GRILLO ANNULLA L’INTERVISTA A SKY

beppe_grillo_getty

Mentre i magistrati e Berlusconi si schierano contro Grillo, mentre la politica non smette di suscitare ilarità e anche il presidente della Repubblica viene “condannato” per aver condizionato il voto… grillo rinuncia all’intervista a sky.

Per ora restano ignoti i motivi della rinuncia. Sta di fatto che l’atteso ritorno in tv del leader 5 Stelle è cancellato. La notizia è stata confermata dallo stesso Grillo su Twitter: «L’intervista in diretta con SkygT24, prevista per le 20.30 di oggi da Genova, non si farà», scrive il leader a 5 Stelle.

Intanto Mario Monti lancia un appello a Berlusconi e Bersani per il confronto in tv: «Mancano pochissimi giorni al voto, davvero volete sottrarre ai cittadini italiani il diritto di formarsi un’idea sulla base di un confronto diretto tra i candidati? Onorevole Berlusconi, Onorevole Bersani, non facciamo questo». «Abbiamo il dovere – prosegue Monti nel suo appello – di non limitarci agli appello singoli, ma abbiamo il dovere di confrontare le nostre idee davanti agli elettori». Il Professore insiste: – «In tutte le democrazie avanzate si fa questo. Perché proprio in Italia non deve avvenire, proprio in un momento in cui l’antipolitica è così diffusa e così furiosa? Vogliamo alimentarla ancora sottraendoci al confronto base di una civiltà democratica?».

OSCAR SI CONFESSO’ AL TELEFONO CON UN AMICO: HO UCCISO BABA

oscar_pistorius_omicidio

“Ho ucciso ‘Baba’, che Dio mi porti via”. E’ la telefonata che Oscar Pistorius ha fatto al suo migliore amico, Justin Divaris, nella notte dell’omicidio della fidanzata, Reeva Steenkamp. L’atleta paraolimpico sudafricano ha telefonato all’amico per dirgli quello che era successo prima di chiamare l’ambulanza. “Ma che stai dicendo? Gli ho detto. E lui ha ripetuto: c’è stato un incidente, ho sparato a Reeva”, ha dichiarato Divaris al Mail online.

Conversione… architettonica. Una chiesa per…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiese sconsacrate in giro per il mondo, riutilizzate e ristrutturate per diventare qualcosa di diverso… estremamente diverso. Ebbene sì, questa è l’ultima sfida della “riconversione” architettonica. Una chiesa è uno spazio architettonico ampio che permette di essere sfruttato in vari modi, o con suddividendo gli spazi o lasciando l’open space… Ecco così sorgere pub, ristoranti, case, biblioteche, nightclub… insomma scatenate la fantasia e gli occhi, queste immagini vi stupiranno davvero!

Cambio ruota in corsa… ma non siamo in F1!

In Arabia Saudita, se si buca una gomma, non c’è niente di cui preoccuparsi: basta mettersi a due ruote e cambiarla in corsa. Per chi va di fretta e non ha tempo da perdere il cambio ruota in corsa è un alternativa da non tralasciare… Quindi occhio al video tutorial per non perdere i trucchi del mestiere!

 

Un cervello in fuga che illumina Cambridge!

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Non desidero cambiare nulla in Inghilterra, salvo il clima”, diceva, a ragione, Oscar Wilde. Non la pensa così Alessandra Caggiano, una dei tanti che hanno preso un aereo per raggiungere lidi più confortevoli rispetto all’Italia. Torinese di nascita, 32 anni, vive nel Regno Unito sin dal 2006, ha svolto diversi lavori, come il pub manager o il consulente per la formazione e si è trasferita in seguito a Cambridge per prendere un Master in Business and Leadership. Ora ha ideato un festival dedicato interamente a una delle cose più evanescenti e fondamentali che esistano: la luce.
Ecco come racconta la sua esperienza e la sua idea.
“Sono venuta a Cambridge spinta dal  bisogno di vivere un’ esperienza nuova, di conoscere una realtà diversa da quella italiana. Mi sono trovata in una delle zone più attive dell’Inghilterra e d’Europa, un luogo in cui l’imprenditoria è strettamente legata alla tecnologia e allo sviluppo dei servizi. Questi due aspetti chiave hanno contribuito fortemente nella decisione di iniziare una mia attività. Nel 2012 ho lanciato la mia compagnia, Cambridge Event Management Ltd e la mia passione per il tema dell’ecologia e delle risorse rinnovabili mi hanno portato a creare, con un imprenditore locale, il “e-Luminate Festivals” Cambridge è una bellissima cittadina storica, incentrata su un’istituzione vecchia di 800 anni: la sua università, a cui la maggioranza degli edifici del centro appartiene. L’università ne detiene il controllo sotto qualsiasi punto di vista. Neanche una semplice lampadina può essere cambiata senza il consenso del Vice Cancelliere. Di conseguenza, la città ha un suo peculiare, antico fascino ed è estremamente buia. Una sera, camminando per le sue strade, mi è tornata in mente Torino, e il fantastico evento che viene organizzato ogni anno da ottobre a gennaio: Luci d’Artista. Le piazze e le vie di Torino vengono illuminate da diverse installazioni, opere d’arte che si susseguono una dietro l’altra per le vie del centro. Quindi ho svolto una ricerca su questa e altre manifestazioni simili, anche per capire quanto questi eventi costino in termini di energia o di emissione di CO2. Essendo a Cambridge e avendo accesso a un pool di talenti incredibile, ho deciso di puntare sulla creazione di un evento veramente originale, approfondendo queste interessanti tematiche. Così è nata l’idea di e-Luminate Festivals. Il festival includerà vari eventi sul tema della luce: non solo proiezioni e installazioni artistiche, ma anche workshops e conferenze sul tema della luce e dell’energia rinnovabile. Abbiamo ricevuto un appoggio finanziario dal Comune, ma per portare avanti l’iniziativa abbiamo bisogno di molti più fondi. Mi piacerebbe riuscire a creare uno scambio, un “gemellaggio” con Torino. Ovviamente, per raggiungere la cifra abbiamo iniziato la campagna di raccolti fondi con largo anticipo. La manifestazione si terrà dal 20 al 24 febbraio 2013, speriamo di avere un buon riscontro!”
Ma se si parla di futuro Alessandra non ha dubbi…
“Non tornerei più in Italia, perché non ci sono prospettive lavorative o di carriera e qui la mentalità delle gente è diversa, sono più generosi!”

 

C’è chi non si ferma proprio davanti a nulla!

C’è chi ci tiene al suo “lavoro” e non si ferma neppure se c’è un uomo a terra soccorso dai sanitari. Boxe e donne è un connubio che (purtroppo) sembra indissolubile. Il siparietto maschilista con ragazze in mostra tra un round e l’altro è una vecchia usanza dello sport più violento che esista. Ma c’è anche chi va oltre i limiti del buon gusto e dell’etica… una ragazza-cartellone non si ferma neppure quando uno dei due pugili è a terra. Lei sfila annunciando il prossimo round…

BENVENUTI SUL PIANETA TERRA!

 

Come vi riproduco la realtà!

Provate a disegnare un pezzo di carta spiegazzato così bene che la gente vuole provare a stirare. Ecco questo è quello che viene chiamato disegno iperrealistico. Mago di questa tecnica è Mark Crilley, l’illustratore che “inganna” le menti e fa disegni che sembrano fotografie.  La sua abilità è mostrata in diversi video su youtube, dove si può ammirare Mark al lavoro: i più famosi sono il foglio spiegazzato, la carta da gioco strappata e la riproduzione di un fungo.  Ma la lista è infinita… A voi dire quale sia quello vero!

 

Aria pulita in vendita!

l43-aria-pulita-cina-130131111939_big

Vi ricordate l’aria respirata dai Beatles o l’ultima aria comunista prima che cadesse il muro di Berlino?

L’imprenditore cinese Chen Guangbiao ha lanciato sul mercato un prodotto decisamente insolito: aria in lattina.  Lo scopo dell’imprenditore (un miliardario diventato famoso per le sue idee insolite) è quello di sensibilizzare i cittadini cinesi sul problema dell’inquinamento.

Così ha deciso di vendere aria in lattina, per dare la possibilità agli abitanti delle metropoli cinesi di respirare qualcosa di diverso rispetto all’aria inquinata delle città.

Il problema dell’inquinamento è infatti decisamente grave in Cina, con i livelli delle sostanze tossiche frequentemente oltre i limiti di guardia, e che raggiungono talvolta livelli talmente alti che indicatori come l’Air Quality Index, sviluppato dalla US Environmental Protection Agency,non riescono neppure a misurarli.

Guangbiao avverte: “Se non facciamo qualcosa subito, tra dieci o venti anni dovremo andare in giro indossando la maschera antigas“.

Per i più pigri!

robot-pulisci-schermi-1

Siete stanchi di prendere la pezzetta e strofinare delicatamente lo schermo del vostro smartphone o del vostro tablet? Siete stanchi delle vostre ditate sul touch screen che fa perdere di estetica al vostro gioiellino? Dal Giappone arriva la soluzione ai vostri problemi: è stato infatti creato un piccolo robot in grado di pulire i piccoli schermi, in una maniera simile a quella dell’aspirapolvere che usate in casa. Il marchingegno si chiama Auto Mee S, ed è in grado di pulire lo schermo senza mai cadere oltre il bordo del dispositivo, con una grande precisione. Ogniqualvolta giunge ad un estremo del dispositivo, con un elegante dietro-front comincia a pulire nella direzione opposta.

L’unico neo, se così possiamo definirlo, è la durata del processo: in media per pulire lo schermo in maniera efficiente, sono necessari circa cinque minuti. Insomma, a mano si farebbe molto prima! Tuttavia, visto il prezzo abbordabile (attorno ai 17 $, quindi circa 12 €), rimane comunque un aggeggio davvero interessante per tutti coloro che sono amanti della tecnologia. Verrà lanciato in Giappone il 28 marzo prossimo, per cui ci vorrà del tempo prima che potremmo trovarlo in Europa (se mai dovesse giungere dalle nostre parti!). Siete interessati all’oggettino oppure preferite le vecchie maniere?

 

Riprese in apnea per le copertine più glamour!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Che siano abiti o lingerie, il risultato non cambia. Quello che invece sembra una nuova frontiera della moda è il tentativo di inventare passerelle inusuali. Ma costa fatica. Questa volta ci ha provato il fotografo Dave Kotinsky che per il suo set ha scelto il fondo di una piscina. Modelle in posa e in apnea per un risultato che sembra piacere alle griffe. Sembra che il “subacqueo” sia all’ultima moda!

RAPIMENTI IN NIGERIA: anche un italiano!

il-covo-di-sokoto-nigeria_h_partb

Sei dipendenti di una azienda di costruzioni libanese, tra cui due stranieri, sono stati rapiti da uomini armati e la loro guardia del corpo uccisa, in un attacco avvenuto a Jama, nel nord della Nigeria. Lo riferisce la polizia. «C«e stato un attacco nella sede dell’impresa di costruzioni Setraco, in un quartiere della città di Jama (200km da Bauchi) da parte di uomini armati non identificati. Sei dipendenti della compagnia, tra cui due stranieri, sono stati rapiti», ha detto il capo della polizia dello Stato di Bauchi, Mohammed Ladan. Uno dei due stranieri è un italiano.

DESIGN RICICLATO!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il riciclo nel mondo del design non è più una novità già da tempo, ma continuamente le aziende e i designer sperimentano nuove soluzioni creative per la realizzazione di oggetti originali, utili e a minimo impatto ambientale. Particolarmente sensibili alla tematica ambientale sono da sempre i paesi dell’area scandinava, ed è proprio dalla Norvegia che arriva una delle ultime idee in materia.

E’ la divertente serie Re-Turned nata dal talento creativo del designer Lars Beller Fjetlands.
Re-Turned è una serie di uccelli che nasce dagli scarti della lavorazione del legno nei mobilifici. Un modo virtuoso per ridurre sensibilmente il materiale di scarto da smaltire e far sì che ciò che finirebbe in discarica possa rinascere a nuova vita, sotto forma di complementi dal design accattivante.

L’idea è nata, racconta Beller Fjetlands, girando per la città in sella alla sua vecchia bicicletta e notando ad ogni angolo di strada, presso i punti di raccolta rifiuti, quanto materiale di ottima qualità venisse buttato via. Con il “bottino” di legname raccolto in un breve giro era già sufficiente per la realizzazione di almeno una ventina di uccelli. La cosa gli aprì gli occhi sul fatto che i rifiuti possono rivelarsi realmente una risorsa preziosa e spesso non sfruttata

Inutile dire che gli uccelli della serie Re-Turned sono tutti diversi uno dall’altro, per via delle diverse sfumature di colore del pezzo di legno da cui sono ricavati, oltre che dal disegno unico creato dalle venature. Anche la scatola che contiene i pezzi della serie Re-Turned è, ca va sans dire, interamente realizzata in materiale riciclato.

La galleria sottomarino!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fabio Novembre, designer e architetto italiano di fama internazionale, firma gli interni della Hit Gallery di Hong Kong, uno spazio innovativo dove i vestiti e gli accessori sono elegantemente in mostra come delle vere e proprie opere d’arte in una galleria.

Hit Gallery: il progetto di Fabio Novembre

La Hit Gallery è un progetto di Ittierre Spa, che controlla la produzione industriale e la distribuzione mondiale di abbigliamento di molte maison rinomate come Pierre Balmain, Galliano e Karl Lagerfeld Parigi. Jean Paul Gaultier ha inoltre recentemente firmato con Ittierre, per lo sviluppo della sua collezione uomo autunno 2013-2014.

La Hit Gallery disegnata da Fabio Novembre, si trova nel centro commerciale Times Square di di Hong Kong ed è di forte impatto visivo. Fabio Novembre ha enfatizzato gli spazi illuminando al neon i soffitti e una serie di archi illuminati racchiudono abiti ed accessori. Le pareti sono dipinte con un tono indefinibile di azzurro, idealmente neutrale e a contrasto con il bianco e nero dei pavimenti a strisce che danno un effetto optical.

Fabio Novembre conferma la forte impronta italiana nelle scelte stilistiche e si ispira all’atmosfera surrealista dei dipinti di Giorgio De Chirico per immaginare lo spazio.

La luce, il colore azzurro come il cielo e un ambiente dominato dalla presenza di due grandi espositori simmetrici, conducono i visitatori nel negozio stimolandoli visivamente attraverso un’atmosfera sognante.

Fabio Novembre crea una boutique moderna e futurista che rende ancora più piacevole lo shopping.

L’orto metropolitano!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli architetti Andrea Dalmasso e Juliana Macarena Gonzalez Ricaurte si aggiudicano il primo posto ex-aequo al concorso Hortocontest, lanciato da Lanificio Factory per la progettazione di un orto metropolitano sulla terrazza della sua sede di Via di Pietralata 159 A a Roma. La terrazza è dunque quella del Lanificio 159, cittadella dell’arte e dell’architettura, situata nel complesso post industriale del Lanificio Luciani, una ex fabbrica di lana immersa nella riserva naturale dell’Aniene.

Il concept nasce dall’idea di osservare la natura con un duplice obiettivo: trarne insegnamenti e contemplarne i mutamenti stagionali, godendo della sua bellezza. Dalla scansione dei ritmi della natura si comprende infatti come poter gestire un orto e dalla trasformazione del verde, ad opera dei cicli stagionali, si può osservare come muta lo spazio al cambiare dei colori.

La terrazza viene così concepita come un “orto in cornice” e la duplice valenza dell’osservare si sdoppia in due diversi modi di vivere l’orto. L’orto occupa infatti solo una parte della terrazza e il suo spazio è delimitato da un muro verde che lo divide dalla restante copertura; si può essere dunque dentro e fuori dall’orto. Dall’interno lo si vive coltivandolo, dall’esterno lo si osserva attraverso delle cornici praticate nel divisorio verde. Si crea così una vera e propria galleria d’arte, dove le opere esposte diventano i colori dell’orto che cambiano a seconda della stagione.

muri verdi sono composti da telai metallici e cavetti in acciaio che permettono la rapida crescita di piante rampicanti mimetizzando il progetto con il contesto circostante. All’interno dell’orto pallet e cassoni in legno sono impilati raggiungendo diverse altezze, in questo modo oltre a riproporre i terrazzamenti tipici delle zone collinari, vengono create superfici adatte ad usi differenziati a seconda della quota raggiunta. Su di esse si può sostare, sedersi e coltivare.

Al centro dell’area di intervento è posizionato un padiglione, una struttura ecologica e dinamica, interamente costruita in legno. Tre facce sono rivestite completamente in pallet mentre dieci moduli rivestiti in policarbonato, sono posizionati sui due lati che si aprono completamente all’orto. Come porte scorrevoli possono impacchettarsi al lato della struttura e aprire o chiudere completamente il padiglione. Una struttura flessibile, che può cambiare a seconda delle diverse esigenze dell’orto e dei suoi eventi.

L’intervento prevede la suddivisione dello spazio in 3 settori, tesa ad organizzare la rotazione dei coltivi; si prevede infatti di variare la coltivazione delle specie per cicli produttivi. Dietro il padiglione trova invece posto il settore delle erbe aromatiche, caratterizzate da bassi consumi di sostanze nutritive e quindi ripiantabili nella stessa zona. I vasi si immaginano diversificati a seconda del settore a cui appartengono con dei semplici numeri applicati tramite stencil; lo scopo è evitare di confondere il settore e quindi rovinare il processo di rotazione.

 

Violenza minorile… quando il carnefice è il tuo compagno di banco!

violence-women-640x480

Arresti domiciliari per due ragazzi di 16 anni che hanno palpeggiato ripetutamente una loro compagna di classe durante la ricreazione. Poi i carnefici, avevano chiesto alla loro compagna di spogliarsi in facebook. I genitori dell’allieva hanno sporto denuncia e i cc hanno installato una telecamera nel cortile della scuola. C’è da chiedersi dove stava il personale scolastico e perchè debba intervenire la polizia? Gli insegnanti non seguono i ragazzi anche durante la ricreazione? Se la famiglia della giovane non sporgeva denuncia il fatto non sarebbe mai emerso!

 

La sbronza di Berlusconi!

905fcf79ch1

TUTTO ESAURITO AL LINGOTTO E SCHERMI IN REMOTO PER L’INTERVENTO FIUME (alcolico?) DI SILVIO!

”Se Monti, Fini e Casini restano fuori dalla Camera mi ubriaco”. Lo ha detto Silvio Berlusconi alla convention al Lingotto. ”Questa volta credo che dobbiamo mettere il prosecco in frigo. C’e la possibilita’ davvero che tra qualche giorno possa ubriacarmi per la prima volta”.

Muore Keiko Fukuda: era l’ultima allieva del fondatore del Judo!

Il suo motto era: ”Sii forte, sii gentile, sii bella”. Avrebbe compiuto 100 anni fra due mesi Keiko Fukuda, la nipote di un samurai e ultima allieva ancora in vita del fondatore dello judo, e’ morta a San Francisco. Lo riferisce la sua assistente. Alta un metro e 47 centimetri, Fukuda nel 2011 aveva ottenuto il grado di Dan (cintura nera) di decimo livello, unica donna al mondo e unica persona negli Stati Uniti ad avere raggiunto questo riconoscimento. Dopo il suo trasferimento negli Usa, la judoka gestiva il Soko Joshi Judo Club per donne, dove ha continuato a praticare fino a qualche anno fa, mentre ultimamente dirigeva le sue assistenti stando sulla sedia a rotelle. Fukuda era nata a Tokyo il 12 aprile 1913 in una famiglia aristocratica. Suo nonno era il samurai che insegno’ le arti marziali a Jigoro Kano, il creatore dello judo. Invece di dedicarsi alle discipline consuete per le ragazze giapponesi di buona famiglia, Fukuda consacro’ la sua vita al judo come e’ raccontato in un documentario su di lei intitolato ”Mrs Judo”.”Questo e’ stato il mio matrimonio”, disse Fukuda e fu proprio cosi’ visto che in Giappone alle insegnanti di judo non era consentito sposarsi e lei non volle mai abbandonare lo sport.

SE QUESTO E’ UN UOMO… LA VIOLENZA INAUDITA DI PISTORIUS!

pistorus reeva

Altro particolare macabro in una vicenda che non smette di entrare nell’orrore di una mente turbata. In casa di Oscar Pustorius è stata rinvenuta una mazza da cricket ricoperta di sangue. Ora la scientifica dovrà accertare a chi appartiene quel sangue, ma è già emerso il particolare che Reeva è stata trovata con la testa fracassata. Probabilmente Pistorius, al culmine della lite per il cantante sudamericano Ogle, ha impugnato la mazza e colpito ripetutamente la ragazza in testa. Successivamente ha sparato 4 colpi. Una morte barbarica, violenta e assurda che solo una mente sconvolta poteva compiere.

Ancora non è chiara la dinamica dei fatti ma sembra che il primo colpo d’arma da fuoco sarebbe stato sparato in camera da letto, dopodiché la Steenkamp, colpita all’anca, si sarebbe rifugiata in bagno; la giovane è stata poi raggiunta da altri 3 proiettili da 9mm, di cui due alla testa. Poi quando Pistroius avrebbe capito di aver ucciso Reeva, probabilmente ha chiamato il padre. L’uuomo avrebbe ricevuto una telefonata dal figlio intorno alle 3.20 della notte, in cui lui gli chiedeva di raggiungerlo a casa e quando la famiglia è arrivata avrebbe trovato il giovane che scendeva le scale con il corpo della fidanzata tra le braccia. E intanto, secondo quanto riferito dallo zio Arnold, Pistorius in cella è “monitorato costantemente” per il timore che possa compiere gesti estremi.

2! Hugh Grant diventa di nuovo padre

0

La sua compagna cinese Tinglan Hong ha dato alla luce un bambino.Il twitter di annuncio di Hugh è stato ”In risposta ad alcuni giornalisti sono emozionato perche’ mia figlia ora ha un fratello. Li adoro entrambi a un livello imbarazzante. Hanno una mamma favolosa”. In un tweet successivo, Grant ha aggiunto ”E per essere chiaro e cristallino, io sono il papa”’. Nel 2011 era nata la figlia Tabitha.

Brainstorming: to create something new! “Immagina. Immaginati. Immagine.”

immagina

La rete è fatta per unire. La rete è fatta per creare! Inizia una nuova avventura: “Immaginati. Immagina. Immagine.” Scriviamo assieme! Vogliamo narrare una storia che si evolve giorno per giorno, assieme a tutti voi. Questa è l’idea: dateci degli elementi da cui partire e noi scriveremo l’inizio di una storia, giorno per giorno la pubblicheremo dando voce a tutte le vostre idee: UNA STORIA, TUTTE LE NOSTRE TESTE!

The web is meant to bring people together. The network can create common projects! Start a new adventure: “Imagine you. Imagine a person. Image.” We write together! We want to tell a story that evolves day by day with all of you. This is the idea: give us the elements and from which we will write the beginning of a story, day-to-day post giving a voice to all your ideas: A HISTORY, ALL OUR HEADS!

Leggi il primo capitolo! Read Chapter 1!

“La bellezza è l’eternità che si mira in uno specchio.”

bellezza

-Kahlil Gibran- (Il profeta, 1923)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: