Conta dei voti e… Bersani + Monti sono deboli!

ELEZIONI: BERSANI, PRENDO UN IMPEGNO A VINCERE

L’unica vittoria sembra essere quella di Grillo. Un governo che prima di essere legittimato già, in base ai sondaggi che non vengono resi pubblici a differenza delle quotazioni dei bookmakers inglesi, sa di essere deboli. Berlusconi ha recuperato, forse non superato come afferma il Cavaliere, ma sicuramente c’è stato un gran numero di indecisi convinti dal programma del Pdl a base di riduzione di tasse, di condono tombale e di altri atti criminali. Dall’altra parte è venuta fuori la debolezza dell’uomo, del Bersani che si sgretola e cerca appoggio tra un delegittimato Renzi (che sicuramente il partito ha distrutto e posto in un angolo, salvo poi richiamare quando servivano voti) e un Prodi che è la maschera del passato. Monti perde inesorabilmente voti ogni giorno che passa, ogni volta che appare in tv con l’aria da professorino diligente e affarista rampante.

Il popolo andrà domenica alle urne ma i giochi son fatti e Bersani non scherza più!

Tunisia nessun governo tecnico… fallito ogni tentativo!

Tunisia-scontri

Il tentativo del primo ministro tunisino Hamadi Jebali di sciogliere il suo governo per vararne uno fatto di tecnici è fallito. Lo ha ammesso stasera lo stesso premier, non escludendo comunque di potere trovare soluzioni politiche diverse per affrontare la crisi.

Anche gli sponsor ora abbandonano Oscar!

pistorius sponsor

Ora che sembra delinearsi l’omicidio a carico di Pistorius per motivi passionali, ora che sono stati rinvenuti steroidi ed alcool nella sua abitazione, ora che si parla di una mazza insanguinata e di un sms arrivato al tablet di Reeva dal suo ex che ha mandato ai pazzi, la fragile mente di Oscar… anche gli sponsor, a partire dalla Nike, si volatilizzano nel nulla. Contratti stracciati e una corsa, una fuga, ad abbandonare l’eroe trasformato in mostro!

Carne di cavallo anche in Italia e Spagna!

raviolibrasato
La Nestlè ha ritirato confezioni di ravioli e tortellini di manzo distribuite in Italia e in Spagna, dopo che i test hanno rilevato tracce di Dna di carne di cavallo pari all’1%. Lo rivela il Financial Time, citando un comunicato della multinazionale.
I prodotti ritirati dalla multinazionale svizzera sono i “Ravioli di Brasato Buitoni” e “I Tortellini di carne”. Una decisione presa dopo le analisi fatte su tutti i prodotti della filiera e lo scandalo scoppiato in Gran Bretagna sulle confezioni di lasagne nelle quali erano state trovate tracce di carne equina.

Il Financial Times, che ha diffuso la notizia, dice che la Nestlè avrebbe avvisato le autorità italiane e spagnole. Ufficialmente però la multinazionale non ha rilasciato ancora dichiarazioni.

Uno sguardo a… il coniglio con i peperoni da slow food!

La ricetta puoi trovarla QUI!coniglio con pomodorini e olive taggiasche (17)

Gente delle Langhe… Carlo Petrini, slow food!

Collegno+Città_Slow+Food_Carlo+Petrini+si+racconta

Le Langhe nelle pagine di… Il mestiere di vivere di Cesare Pavese

mestiere di vivere -pavese

Le Langhe nelle pagine di… La luna e i falò di Cesare Pavese

la luna e i falo

Le Langhe nelle pagine di… La casa sulla collina di Cesare Pavese

la-casa-in-collina_908

Uno sguardo alle Langhe… immerse nei colori!

langhe colori

Uno sguardo alle Langhe… immerse nelle nebbie!

langhe-nebbie

Uno sguardo alle… LANGHE PIEMONTESI!

langhe1

Michelle ha solo la frangia!

michelle obama, frangia

“La frangetta? E’ la mia crisi di mezza età… Non posso avere una macchina sportiva, non mi lasciano fare bungee jumping. Non mi è rimasto altro che la frangia…”.Così la First Lady ironizza sul taglio che un mese fa a fatto il giro del mondo. Le supposizioni più assurde e i quotidiani con titoli in prima pagina non hanno tolto la voglia a Michelle Obama di scherzare sui suoi capelli.

Bufera sulla Lazio, travolta a Siena dal 3-0

lazio siena

Destini incrociati salvezza per il Siena o Champions per la Lazio. Sin dai primi minuti di gioco arriva la “tempesta toscana” e la Lazio soffre. Dopo appena 6 minuti il Siena va in  vantaggio. Rubin crossa da sinistra: Emeghara stacca sul primo palo e di testa batte Marchetti! 1-0 per i toscani! Al 22′ arriva il 2 -0 per il Siena. Emeghara spacca la difesa laziale, scarica a sinistra per Rubin che sforna un altro ottimo cross: Rosina sul primo palo batte Marchetti di piatto.

62′ arriva il 3-0 del Siena. Pazzesca la velocità di Emeghara! Palla in area per lo svizzero che brucia Biava e Marchetti in uscita e segna con la punta! La partita si chiude senza che la Lazio sia mai entrata veramente in gioco.

Nella 26/a giornata la Lazio dovrà incontrare il Pescara, mentre il Siena si dovrà confrontare con la Juve.

LA7 A CAIRO EDITORE, trattativa in esclusiva

LA7_Logo

Da Telecom Italia a Cairo Editore. Il cda di Telecom ha approvato una trattativa in esclusiva con Cairo per La7. Lo si legge in una nota. «Ho provveduto a far pervenire al consiglio di amministrazione di Telecom Italia una nostra seria manifestazione di interesse riguardante l’acquisto di La7». Così Diego Della Valle ufficializza il suo interesse per l’acquisto dell’emittente televisiva. Lunedì si riunisce il Cda di Telecom Italia, controllante di Ti Media.
Abbiamo richiesto al consiglio di amministrazione che ci venga concesso il tempo minimo necessario per studiare il dossier. Qualora venga accettata la nostra richiesta, abbiamo predisposto ufficialmente l’accesso alla documentazione, peraltro già accordatoci, dato mandato alla banca d’affari e allo studio legale e tributario, pronti a verificare in tempi brevi tutta la documentazione». «La mia idea – aggiunge il patron della Tod’s – è quella di riunire poi nell’azionariato un gruppo di persone che vogliano bene al nostro Paese e che abbiano voglia di sostenere uno strumento di informazione importante, garantendone la totale autonomia, e di coinvolgere nell’azionariato professionisti che lavorano attualmente a La7 ed altri ancora che avranno voglia di partecipare a questo progetto». «Per quanto mi riguarda l’iniziativa deve essere considerata anche come un impegno civile che tutti insieme, quelli che vi parteciperanno, prenderanno nei confronti del Paese e di tutti i Cittadini che considerano l’informazione seria e libera un grande strumento di democrazia», conclude Diego Della Valle.

SEGRETI E ANCORA SEGRETI SU MPS! Scandalo su scandalo…

monte paschi siena baldassari
Nella cassaforte dell’ex direttore generale del Monte dei Paschi di Siena Antonio Vigni “c’era altra documentazione” oltre all’accordo con la banca Nomura per la ristrutturazione del derivato Alexandria. E’ quanto ha riferito ai magistrati di Siena il dg di MpsFabrizio Viola sentito lo scorso 30 ottobre. Un passaggio della sua audizione è contenuto nell’ordinanza d’arresto emessa dal Gip di Milano nei confronti di Gianluca Baldassarri.
“Preciso – si legge nel verbale sulle dichiarazioni di Viola – che ho rinvenuto l’originale dell’accordo nella cassaforte del Vigni. Mi sembra di ricordare che nella bozza consegnata da Contena ci fosse scritto ‘depositato in cassaforte’. Mi sono così messo alla ricerca della cassaforte, che ho trovato nell’ufficio già occupato da Vigni”.Secondo il direttore generale, la chiave della cassaforte “era, per quanto a mia conoscenza, in mano al solo segretario del collegio sindacale. Posso ragionevolmente ipotizzare che una chiave l’avesse anche Vigni perché la cassaforte nel suo ufficio ed al suo interno ho rinvenuto effetti personali del Vigni”. Inoltre, “oltre all’accordo cui faceva riferimento la bozza consegnata da Contena, c’era altra documentazione che ho messo in un pacco – conclude Viola – che poi ho sigillato, firmato e fatto firmare anche a Leandri (capo dell’audit) ed infine consegnato alla Gdf”.

Rizzi: “Vertici Mps sapevano dei derivati” – “Quando si parlava dell’operazione Alexandria, Baldassarri mi faceva intendere che i vertici della banca erano partecipi”. E’ quanto ha raccontato l’ex capo dell’area legale di Mps Raffaele Giovanni Rizzi ai magistrati di Siena lo scorso 8 febbraio. Rizzi è indagato in concorso per falso in prospetto, assieme a Mussari, Vigni e all’ex direttore finanziario Daniele Pirondini. Rizzi chiarisce ulteriormente cosa intende dire quando afferma che i vertici della banca “erano partecipi”: dal tenore delle affermazioni di Baldassarri si capiva in sostanza che sia Vigni sia Mussari “erano al corrente degli aspetti salienti dell’operazione e si tenevano regolarmente informati”.

Via libera alle merci dell’Ilva, ma l’incasso rimarrà vincolato!

f0ce1c6499be93c3dc713cf19a15b020

La Procura della Repubblica di Taranto ha dato oggi ordine di esecuzione ai quattro custodi giudiziari dei beni sequestrati all’Ilva per procedere alla vendita dei prodotti finiti e semilavorati sotto sigilli dal 26 novembre scorso e giacenti sulle banchine dell’area portuale, cosi’ come disposto con ordinanza dal gip Patrizia Todisco il 14 febbraio scorso. Il ‘controvalore’ dei prodotti, il denaro incassato dalla vendita, restera’ sotto sequestro, sempre per disposizione del gip.

L’Usb (Unione sindacale di base) ha proclamato uno sciopero a oltranza dei lavoratori dello stabilimento di Taranto a partire da oggi e sino a quando non sara’ revocato l’accordo Ilva-sindacati del 10 novembre 2010 relativo alla riorganizzazione del lavoro nel reparto Movimento ferroviario, dove il 30 ottobre scorso e’ morto il locomotorista Claudio Marsella.

Le barbabietole di Cameron!

beet smoothies

Dopo i gelati di Netanyahu arrivano le barbabietole di Cameron. Stavolta non c’è nessuno scandalo, il primo ministro britannico, David Cameron, va pazzo per un mix di frutta, che, si dice, migliori attenzione e memoria. Il cocktail ‘segreto’ del premier si chiama ‘Brain Boost’ e contiene la barbabietola rossa, toccasana per la circolazione, carota, mele e zenzero. Cameron lo avrebbe ‘scoperto’ in un locale vicino alla casa di sua proprieta’, a Notting Hill a Londra, e da quella volta non ha piu’ potuto rinunciare al suo frullato tonificante.

Diventa responsabile della tua vita con Willow!

willow

Il 38° fiore di Bach è adatto a coloro che covano rancore e invidia verso le persone che vedono come immeritatamente più fortunate, si sentono sfortunati e si sprecano energie nell’autocommiserazione e nel risentimento. Willow respinge la tendenza a dare la colpa agli altri per non dover affrontare le proprie responsabilità ed instilla il desiderio di battersi concentrandosi su se stessi, oltre a donare ottimismo insegnandoci che “attiriamo ciò che siamo” e che la vita è costituita dalla circolarità di causa ed effetto. Questo rimedio è l’ideale per ricominciare ad essere responsabili nei confronti della propria vita e per scoprire in sè la capacità di creare il proprio destino.

Impara ad apprezzare la natura e vederne la bellezza: Crisocolla!

CRISOCOLLA

La pietra ideale per le patologie femminili è anche utile in presenza di problemi digestivi e condizioni artritiche, aiuta a prevenire le ulcere ed è rinfrescante negli stati febbrili. Viene anche definita “la pietra dei cantanti”, visto che eplica un’azione purificante ed anti-infiammatoria dei tratti vocali. Indicata per vincere lo stress emotivo, la Crisicolla regola il battito cardiaco, protegge i polmoni e stimola la funzionalità della tiroide. A livello psichico libera da inibizioni e falsi pudori stimolando al contempo pazienz,a gentilezza e tolleranza. Pietra della pace, dona espressione creativa, capacità di comunicazione e gioia.

Tonica e depurativa: la Centaurea!

centaurea

Questa pianta, dal sapore amaro molto intenso, viene utilizzata sotto forma di infuso, decotto, tisana o liquore e gode di  numerose proprietà, fra cui una delle principali è quella di stimolare l’appetito e favorire la digestione. Grazie al suo essere un stimolante dell’appetito, è indicata in caso di anoressia e di atonia gastrica, per le patologie del fegato e per la colecisti. La centaurea ha inoltre proprietà depurative, antibatteriche e febbrifughe. Per preparare una tisana è sufficiente lasciare in infusione per 5 minuti 2 cucchiaini di pianta essiccata. Da consumarsi preferibilmente mezz’ora prima dei pasti sorseggiandola lentamente.

I ciclisti d’Inghilterra muoiono travolti da un camion a Bangkok

ciclisti inghilterra

Peter Root e Mary Thompson erano due innamorati inglesi, entrambi 34enni. Innamorati tra loro, certo, ma anche e soprattutto innamorati dei viaggi, della libertà, della vita e, soprattutto, della bicicletta.
Erano partiti nel luglio del 2011 da Guernsey, l’isola nella Manica dove vivevano e lavoravano come artisti, per un giro del mondo in bicicletta, pedalando attraverso l’Europa, passando per il Medio Oriente fino alla Cina, ma le strade della Thailandia si sono rivelate fatali alla coppia di ciclisti.
Peter e Mary sono stati infatti travolti e uccisi da un camion ad un centinaio di km ad est di Bangkok. La loro avventura, che era stata seguita da molti affezionati delle due ruote in tutta la Gran Bretagna, finisce quindi qui.

Guerra Fredda 2.0?

guerrafredda

Un bambino russo di 3 anni e’ stato ucciso dalla sua madre adottiva americana in Texas. Lo denuncia il delegato del Cremlino per l’infanzia, Pavel Astakhov. La vicenda potrebbe diventare un nuovo capitolo del caso Magnitsky.

La storia di Magnitsky è iniziata nel 2008, quando l’uomo finì dietro le sbarre con l’accusa di evasione fiscale. Era malato di cuore e una crisi di pancreatite gli fu fatale prima dell’inizio del processo: come ha confermato la sentenza del tribunale moscovita, non ci furono colpevoli per la sua morte. Questa è almeno la versione russa.
A Washington hanno sempre visto le cose diversamente, tanto che recentemente il presidente americano Barack Obama ha firmato la cosiddetta lista Magnitsky che congela i beni e vieta l’accesso negli Stati Uniti ai funzionari russi sospettati di essere coinvolti nella morte dell’avvocato, ritenuta alla stregua di un omicidio premeditato. Il Cremlino ha visto questo passo come un’ingerenza nelle questioni interne e ha risposto adeguatamente. Il 28 dicembre la Duma ha promulgato la legge Jakovlev, dal nome del piccolo Dimitri, adottato da una famiglia americana e morto nel 2008, abbandonato dai genitori in auto. La legge prevede il divieto ai cittadini americani di adottare bambini russi.

Unusual Hotels… Spitbank Forthotel a Portsmouth, England

Questa presentazione richiede JavaScript.

Di fronte a Portsmouth, costruito nella seconda metà del 19° secolo, per difendere la città da possibili attacchi Francesi, è ora diventato un’isola albergo  con 9 stanze matrimoniali, tre sale da pranzo, fitness, sauna e piscina sul tetto.

Unusual Hotels…Jumbo Stay Hostel a Stoccolma.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’indirizzo è Aeroporto di Arlanda, ma tranquilli non prenderà il volo!  Si tratta solo di un vecchio Jumbo del 1976, ormai dismesso!

Unusual Hotel…The Hang Nga Tree House, Dalat Vietnam

Questa presentazione richiede JavaScript.

Fra Andersen e Gaudi rivivono in Vietnam le  architetture delle favole!

Unusual Hotels… The Treehotel, Svezia.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un hotel composto di tre differenti moduli… sospesi nel bosco. Un cubo,dai vetri che riflettono l’ambiente,una casa giocattolo, un grande nido!

Unusual Hotels… Magic Mountain Hotel, Chile.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Una struttura conica e una grande cascata d’acqua che  scende dalla sommità su pareti ricoperte da una fitta vegetazione.

I titoli falsi di Oscar Giannino!

20130218_zingales-giannino

Fare per fermare il declino… ma con titoli falsi!

L’economista Luigi Zingales lascia “Fare-Fermare il Declino”, il movimento fondato insieme al giornalista Oscar Giannino. Lo ha annunciato lo stesso professore dell’Università di Chicago sulla sua pagina Facebook, accusando il giornalista di aver dichiarato “credenziali accademiche molto specifiche e, a quanto mi risulta, false”. “E’ con una disperazione profonda – scrive Zingales – che ho rassegnato le mie dimissioni da Fare per Fermare il Declino. Dopo aver avvisato i vertici ieri, lo faccio oggi in modo pubblico”.

Instagram Shock!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Mor Ostrovski ha 20 anni ed è un cecchino dell’esercito israeliano. Il ragazzo è finito sulla lista nera dei palestinesi (e dei navigatori di tutto il mondo) nelle ultime ore, quando ha deciso di pubblicare sul suo account Instagram – ora cancellato – una foto provocatoria e terribilmente vergognosa: quella di un bambino palestinese, di spalle, ripreso attraverso il mirino di un fucile di precisione. Non è detto che l’arma sia la sua. E l’immagine potrebbe essere il frutto di un accurato lavoro su Photoshop. Ma il messaggio (aggressivo) è realistico ed estremamente chiaro.

Lo sdegno manifestato dagli altri utenti di Instagram ha portato alla cancellazione del profilo del soldato, su cui erano state pubblicate altre foto che lo ritraevano in posa con armi pesanti. L’esercito israeliano, inoltre, ha condannato il suo operato on line e ha aperto un’indagine sull’accaduto, sostenendo che “le azioni del giovane soldato non coincidono con lo spirito dell’IDF e con i suoi valori”.

Il carnevale svizzero dopo le ceneri!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Basilea in festa per il tradizionale Carnevale che si tiene ogni anno dal lunedì precedente al giovedì successivo al mercoledì delle Ceneri. E’ una delle maggiori feste popolari della Svizzera, con migliaia di partecipanti in maschera. Caratteristici i Charivari, costumi e maschere individuali, con piccole lanterne sulla testa, che illimunano il percorso durante la sfilata nel centro storico completamente buio. Il corteo e’ allietato anche dalle tipiche marcette suonate con un particolare flauto traverso che viene utilizzato esclusivemente in questo periodo. Ogni anno viene scelto un tema per il Carnevale di Basilea, e i partecipanti – nelle due serate clou – fanno parodie e cantano versi scritti sull’argomento.

Tsunami sulle banche del cibo Usa!

food bank

Prima la crisi che ha stravolto l’America, oggi la morsa che stritola senza lasciare scampo ricade sulle «banche del cibo». I cittadini più poveri così non hanno più a chi rivolgersi.  La crisi che ha messo in ginocchio questi organi assistenziali prende il nome di “siccità”. Tra 2011 e 2012 la mancanza di precipitazioni  ha segnato il record negli Stati Uniti e ora ricade sui prezzi dei prodotti alimentari. Così si sono svuotati i forzieri delle “food bank” e ora scarseggia il cibo per tutti coloro che non possono permettersi neppure di fare la spesa al discount.

Le food bank operano nell’ambito di un programma federale chiamato «Emergency Food Assistance»: il governo acquista sui mercati, carne, frutta e verdura in eccedenza e la distribuisce alla banche del cibo nella forma di bonus. Così da una parte stabilizza il mercato ed evita cadute dei prezzi, dall’altra funziona come una banca centrale per le «Food bank». Queste ultime operano come filiali, distribuiscono i generi alimentari direttamente ai cittadini bisognosi o li smistano ai centri di assistenza, chiese e ricoveri ad esempio. Ma quando la domanda è elevata come è accaduto tra il 2011 e il 2012 a causa della siccità e dell’aumento della popolazione complessiva, il governo non ha interesse a intervenire.

Così le forniture per le banche del cibo si riducono, mentre queste devono far fronte a una richiesta sempre crescente a causa dell’impoverimento dettato dalla crisi, questa volta però quella finanziaria. Ancor più con l’emergenza causata dall’uragano Sandy che ha ulteriormente compromesso la situazione della banche del cibo nella regione del Nord-est degli Stati Uniti, e oltre che nell’area newyorkese. «Stiamo rimanendo con gli scaffali vuoti», spiega Peggy Taylor, gestore di una «food bank» della One Accord Baptist Church di Martinsville, in Virginia. Racconta che il numero di cittadini che si rivolgono a loro è raddoppiato in un anno a 500, mentre le forniture governative sono crollate da 200 casse di prodotti in scatola ad appena trentadue.

Il dipartimento dell’Agricoltura, che gestisce il programma, ha acquistato nel 2011 circa 235 milioni di dollari di prodotti agricoli destinati alla banche alimentari, contro i 347 milioni dell’anno precedente. E il dato parziale per il 2012 è fermo a poco più di 100 milioni. Un trend inversamente proporzionale a quello della povertà: dal 2008 in alcuni casi la «clientela» delle banche del cibo è triplicata, e solo quest’anno le «food bank» sono state costrette a spendere di tasca propria milioni di dollari, indebitandosi a ritmi insostenibili. Col rischio di assistere, oltre quattro anni dopo, al default di queste istituzioni, una catena di collassi tipo Lehman Brothers alimentari.

ERGASTOLO! Torturarono e uccisero un 23enne per motivi passionali.

UNA-TORTURA-
Ergastolo: è questa la condanna inflitta dal giudice Guido Patriarchi ad Alessandro Cavalli, di 36 anni, e Giuseppe Console, di 26, entrambi di Trieste. I due sono stati riconosciuti colpevoli di aver torturato e ucciso il 23enne Giovanni Novacco la notte del 25 agosto 2011. Il processo si è svolto con rito abbreviato.
L’omicidio, di matrice passionale, avvenne al termine di 15 ore di torture in una stanza abbandonata nel rione di Gretta. Il cadavere di Novacco fu trovato mani e piedi legati a una sedia, il resto del corpo bruciato.

Giuseppe Console, oltre all’ergastolo, è stato anche condannato a un anno per maltrattamenti. Il giudice ha inoltre condannato l’imputato al pagamento di una provvisionale nei confronti delle parti civili di oltre 150mila euro. Le accuse nei confronti dei due imputati sono di omicidio volontario pluriaggravato e sequestro di persona pluriaggravato. Console e Cavalli hanno accolto in modo impassibile la lettura della sentenza, poco dopo Console è uscito dall’aula, scortato dagli agenti penitenziari, allontanandosi frettolosamente.

“Abbiamo ottenuto quello che abbiamo chiesto” è stato l’unico commento del pubblico ministero, Massimo De Bortoli. Le difese, invece, hanno annunciato ricorso. “E’ l’inizio di un percorso ancora lungo – ha detto l’avvocato Paolo Bevilacqua, che assiste Giuseppe Console – il processo continua, questa sentenza è un fulmine a ciel sereno”. In aula c’erano anche le madri di Console e Novacco. Entrambe non hanno voluto rilasciare dichiarazioni.

Generazione Y o generazione X 2.0?

la-generazione-y-

La chiamano generazione Y (poi arriveremo anche alla W o Z), è la generazione dello smartphone, quella che si connette a intenet da sotto le lenzuola e chatta la notte con l’amica, postando le photo scattate durante il giorno. E’ solo la tecnologia che avanza e ognuno la utilizza per i suoi scopi. Ovvio che oggi non si può vivere senza internet, senza smartphone e senza un profilo Facebook. Ma le generazioni precedenti non facevano lo stesso? Si poteva vivere senza auto, dopo che il mezzo era diventato un prodotto di massa? Si poteva vivere senza Commodore 64 o Spectrum? Si poteva rinunciare al cellulare ?

Il 90 per cento degli intervistati, campione rappresentativo della ‘Generazione Y’ a livello mondiale, ha dichiarato di controllare il proprio smartphone per guardare email, messaggini e social media spesso prima di essersi alzati dal letto. Nove su dieci accoppiano il “rito” al lavarsi i denti e al vestirsi, come parte essenziale della routine mattutina per prepararsi per la scuola o per il lavoro. Il 29 per cento controlla lo smartphone così tante volte da non sapere neppure quante volte lo fa nel corso dell’intera giornata, sottolinea il rapporto.
Smartphone come “protesi” del sé, essenziale in un’esistenza sempre connessa in cui, almeno per questa generazione, essere costantemente connessi è la norma. Due persone su cinque hanno dichiarato: “Mi sentirei ansioso, come se mancasse una parte di me se non potessi utilizzare il mio smartphone per connettermi”.
In pratica, non vogliono perdersi niente. “Accedere al proprio dispositivo mobile – dicono i realizzatori dell’indagine – per controllare gli sms, la posta elettronica e i social media è il modo in cui iniziano la loro giornata. Per questa generazione, l’informazione è in tempo reale in ogni momento”.
A livello globale, 1 su 5 utilizza lo smartphone per controllare le email, i messaggini e i social media almeno ogni 10 minuti. Ed il legame con questi dispositivi mobili è così stretto che per il 60% dei giovani l’email e gli sms vengono controllati addirittura “sub-consciamente o compulsivamente”, specialmente per le donne (l’85% del campione, contro il 63% degli uomini). Ancora, quasi come se fosse una “droga”, tanto che “il 60% di questi utenti compulsivi spera di non essere costretto ad un minor utilizzo”.
Il risultato è che il confine fra vita lavorativa e tempo dedicato a sé è sempre più labile, sfumato. La giornata non inizia senza aver dato una controllata alla posta elettronica, ma col passare delle ore la musica non cambia. Non esiste posto – in casa o al lavoro – nel quale non si utilizzi lo smartphone per una veloce occhiata. Neppure il letto si salva: tre giovani su quattro lo usano anche prima di andare a dormire; oltre un terzo lo usa in bagno; quasi la metà scrive sms ed email a tavola, anche se sta pranzando con la famiglia o con gli amici. Qualcuno, poi, ammette di trasgredire anche a discapito della propria sicurezza: un intervistato su cinque dichiara di non riuscire a rinunciare a mandare un messaggio o a dare un’occhiata neppure mentre sta guidando.

UN SMS DI SAN VALENTINO… TRAGICO!

Francois Hougaard

Oltre agli steroidi, un’altra circostanza dà da pensare agli inquirenti: la notte di San Valentino, Reeva ha ricevuto sul telefonino un sms da parte della stella sudafricana del rugby Francois Hougaard, 24enne al quale la modella sarebbe stata legata prima di Pistorius e del quale l’atleta sarebbe stato gelosissimo. Anche questo potrebbe aver scatenato il raptus che ha portato Pistorius ad uccidere la modella: secondo indiscrezioni, il campione, che conosceva il rugbista, non era contento del fatto che lui e Reeva fossero rimasti amici. Hougaard, da parte sua, continua a ripetere di non avere nulla a che fare con “la triste vicenda” della morte della modella.

LA MAPPA DELLE ATTIVITA’ CEREBRALI!

brain_scan-457x500

Un progetto decennale, la mappa delle attività cerebrale, che tenta di sondare i più profondi meccanismi del cervello potrebbe essere approvata dall’amministrazione Obama già dal prossimo mese. Lo sforzo di ricerca tra fondi pubblici e privati,  simile a quello che anni fa fu presentato sotto il nome di “Human Genome Project”, potrebbe portare a nuove scoperte della neurologia e avere poi sviluppi nella cura dell’Alzheimer e Parkinson.

Benvenuti al Google Store!

google-store

Volete un Nexus o un Chromebooks? Dal 2013 potrete acquistarli direttamente in negozio. Google ha deciso di aprire diversi negozi in tutte le maggiori città degli Usa. Così i milioni di fan dell’azienda di Mountain View avranno l’opportunita di toccare con mano prodotti, sinora disponibili solo online, nel sito di Googlestore. Per non parlare del settore del retail, del merchandise del brand, dalle magliette agli accessori per l’ufficio e i prodotti del marchio di Youtube.

500 mila euro per il bomber di JFK!

bomber jfk asta

Il giubbotto di pelle marrone con le insegne dell’ ‘Air Force One’ appartenuto a John F. Kennedy è stato venduto all’asta a 500 mila euro. Questo è stato sicuramente il pezzo più importante dell’asta in cui sono stati battuti dalla ‘John McInnis’ in Massachusetts circa  700 oggetti appartenuti a Jfk. Il ‘bomber’ presidenziale era di proprieta’ di David Powers, all’epoca assistente speciale del presidente democratico, che lo ha ritrovato per caso in cantina. La stima iniziale era tra i 20.000 e i 40.000 dollari. Tra gli oggetti sono stati venduti anche lettere, fotografie e libri custoditi nei cassetti da Powers nella sua casa dopo l’assassinio di Kennedy nel 1963.

Silenzio per la famiglia Guerinoni… ma Yara ha diritto alla verità!

yara-indagini

“La pressione mediatica che negli ultimi giorni ha nuovamente afflitto la famiglia Guerinoni impone di rivendicare con immutata determinazione la volonta’ della stessa di non rilasciare alcuna dichiarazione, tantomeno in riferimento ai recenti accadimenti”. E’ l’appello della famiglia di Giuseppe Guerinoni l’uomo morto nel ’99 e della cui salma e’ stata disposta la riesumazione nell’inchiesta sull’omicidio di Yara. ”Rispettate il nostro silenzio”, dice la famiglia.

Un silenzio comprensibile, così come è comprensibile l’urlo della famiglia di Yara che non ha permesso l’archivizione del caso. Che ha alzato la voce, che ha urlato la propria rabbia per delle indagini forse non condotte al meglio e probabilmente per indizi tralasciati. Ora si attende la riesumazione e si spera nella verità.

 

Vita da Aquila Reale… Giorno di Vigilia!

u124

Vita da Aquila Reale… Il Grande Volo!

2006-10-14 Sant'Alessio 319 Aquila reale

Vita da Aquila Reale… L’ora della pappa!

nido aquila

Vita da Aquila Reale… Il Predatore!

DSCN2113

Vita da Aquila Reale… Bianco e nero sul picco più alto!

acquila_s1

Il Tris domani va in tv… l’ultimo asso, Grillo, resta fuori dai media!

bersani-monti-berlusconi1-960x640

E’ di pochi minuti fa che Monti, Bersani e Berlusconi domani andranno da Mentana. Assisteremo così a un confronto diretto a tre, un bel tris politico e uno show assicurato dallo share. Resterà fuori Grillo, quello che poteva essere un poker per il conduttore de La7 rimarrà invece solo un tris!  Al di là di sondaggi e pronostici sembra che quel che ha caratterizzato questa campagna elettorale sia stato solo una gran confusione, accuse reciproche e alleanze volatili… Su cosa ci si può confrontare quando il clima elettorale ha raggiunto lo zenit del cattivo gusto?

Un Conclave che si tinge di mistero!

Roger M. Mahony

Morale, giustizia terrena e giustizia divina… Può partecipare a un Conclave anche ci si è macchiato di un reato tremendo come la pedofilia? In California la domanda se la pongono in tanti, mentre i Cardinali sono già con la valigia in mano pronti a imbarcarsi sul primo aereo per Roma.

E della partita, fino ad un clamoroso contrordine, dovrebbe essere compreso anche Roger M. Mahony, 76 anni, arcivescovo emerito di Los Angeles che il 31 gennaio scorso era stato “sospeso da ogni incarico” dal suo successore, monsignor José H. Gomez come annunciava il Los Angeles Times a tutta pagina.

I file che l’attuale pastore della diocesi californiana aveva dovuto esaminare e che hanno costituito l’oggetto di un procedimento durato 5 anni presso la Corte di giustizia di Los Angeles (giudice Emilie Elias) non lasciano dubbi. La Chiesa, guidata da Mahony (dal 1985 al 2011) aveva combattuto per anni per mantenere segrete le denunce di abusi, in particolare nei confronti di un prete poi fuggito in Messico, Nicolas Aguilar Riveira (accusato di molestie su 29 minori nel corso di 9 anni di permanenza in diocesi).

Una decisione sofferta quella dell’arcivescovo Gomez che l’ha spiegata con una lettera ai fedeli e al clero: “Non ci sono scuse per spiegare quanto è successo, dobbiamo riconoscere un terribile fallimento” (oltre ad un’indennità di risarcimento alle vittime di oltre 600 mila dollari).

Al destino del cardinale Mahony (che dovrà presentarsi in tribunale il 23 febbraio e che finora non ha mai ammesso le proprie responsabilità,anzi si è lamentato pubblicamente dell’umiliazione subita) si associava quello del vescovo ausiliare Thomas Curry, vicario per il clero, già dimessosi da Santa Barbara (tra i due tutta una serie di strategie per “evitare interferenze della polizia”): per loro veniva mantenuta la facoltà di celebrare, ma non di tenere omelie, né parlare in pubblico. Un provvedimento “con effetto immediato”, che non aveva precedenti oltreoceano, anche per il fatto che si trattava di un vescovo che sanzionava due confratelli nell’episcopato di cui uno pure cardinale.

Solo il Papa avrebbe potuto compiere di più e procedere con la riduzione allo stato laicale o almeno rimuoverli (come accaduto lo scorso anno al vescovo australiano Morris, per “motivi di ortodossia”).

Ma ai rappresentanti delle associazioni delle vittime dei pedofili andava bene anche così, come aveva dichiarato all’indomani David Clohessy della SNAP “un piccolo gesto nella giusta direzione”.

Ora, con un Conclave imminente e inatteso, le cose si complicano e monta la protesta: non è questo che si attende oltreoceano da Santa Romana Chiesa, ma nessuno in terra americana può far nulla, anche se al cardinale Dolan, presidente della Conferenza episcopale, sono giunte richieste di attivarsi presso il Vaticano.

Si chiede in altre parole un ultimo gesto coraggioso da parte del pontefice che tanto ha fatto per far guarire la Chiesa da questa piaga: la revoca della porpora e di fatto l’impossibilità ad entrare in Conclave per eleggere il successore.

 

Un  precedente già c’è, conclusosi però in direzione contraria alle attese: nel 2005 una manifestazione in piazza San Pietro aveva chiesto che fosse impedito l’accesso al cardinale Bernard Law dimessosi da Boston sempre per aver coperto abusi, ma il cardinale partecipò normalmente al Conclave che elesse Benedetto XVI.

 

E in Irlanda c’è già chi si pone l’interrogativo per il cardinale Séan Brady, già dimessosi da presidente della Conferenza episcopale, ma anche lui finora nella rosa degli elettori. Se sono tanti i temi in gioco per un futuro Papa, questione la pedofilia di certo non è ancora archiviata.

World’s Best-selling Italian Male Artist… l’arrivo di Antonacci in Usa!

milo manara- biagio antonacci

Biagio Antonacci approda in America con ‘Sapessi dire no’. L’album, targato Iris/Sony Music, dopo il successo ottenuto in Italia da domani sara’ in vendita negli Stati Uniti, sia in formato digitale nei consueti canali web che in formato fisico presso Barnes & Noble e Amazon.com. Nell’album, che ha la copertina firmata dal maestro del fumetto Milo Manara, saranno presenti tutti i 14 brani della versione italiana.

Il cantante non vede l’ora di conoscere la reazione del pubblico americano al lancio sul mercato del suo album e dice “Mi auguro che questa esperienza possa portarmi nuovi riscontri e nuovi stimoli”. Biagio Antonacci a Los Angeles nel 2005 è stato premiato ai Music Awards nella categoria World’s Best-selling Italian Male Artist e ha ottenuto numerosi riconoscimenti anche per il brano scritto per Laura Pausini, “Vivimi”.

Bookmakers danno Bersani vincitore!

elezioni politiche 2013

MA NON SI ERA DETTO NESSUN SONDAGGIO? Avere la quotazione dei bookmakers è molto più di un sondaggio… significa avere dati alla mano che permettono a chi gestisce le scommesse di fissare i criteri di vincita!!!

E’ Pier Luigi Bersani il favorito per la vittoria alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. Almeno secondo i bookmaker. A darne notizia e’ Agipronews. Secondo l’agenzia ”Paddy Power offre a 1,13 la presidenza del Consiglio al segretario del Pd ma e’ probabile che, per rendere solido il proprio governo, debba scendere a patti. Il piu’ accreditato per una possibile alleanza in Parlamento e’ Monti che, secondo i bookie, portera’ a casa meno del 14% dei voti”.

Chi dovrà ancora influenzare il voto dopo Sanremo, Napolitano e i bookmakers? Ce le giochiamo a poker le prossime elezioni? Forse sarebbero più democratiche!

 

Sciopero iberia, scontri all’aeroporto!

2013-02-18T153508Z_1_CBRE91H17AS00_RTROPTP_2_IBERIA-STRIKE

Scontri all’aeroporto di Madrid-Barajas, nel primo dei cinque giorni di sciopero del personale di terra e di volo dell’Iberia. La polizia e’ intervenuta per allontanare i dipendenti della compagnia di bandiera spagnola che tentavano di occupare il terminal 4. Le forze dell’ordine, in assetto anti-sommossa, hanno colpito i dimostranti con i manganelli, fermando almeno un uomo che e’ stato portato via in manette. In seguito la polizia ha permesso alle migliaia di manifestanti di entrare nell’edificio. Assistenti di volo, personale di terra e addetti alla manutenzione dell’Iberia hanno indetto uno sciopero fino a venerdi’ per protestare contro il piano della Iag, la societa’ che gestisce anche British Airways, per tagliare 3.800 posti di lavoro nella compagnia. La contestazione ha portato alla cancellazione di piu’ di 400 voli Iberia fino a venerdi’ e di centinaia di altri voli delle compagnie collegate come Vueling e Iberia Express.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: