La Lazio costretta a piegare la testa a Catania: al Massimino termina 3-1!

catania-lazio-tuttacronacaAllo stadio Massimino di Catania si disputa il lunch match della 24esima giornata di campionato che vede i padroni di casa affrontare la Lazio di mister Reja. Gli etnei, sotto la guida di Maran, stanno vivendo un momento positivo ma continuano ad aver bisogno di conquistare punti per sperare nella salvezza. Da parte loro i biancocelesti non hanno ancora perso una partita da quando Reja è tornato in panchina e ora cercano di aggiudicarsi una posizione per permetta loro un accesso in Europa. Il Catania lancia un sengale forte già al primo minuto di gioco: Peruzzi allarga per Castro, perfetto cross per Izco, destro di controbalzo e a Berisha non resta che osservare la palla che s’insacca: 1-0! Il pareggio dei laziali arriva al primo minuto di recupero: cross di Konko dalla destra, colpo di testa di Mauri, Andujar non è perfetto nell’intervento e viene beffato. E’ 1-1! Il primo tempo termina con le due squadre in pareggio dopo che la Lazio è entrata in partita nella seconda metà della prima frazione di gioco. Molti spunti da parte degli etnei che nella ripresa dimostrano di crederci. Al 3′ calcio di punizione battuto da Lodi da sinistra, Spolli anticipa Dias e di testa batte Berisha. 2-1! Appena dieci minuti di gioco e il Catania mostra di essere pronto a chiudere il match: percussione centrale di Peruzzi, scambio con Keko e facile appoggio a porta sguarnita. 3-1! Su questo risultato si chiude l’incontro che vede vincere meritatamente il Catania. Quasi inesistente la reazione della Lazio, nonostante gli ingressi di Keita e Perea. Gli etnei raggiungono i 19 punti punti in classifica, la Lazio resta a 32.

“Napolitano è il nonno di Montecristo”: il nuovo attacco di Grillo

nonno_montecristo-tuttacronacaNuovo attacco di Beppe Grillo che si scaglia contro il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, secondo il leader del M5S, avrebbe deciso di “mollare” Letta e nominare “Renzie” in seguito alle rivelazioni pubblicate sul libro di Alain Friedman in cui Monti, De Benedetti e Prodi ammettevano di essere stati consultati “prima della crisi economica del 2011 e non dopo, per sostituire un presidente del Consiglio eletto in regolari elezioni, oltrepassando così i suoi poteri”. Grillo, in un post dal titolo “Il nonno di Montecristo”, scrive: “Napolitano è il nonno di Montecristo il protagonista di una riedizione moderna del famoso romanzo “Il conte di Montecristo”. Edmond Dantès venne imprigionato per opera di tre nemici, ognuno dei quali ottenne qualcosa dalla sua condanna. Fernand Mondego ne sposò la fidanzata, Danglars da scrivano di bordo divenne comandante della nave Pharaon al suo posto, Gérard de Villefort, il giudice responsabile della sua incarcerazione, fece carriera come sostituto Procuratore del Re”. E ancora racconta: “La scorsa settimana è andata in onda una sceneggiata per costringere Napolitano a dimettersi e a nominare Renzie. I protagonisti sono tre persone alle quali si può imputare tutto, ma non l’ingenuità. Prodi, Monti e De Benedetti rilasciano a suo tempo dichiarazioni (filmate!) al giornalista Friedman ben sapendo che sono delle vere e proprie bombe. Attestano infatti che il presidente della Repubblica si mosse, prima della crisi economica del 2011 e non dopo, per sostituire un presidente del Consiglio eletto in regolari elezioni, oltrepassando i suoi poteri”. Il leader pentastellato insiste: “Quei filmati sono una lettera di licenziamento preparata con cura e tenuta in un cassetto, i cui contenuti, guarda caso, sono pubblicati un giorno prima che sia discusso l’impeachment in contemporanea sul Corriere della Sera, con due pagine, e dal Financial Times, con il titolo “The italian job” in copertina. Edmond Napolitano non ci sta e grida al fumo “Fumo, solo fumo!”, ma oltre al fumo c’è anche, ineludibile, l’arrosto e un impeachment alle porte. Molla quindi Letta e riceve Renzie, che poco dopo diventa il candidato unico alla presidenza del Consiglio. L’impeachment non viene neppure discusso, ma letto e liquidato dalla commissione in venti minuti netti. Un record mondiale. Un nuovo mistero per il romanzo d’appendice del Quirinale. Però, nonostante Napolitano abbia evitato un pubblico dibattito parlamentare sull’impeachment, cominciano a circolare voci insistenti sulle sue dimissioni a breve, dopo l’insediamento del nuovo governo”. Conclude quindi il comico ligure: “Ora, a pensar male si fa peccato, disse Andreotti, ma spesso ci si azzecca. Dei tre protagonisti del feuiletton Prodi è candidato a succedere a Napolitano, De Benedetti è il primo sponsor di Renzie e Rigor Montis, che ha ritirato ad horas la fiducia del suo partitino a Letta è un possibile candidato per la presidenza di una Commissione Europea”.

Oltre 200 persone intrappolate in una miniera illegale in Sudafrica

minatori-bloccati-sudafrica-tuttacronacaSono oltre duecento le persone rimaste intrappolate in una miniera d’oro illegale che sorge a est di Johannesburg, in Sudafrica. I minatori si trovano a decine di metri sotto terra e il portavoce dell’agenzia privata di soccorso E24, Werner Vermaak, ha riferito: “Siamo entrati in comunicazione con una trentina di minatori”. Vermaak ha quindi aggiunto: “Ci hanno detto che sotto di loro ce ne sono altri 200″.

 

Il cagnolino impavido! Non c’è vento che lo fermi

cane-impavido-vento-tuttacronacaLa Gran Bretagna è afflitta da un’ondata di maltempo che crea danni e disagi. Ma c’è chi non si ferma davanti a nulla e sfida la forza della natura pur di non rinunciare alle sue abitudini… E’ il caso di un cagnolino, un esemplare di Coton de Tulear, conosciuto anche come il cane reale del Madagascar, che coperto dal suo caldo cappottino si getta nella bufera con cuore impavido. Il cagnolino passeggia indomito sulla spiaggia di Lyme Regis.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’italiano che entra nella storia del basket Usa: Marco Belinelli

Three Point Contest'-belinelli-tuttacronaca”Questo è veramente un sogno che si avvera. Ricordo quando Larry Bird vinse questa gara: ora l’ho vinta io, non so descrivere quello che provo”. Sono queste le parole del 28enne Marco Belinelli, primo italiano a vincere il ‘Three Point Contest’, una delle gare più attese e spettacolari dell’All Star Game Nba. La guardia di San Giovanni in Persiceto, in forza agli San Antonio Spurs, è entrato nella storia non solo del basket ma anche dello sport italiano. Belinelli, che per aggiudicarsi il titolo ha battuto Bradley Beal, gioca nella Nba dal 2007, lui che a soli 15 anni centrava canestri per la Virtus Bologna di Ettore Messina e che in America ha incontrato nuovamente l’ex compagno Manu Ginobili.

Dopo la squadra bolognese e il debutto giovanissimo in serie A, Belinelli è passato allo Fortitudo, conquistando lo scudetto nel 2005. Dopo di che il volo oltreoceano e un primo impatto non dei migliori: con i Golden State Warriors non gioca che per pochi minuti, ”Ma io non ho mai pensato di tornare indietro – ha raccontato di recente – ho sempre avuto bene in testa il mio obiettivo, sapevo che non sarebbe stato facile. Quando non giocavo avevo un solo modo per convincere l’allenatore, continuare a lavorare al massimo in allenamento per farmi trovare pronto alla prima occasione”. E il suo momento arriva l’anno successivo “grazie” agli infortuni altrui: Marco si ritrova finalmente sotto canestro e riesce immediatamente a convincere anche i tifosi, forte dei quasi 9 punti di media. Ma i momenti duri non sono terminati per lui: l’anno successivo è ai Toronto Raptors con i quali non riesce a ritagliarsi un posto da protagonista. ”L’anno più difficile, da dimenticare”, commenta il giocatore. Ma la guardia azzurra non demorde e riesce finalmente a brillare grazie agli New Orleans Hornets, che gli mostrano subito grande fiducia. Belinelli entra in quintetto (tra i suoi compagni anche Chris Paul), gioca da protagonista e centra i play off. Resta due anni agli Hornets prima della firma con i Chicago Bulls, la squadra che è stata di Michael Jordan. Centra i play off e diventa il primo italiano a superare il primo turno. La scorsa estate la firma con San Antonio, squadra vice campione in carica. Gli Spurs gli offrono un contratto importante e un ruolo di primo piano nel sistema di coach Popovich: ”Un duro, urla ma sa costruire un gran rapporto con i suoi giocatori. Ha un debole per l’Italia e spesso parliamo di vini”. In squadra trova anche il suo amico Ginobili e campioni del calibro di Parker e Duncan. Marco continua a dare il meglio di sè fino a diventare il primo italiano a guidare una classifica individuale (quella del tiro da tre punti) e lo scorso 2 gennaio, contro New York, segna 32 punti, suo massimo in carriera in America. La stagione da protagonista ora è coronata dal trionfo alla gara del tiro da tre all’All Star Game. Gli Spurs hanno vinto 38 delle 53 partite sinora disputate in regular season. Belinelli, impiegato in 52 gare, viaggia alla media di 11,2 punti e 3 rimbalzi e soprattutto, tira con il 50% dal campo e con un eccellente 44,8% da 3. Ma tutto questo, a Beli ancora non basta: ”E adesso voglio l’anello”.

Il video del camion che semina il panico in autostrada: contromano sulla A7

camion-contromano-a7-tuttacronacaHa dell’incredibile quanto accaduto sulla A7 Milano-Genova dove il conducente di un camion, dopo aver dormito qualche ora in un parcheggio presente lungo l’autostrada, quando ha ripreso la sua corsa ha imboccato la corsia sbagliata trovandosi così a procedere per quasi quattro chilometri contromano. Il fatto ha seminato il panico tra gli automobilisti che non hanno esistato ad allertare la Polizia stradale. A quel punto una pattuglia ha raggiunto il camion a Bolzaneto, nella periferia nord di Genova, costringendo il camionista a ripercorrere in retromarcia l’intero percorso. Del resto non era possibile fare diversamente: impossibile pensare a un’inversione di marcia viste le dimensioni del tir e della carreggiata. Il camionista dovrà ora pagare una multa di 2mila euro.

Il dramma di Sochi: l’atleta russa che rischia la paralisi sottoposta a intervento

MariaKomissarova-tuttacronacaHa avuto successo il delicatissimo intervento, durato sei ore, al quale è stata sottoposta l’atleta russa Maria Komissarova a seguito del gravissimo incidente occorsole ieri durante un allenamento di skicross a Sochi. La sciatrice ha riportato una frattura alla dodicesima vertebra dorsale e l’intervento è servito per inserirle una placca stabilizzante. Si sa solo che l’operazione ha avuto esito positivo, ma per conoscere le reali condizioni della Komissarova, che rischia la paralisi, i bollettini medici spiegano che bisognerà attendere tre o quattro giorni. Scrive il sito OlympiaLab:

La portavoce della Federazione internazionale ha rivelato che l’incidente è avvenuto nella serie di salti in avvio di percorso dove la Komissarova è caduta in uscita dal terzo salto. Soccorsa sul posto la russa è stata portata all’arrivo in toboga e da lì all’ospedale di Krasnaya Polyana dove si è deciso di procedere all’intervento in emergenza. Nei prossimi giorni, Maria Komissarova dovrebbe essere trasportata in una struttura specializzata a Mosca.

L’uomo che entra nella stazione di polizia… e sputa in faccia all’agente

larry-green-tuttacronacaE’ finito in manette un 28enne di Milwaukee che, entrato in un distretto di polizia per lamentarsi di una situazione familiare, quando un poliziotto gli si è avvicinato per chiedergli se poteva essergli d’aiuto, ha risposto sputando in faccia all’agente. Lo stesso distretto di polizia ha diffuso il video dell’accaduto spiegando che Green è stato preso in custodia.

Alfano e quella rabbia e quel rancore negli occhi di Berlusconi

alfano-tuttacronacaAlfano ha in mano la partita e deve giocarsela bene fino alla fine. Non sarà facile ingabbiare Renzi su alcuni punti programmatici, ma il Pd ha bisogno del Ncd così come Alfano ha bisogno di trovare una propria identità lontano dall’aurea di Berlusconi. Così il leader di Ncd non perde occasione per pungolare il Cavaliere: “Sabato scorso ho visto un Berlusconi irriconoscibile ai miei occhi, rabbia e rancore non sono stati mai connotati del Berlusconi che conoscevo”.  Parole dure, ma forse un segnale preciso che Alfano ha voluto mandare a Renzi e al Pd, “noi siamo lontani da Forza Italia”… basterà questa mossa per convincere alcuni dissidenti dei dem in Senato?

La casa Vittoriana… che cela una sorpresa “futuristica”

casa-vittoriana-tuttacronacaSi trova a sud di Londra una casa Vittoriana che è in vendita per 3.8 milioni di euro e che nasconde un’incredibile sorpresa: l’attico, infatti, sembra arrivare direttamente da un film di fantascienza. Nonostante l’aspetto gotico esterno, infatti, nei piani alti si trova la ricostruzione di quella che sembra una navicella spaziale, probabile sala giochi per bambini (o adulti mai cresciuti) ricchi e fortunati. E proprio questa particolarità ha permesso che l‘annuncio della vendita della casa impazzasse negli ambienti nerd della rete.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dopo la vittoria dell’Inter: Thohir ringrazia, Icardi polemizza

icardi esultanza-gol-fiorentina-inter-tuttacronaca

Una vittoria contestata con un gol che davvero ha fatto discutere, ma se Thohir si limita a ringraziare: «Ci tengo a ringraziare tutti i giocatori e l’allenatore. Ora andiamo avanti così, da squadra, uniti, nei momenti buoni così come in quelli meno buoni. Grazie ad Hernanes abbiamo più opzioni a livello offensivo, Icardi e Palacio hanno dimostrato quanto possono essere pericolosi, onore a Samuel nostro guerriero. Forza Inter» c’è chi, come Icardi dopo aver segnato un gol in fuorigioco che gli è stato convalidato polemizza e sul suo profilo Twitter posta: «Non avete più niente da dire?», frase poi era accompagnata dall’immagine della sua esultanza dopo la rete.

Regno Unito al collasso… due morti e 140mila case senza elettricità, trasporti in tilt

tutatcronaca-maltempo-gran bretagna

Dopo l’ondata di maltempo che si è riversata nel Regno Unito le emergenza da fronteggiare sono molteplici. Dalle abitazioni, circa 140mila, rimaste senza elettricità ai trasporti ferroviari e stradali ceh sono in tilt. Poi alberi sradicati, frane  e caos. Si contano anche due morti, una donna che era alla guida della sua vettura quando è avvenuto il crollo parziale di un edificio a Londra e un anziano che è morto durante una crociera, sulla nave Marco Polo, quando un oblò della sua cabina è stato distrutto dalla forza delle onde nel Canale della Manica.

I giovani “non sono abbastanza ambiziosi”? Elkann fa tutto in famiglia!

john-elkann-tuttacronacaCarlo Pesenti, azionista della Rcs Mediagroup e alleato fidato della famiglia Agnelli, si è staccato dal gruppo. Le dimissioni dal cda, rivela il Fatto Quotidiano, sono da ricercarsi nell’isoddisfazione di Pesenti nei confronti della conduzione di Pietro Scott Jovane, amministratore delegato, da sempre attenta agli interessi del maggiore azionista, appunto la Fiat. Il quotidiano spiega che il casus belli sarebbe stata “una strana operazione portata a termine a fine gennaio dal management, a quanto pare senza tenere informato il consiglio d’amministrazione”. La Rcs si è infatti trovata a fare i conti con una grave crisi finanziaria, la stessa che ha reso necessaria la chiusura di molti periodici, che ha spinto il gruppo all’acquisto di un sito di prenotazioni alberghiere chiamato Hotelyo, per inserirlo dentro il portale corriere.it, con il nuovo nome doveclub.it, associato alla rivista di turismo Dove. Un’operazione che Carlo Montanaro, direttore di Dove, spera possa condurre a risultati positivi: “Non abbiamo nessuna evidenza, ma le speranze sono altissime” dice. Fin qui sembra non ci sia nulla di strano e si potrebbe non capire la decisione presa in seguito da Pesenti. Ma va sottolineato che l’operazione è stata condotta senza avere l’ok del consiglio di amministrazione. Ma è il Fatto che rivela quello che davvero non è andato giù all’ex azionista: sembra che l’acquisto sia stato un “favore” fatto da Yaki ai suoi cugini: fra gli azionisti del sito infatti ci sarebbe la finanziaria torinese Lamse che fa capo ai fratelli Andrea e Anna Agnelli, i figli di Umberto Agnelli, nonché appunto cugini di John Elkann: tutto in famiglia, quindi, nonostante le numerose richieste che Rcs non sia solo affare di casa Agnelli e venga gestita con una politica più trasparente e non sbilanciata a favore della Fiat. Tra l’altro, lo stesso Elkann, nei giorni scorsi, aveva rimproverato i giovani “di non essere abbastanza ambiziosi“, “di non riuscire a trovare lavoro perché preferiscono stare a casa sul divano”. Nuova, clamorosa gaffe per lui!

Dopo l’aggressione shock arriva il racconto agghiacciante del clochard “difendevo mia moglie”

genova_clochard_picchiati-tuttacronaca

Dopo lo shock generato dalle immagini che ieri sono state postate in rete sull’aggressione dei clochard di Genova, oggi arriva il racconto agghiacciante di una delle vittime. «Cercavo di proteggere mia moglie e loro ci picchiavano», queste sono state le parole di uno dei senzatetto di origine slovacca al Corriere.it che poi ha aggiunto «Verso le quattro del mattino ho sentito dei colpi molto forti sulla tenda che si è rotta. Hanno iniziato a picchiarci con i bastoni e io ho cercato di riparare Alice ma le ha prese anche lei».
L’uomo ha poi aggiunto di non aver riconosciuto nessuno degli aggressori: «Non capisco… So solo che io ero lì sotto con Alice e che fuori fra gli scatoloni c’erano mio cognato e sua moglie».
Secondo la polizia di Genova l’aggressione avvenuta ai danni dei clochard slovacchi ha radici xenofobe.

Bergomi torna su Calciopoli… Moggi risponde per le rime!

bergomi-calciopoli-tuttacronaca

Beppe Bergomi dai microfoni di sky in veste di commentatore torna sul caso Calciopoli e riaccende così il dibattito tra colpevolisti e innocentisti. L’ex interista ha infatti affermato: “Contro il Milan ho sempre vissuto le partite partendo alla pari, anche quando c’erano gli olandesi e Sacchi. Con la Juventus, invece, avevo sempre sensazioni strane, poi è venuta fuori Calciopoli, ma allora non capivo”. Bergomi alza i toni, ma c’è anche chi come l’ex dg della Juventus Luciano Moggi replica con durezza alle parole dello storico capitano dell’Inter: “Ci vogliamo dedicare oggi al malvezzo dell’ambiente calcistico, quello di spu***nare gli altri per giustificare i mancati successi della propria squadra o della squadra del cuore, come nel caso recente di Beppe Bergomi, il quale candidamente è andato a dichiarare: «Noi dell’Inter avvertivamo segnali particolari… poi è arrivata Calciopoli», come se i grandi distacchi dell’Inter dalla prima in classifica si verificassero solamente per effetto di “malcostume calcistico” e non per debolezza del proprio impianto. A testimonianza della poca attendibilità di quanto dichiarato da Bergomi basterebbe citare che l’Inter in questo campionato viaggia dietro alla Juve di ben 21 punti (visto il successo di ieri)… e Calciopoli è acqua passata. Giova al tempo stesso ricordare che Bergomi attualmente è pagato da Sky per fare l’opinionista e le telecronache e che come tale deve dimostrare imparzialità.”.

Renzi sugli spalti… e l’ironia su Twitter! Grazie “presidente”

Renzi-Fiorentina-Inter-tuttacronacaC’era anche Matteo Renzi, ieri sera, ad assistere all’anticipo della 24esima giornata di campionato che ha visto affrontarsi al Franchi la Fiorentina e l’Inter. E proprio su quello che potrebbe diventare il prossimo presidente del Consiglio hanno indugiato le telecamere. La partita, tuttavia, è sembrata essere l’unica “nota stonata” della settimana del sindaco fiorentino, visto che i viola, dopo aver recuperato lo svantaggio, hanno perso a causa di un gol di Mauro Icardi (vittoria arrivata ai nerazzurri grazie a un errore arbitrale che non ha segnalato il fuorigioco dell’argentino). Ma i tifosi dell’Inter non hanno mancato di far dell’ironia su quanto accaduto davanti agli occhi di Renzi, a partire da Fiorello che su Twitter ha scritto: “Porta bene Renzi! Grazie ‘presidente'”.

Schermata 2014-02-16 alle 10A lui ha risposto subito un altro showman, Nicola Savino, che citando l’utente @chedisagio ha scritto “Palacio Chigi”, dal nome di uno dei marcatori interisti. Per il segretario dem, tuttavia, l’accoglienza dei tifosi è stata calda e poco importa se è stato spesso distratto dall’incontro, impegnato in telefonate e sms: incoraggiamenti, pacche sulle spalle e foto in sua compagnia gli hanno tenuto compagnia sia prima che dopo la partita.

Questa presentazione richiede JavaScript.

RIP John Henson! Il figlio del creatore dei Muppets è morto

John_Henson_Sweetums-died-tuttacronaca

Lutto nel mondo dei Muppets. L’aprile scorso era morta la moglie del creatore Jane Nebel Henson e oggi arriva la tragica scomparsa del figlio minore di Jim Henson, John che ieri, colpito da un attacco di cuore è morto nella sua abitazione a Saugerties, nello stato di New York, all’età di 48 anni. La notizia è stata pubblicata su Facebook con un comunicato della   Henson Company: “E’ con grande tristezza che confermiamo che John Henson, figlio di Jim Henson e Jane e fratello di Lisa, Cheryl, Brian e Heather, è morto all’età di 48 anni di un improvviso attacco cardiaco venerdì, 14 febbraio, mentre era in casa con la figlia. John era azionista e membro del consiglio di The Jim Henson Company. Lascia due figlie, Katrina (15) e Sydney (10) e sua moglie Gyongyi. Sarà celebrata una cerimonia privata”.

Problemi di artrosi? Scoperta la cura, la malattia sarà debellata

artrosi-tuttacronaca-cura

Buone notizie per tutti coloro (e sono tanti) che soffrono di artrosi. Un gruppo di ricercatori coreani del Gwangju Institute of Science and Technology ha scoperto che la causa dell’artrosi è lo zinco, introdotto nel nostro fisico attarverso l’alimentazione, che si accumula nelle cartillagini. Quando questo minerale si troca nella cartillagine procura dolore e nei casi più gravu compromette la funzionalità delle ossa. In realtà il processo scoperto dal team coreano è più complesso in quanto l’equipé coordinata da Jang-Soo Chun, ha scoperto che la cartilagine viene attaccata da enzimi prodotti dalla stessa cartilagine in un processo distruttivo che culmina con l’interazione con lo zinco. Grazie a questa scoperta ci si augura a breve che arrivi la cura che possa debellare questa malattia.

La clamorosa novità di Brasile 2014: arrivano i time-out durante le partite

brasile-mondiali-tuttacronacaMessico-Camerun (13 giugno a Natal); Germania-Portogallo (16 giugno a Salvador); Italia-Costa Rica (20 giugno a Recife); Italia-Uruguay (24 giugno a Natal); Bosnia-Iran (25 giugno a Salvador); Usa-Germania (26 giugno a Recife); ottavo di finale 1/a gruppo B-2/a gruppo A (29 giugno a Fortaleza). Sono queste le partite della Coppa del Mondo di Calcio che si disputerà la prossima estate in Brasile e per le quali è stata introdotta, come ha annunciato la Fifa, una clamorosa novità: i time-out pensati per contrastare gli effetti del caldo. Questo significa che, se si renderà necessario, ci si fermerà al 30′ del primo tempo e della ripresa, “per tre o quattro minuti”. L’introduzione di tali pause è stata confermata dalla commissione medica della federazione presieduta da Blatter, per bocca del suo direttore Jiri Dvorak. Dvorak ha spiegato che ”non ci sono state proteste formali da parte degli atleti contro il problema del caldo”, ma non per questo si può rimanere fermi di fronte al fatto che bisogna tutelare la loro salute: ”E’ la nostra prima preoccupazione”, ha sottolineato. Tra coloro che si erano augurati l’introduzione dei time-out, a causa delle condizioni climatiche che ci saranno in Brasile, c’era stato il ct azzurro Cesare Prandelli. Pur precisando di non voler ufficializzare la cosa, Dvorak ha spiegato che ci sono ”delle partite a rischio, è un problema medico e prima dell’inizio di ciascuno di questi match faremo il punto della situazione: dipenderà da come andrà in quel momento. Parlerò con gli specialisti presenti sul posto, e poi decideremo. Altro non vorrei dire”. E ancora, sollecitato, ha aggiunto: ”Sette partite si giocheranno in un’ora del giorno che viene genericamente considerata ad alto rischio (le 13 n.d.r). Per proteggere la salute di chi va in canpo, ho chiesto che ci siano degli intervalli al 30′ del primo tempo e allo stesso minuto della ripresa. La cosa è stata approvata dal segretario generale (Jerome Valcke n.d.r.)”. Oltre a quelle che Dvorak ha definito ”interruzioni tecniche”, a disposizione dei calciatori ci saranno bevande in abbondanza e asciugamani inumiditi con acqua gelata. Non ci basiamo su chiacchiere e voci – ha detto ancora il direttore della commissione medica – ma su evidenze scientifiche. Io sono anche stato a Manaus, e posso dire che siamo ben preparati”.

Stufi del solito happy hour… provate un cocktail da 30 euro!

cocktail-tuttacronaca

Un cocktail può arrivare a costare quanto una cena al ristorante? Se siete stufi del solito happy hour e vi trovate a Singapore provate i cocktail da 30 euro. Sono sempre più in ascesa nell’isola i bar “vip” che offrono ai propri clienti «cocktail su misura». Ma come giustificare il costo di 40 dollari, poco meno di 30 euro per un coctail? Secondo i gestori di questi locali il prezzo è giustificato dagli ingredienti di prima scelta, dall’esperienza del bartender che riesce a scegliere e mixare alla perfezione i vari ingredienti e liquori e al tempo impiegato per realizzare un cocktail che spesso somiglia a un’opera d’arte. In questi bar poi si possono trovare diversi prodotti selezionati come ad esempio tartufi, champagne francesi e pomodori italiani di altissima qualità che nel nostro Paese non troveremmo mai o almeno così affermano i proprietari nell’isola del lusso e dell’eccesso!

Incredibile impresa di Lavillenie: dopo 21 anni infrange il record di Bubka

Renaud Lavillenie-record-tuttacronacaRenaud Lavillenie, oro olimpico ed europeo in carica, con i suoi 69 kg per 176 cm, è quasi un mingherlino in confronto agli altri saltatori con l’asta, eppure è riuscito in un’impresa mai compiuta da nessuno: ha superato di un centimetro lo storico 6,15 di Sergei Bubka: uno dei più vecchi record del mondo per quel che riguarda l’atletica leggera. Era il 21 febbraio 1993 quando lo zar dell’asta Bubka migliorava a Donetsk il proprio primato indoor, stabilito otto giorni prima a Lievin, sempre in Ucraina. E proprio al meeting di Donetsk, quello organizzato annualmente da Sergei Bubka, Levillenie ha strappato il record del mondo al padrone di casa. Bubka mantiene comunque il primato outdoor (dove si disputano le gare olimpiche) con il 6,14 ottenuto a Sestriere nel 1994. All’aperto Lavillenie ha come migliore misura un 6,02 (misura centrata a Londra nel 2013).

Omicidio-suicidio causa crisi: le banche vogliono anche le spese funebri

romano_dubrilla-tuttacronacaEra il 25 gennaio 2010 e a Valliera, frazione del Comune di Adria, in provincia di Rovigo, il cadavere di due persone veniva trovato nella loro abitazione. Si trattava dell’impresario edile Romano Borin, di 62 anni, e della moglie, la casalinga 59enne Dubrilla Moschini. Si trattava di un omicidio-suicidio, con l’uomo che aveva ucciso la consorte con un colpo di pistola per poi rivolgere l’arma contro se stesso. Alla base di quel gesto, ci sarebbero le banche. In un memoriale Romano Borin spiega il motivo per il quale vuole farla finita: non vede una via d’uscita dalla situazione finanziaria nella quale la sua attività si trova. La figlia della coppia, Marzia, ha presentato un esposto: “Dal memoriale si evince che Borin fosse conscio che tali operazioni bancarie gli avrebbero impedito il proseguimento di qualsiasi attività. Ultimamente ci è stato chiesto anche di restituire l’oro di famiglia e i pochi soldi lasciati per le spese funebri. Questo non lo accettiamo”.

Paura nel Napoletano: esplosione in una pasticceria

vigili-del-fuoco-tuttacronacaErano da poco trascorse le otto di domenica 16 febbraio quando si è verificata un’esplosione in una pasticceria di Casalnuovo, in provincia di Napoli. La centrale operativa dei vigili del fuoco, intervenuti sul luogo, e il personale medico del 118 confemano che ci sono due persone ferite, per fortuna non in gravi condizioni.

Voragine a Napoli, sfollate decine di famiglie

napoli-fuorigrotta-tuttacronaca

Serata animata per un condominio a Fuorigrotta a Napoli. Nel complesso, chiamato parco dei ferrovieri, si è aperta infatti una voragine intorno alle 21,45 a pochi metri dall’ingresso del palazzo dell’isolato 8, abitato da circa venti famiglie. I testimoni hanno dichiarato: «Abbiamo sentito un boato poi è crollato tutto». Fortunatamente non ci sono stati danni a persone, ma i vigili del fuoco hanno fatto sgomberare il palazzo ritenendo pericoloso far passare agli abitanti la notte all’interno delle loro abitazioni. Il cedimento sembrerebbe dovuto a infiltrazioni di acqua che hanno reso lo strato di terreno sottostante friabile. I vigili hanno anche eseguito dei sopralluoghi negli scantinati per vagliare la stabilità dell’edificio. Decine di famiglie hanno lasciato le case. Questo è il secondo incidente a Napoli, sempre ieri infatti al Vomero era scattato l’allarme per un cedimento fra via Scarlatti e via Mattia Preti. Anche qui il dissesto sarebbe dovuto alle infiltrazioni d’acqua per le quali già nel pomeriggio si era resa necessaria la sospensione dell’erogazione dell’acqua.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Conteso tra Juventus e Milan… Nani quale maglia indosserà?

NANI-milan-juve-tuttacronaca

E’ uno dei giocatori più richiesti sul mercato e in vista del calciomercato estivo i club si sono mossi con largo anticipo per vagliare le condizioni e la possibilità di portare Nani a vestire la loro maglia. Tra queste ci sono due italiane la Juventus e il Milan. Il derby di calcio mercato si giocherà quindi tutto in Italia? Decisamente no, perché anche Atletico Madrid, Monaco e Valencia sono interessate al giocatore. Secondo ‘Tuttosport’, nei giorni scorsi però sarebbe stata la società bianconera a muoversi maggiormente e a chiedere all’entourage del giocatore anhce rassicurazioni sul recupero fisico dell’esterno del Manchester United e sembrerebbe che tali rassicurazioni siano arrivate. Il terreno è fertile e la sfida Milan Juve promette scintille… ma attenti ai club stranieri!

 

“Mi piace pensare alla musica…

musica-tuttacronaca… come a una scienza delle emozioni”

-George Gershwin- (da The Composer in the Machine Age)

Destro e Ljajic hanno ancora tempo per convincere Garcia?

rudi-garcia-tuttacronacaGli ultimi rumors che circolano attorno a Trigoria vorrebbero che Adem Ljajic e Mattia Destro abbiano i giorni contati con la maglia giallorossa, anche se il secondo domani si giocherà sul campo la possibilità di restare: dovrà infatti convincere Garcia che su di lui è ancora possibile scommettere. Ljajic e Destro erano costati alla Roma ben 28 milioni di euro ma non hanno reso quanto ci si attendeva quindi non ci sarebbero dubbi al riguardo: qualora fra qualche mese si presentasse un’interessante doppia offerta, a quel punto la dirigenza romana potrebbe decidere di cedere i due giocatori per sostituirli magari con un innesto di qualità e di livello. Calciomercato.com propone una lista di nomi di prestigio a cui potrebbe puntare a quel punto il club: da Mandzukic (Bayern Monaco) ad Edin Dzeko (Manchester City), per arrivare fino a Karim Benzema ( Real Madrid). Più facile invece l’acquisto di Juan Iturbe, che secondo molti avrebbe già un accordo con la Roma, e attenzione anche al possibile ritorno alla base dell’ex Alessio Cerci. Il ds Sabatini potrebbe interessarsi anche a Demba Ba e Lukaku, entrambi in partenza dal Chelsea.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: