Ciascun giorno è farsi un giro nella storia – JIM MORRISON

storia-citazione-tuttacronaca

Annunci

Le tradizioni di Papa Francesco… una giornalista gli regala il mate!

tuttacronaca-papa-mate-giornalista

Con un papa argentino poteva mai mancare il mate? Sarebbe come eleggere un papa napoletano che non prende caffé: una contraddizione. La foto della donna che glielo offre ha fatto il giro del mondo. Lei è nientedimeno che la nostra collaboratrice della redazione di Buenos Aires di Ciudad Nueva, la signora Virginia Bonard, in questo momento nostra corrispondente a Roma.

Colta di sopresa, come tutti noi, dall’elezione del cardinale di Buenos Aires, Virginia ha approfittato dell’udienza concessa ai giornalisti per avvicinarsi. Bergoglio l’ha subito riconosciuta, dato che la giornalista lavora in arcivescovato all’ufficio stampa e nella vicaria dei bambini, e l’ha subito chiamata sorpreso: “Virrrrginia!”
Si sono scambiati poche parole, colme di emozione e lei gli ha chiesto di non dimenticare i familiari delle vittime di Cromañon (nel 2004 durante un concerto rock, l’incendio di una sala ha provocato la morte di un centinaio di giovani, situazione che Bergoglio ha seguito molto attentamente), degli anziani, dei poveri, degli ammalati e dei bambini. Tutta commossa gli ha regalato il mate, composto da un contenitore che si ricava dalla scorza seccata di una zucca tipica dell’Argentina ed una cannuccia metallica bucherellata alla base, che serve per aspirare l’infusione di un erba amara (yerba mate) usata soprattutto nel Cono Sud (Argentina, Uruguay, sud del Brasile, Cile) come stimolante.
Un pò come a Napoli il caffé, il mate rappresenta un motivo di socializzazione. L’acqua deve essere ben bollente e si usa un unico contenitore e una unica cannuccia. Il calore dell’acqua impedisce la trasmissione dei batteri (bah, a me hanno sempre detto così, ma preferisco non farci troppo caso). La cerchia dei presenti riceverà a turno l’infusione per poi passarla di nuovo all’incaricato di distribuirla. Nel frattempo si fa colazione o merenda, si lavora avendo a fianco il termos con l’acqua e tutto il necessario che viene trasportato in contenitori di cuoio tipici da queste parti, o si fa una pausa, oppure quattro chiacchiere con gli amici dell’isolato, in casa o fuori, o mentre si passeggia o si viaggia in auto (facendo attenzione a passarlo al conducente al momento opportuno). I distributori di benzina hanno una macchina speciale che distribuisce acqua calda e mate di plastica da viaggio, tutto usa e getta. Oppure lo si prende tornando a casa dal lavoro e al posto della cena se il bilancio familiare non la consente, accompagnato da un pezzo di pane. Il mate è uno stimolante, anche abbastanza forte, attutisce sia la sensazione di stanchezza che… la fame.
Agli argentini piace una yerba più leggera, non cosí amara come in Uruguay (dove infatti si usa il sinonimo di prendere un “amargo”). In Paraguay, dove le temperature sono elevate tutto l’anno con poche eccezioni, il mate è diverso e si prende ben freddo, si chiama “tereré”, dissetante e rinfrescante. Nel resto dell’Argentina c’è chi ci aggiunge un po’ di zucchero o una scorza di arancia o di limone per dare più sapore. I puristi non ammettono eresie: pura yerba e ci vanno piano a mischiarla tutta all’acqua, per farla durare di più: magari un paio di litri di acqua senza che perda completamente il sapore.
Altre tradizioni dell’Argentina sono: il classico “asado” della domenica (la carne cotta alla brace) seguito dalla chiacchierata tra i commensali (la “sobremesa”), un compleanno (che qui si festeggia rigorosamente con amici e parenti), un caffé dopo essersi ritrovati magari per caso in strada. Tutto è motivo per rinsaldare rapporti e alla fine dei conti dirsi: restiamo amici e ricordiamoci sempre.
Santità, qui a Buenos Aires tutti la ricorderanno sempre. Speriamo proprio che le sia utile il regalo della nostra corrispondente. Viene dal cuore, come le sue parole di questi giorni.

Naufragio in Nigeria… 45 morti! Le fonti ufficiali non confermano.

guinea-barcone-naufragio-tuttacronaca

Un barcone che trasportava 166 persone nel Golfo di Guinea, al largo delle coste della Nigeria è affondato. Il bilancio è di 45 morti. Secondo gli armatori la nave era salpata venerdì dalla città di Oron, nel Cross Rivers state, ed era diretta in Gabon. Il portavoce dell’agenzia dei servizi di emergenza nazionale, Yushua Shuaib, ha confermato solo nove vittime, nonostante gli ospedali diano un bilancio di 45.

 

Una mail per salvare Lasi!

Lasi-cane-naso-pistola-tuttacronaca

Doveva morire, condannata a morte a causa di una malformazione del muso: il cosìdetto naso “a fucile”. Nel canile dove era ospitata in Spagna a Saragozza quell’anomalia l’aveva fatta sempre restare dietro le sbarre, tutti gli adottanti preferivano cani più “normali”. Così fu deciso di abbattere l’animale. Salvata in extremis da un gruppo di volontari italiani, che era venuto a conoscenza del caso, ora è stata portata a Gorgonzola in provincia di Milano. Ora si cercano dei padroni che abbiano voglia di prendersi cura di lei. Laura, una delle volontarie che l’hanno salvata spiega: “Lasi ha due anni e mezzo, scoppia di salute e il suo è solo un difetto estetico”. Basta  una mail per accoglierla in casa: nineter@teletu.it

 

Riapre il simbolo di New York… dal 4 luglio torna la Libertà!

statua-libertà-tuttacronaca

La Statua della Liberta’ riapre al pubblico il prossimo Independence day, il 4 luglio. Questo monumento simbolo di New York e di tutti gli Stati Uniti e’ stato chiuso per lavori dopo i danni inflitti dal passaggio dell’uragano Sandy alle strutture dell’isola in cui si trova, dal molo ai sistemi di sicurezza. Ora pero’, come annuncia il Secretary of the Interior, Ken Salazar, i turisti potranno tornare a visitarla in occasione della festa nazionale del 4 luglio.

Trema Lipari nella serata, gran paura sull’isola!

lipari-terremoto-sicilia-19marzo-tuttacronaca

Alle ore 20:34 l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di   terremoto dimagnitudo 2.9  vicino la costa settentrionale della Sicilia e l’isola di Lipari.  L’evento sismico è avvenuto in mare e il suo ipocentro è stato molto profondo,  a circa 203 km. Il sisma non ha creato danni. Ricordiamo che oggi nella  costa settentrionale della Sicilia  l’INGV ha registrato altre scosse di terremoto  di magnitudo 3.5 – 3.4 -2.8.

Il figlio del salafita uccide un 15enne, scontri in Egitto!

Shubra - Cairo-partita-morte-egitto-scontri-clashes-tuttacronaca

Sono morte tre persone, fra cui un 15enne, in uno scontro violento scoppiato per futili motivi calcistici nel quartiere Shubra al Cairo, nei quali è coinvolto il figlio di un leader salafita.  Secondo fonti, l’omicida è figlio del capo della campagna del candidato salafita alla presidenza Hazem Salah Abu Ismail, Gamal Saber. I familiari del ragazzo sono scesi in strada con armi e molotov, uccidendo due persone. Saber ha negato, sulla sua pagina Facebook, il coinvolgimento del figlio, sostenendo invece che la bagarre è scoppiata per distogliere l’attenzione dalla distruzione di una moschea del quartiere, per mano dei copti. “Gli incidenti sono avvenuti in una zona densamente abitata da copti”, ha scritto segnalando di avere lanciato un appello per difendere la moschea “dalle mani dei copti che l’hanno completamente demolita”.

I tafferugli a Shurba sono ripresi nel pomeriggio, quando i parenti della vittima e del ragazzo accusato di averlo ucciso hanno ripreso la battaglia, con colpi di arma da fuoco. Un gruppo di abitanti del quartiere, riferiscono fonti della sicurezza, hanno tentato di assaltare un posto di polizia nel strada principale del quartiere. Ora sembrano non placarsi le proteste e la tensione è ancora molto alta.

Partita sospesa… le api hanno fatto gol!

porta-brasile-calcio-partita-sospesa-api-sciame-tuttacronaca

In Brasile si è verificato un episodio veramente anomalo che ha portato poi a sospendere la partita tra Ponte Preta e At. Sorocaba. Sulla traversa di una delle due porte, infatti, si è venuto a formare uno sciame di api che sicuramente avrebbe impedito il regolare svolgimento dell’incontro, mettendo a rischio anche gli atleti, in particolare i portieri. Gli addetti hanno provato a rimuoverlo in vari modi, anche utilizzando del fuoco, ma la situazione non ha trovato soluzione fin quando non sono arrivati i pompieri che insieme a una squadra di apicultori sono riusciti a risolvere il problema.

Tagli agli stipendi… iniziano Boldrini e Grasso con il 30%

boldrini-grasso-stipendi-diminuiti-tuttacronaca

La prima conferenza dei capigruppo della XVII legislatura si avvia all’insegna del rigore. I neo presidenti delle Camere, Laura Boldrini e Pietro Grasso, hanno annunciato una riduzione del 30% al proprio stipendio e hanno dato impulso alla pianificazione di tagli ai costi del Palazzo. Una linea evidentemente concordata dai due presidenti in un incontro avuto nel pomeriggio a Palazzo Madama, come si legge in una nota congiunta.

Fiamme all’Olivetti… a 3 ore dall’innesco, il rogo ancora non si doma!

olivetti-tuttacronaca-stabilimenti-ivrea

Incendio all’ex stabilimento Olivetti a Scarmagno, in provincia di Torino. Le fiamme si sono sviluppate questo pomeriggio nell’edificio che si affaccia su strada Romano Montalenghe, in un magazzino della Celltel, azienda che si occupa di riparare apparecchi per telecomunicazioni ed elettronici. Sono subito stati evacuati i 130 dipendenti presenti in quel momento negli altri reparti dello stabilimento. Timori per una vicina azienda chimica adiacente al magazzino in fiamme. Nel magazzini sono custoditi telefoni, materiale elettrico e per l’imballaggio per un valore di 3 milioni di euro. Ancora da accertare le cause del rogo. Il denso fumo rende difficili le operazioni di spegnimento e non è ancora chiaro cosa stia bruciando all’interno dei capannoni ora in disuso. L’incendio è di vaste dimensioni ed è scoppiato attorno alle 16.30: i vigili del fuoco sono impegnati con decine di squadre ma le fiamme non paiono diminuire neppure a tre ore di distanza.  Per ragioni di sicurezza la zona è stata isolata e sono arrivate due ambulanze del 118. Le fiamme sono talmente alte che è possibile notare la colonna di fumo anche da alcune zone di Torino.

L’incendio ha reso inagibile non soltanto il capannone della Celltel, ma anche diverse aziende presenti nello stesso lotto. Si parla della Comdata (150 dipendenti), della Innovis (186) e della Wirelab (42). L’incendio partito dalla Celltel metterà probabilmente in ginocchio l’intera area. Secondo i sindacati, in ballo ci sono 600-800 posti di lavoro che rischiano di saltare per inagibilità delle strutture. Spiega il segretario della Fiom-Torino, Federico Bellono, che “si tratta di aziende che fino a un anno fa avevano come socio di minoranza la Olivetti e che patiscono qualche difficoltà. Questo incendio rischia di essere il colpo di grazia”.

Il polo Olivetti di Scarmagno era stato creato negli anni 60 per costruire le macchine per scrivere. Vent’anni dopo è stata traformata in una avanzatissima fabbrica di computer, che ha reso l’azienda di Ivrea il secondo produttore di pc al mondo dopo la Ibm. Con il declino del principale business della Olivetti, l’area è stata poi riconvertita e vi si sono insediate aziende partecipate dall’ex gigante eporediese. Oggi soltanto metà dell’area industriale di Scarmagno è utilizzata. L’incendio interessa circa il 50% di questa zona ancora attiva, che però è anche quella in cui c’è più lavoro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

99 anni fa moriva Mercalli, il padre della scala sismica!

mercalli-padre-scala-tuttacronaca

Da Impercettibile – Avvertita solo dagli strumenti sismici, ad Apocalittica – Distruzione di ogni manufatto, pochi superstiti, sconvolgimento del suolo, maremoto distruttivo, fuoriuscita di lava dal terreno: sono i due estremi della scala Mercalli, la classificazione sismica che valuta l’intensità di un terremoto studiandone gli effetti su persone e cose. A idearla è stato Giuseppe Mercalli, scienziato e prete italiano, nato a Milano il 21 maggio 1850 e morto a Napoli il 19 marzo 1914, esattamentenovantanove anni fa.

A ventun anni, conclusi gli studi superiori, Mercalli fu ordinato sacerdote il giorno di Natale del 1871. Frequentò il corso di laurea in Scienze naturali presso il Politecnico di Milano, iniziando da subito ad approfondire per proprio conto tematiche di carattere scientifico: allievo dell’abate Antonio Stoppani, nel 1876 pubblicò il suo primo lavoro, riguardante i terreni glaciali del comasco. La passione per la vulcanologia arrivò quando il suo maestro gli assegnò la redazione della sezione sismica dell’opera La geologia d’Italia.

Già da studente, Mercalli si rivelò presto in grado di combinare gli studi teorici con il lavoro sul campo: in occasione del terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883 navigò verso l’Isola d’Ischia per studiare in situ la fenomenologia del sisma. L’anno seguente organizzò un’altra missione scientifica per indagare gli effetti del terremoto dell’Andalusia, portando contemporaneamente avanti gli studi. Dopo aver conseguito il diploma, iniziò immediatamente a insegnare, prima presso gli istituti religiosi e poi, dal 1888, nei licei statali.

Il suo interesse per la sismologia crebbe e si affinò grazie al trasferimento, nel 1892, al Liceo Vittorio Emanuele di Napoli e culminò nel 1911, quando vinse il concorso per diventare direttore dell’ Istituto Vesuviano. La motivazione della commissione che lo scelse ne evidenzia il grande talento scientifico: “Il Mercalli ha tale e tanta messe di osservazioni da lui raccolte col massimo scrupolo di sincerità, sia nel campo vulcanologico che in quello sismologico, ed è così mirabile la sua attività e costanza nel seguire tutte le manifestazioni dei vulcani italiani e in particolare del Vesuvio, attività che è anche prova di una instancabilità fisica veramente giovanile, che Egli è a buon diritto riconosciuto dai più autorevoli vulcanologi italiani e stranieri come il conoscitore più accreditato del vulcano al cui studio deve provvedere questo concorso; e sotto ogni riguardo è di gran lunga superiore a tutti gli altri concorrenti”.

Durante i suoi anni all’Istituto, Mercalli continuò a viaggiare in tutta Italia, inseguendo e studiando i fenomeni sismici. Fu in questo periodo che ideò e perfezionò la famosa scala che porta il suo nome, ampliando la classificazione fino ad allora in uso (la cosiddetta scala Rossi-Forel, di gran lunga più semplice). Quando la espose alla comunità scientifica, Mercalli non mancò di evidenziarne i limiti, sottolineandone al contempo l’estrema praticità. La scala Mercalli classifica con un numero romano dodici livelli di intensità per gli eventi sismici, in base ai danni che questo provoca su esseri umani e strutture artificiali. Da non confondere con la magnitudo del terremoto, che invece misura l’ energia meccanica sprigionata dal sisma ed è utilizzata invece dalla più recente scala Richter.

La differenza è notevole: un terremoto di alta magnitudo può essere classificato di bassa intensità sulla scala Mercalli se avviene in regioni poco popolate, perché non provoca danni; e, viceversa, eventi anche abbastanza deboli che si verificano in centri altamente urbanizzati potrebbero essere catalogati come catastrofici se causano danni ingenti a persone e cose.

“Violazione di domicilio della famiglia Scazzi”, Corona al processo!

fabrizio -corona-avetrana- scazzi-tuttacronaca

In carcere per l’estorsione a Trezeguet, ora la situazione di Fabrizio Corona si complica. Nei giorni successivi all’omicidio di Sarah Scazzi, il fotografo infatti, si sarebbe introdotto nella casa della famiglia, compiendo il reato di violazione di domicilio. Come molti ricordano, Corona si inserì di forza in quella tragedia, catalizzando l’attenzione dei media su di sè, al solo scopo di far soldi. Il fotografo dovrà comparire davanti al tribunale di Manduria il 3 luglio prossimo e rispondere anche di questo ulteriore reato denunciato da Concetta Serrano, madre di Sarah.

Già una volta Fabrizio corona aveva risposto in modo aggressivo ai giornalisti che chiedevano spiegazioni, nel febbraio del 2011, dichiarò:

«Non è possibile che ogni volta che faccio un lavoro pulito si debba scatenare l’inferno: non ho violato l’intimità di nessuno, ho fatto il mio lavoro e sono stato più che educato con la signora Concetta Serrano. Non ci posso credere, dicono che mi sono introdotto in casa di Concetta come un ladro e che l’ho spaventata a morte. Non ci voleva proprio, dopo il bel servizio che abbiamo fatto stamattina». Una lunga cronaca, raccontata con foto e riprese, dei luoghi di Sarah. Era quello lo scopo della sua venuta e questo sapevano i suoi autori di Milano ai quali raccontava, quasi in diretta, ogni mossa sul campo. La prima visita in via Deledda, davanti casa di Michele e Sabrina Misseri, davanti il portone marrone del garage dove è stata uccisa Sarah. Lì tentativo di farsi aprire da Cosima Serrano, mamma di Sabrina, che non ha nemmeno risposto al citofono. Poi un salto al «pozzo dell’orrore» , in contrada Mosca, uno sguardo al casolare dove si riteneva che la quindicenne era stata spogliata e, forse, stuprata già morta (accuse poi rivelatesi false) e una breve pausa nel podere della tomba-cisterna trasformata ora in un piccolo cratere pieno d’acqua e fango. Infine l’intervista a Ivano Russo e al sindaco di Avetrana, Mario De Marco.

SCANDALO AL GOVERNO FRANCESE… Cahuzac si dimette!

francia-scandalo-Jerome Cahuzac-bilancio-tuttacronaca

L’accusa è quella di aver aperto un conto in una banca svizzera per coprire una frode fiscale. Sotto il peso di questa accusa, si è dimesso oggi il ministro del Bilancio francese, Jerome Cahuzac. Al suo posto l’attuale ministro degli Affari Ue Bernard Cazeneuve.

Corsi universitari per… guidare i droni!

droni -scuola-università-usa-tuttacronaca

Agli studenti americani che non hanno ancora deciso cosa fare del loro futuro, si aprono nuove possibilita’: per esempio, imparare a far volare i droni. Un numero crescente di scuole americane offre infatti corsi e programmi per imparare a costruire e far volare i velivoli senza pilota. Secondo i media Usa, si tratta di un’esperienza piuttosto redditizia che permette di guadagnare dai 50 mila ai 120 mila dollari in un anno. Per gli esperti e’ un settore che sta crescendo molto rapidamente.

Francesco telefona a Benedetto! Chiamata storica.

papa-ratzinger-benedetto XVI-francesco-jorge-mario-bergoglio-tuttacronaca-telefonata

Poco dopo le 17, Papa Francesco ha telefonato al Papa emerito Benedetto XVI per fargli i “più sentiti auguri” di buon onomastico nella festa di San Giuseppe e “manifestargli ancora la gratitudine sua e della Chiesa per il suo servizio”. Lo riferisce la sala stampa Vaticana. Nel colloquio “ampio e cordiale”, Ratzinger ha detto di seguire con intensa partecipazione gli eventi di questi giorni e di essere vicino al suo successore nella preghiera.

La tratta degli animali viene dall’Ungheria! Salvi 15 cuccioli.

cuccioli-ungheria-tratta-tuttacronaca

Stremati, quasi asfissiati e in precarie condizioni di salute. Li hanno trovati così i finanzieri e gli agenti della Polstrada di Amaro, in provincia di Udine, nascosti all’interno di un furgone: si tratta di una quindicina di cuccioli di cani e di un gatto, tutti di razze pregiate, sotto i tre mesi e venti giorni di età e in condizioni di salute precarie. I cuccioli provenivano dall’Ungheria e sono stati trasportati dai contrabbandieri in Italia per essere venduti.
I cuccioli erano nascosti in un furgone, e appartengono a razze pregiate tra cui Chihuahua, Pincher, Cavalier King, Cocker, Yorksire. Il gatto appartiene alla razza egiziana senza pelo, nota come Sphynx.
Per curarli è intervenuto un veterinario dell’Azienda sanitaria di Tolmezzo. I cuccioli, tutti di età inferiore ai tre mesi e 20 giorni previsti dalla normativa, sono stati affidati a dei volontari cittadini che se ne sono assunti l’affidamento temporaneo.
Il conducente del furgone, Andras Keszthelyi, 58 anni, e la figlia Diana Judit (35), sono stati denunciati per trasporto abusivo e maltrattamento di animali.

Follie per Romeo e Giulietta… arriva il kolossal di Zard

romeo e giulietta-zard-tuttacronaca

Quarantacinque artisti sul palco, oltre 200 costumi, un lancio promozionale da 1,5 milioni di euro e la regia di Giuliano Peparini, cresciuto tra Roland Petit e Le Cirque du Soleil. A dieci anni dal debutto del ‘Notre Dame de Paris’, David Zard si lancia in ‘Romeo & Giulietta’, che, cantata da Davide Merlini e Giulia Luzi, tornera’ a Verona, per debuttare all’Arena il 2 e 3 ottobre e proseguire poi in tournee. ”E’ la piu’ grande follia finanziaria mai fatta in campo musicale in Italia”, dice

La BBC trasloca… ecco le immagini! Si torna al vecchio edificio!

fine_di_un_era_la_bbc_torna_alle_origini-54919342-10

Le telecamere hanno smesso di registrare e tutto è pronto per il trasloco: dopo 53 anni di televisione, chiude il leggendario Television Centre di Londra che ha ospitato fino ad oggi gli studi della Bbc. L’emittente britannica torna nell’edificio storico del 1932, un simbolo di art deco, debitamente allestito per ospitare i nuovi mezzi di comunicazione. Queste immagini catturano la fine di un’era, in uno scenario di decadenza e abbandano: mobili per ufficio vuoti, oggetti di scena e costumi abbandonati, corridoi vuoti e pc in disuso

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Germania blocca gli aiuti a Cipro!

germania-cipro-tuttacronaca-blocca-aiuti

Il governo tedesco ha messo in guardia Cipro da ulteriori ritardi e da una possibile bocciatura dell’approvazione delle condizioni utili a ottenere il pacchetto di salvataggio. “Finché il Parlamento non avrà deciso, non ci sarà alcun programma di aiuto”, hanno riferito fonti governative, riprese dall’agenzia di stampa tedesca Dpa. “Senza un programma di aiuto, la liquidità per aiutare le banche cipriote è in pericolo”.

Il governo non ha la maggioranza… affonda Cipro, aiuti dalla Raf ai britannici!

tuttacronaca-cipro- borsa-maggioranza-governo

Il governo non ha la maggioranza, il ministro delle Finanze si dimette, l’euro crolla e le borse arrancano. Nel giorno del voto del Parlamento cipriota sui prelievi forzosi dai conti correnti, la situazione sui mercati è a dir poco rovente. Le Borse europee sono scivolate nel finale di seduta sui timori che Cipro non trovi un accordo. Maglia nera è Madrid (-2,36%), seguita da Milano (-1,5%) e Parigi (-1,39%) e Francoforte (-1,03%). Contiene al mezzo punto invece le perdite Londra. L’euro è invece scivolato ai minimi da novembre fino a 1,2856 dollari per il probabile stallo sul salvataggio di Cipro.
Il ministro delle Finanze cipriota Michalis Sarris potrebbe presentare le proprie dimissioni al proprio rientro, previsto in giornata, da Mosca dove si è recato stamani per discutere con i responsabili russi della situazione creatasi sull’isola in seguito alla richiesta dell’Ue di applicare un prelievo forzoso straordinario sui depositi bancari.
Il presidente cipriota Nicos Anastasiades non ha i numeri per ottenere in Parlamento il sì al prelievo forzoso sui depositi bancari proposto dall’Ue. Mentre le banche restano chiuse per evitare una corsa ai depositi (la riapertura si avrà solo giorvedì mattina) in mattinata sono previste manifestazioni fuori dal Parlamento, mentre l’attenzione è sul dibattito politico.
Il presidente cipriota Nicos Anastasiades – ‘garantè dell’accordo con i partner internazionali – potrebbe non riuscire a raccogliere la maggioranza dei voti sul pacchetto di interventi, visto che la coalizione che lo sostiene può contare solo su 28 dei 56 seggi dell’assemblea di Nicosia, mentre l’opposizione socialista e comunista ha già annunciato un voto contrario.
Una eventuale bocciatura avrebbe conseguenza imprevedibili sulla stabilità finanziaria dell’isola, con pesanti ricadute sull’Eurozona e sulla moneta unica, come hanno dimostrato le tensioni di ieri sui mercati internazionali. Anastasiades ha ammonito i deputati che un voto contrario sull’accordo porterebbe al crollo del settore finanziario dell’isola con un rischio concreto di bancarotta.
Un aereo militare britannico (Raf) è in volo verso Cipro con a bordo un milione di euro destinati ai militari britannici e alle loro famiglie sull’isola. Lo riferisce il ministero della difesa britannico. Il ministero della Difesa britannico ha inoltre fatto sapere di non escludere che altri simili voli possano partire verso Cipro. Ha poi reso noto di aver contattato i militari per chiedere se preferiscano che i loro salario per il mese di marzo e per quelli futuri venga accreditato in conti bancari nel Regno Unito.

Cosa dice il vostro cane? Ora lo scienza lo spiega!

cani-segnali-animali-linguaggio-tuttacronaca

Tutti i proprietari di cani dicono la stessa cosa. Sono capaci di dire esattamente quello che pensa il loro animale. Non vi sforzate di spiegare che questa pretesa facolta è il frutto del loro amore per l’animale, rischiate di contrariarli e di passare per un profano.

Del resto possono ora sostenere che la loro idea ha un appoggio scientifico. Ricercatori americani hanno in effetti constatato che è possibile identificare con precisione le emozioni dei cani semplicemente osservando i loro cambiamenti di espressione facciale. E lungi da essere un affare per iniziati. Lo studio ha esattamente stabilito che dei volontari dotati di piccola esperienza della compagnia canina erano comunque capaci di capire quando un cane era felice, triste, in collera o sorpreso alla sola osservazione di una foto della testa dell’animale.

Per Tina Bloom, la psicologa conduttrice del progetto “non c’è alcun dubbio che gli uomini sono capaci di riconoscere gli stati emozionali sugli altri umani e di leggere con precisione le loro espressioni facciali. Noi abbiamo dimostrato che sono ugualmente capaci di esswere precisi quando si tratta di identificare le espressioni del viso di un cane”, ha detto dans le Journal Behavioural Processes nel quale è stato pubblicato lo studio.

Per arrivare a questa conclusione, Tina Bloom e la sua equipe hanno presentato delle foto di Mal, un berger belga di cinque anni che esprimevano diverse emozioni, a cinquanta volontari divisi in due gruppi in base alla loro esperienza con i cani.

Per provocare queste espressioni facciali, i ricercatori hanno rimproverato il cane quando volevano che esprimesse tristezza, gli hanno fatto feste se volevano che fosse felice, lo hanno sorpreso nel mezzo di un momento di agitazione o lo hanno snervato prendendolo di sorpresa travestiti da ladri… Al punto di ottenere una serie di foto con tutta la gamma delle espressioni facciali differenti.

Risultato, l’emozione più largamente riconosciuta era dio gran lunga la felicità con l’ 88% di risposte buone , seguita da vicino dalla collera con il 70% di risposte positive. Un po’ più del 45% dei partecipanti allo studio è stato capace di riconoscere quando Mal sembrava aver paura, mentre il 37% hanno saputo identificare la tristezza nell’aria di cane bastonato di Mal.

Alla fine, le espressioni canine che si sono dimostrate essere le più complicate a riconoscere sono state la sorpresa e il disgusto che hanno raccolto rispettivamente il 20% e il 13% di risposte buone.

Fatto notevole, i ricercatori hanno constatato che i partecipanti poco abituati alla presenza canina erano nei fatti i più svelti a capire quando un cane è in collera o ha disgusto. Per i ricercatori è certamente perchè i proprietari di cani sono convinti della non aggressività del loro animale e identificano qusta espressione come un semplice segnale di voler giocare.

Tina Bloom spera che nuove ricerche siano condotte su specie di animali differenti al fine di poter determinare se questa apparente empatia naturale con la razza canina si può applicare a tutti i mammiferi o se si applica all’inverno per l’evoluzione e la prossimità di cui l’uomo e il cane danno prova ormai da migliaia di anni.

 

ARRIVA IL MALTEMPO AL CENTRO ITALIA… MASSIMA ALLERTA!

maltempo,centro,italia,tuttacronaca

Nuova ondata di maltempo in arrivo sull’Italia dopo la tregua concessa oggi: una perturbazione di origine atlantica proveniente dalla Spagna porterà nelle prossime ore piogge e temporali sulle regioni centrali. La Protezione civile ha emesso una allerta meteo che prevede, a partire da mercoledì, piogge e temporali anche molto intensi, accompagnati da fulmini e raffiche di vento su Sardegna, Toscana, Umbria e Lazio. Un miglioramento è atteso per giovedì.

Amina, la Femen tunisina che ora rischia la lapidazione!

tuttacronaca_femen_amina_tunisia

Il movimento attivista Femen, di origine ucraina e noto per le manifestazioni pacifiche a seno nudo, lo scorso lunedì ha debuttato in Tunisia. Il volto e il corpo della protesta sono quelli di Amina, una ragazza di 19 anni che ha voluto portare la protesta nel suo paese per la “liberazione” delle donne.
“Scoprii dell’esistenza di Femen lo scorso luglio e mi piacque il messaggio di cambiamento radicale che trasmetteva”, ha raccontato Amina a Ettounsiya Tv. “Se avessi postato una foto di me in t-shirt non avrei suscitato nessuna reazione, invece io voglio che il messaggio sia chiaro: il corpo è mio e non appartiene a nessun altro, né a mio padre, né a mio marito, né a mio fratello”, conclude Amina.
Alla determinazione di Amina si oppongono, però, le ire di chi non comprende la sua protesta. Persino una sua zia ha pubblicato un video su Youtube in cui si dissocia dal comportamento della giovane, e mentre sui social network i pareri sono discordanti, oggi un predicatore islamico, Adel Almi, è arrivato persino a chiederne la lapidazione. La ragazza dovrebbe “ricevere dieci frustate e poi va lapidata finché morte non sopraggiunga”.

La Sicilia trema ancora… non si ferma più!

terremoto,sicilia, sisma,tuttacronaca

Nuova scossa di terremoto in Sicilia, la quarta oggi, in provincia di Palermo non distante da Termini Imerese. L’evento si e’ prodotto alle 10.40 con magnitudo 2.8 ed epicentro tra i Comuni di Castlbuono, Pollina e San Mauro Castelverde. Il sisma e’ stato rilevato dall’Ingv a un profondita’ di 22 chilometri, molto superificiale, ed e’ stato avvertito nella zona dove comunque non si registrano danni. Un altro terremoto di magnitudo 2,6 era stato registrato in mattinana nel Palermitano alla profondita’ di 7,2 chilometri vicino a Vicari. Due eventi si erano prodotti a distanza di 47 minuti, pure nel distretto sismico della Costa siciliana settentrionale, tra Caronia e San Fratello, in provincia di Messina, dove sono stati avvertiti dalla popolazione. Non si registrano al momento danni. La prima delle due scosse e’ avvenuta alle 7.50 e ha avuto magnitudo 3.5 a una profondita’ di 6,4 chilometri. La seconda, con epicentro a un paio di chilometri di distanza, si e’ verificata alle 8.37 e ha avuto magnitudo 3.4 alla profondita’ di 5,5 chilometri .

L’AMANTE DI CAVANI E’… STEFANIA!

stefania fummo, cavani, amante, napoli, tuttacronaca

Stefania Fummo, napoletana di 22 anni, viene accreditata come la giovane amante che avrebbe fatto perdere la testa a Edinson Cavani, il Matador del Napoli. L’attaccante azzurro è tornato al gol con una doppietta dopo un mese di digiuno, troppo per uno come lui.

E la ragione per questa insolita astinenza andrebbe ricercata, così si dice, nella vita privata del calciatore uruguaiano. Indiscrezioni di gossip affermano che Cavani avrebbe tradito la moglie Maria Soledad, madre dei suoi due figli (l’ultimo nato solo pochi giorni fa). E A far girare la testa a Edinson sarebbe Stefani Fummo, studentessa di 22 anni, figlia di un noto ristoratore napoletano che, a quanto scrive lei stessa su Twitter, fidanzatissima con Gianmarco Ferraro.

A quanto si dice Edinson e Stefania si starebbero frequentando sempre di più, tanto da farsi avvistare nei pressi della zona del Vomero e a Villa Floridiana, in mezzo al verde, dove si godono lunghe passeggiate. Una liaison non immune da strascichi personali. Pare che Soledad, la moglie di Cavani, si sia già rivolta ai suoi legali. La Fummo invece sembra che abbia interrotto la sua lunga relazione con Ferraro, un ragazzo della Napoli bene.

Le amicizie pericolose di Bieber, hanno portato alla rottura con Selena!

bieber-selena-gomez-tuttacronaca-rottura-amicizie

Nel mese di febbraio Justin Bieber è stato protagonista di uno scandalo alquanto particolare. Justin Bieber fu pizzicato ad abusare di sizzurp, in un party al quale erano presenti anche gli amici Lil Za e Lil Twist. Lo sizzurp, è uno sciroppo per la tosse a base di codeina che, ingerito in dosi eccessive, ha un potente effetto narcotico, quasi identico a quello provocato dalla droga. Justin Bieber e i suoi amici avrebbero quindi assunto grandi quantità di sizzurp per ottenere quell’effetto ma, come tutte le droghe, ha molte conseguenze negative. Proprio di recente, il famoso rapper Lil Wayne, che nel 2010 ha scoperto proprio Lil Twist, è stato ricoverato per una serie di convulsioni molto violente causate, molto probabilmente, da un’overdose di sizzurp. L’accaduto ha destato molta ansia ma, le più preoccupate sono Vanessa Hudgens e Selena Gomez. A quanto pare, in seguito al ricovero di Lil Wayne, si è scoperto che uno dei fattori che ha spinto Selena Gomez a lasciare Justin Bieber, sono state le sue amicizie.

Durex fa gli auguri ai papà… alcune volte è colpa della concorrenza!

durex-profilattici-festa-papà-tuttacronaca

Per la festa del papà, gli auguri andrebbero sempre recapitati in anticipo. Anche a chi, come Cassano, lo è diventato da poco. Durex, è ufficiale, ha vinto di nuovo la gara:“A tutti quelli che usano i prodotti dei nostri concorrenti… Buona festa del papà!”. Un modo simpatico per minacciare nascite indesiderate e corse in ospedale col fiatone. Il claim, stampato sui colori che da sempre contraddistinguono il marchio di profilattici, sta diventando una vera pubblicità virale. Tanto da guadagnarsi le prime imitazioni: è il caso di Skin, che meno sottilmente scrive “tanti auguri a te che non usi Skin”. Tra le due, il vincitore è scontato. Tutto qui? No, perché se è vero che la pubblicità di Durex è un vero successo dal punto di vista della viralità e della fantasia, è altrettanto vero che è una riproposizione di qualche anno fa. Lo stesso slogan era stato diffuso nel 2001, e a rivendicarne la paternità è il copywriter Jason Kempen, che l’ha realizzato per l’agenzia Lowe Bull di Città del Capo. Di sicuro, non è mai passato di moda.

TRAGEDIA IN INDIA: PRECIPITA BUS, 37 MORTI. VIDEO!

tuttacronaca_india-bus-scarpata

È di almeno 37 morti e 14 feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto nello stato di Maharashtra, nell’India occidentale. Un autobus è caduto da un ponte dopo che il conducente ha perso il controllo del veicolo, sfondando la barriera di sicurezza e precipitando sulla riva del fiume Jagbudi.
Il mezzo era diretto dallo stato costiero di Goa a Mumbai. «L’autobus – ha spiegato un funzionario della polizia, AP Fardeshi – è caduto da un’altezza di oltre 15 metri e si è schiantato sulla sponda rocciosa del fiume. Dal luogo dell’impatto sono stati recuperati 37 corpi», ha spiegato, ricordando che tra le vittime non risultano cittadini stranieri, ma che un cittadino di nazionalità russa è rimasto ferito.
I feriti, tra cui il conducente, sono stati portati in un ospedale vicino, a circa 200 chilometri a Sud di Mumbai. Il numero dei morti potrebbe salire perchè molti dei feriti sono in gravi condizioni. Come riferiscono i media, la polizia sta indagando se l’uomo al volante fosse ubriaco.

Le immagini imbarazzanti di Street View… e cresce la protesta!

street-view-tuttacronaca-bambola_gonfiabile

Proteste su proteste per le immagini rubate da Street View… più che un motore di ricerca per le strade sta sempre più diventando l’occhio di guardone pronto a spiarci e a trovarci in “fallo”. Salgono sempre di più le polemiche, dove è il diritto alla privacy? Certo che a vedere la carrellata di foto tratte da Street il risultato è sorprendente: si va dall’uomo nudo nel giardino di casa fino alla ragazza che improvvisa uno spogliarello quando si accorge della telecamera che la sta “spiando”!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Skywalker… in Ucraina l’altezza si sfida così!

ucraina-altezza-vertigini-tuttacronaca-skywalker

Un passatempo che non passa inosservato quello degli “Skywalker”. Un gruppo di ragazzi dell’Ucraina, che si fa chiamare appunto Skywalker letteralmente camminatore del cielo, ma anche il cognome di Luke nella saga di “Star Wars”, trascorre il proprio tempo sfidando le altezze vertiginose di palazzi e travi per rimanere in equilibrio, rigorosamente senza fune di sicurezza, sulla città. Un “gioco” pericoloso che mette a rischio la vita ma che indubbiamente regala scatti spettacolari…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bambino muore all’asilo, soffocato da un pezzo di mozzarella!

bambino-asilo-napoli

È stato portato d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli perché non riusciva a respirare un bambino di quattro anni che è morto dopo pochi minuti nonostante gli immediati soccorsi. Il bimbo, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe inghiottito un pezzo di mozzarella a scuola, durante la refezione alla mensa, e avrebbe mostrato subito segni di soffocamento. È stato il personale della scuola a portarlo al pronto soccorso, ma non c’è stato nulla da fare. I genitori del piccolo sono stati avvisati e stanno raggiungendo l’ospedale. La tragedia è avvenuta nella scuola materna «Minucci» di via Bernardo Cavallino. Il piccolo, che si chiamava Patrizio, avrebbe compiuto 5 anni nel prossimo mese di luglio.

Manganelli è grave, peggiorano le sue condizioni!

manganelli antonio-capo-polizia-malattia-grave-tuttacronaca

Si sono aggravate le condizioni del capo della Polizia, Antonio Manganelli, ricoverato all’ospedale San Giovanni di Roma. A quanto si è appreso, dopo l’intervento d’urgenza, tre settimane fa, per l’asportazione di un edema cerebrale era insorta un’infezione respiratoria che oggi è peggiorata. Ora dopo ora si era sperato in un miglioramento che non è giunto, e il quadro generale, secondo i medici, è molto complesso e delicato.

I prelievi di Cipro servono per rimpinguare le casse tedesche… Scandalo UE!

cipro-tasse-ue-tedeschi-banche

LE COINCIDENZE IN ECONOMIA SI CHIAMANO PAREGGIO DI CONTI!

La coincidenza è di quelle clamorose. Sempre ammesso che di coincidenza si tratti. Mentre il governo cipriota è al lavoro per limare al massimo il provvedimento che dovrebbe autorizzare il prelievo diretto dai conti correnti di almeno 5,8 miliardi di euro, stabilendo ad esempio di esentare i depositi fino a 20 mila euro, il settimanale tedesco Spiegel, riportando i dati della “Banca per la compensazione dei pagamenti” mostra dati destinati a fare discutere.

L’esposizione degli istituti di credito tedeschi con l’isola sarebbe pari a 5,9 miliardi di euro. In caso di default dell’isola, insomma, le banche di Berlino vanterebbero crediti più o meno equivalenti alla somma che Bruxelles ha imposto a Cipro per ottenere il prestito da 10 miliardi di euro attraverso il fondo salva stati.

Un ulteriore elemento di tensione, che si va aggiungere a quelli già esistenti tra i cittadini ciprioti a l’Unione Europea, dopo che già ieri a Nicosia sono state numerose le manifestazioni con slogan contro l’Europa e Angela Merkel. “Giù le mani da Cipro”, uno dei cartelli più diffusi nella capitale cipriota. E a poco era servita la precisazione del ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble, che nel pomeriggio si era affrettato a precisare che il prelievo sui conti non fosse un provvedimento imposto o deciso da Berlino.

E se ieri tanto il portavoce del cancelliere tedesco Angela Merkel, Steffen Seibert, aveva aperto a possibile modifiche delle condizioni da applicare al governo cipriota, tanto la Merkel quanto oggi altre fonti di Bruxelles su un punto si sono dimostrati assolutamente inflessibili: in nessun caso potrà essere messo in discussione il target dei 5,8 miliardi di euro. In altre parole non importa come il governo deciderà di scaglionare il prelievo, e quali aliquote deciderà di applicare, purché sia in grado di offrire i 5,8 miliardi di euro che lo stato deve impegnare come previsto dal memorandum of understanding che i Paesi che richiedono l’intervento del fondo salva-Stati devono sottoscrivere.

Intanto nell’isola potrebbe slittare ancora il voto del Parlamento sul provvedimento. Anche l’esonero dei conti sotto i 20 mila euro annunciato oggi dal governo incontra in realtà più di una criticità. Secondo il governatore della banca centrale, Panicos Demetriades, l’esonero dei depositi inferiori a 20mila euro, come previsto dal progetto di legge che sarà esaminato in serata, “non permetterà di raccogliere i 5,8 miliardi di euro conformi all’accordo con l’Eurogruppo”. Nella nuova bozza di provvedimento si prevede una tassazione del 6,75% sui conti tra i 20.000 e 100.000 euro e del 9,9% per i depositi oltre i 100.000 euro.

Intanto nell’isola le banche restano chiuse – e rimarranno tali fintanto che la legge non riceverà il via libera dal parlamento – ma ai cittadini è comunque permesso il prelievo dagli sportelli bancomat, con un limite personale di 800 euro. Sempre secondo Demetriades, al momento della riapertura degli istituti di credito, circa il 10% dei depositi sarà ritirato.

Scoppio accidentale in base Usa: 7 morti e 7 feriti

nevada-base-scoppio-incidente-tuttacronaca

Sette marine sono morti e altri sette sono rimasti feriti a causa di un’esplosione accidentale, avvenuta durante un’esercitazione notturna in una base militare nel Nevada occidentale. A provocare lo scoppio un colpo di mortaio partito per errore. L’incidente è accaduto nella base di Hawthorne, usata normalmente come deposito di munizioni e come campo di addestramento per forze speciali prima del loro dispiegamento in Medio Oriente.

STANGATA IN ARRIVO PER LE FAMIGLIE ITALIANE! 45% pressione fiscale

stangata-famiglie-italiane-tasse

Una vera e propria stangata da 421 euro è in arrivo sulle tasche delle famiglie italiane tra Iva, Tares e addizionali. Adusbef e Federconsumatori parlano infatti di pressione fiscale su “livelli insostenibili, oltre il 45%”. Gli aumenti del 2013 rappresentano, per le due associazioni, “un vero e proprio salasso che equivale a circa un mese di spesa alimentare di una famiglia media”.

Se ai ritocchi di questi ultimi mesi si aggiungono quelli del 2012, con l’Imu e gli aggravi sulle accise, il maggior esborso vola addirittura a quota 1.905 euro.
Gli aumenti nel dettaglio – Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio nazionale Federconsumatori, l’aumento dell’Iva in programma dal primo luglio peserà per 207 euro, la Tares per 51 euro e le addizionali territoriali per 163 euro. In totale, dunque, le famiglie dovranno sborsare in media 421 euro in più.
“Tutto ciò – commentano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti – non fa che accrescere la nostra forte preoccupazione circa la situazione delle famiglie, costrette a molte rinunce per mantenere una condizione economica dignitosa, a volte appena al di sopra della soglia di povertà”.
Per questo, secondo i consumatori “è ormai improrogabile una decisa azione di governo, a cui spetterà il grave compito di risollevare le sorti delle famiglie e dell’intero Paese. In tal senso, la prima e fondamentale operazione da compiere è scongiurare l’aumento dell’Iva da luglio che peserà sulle tasche delle famiglie per 207 euro negli ultimi 6 mesi del 2013

Le notti brave di William e Kate a Ibiza… spunta lo zio cocainomane!

tuttacronaca-Gary Goldsmith- zio-kate-middleton

A minare la privacy della famiglia reale britannica stavolta ci ha pensato la “pecora nera” Gary Goldsmith, zio di Kate Middleton con un passato da cocainomane. In un’intervista al magazine scandalistico Hello!, che secondo la stampa britannica paga molto profumatamente le proprie fonti, Goldsmith ha parlato dei soggiorni di William e Kate nella sua villa di Ibiza, dal dubbio nome di ‘La Maison de Bang Bang’, trascorsi fra notti brave nei locali dell’isola e bagni di fango.
Lo zio ricorda anche quando nel 2007, nel periodo della breve rottura tra l’erede al trono e la futura moglie, Kate andò proprio da lui a Ibiza per isolarsi. Goldsmith ha anche promesso di aiutare i duchi di Cambridge ad allevare il ‘royal baby’, che nascerà tra qualche mese. Lo vuole avviare subito sulla buona strada?

Basta un voto per sedere nel Consiglio comunale! Vergogna in Brianza.

seregno-brianza-consiglio-comunale-stefano-casiraghi-tuttacronaca

Stefano Casiraghi entrerà in Consiglio comunale nonostante abbia avuto un solo voto. Succede a Seregno, Brianza. L’anomalia del consigliere che quasi nessuno ha votato si è presentata dopo le dimissioni di Federica Forcolin, giovane eletta nella Lega Nord nel 2010, poi passata al gruppo Indipendenti per Seregno. Gli altri politici che avrebbero dovuto prendere di diritto il posto dalla Forcolin infatti non hanno potuto o voluto il posto vacante: uno perché è deceduto, gli altri perché hanno declinato l’offerta.

Fonti comunali hanno spiegato che la rinuncia è stata fatta perché probabilmente i consiglieri “non erano interessati, poiché in realtà i loro nomi erano dei semplici riempilista”. Così stasera, quando l’assemblea lo eleggerà, sarà “Stefano Casiraghi, 23 anni, della Lega, a entrare nelle stanze del Consiglio”. Almeno – rassicurano in Comune – quell’unico voto non è il suo, Casiraghi infatti “essendo residente a Biassono non ha votato a Seregno”.

“E’ incettabile!” così Sonia Gandhi sui marò.

india-marò-tuttacronaca

La decisione presa dall’Italia di non far ritornare i marò «è completamente inaccettabile» e l’India «deve fare tutto quello che è nelle sue possibilità per riportarli indietro». Lo ha dichiarato oggi a New Delhi la presidente del Partito del Congresso, Sonia Gandhi, di origini italiane. Al termine di un vertice con i massimi dirigenti della formazione che guida il governo indiano su vari temi dell’ attualità politica, la Gandhi ha sottolineato che «l’atteggiamento di sfida del governo italiano sulla questione dei due marò e il suo tradimento di un impegno con la nostra Corte Suprema sono completamente inaccettabili». Nello stesso discorso la Gandhi aveva anche sostenuto che «nessuno può pensare di sottovalutare l’India» su questa questione.

 

Raffaella è hot! Foto piccanti della ex di Balò.

tuttacronaca-raffaella-fico-hot-sexy-instagram

Sbarca sulla rete e inaugura subito il sito di condivisione di foto con qualche immagine “piccante”. Un esordio moto apprezzato dai fan quello di Raffaella Fico su Instagram: la showgirl ha postato sul social network alcuni scatti in abiti succinti o bikini che la ritraggono in tutto il suo splendore. Forse una risposta alla “sovraesposizione” di Fanny Neguesha, nuova fidanzata di Mario Balotelli, sempre presente a fianco del calciatore…

raffaella-fico-hot-instagram-sexy-tuttacronaca

Il cuore di Martina per Billy!

un_cuore_per_costacurta_gli_auguri_della_colombari_sul_corriere-tuttacronaca

“Grazie Ale per questi meravigliosi 17 anni passati insieme. Buon Anniversario”, così Martina Colombari festeggia l’anniversario di matrimonio con Billy Costacurta. L’ex Miss Italia non ha badato a spese per fare gli auguri al marito: ha comprato uno spazio nell’inserto sport del Corriere della Sera e ha scritto il suo messaggio dentro a un cuore a tutta pagina

Assalto al treno… A PARIGI! Video 3d della ricostruzione.

Grigny Centre- tutatcronaca

Adesso i paragoni storici o cinematografici o tutti e due insieme si sprecano: il Far West, l’assalto al treno, eccetera. In effetti è andata proprio così, e non a Yuma ma alla stazione di Grigny Centre, dipartimento dell’Essonne, nella banlieue di Parigi.

Preso d’assalto, un treno della linea D del Rer, il metro leggero che porta i pendolari dalla periferia in centro, secondo l’immortale routine del «banlieusard» parigino sintetizzata nella frase «metro, boulot, dodo», metro, lavoro, nanna.

Verso le 22 di sabato scorso, la routine si è trasformata in un incubo. Una banda di giovani, quanti non si sa ancora con precisione, di certo più di venti e meno di trenta, armati, mascherati e provvisti di gas lacrimogeno hanno fermato il treno azionando l’allarme di emergenza e poi sono passati di vagone in vagone spogliando i passeggeri. «Sembra l’assalto alla diligenza dell’epoca moderna. Ma di questa ampiezza, non è normale», racconta al «Figaro» uno dei poliziotti che stanno indagando.

Gli aggrediti sono una decina. Uno di loro ha raccontato: «Io ho preso un pugno e del lacrimogeno negli occhi. Hanno strappato la borsetta alla mia amica e hanno preso i soldi a me. E’ stato rapido, violento e aveva l’aria di essere molto organizzato».

Per la sicurezza a bordo, non è un buon momento. Nell’ottobre scorso, un’altra banda della Rer era stata arrestata. Ed è ancora vivo il ricordo dell’incredibile assalto a un treno merci, bloccato sui binari in mezzo ai quartieri nord di Marsiglia e saccheggiato. Poi, sabato, quest’ultimo episodio, che peraltro, nonostante l’ampiezza, si è venuto a sapere solo lunedì, a dimostrazione che i media francesi non sono proprio sempre sulla notizia (e in ogni caso meno dei nostri).

Secondo le ferrovie, la linea D della Rer non è fra quelle più a rischio. Ma è comunque sorvegliata dalle telecamere, su cui si conta per identificare gli aggressori. La Sncf, la Trenitalia francese, ha rafforzato la sicurezza mandando rinforzi alle sue pattuglie. Provate con gli sceriffi.

Arriva Istella la vera rivoluzione del web?

istella-tiscali-motore-ricerca-tuttacronaca

Un motore di ricerca che indicizza anche i dati dell’Enciclopedia Treccani, degli archivi e dei cataloghi del ministero dei Beni Culturali, della Guida Monaci, che ha tra i partner il CNR. Da oggi chi attendeva con impazienza o con scetticismo istella (sarà disponibile a tutti nella giornata di oggi), il motore di ricerca di Tiscali, potrà soddisfare la propria curiosità, mentre chi si chiedeva a cosa possa servire nel 2013 un motore di ricerca italiano potrà cercare delle risposte. Non si tratta di far concorrenza a Google, ha chiarito a più riprese Renato Soru, fondatore, presidente e ad di Tiscali: istella aspira ad essere qualcosa di diverso, un motore di ricerca diversamente interessante, e anche diversamente indicizzato. Infatti si basa su principi di “ricerca, condivisione e partecipazione”: gli utenti possono contribuire alla formazione degli “archivi” di istella, facendone dunque ogni giorno di più “il motore di ricerca più completo e accurato della cultura italiana e non solo – sottolinea Soru – e che possa anche rappresentare un modello esportabile all’estero”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ il Bayer il folle con 70 milioni di euro! Cavani ancora al Napoli?

cavani-Edinson Cavani-tuttacronaca-bayer

Il “pazzo” pronto a sborsare 70 milioni per Edinson Cavani arriverà dalla Germania. Questo, almeno, è quanto sostiene Tuttosport, secondo cui il Bayern Monaco del nuovo corso Guardiola sarebbe pronto a inserirsi nella corsa per il Matador con un’offerta monstre. De Laurentiis, che continua giustamente a sostenere di voler trattenere l’uruguaiano, aveva detto proprio ieri che “se c’è un pazzo disposto a tirare fuori 70 milioni lo ascoltiamo”.

Il pazzo c’è e, a sensazione, sarà pure bene accompagnato. L’estate del Napoli sul fronte Cavani ha tutta l’aria di poter diventare rovente. Il Matador piace, parecchio, a tutte le più importanti formazione d’Europa. E tutte o quasi hanno “grano” a sufficienza per poter dare l’assalto a de Laurentiis.

Difficile dire se sia invidiabile la posizione del presidente del Napoli oppure no, di certo la clausola da 70 milioni non spaventa nessuno e il prezzo è, anzi, destinato a salire. Cristiano Ronaldo a parte, per cui da giugno potrebbero vedersene delle belle, oltre a Cavani solo Falcao farà davvero bruciare il mercato. Tre nomi per un mucchietto di squadre un po’ più ampio, con Bayern, City, Real, Psg e Barcellona pronti a incrociare le spade per i bomber migliori del continente.

Cavani, per il momento e giustamente, tace. Qualche tempo fa aveva espresso favorevoli commenti in direzione Real Madrid ma alla resa dei conti saranno altri i fattori a smuovere le carte. Il Bayern è solo l’ultimo in ordine di tempo. Perché di “pazzi”, parole di de Laurentiis, è piena l’Europa.

Owen e il suo addio al calcio!

michael owen - calcio-addio-tuttacronaca

I tifosi inglesi non dimenticheranno mai alcuni dei suoi gol: piccolo, agile e dai piedi d’oro, Michael Owen è stato uno dei grandi attaccanti della sua generazione, premiato con il Pallone d’Oro per il miglior giocatore d’Europa nel 2001, vincitore più volte del campionato inglese e di coppe nazionali ed europee, autore di 40 gol in 89 partite con la maglia dell’Inghilterra. Oggi ha annunciato che a fine stagione si ritirerà dall’agonismo. Dopo avere militato in alcune delle più forti squadre del continente, dal Liverpool al Manchester United al Real Madrid, in questa stagione il 33enne Owen era schierato con lo Stoke City, sempre in Premier League ma non più ai massimi livelli, con cui ha disputato peraltro soltanto sette partite, segnando una sola rete. La sua carriera è stata afflitta da innumerevoli infortuni, che non gli hanno impedito però di diventare uno dei beniamini del soccer inglese, un incursore micidiale nella difesa avversaria.

“Con immenso orgoglio annuncio il mio ritiro dal calcio al termine di questa stagione”, afferma lo stesso giocatore in un comunicato sul proprio sito internet. “Dopo avere giocato 89 partite con la nazionale inglese e indossato le maglie di alcuni dei club più importanti al mondo, penso che sia arrivato il giusto momento per ritirarmi. Sono stato molto fortunato, ho avuto la carriera che sognavo”. Owen si segnalò all’attenzione del pubblico europeo con un gol spettacolare in una “Con immenso orgoglio annuncio il mio ritiro dal calcio al termine di questa stagione”, afferma lo stesso giocatore in un comunicato sul proprio sito internet. “Dopo avere giocato 89 partite con la nazionale inglese e indossato le maglie di alcuni dei club più importanti al mondo, penso che sia arrivato il giusto momento per ritirarmi. Sono stato molto fortunato, ho avuto la carriera che sognavo”. Owen si segnalò all’attenzione del pubblico europeo con un gol spettacolare in una gara contro l’Argentina durante i Mondiali del 1998. Ma sono tante le sue prestazioni che hanno lasciato il segno e la Bbc e altre reti televisive britanniche hanno prontamente trasmesso una rassegna delle sue azioni migliori. Tutti i suoi club, che comprendono anche il Newcastle, lo hanno ricordato con gratitudine e gli hanno fatto gli auguri per la sua nuova vita fuori dal calcio. Non è ancora chiaro se proverà a diventare un allenatore o farà, come molti suoi colleghi, il commentatore per giornali e tivù.

I gatti fanno impazzire il web!

cat-gatto-gatti-divertenti-funny-kitty-tuttacronaca-video-compilation

Il cane sarà il miglior amico dell’uomo, ma il gatto lo è del web! C’è il gattino che, senza paura, attacca il cane grande almeno il triplo di lui, ma anche il micio pigro che si fa dare un passaggio dalla tartaruga. Imperdibili poi i felini alla prese con i rotoli di carta igienica. Ecco i gatti più divertenti del web che impazzano per la rete e si susseguono le compilation, ma chi sarà il re delle visualizzazioni? Chi riuscirà davvero a farsi amare dal popolo di internet? Magari potrebbe essere il vostro, che aspettate a fargli fare il giro del web?

SERIE DI TERREMOTI IN SICILIA… ALLARME FRA LA POPOLAZIONE!

terremoto, sicilia, sciame, messina, palermo, parco, naturale, nebrodi, monti,tuttacronaca

Sciame sismico in atto in Sicilia, tra palermitano e messinese, composto da ben 4 scosse significative, due delle quali superiori al terzo grado della scala Richter. Le prime due sono state avvertite nel messinese, nel Parco Naturale dei Monti Nebrodi tra Caronia e San Fratello, con magnitudo rispettivamente M3.5 e M3.4, entrambe superficiali.

Successivamente due eventi, di minor intensità, sono stati registrati nel palermitano : prima nel distretto sismico delle Madonie alle 09.38 con magnitudo 2.6  e successivamente sulla costa palermitana con magnitudo 2.8 alle 10.34.
Paura nei comuni di Caronia e San Fratello, nel messinese, dove le scosse sono state ben avvertite dalla popolazione. Non risultano danni a cose o persone.

Ora possiamo scomparire dai video!

software- video-scomparire-google-street

Prima c’era, ora non c’è più. Si tratti di una persona, un oggetto, un animale in movimento. Ora è possibile rimuoverli da una ripresa video, senza lasciare buchi e senza che la manipolazione risulti evidente. Un sofisticato “Photoshop” in forma però di video, fuori dagli studios di Hollywood.
Il “trucco” è possibile grazie a un software realizzato dal Max Planck Institute for Informatics di Saarbruken, in Germania. L’algoritmo, pubblicato nei Proceedings della European Conference on Computer Vision, funziona anche se l’elemento o gli elementi da cancellare si muovono verso la telecamera e se il video è in alta definizione.

Il software è un’evoluzione delle “shift maps”, che consistono nel riprodurre una porzione di fotogramma in un altro momento per coprire dei ‘buchi’, usato ad esempio da Google per eliminare le immagini di persone dal suo Street View. Al momento funziona solo se lo sfondo del video è statico, e riesce a raggiungere un grado di precisione tale da generare piccolissime imperfezioni invisibili ad occhio nudo: “In qualche istante del video il programma genera degli errori – scrivono gli autori dell’articolo – ma il software ha varie applicazioni per eliminarli in tempo reale”.

Carmine non conosceva il pozzo dell’orrore?

carmine-misseri-processo-scazzi-tuttacronaca

L’avvocato Lorenzo Bullo, difensore del fratello di Michele Misseri, Carmine, di fronte alla Corte d’Assise di Taranto afferma che il suo assistito non sapeva nemmeno dove fosse il pozzo in cui è stato nascosto il corpo di Sarah Scazzi, ma pare che nel complesso gli elementi a carico di Carmine Misseri e delle dichiarazioni da questi rese, non nascondano contraddizioni abbastanza macroscopiche.
Carmine Misseri è accusato di aver aiutato Michele a gettare nel pozzo il cadavere della ragazzina. Dello stesso reato risponde Cosimo Cosma, nipote di zio Michele.
L’avvocato Lorenzo Bullo ha esposto una sua rucostruzione dei tempi necessari per raggiungere il pozzo di contrada Mosca e ha commentato l’intercettazione ambientale nel corso della quale Carmine Misseri dice che non conosceva questa la zona di campagna. Il legale ha quindi richiesto alla Corte una sentenza di assoluzione: “Merita di essere assolto, di tornare alla propria vita: campagna, sacrifici e duro lavoro“.
Stessa richiesta per Cosimo Cosma da parte dell’avvocato Serena Missere, riguarda all’accusa di accusato di soppressione di cadavere. I pubblici ministeri hanno invece chiesto la condanna a otto anni per entrambi.

Inizia l’arringa della difesa al processo Sarah! Guerra di testi

arringa-difesa- cosima- sarah-scazzi-tuttacronaca

”In questo processo chiunque ha detto cose in contrasto con la tesi accusatoria e’ stato tacciato di falso, mentre ben altri testi non hanno detto la verita’ e sono passati per supertestimoni”. Lo ha detto Franco De Jaco, uno dei difensori di Cosima Serrano, iniziando la sua arringa al processo per l’omicidio di Sarah Scazzi. Cosima Serrano e’ accusata, insieme alla figlia Sabrina, di omicidio, sequestro di persona e soppressione di cadavere. Per entrambe e’ stato chiesto l’ergastolo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: