smettetela di menzionarci nei vostri concerti, certamente noi non parleremo più di voi. E’ il momento di lasciar morire le bugie.  Il tuo stile passivo-aggressivo di parlare mi fa rabbrividire, e mi auguro che qualcuno dei tuoi colleghi abbia le palle per dire la verità, o almeno che la maggior parte abbia la classe di voler tacere. Non sono sicuro di quello che è successo fin da quando ti abbiamo visto a XFactor, ma  di sicuro hai fatto un ottimo lavoro per diventare uno dei più sopravvalutati e più arroganti, per non parlare delle persone false che ti circondano. La tua completa mancanza di talento sarà perdonato solo da un sacco di umiltà e senza alcun vincolo di amicizia con la tua band. Louis, non misurare il tuo valore in followers o denaro, perché sono volubili, e quando se vanno potresti anche sentirti inutile.

Sembrano molto dei litigi organizzati per far marketing, d’altra parte le case discografiche non sono nuove a utilizzare ogni mezzo per sponsorizzare le proprie boy band. non stupirebbe quindi che il litigio, nato veramente sul nulla non sia altro che l’ennesima trovata pubblicitaria… O forse no?

 

Una volta c’erano i Beatles e i Rolling Stone!

selvaggia-lucarelli - tuttacronaca

“Cristina Parodi, la donna che lanciava le ultime news sulle Torri Gemelle, implora un cantante di 19 anni idolatrato dalle bimbeminkia di tutto il modo che solo su Twitter conta 11 milioni di followers, di fare ciao con la manina alla figlia. Tra l’altro, ignorando il pericolo a cui ha esposto la ragazzina, perché se per caso Harry avesse deciso di accontentarla, probabilmente la povera Angelica oggi avrebbe dovuto cambiare identità come i testimoni di mafia e finire il liceo a Santo Domingo. Cristina non sa, infatti, di cosa sono capaci le adolescenti di oggi. Non sa che le bimbeminkia dei nostri giorni, sono capaci di farti pagare il privilegio di salire sul palco e abbracciare Bieber o un altro di questi sex symbol col Topexan sul comodino, con persecuzioni e minacce degne di Al Queda. Non sa cosa sia il cyberbullismo, non sa che il mondo degli adolescenti si divide in Bielebers, Directioners, Selenators/gomeziani e boiate varie e che queste ragazzette il cui grado di isteria se il loro idolo resta in canotta è pari solo a quello di Bersani alla sua seconda salita al Colle, stanno solo perdendo tempo. Piangono, si disperano, litigano e si abbrutiscono in risse virtuali…”

In un post del Blog Selvaggia ritrae i giovani d’oggi classificandoli e incasellandoli, come idioti, superficiali, bulli e chi più ne ha ne metta… Il che è una riflessione condivisibile se si legge twitter e si seguono gli hashtag più popolari… ma vi siete ma seduti a parlare con quelli che erano fans dei Beatles o dei Rolling Stones? Sicuramente il livello musicale era di un altro spessore, meno effetti speciali, più musica (di quella mitica, di quella vera, di quella che con due accordi ti porta nel “Nirvana” dove poi abbiamo incontrato il grunge di Kurt Cobain)… ma avete mai assistito a quei discorsi che durano intere serate in cui John Lennon è lì seduto di fianco e probabilmente se la ride alla grande dietro quei suoi occhiali tondi… o Mick Jagger che si materializza in una canzone, quella sua voce che esce dal video di YouTube e subito i veri estimatori che gridano allo “stupro” di quella voce che solo un live può restituire in potenza e in emozione… Insomma la musica si sà che è qualcosa di pancia, di irrazionale a volte, di sovraumano… nessuno può giudicare i miti altrui… nessuno può violare l’adolescenza e le forti passioni… che poi sono sempre gli adulti a enfatizzare i fenomeni, a distruggere i sogni, a ridimensionare le emozioni…

Possiamo giudicare la musica, ma non possiamo permetterci di uccidere la voglia di “eroe” che è in ciascuno di noi… anche in quelli cresciuti… in quelli che chiamate infantili e forse vogliono solo continuare ad avere lo sguardo appannato su un mito, piuttosto che vedersi il paludato politico di turno che sale al Colle sconfitto!

#StopFandoms: la guerra infinita in Twitter

#stopfandoms - tuttacronaca

#StopFandoms oggi impazza nella classifica degli hashtag di twitter. Uno pesce d’aprile ritardatario? Per la prima volta dopo tempi immemori non si parla di Bieber, One Direction o Haters? No! Non corriamo questo rischio, perché il tema del giorno è proprio “impedire” a queste fan in delirio di occupare la classifica. E così ancora una volta “se ne parla”, dal punto di vista di chi non capisce questo atteggiamento compulsivo da dipendenza da idolo. Certo, tutti noi abbiamo avuto qualche cantante che ci siamo portati nel cuore, possibilmente conserviamo ancora dischi, musicassette e cd, qualcuno avrà avuto il poster in camera ed altre avranno pensato “Sposerò Simon Le Bon”. Però, forse perchè non c’era twitter e per parlare con gli amici si usciva a far quattro passi, un simile accanimento di massa è difficile da ricordare. Fatto sta che anche oggi in rete si combatte! Si chiede alle ragazzine di ascoltare tranquillamente il loro idolo senza sentire la necessità di fare richiesta al suo cane di seguirla in twitter (sì, succede anche questo…) e di lasciare che il social sia un modo più costruttivo di trascorrere il tempo. Purtroppo, non sempre con grande diplomazia: come accendere la miccia se no?

Questi alcuni dei cinguettii che hanno attirato la nostra attenzione:

Ogni mattina un idolo si sveglia e si gratta il naso, Subito dopo il fatto è in TT. Poi sono gli haters a doversi fare una vita

Siamo tutti fan di qualcosa, ma non per questo ci sentiamo in dovere di urlarlo ogni santo giorno

Perché i TT tornino ad essere di tutto il paese

Vi attaccate un’etichetta addosso, altrimenti non vi sentite fan.

Sono tornate da scuola. Preparatevi alle minacce di morte, alla grammatica uccisa e a farvi dare degli “infantili/immaturi”

E le fan che rispondono, ora che sono rientrate da scuola e possono sbizzarrirsi?

ADESSO CREDONO CHE CI RITIRIAMO IN CAMERA A PIANGERE PERCHè HANNO FATTO UN HASHTAG CONTRO DI NOI AHAHAHAHAHAHAHAH POVERINI.

E la storia continua…

Le directioners italiane chiedono scusa per le inglesi!

NiallHoranBroWedding

Aver il matrimonio rovinato perchè fratelli di una star famosa. Succede a Greg, fratello di Niall Horan dei OneDirection! Ieri, Approfittando di una pausa del tour della band, Niall, ieri, ha partecipato al matrimonio del fratello a Mullingar. Assiepate fuori dalla chiesa però c’erano le directioners inglesi che hanno invaso la privacy non solo di Niall, ma anche dei novelli sposi. Il gesto oggi è stato duramente contestato su internet dalle fans italiane. Su twitter si sono susseguiti una serie di messaggi con i quali si deplorava il gesto delle directioners inglesi, che hanno invaso la scena non avendo rispetto di un momento privato di Niall.

“Non era un meet e non era il giorno di Niall, era il giorno di Greg! Niall, sorry from italian directioners” scrive una fan su Twitter all’hashtag #wearesorrygregandniall.

“Siamo directioners, dovremmo andare ai loro concerti, non ai loro matrimoni di famiglia”, dice “Liamburger”.

“Un matrimonio è stato rovinato dalle ragazzine di dieci anni con gli ormoni a mille. Ora siete orgogliose? “ chiede “Stay”.

“Endlessoned” regala un pensiero a Denise Kelly, la nuova moglie di Greg Horan:“Immaginate com’è triste la sposa. Il sogno di ogni sposa è quello di essere regina al proprio matrimonio”. “Fatepistis” non si dà pace: “leccare la macchina? Per piacere, fate funzionare il criceto che avete in testa. Pensare è gratis”.

Il riassunto della vicenda lo fa “Ciastinbibah”: “le inglesi hanno rovinato il matrimonio, le italiane creano un trend per scusarsi. Trovate le differenze”.

ONE DIRECTION diventano testimonial del cibo spazzatura!

harry-styles-senza-maglietta-1

I One Direction sono i nuovi testimonial dei crackers Ritz e dei biscotti Oreo, saranno anche i protagonisti di una campagna pubblicitaria sui prodotti alimentari della Nabisco, sponsor del Take Me Home Tour negli Stati Uniti.

Alcuni giorni fa, Zayn Malik, Louis Tomlinson, Niall Horan, Harry Styles e Liam Payne hanno posato per un servizio fotografico e girato alcuni filmati che faranno parte della campagna pubblicitaria per Nabisco, in cui Harry e Niall in particolare hanno dimostrato il loro apprezzamento per i crackers Ritz, mentre Louis si è scoperto un amante degli Oreo.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Harry ha esordito mordendo e leccando la confezione di Ritz e mentre si apprestava a spiegare la sua ricetta a base di Ritz, formaggio cheddar e sottaceti, Niall era intento a mangiare.

Giusto per incoraggiare al cibo spazzatura i giovanissimi fan?

 


Nel secondo video, Harry gestisce l’eterna sfida che si presenta quando si mangiano gli Oreo: meglio i biscotti o la crema? Mentre tra i One Direction vince la crema, Louis ammette di essere un grande fan degli Oreo in tutte le loro declinazioni, inzuppati nel latte e in versione milkshake.

 

Appagate le Beliebers arrivano le directioners!

one direction, directioners, biglietti, terza data, tuttacronaca

“Incredibile quanto un pezzetto di carta possa renderti felice o, allo stesso tempo, triste”. Questo è uno dei centinaia di tweet a commento dell’hashtag “#WeWantAnotherDateInItaly1D, creato dalle fan della boy band più amata del momento composta da Harry, Liam, Niall, Zayn e Louis, i One Direction.

Il tour del gruppo – “Take me home world tour” – farà tappa doppia in Italia a maggio all’Arena di Verona e al Forum di Assago ma il tutto esaurito ha lasciato letteralmente in lacrime centinaia di giovani ammiratrici che attendevano di ammirare dal vivo i propri idoli.

Per tante di loro si tratta di un vero e proprio “sogno infranto” e così hanno deciso di mobilitarsi su Twiter portando il loro hashtag ai primi posti tra quelli più utilizzati. “è la cosa più importante della mia vita” si legge sul social network. E ancora: “Chi siamo? Le directioners! E cosa vogliamo? Un’altra data dei ragazzi in Italia!” oppure “vorrei tanto stare sotto quel palco a cantare con loro e a piangere con la mia famiglia di directioners”.

E non solo chi è rimasto senza biglietto ha deciso di intervenire, come si legge nel social network: “io ho il biglietto ma siamo una famiglia,giusto? meritate tutte di vederli..so quanto ci state male”. C’è anche chi propone la possibile data per una terza tappa: “il 18 è libero, siamo troppe rimaste a casa, aiutateci vi prego con il cuore in mano”.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: