Una ragazza spunta dal cellulare di Carlo Mura…

l43-mondovì-carabinieri-omicidio-carlo-mura-ragazza-tuttacronaca

Sarebbe stata una ragazza l’ultima persona con cui Carlo Mura avrebbe parlato dopo essere stato ucciso (o suicidato, secondo un ipotesi che non trova molti riscontri). Ci sarebbe stata una telefonata una giovane e poi l’incontro, nella tarda serata di venerdì, sulle scale antincendio della scuola, non molto lontano dal luogo dove poi la bidella lo avrebbe trovato cadavere. Gli inquirenti sono giunti a lei tramite i tabulati telefonici del cellulare del giovane operaio, ma la donna al momento è ritenuta solo e unicamente una testimone.

“Non smetteremo di esplorare. …

viaggio

… E alla fine di tutto il nostro andare ritorneremo al punto di partenza per conoscerlo per la prima volta.”

-Thomas Stearns Eliot- (da Quattro Quartetti. 1943)

Uno sguardo a… i carciofi alla menta

La ricetta puoi trovarla QUI!

carciofi-menta

Lewis e Clark… sulle corde di Tommy Emmanuel

Lewis e Clark… raccontati dai Simpson

Lewis e Clark… la spedizione

Gente di Saint Louis… Lewis e Clark

lewis-clark

Uno sguardo a Saint Louis… Forest Park

st-lous-forest park

Uno sguardo a Saint Louis… History Museum

st-louis-history museum

Uno sguardo a… SAINT LOUIS (Missouri)

saint-louis-tuttacronaca

Ad Amici trionfa il rap!

moreno-vittoria

E’ il rapper Moreno “Stecca” Donadoni a vincere la 12esima edizione di Amici, dopo che per un’intera finale ha atteso pazientemente il suo turno. La sfida è iniziata con una Greta in forma come non si era mai sentita che ha eliminato Veridiana. Anche il ballerino Niccolò, pur trionfatore della sua categoria e con un futuro brillante davanti a lui, ha dovuto piegare la testa allo stato di grazia della cantante che questa sera ha convinto davvero tutti, dai giudici Ferilli, Ponte e Argentero, ai due direttori artistici Emma Marrone e Miguel Bosè, tornato per la finale. Ma anche loro sono rimasti “in panchina”, con i ragazzi che si sono auto-gestiti la loro gara. Alla fine non rimaneva che uno sfidante a Greta, il rapper che è diventato in breve l’idolo della folla. Alla fine Moreno si è portato a casa il premio della critica e il trofeo più ambito: la vittoria sancita dal pubblico. D’ora in poi… “steccca” per tutti!

Il pugno di ferro della polizia turca: mille feriti a Istanbul

scontri-turchia-tuttacronaca

Sono state decine di migliaia le persone scese in piazza a Istanbul oggi, per quella che era iniziata come una protesta per opporsi all’edificazione di un centro commerciale e di un complesso residenziale che prevede la la distruzione di un parco, unico polmone verde rimasto in città ma che si è trasformata in una rivolta contro l’autoritarismo di Recep Tayyip Erdogan. Quello che si denuncia è la politica autoritaria e il progetto di “re-islamizzazione” del Paese del premier turco. Si è inizato all’alba a combattere, con i reparti anti-sommossa che hanno preso d’assalto, muniti di manganelli, lacrimogeni, cannoni ad acqua, spray urticanti, i giovani che presidiavano il Gezi Park, per impedire alle ruspe di sradicare i 600 alberi del parco. Da là la protesta si è allargata tentacolarmente e la guerra urbana è durata fino al pomeriggio. Le fonti mediche parlano di circa un migliaio di feriti, anche se il governo parla di appena 79 persone. Ci sarebbero anche quattro morti, accecati dai lacrimogeni. Tra le persone soccorse anche un deputato curdo, colpito da un candelotto lacrimogeno che era stato sparato a livello d’uomo, e anche tre cronisti.

In mezzo alla nuvola grigia, con lacrimogeni che, stando ad alcuni testimoni, venivano lanciati anche dagli elicotteri, si alzavano cori anti-Erdogan, quali “fermiamo il fascismo!”, “governo dimissioni!”. Secondo alcuni testimoni lacrimogeni sono piovuti anche dagli elicotteri. E mentre agli italiani presenti è stato diramato l’avviso di restare in albergo, in piazza sono scesi anche gli attivisti del principale partito di opposizione, il Chp, per protestare contro il giro di vite contro l’alcol che il governo ha imposto, altro segno potente dell’intento di re-islamizzazione. In tutto questo, Muammer Guler, ministro degli Interni, ha riferito dell’arresto di 939 persone in oltre 90 manifestazioni scoppiate in tutto il Paese. Perchè la protesta ormai sta invedendo il Paese. E se ieri Erdogan aveva avvisato che, qualsiasi cosa fosse accaduta, il destino del parco era segnato aggiungendo un “non cederemo”, il capo dello Stato, Abdullah Gul. Ha chiesto “moderazione”, denunciato un livello di scontro “inquietante”. Subito dopo la telefonata al premier, alla quale ha fatto seguito il ritiro della polizia. Erdogan ha anche dovuto ammettere “eccessi” e “errori” della polizia. Una volta liberate le strade dalle forze dell’ordine, Taksim è stata invasa da decine di migliaia di manifestanti in festa per la “vittoria” sul premier. Molti artisti e intellettuali si sono schierati con la protesta, denunciando il sistema autoritario di potere del “sultano” Erdogan. Il capo dell’opposizione, Kemal Kilcdaroglu, lo ha accusato di comportarsi come un dittatore chiedendone le dimissioni. Il 2014, l’anno di tutte le elezioni in Turchia – locali, presidenziali e politiche – è alle porte.

Questa presentazione richiede JavaScript.

The sound of change: la musica che dice NO alla violenza sulle donne

the-sound-of-change

Si chiama The Sound of Change il Live Aid al femminile che si è svolto al Twickenham Stadium di Londra, promosso dalla fondazione Chime for Change e benedetto da uno speech del principe Harry, che è il presidente di questo tempio del rugby. L’evento, che ha per scopo raccogliere fondi e creare consapevolezza affinché donne e bambine possano godere in questo mondo di pari opportunità, vanta l’organizzazione di tre donne d’eccezione: Frida Giannini, Beyoncé e Salma Hayek Pinault. Cast di grandi nomi che sono sfilati sul palco, tra gli altri Madonna, Jennifer Lopez, John Legend e Simon Le Bon. Unica italiana Laura Pausini che, prima di salire sul palco ha commentato: “Una delle ragazze ammazzate negli ultimi giorni era iscritta al mio fan club. Non voglio rivelare il suo nome per rispetto alla famiglia”. Racconta anche la sua esperienza con l’evento: “Non riuscivo a credere che avessero pensato a me. Non ho esitato un attimo, immediatamente conquistata da uno degli impegni della fondazione, l’educazione dei piccoli. La maternità mi ha resa più sensibile di fronte a queste problematiche; non è facile fare delle scelte per un figlio e se sono qui è perché mi piace pensare che Paola fra vent’anni possa essere in mezzo a un pubblico come questo a far casino per una giusta causa. Ho una fiducia totale nelle madrine di questo evento; con Salma Hayek ho già partecipato a Los Angeles a una raccolta di fondi per l’iniziativa Colombia Sin Minas”. Poi confessa: “Mia figlia è stata concepita proprio qui a Londra, dopo il concerto alla Royal Albert Hall  –  una bambina molto rock; questa serata è la chiusura di un periodo magico della mia vita e della mia carriera”. La Pausini ha deliziato il pubblico con Io canto, in italiano, incredibilmente ben accolta dalla platea, e It’s not goodbye, la versione inglese di In assenza di te. “Ce n’è voluto di coraggio!”, esclama Laura. “Non è mica facile affrontare la platea cantando nella nostra lingua. Ma l’ho voluto fare per ribadire chi sono, non ho partecipato a questo evento con l’ambizione di aprirmi un nuovo mercato ma con l’entusiasmo di appoggiare un progetto in cui credo fermamente. Ne conosco di donne sfortunate, tante ragazze che mi scrivono e che non denunciano le violenze subite perché non hanno fiducia nella giustizia  –  cosa succede dopo? ci sono pene adeguate per chi commette questi reati? le donne che denunciano sono tutelate da ulteriori ritorsioni? Non credo, come dicono, che la violenza sulle donne sia aumentata negli ultimi anni. Per decenni, secoli, questa è stata una realtà sommersa, non se ne parlava, le famiglie facevano muro affinché nulla trapelasse all’esterno  –  e in molti casi è ancora così; un problema di educazione, dunque”.

Frida Giannini farà invece il suo ingresso sul palco con Salma Hayek prima dell’esibizione di Beyoncé, il gran finale. “Siamo qui per urlare le nostre istanze. Questa è l’emergenza e l’opportunità di oggi”, dice direttore creativo di Gucci e dell’intero progetto, co-fondatrice di Chime for Change. “Ci troviamo in un momento storico importante per quanto riguarda la situazione delle bambine e delle donne, ed è giunta l’ora di un cambiamento. Penso sia essenziale per noi vedere e celebrare le nostre possibilità. La mia speranza è che attraverso Chime si possano aiutare le voci che rivendicano il cambiamento a diventare così forti da non poter più essere ignorate”. Come lei la pensano anche i presentatori della serata, che ricordano i numeri dell’emergenza. Tra loro ci sono Madonna e James Franco, Jessica Chastain e Freida Pinto, Desmond Tutu e Blake Lively: “Vogliamo un mondo dove ogni bambina abbia diritto alla scolarità, poiché i due terzi degli analfabeti del mondo sono donne; il 60 per cento dei bambini che non frequentano le scuole dell’obbligo sono donne; il 70 per cento delle donne ha subito almeno una volta nella vita violenze fisiche o sessuali; solo il 21 per cento delle donne occupa in politica ruoli prominenti; 800 donne al giorno muoiono di parto o di gravidanza; l’80 per cento degli 800mila esseri umani che ogni anno vengono venduti o scambiati come schiavi sono donne; ogni anno 10 milioni di ragazze sotto i 18 anni devono accettare un matrimonio combinato”. Anche la Hayek ha dato il suo contributo: “Nell’era dell’informazione nessuno può essere spettatore disinteressato. La tecnologia ci connette come mai prima d’ora. Ciò significa che abbiamo l’opportunità, la responsabilità di fare qualcosa. Non è solo ciò che sappiamo che ci definisce ma anche quel che facciamo, questa è la filosofia di Chime for Change”. Infine parola alla “single lady”, Beyoncé: “Sono sempre stata una fiera sostenitrice delle pari opportunità. Le ragazze devono imparare da giovani che sono forti e in grado di ottenere ciò che vogliono dalla vita. E’ nostro compito cambiare le statistiche che riguardano le donne di tutto il mondo. Sono onorata di far parte di questa campagna insieme ad altre donne che vivono la vita in modo coraggioso e danno l’esempio alle nuove generazioni”. Sperando che sia solo il primo passo di un lungo cammino.

Il cadavere nel cuneese ha un nome: Giovanni Carlo Mura

Giovanni Carlo Mura-tuttacronaca

Era un operaio 22enne di Mondovì, l’uomo trovato morto questa mattina, accoltellato e semi-carbonizzato, in una stradina della cittadina cuneese. Si chiamava Giovanni Carlo Mura. A identificarlo sono stati la madre e il fratello.

“Me l’hanno ammazzato, bisogna fare di tutto per trovare chi l’ha fatto’’, sono le poche parole della madre, Iolanda, 49 anni. ‘’Ieri sera Giovanni è uscito presto – ha dichiarato la donna – anche io sono uscita, e al mio rientro non c’era ancora. Stamattina non l’ho visto, ma non ero preoccupata, perché si alzava presto la mattina per andare al lavoro’’.

Il sostituto procuratore si limita ad affermare Riccardo Baudinelli: “Al momento è presto per fare ipotesi. Ci sono molti elementi sulla scena del crimine e non escludiamo nessuna pista’’.

In paese tutti dicono che il giovane aveva pochi amici, era timido e probabilmente, secondo alcuni, aveva tendenze omosessuali.

All’interno del suo zainetto, oltre i documenti, sono stati rinvenuti un berretto e un libro fantasy.

Ma come è avvenuto il delitto?

Prima la vittima è stata accoltellata, poi strangolata con il cavo della batteria che è stato trovato su un albero. Infine il corpo sarebbe stato trasportato dal lato opposto della strada e dato alle fiamme. Questa mattina infatti la bidella che ha lanciato l’allarme lo aveva trovato proprio su quel lato della strada, mentre l’albero a cui pendeva il cavo si trovava sul lato opposto. Una dinamica complessa per un omicidio che sembra voler cancellare l’identità della vittima, quasi renderlo irriconoscibile. La ricostruzione è stata fatta grazie alle macchie di sangue sull’asfalto. Sul corpo, rinvenuto a pancia in giù, e girato solo dal medico legale, erano evidenti i segni dello strangolamento e le numerose ferite d’arma da taglio concentrate nella zona tra il torace e l’addome.

Sul posto oltre all’arma del delitto, un coltello a lama corta, è stato trovato, in serata, anche il cellulare della vittima. Proprio sul telefonino ora si concentreranno le forze dell’ordine per ricostruire le ultime ore di vita del giovane. 

 

De Laurentiis vuole un Napoli internazionale

delaurentiis-napoli-tuttacronaca

Mira alto Aurelio De Laurentis, o, quantomeno, guarda lontano, più precisamente, oltre i confini nazionali: “Voglio allargare i confini del Napoli all’estero. Prenderò tre o quattro squadre, una sicuramente in Inghilterra e ho chiesto a Reja di essere l’allenatore. Mi ha dato una disponibilità di massima, naturalmente quando accadrà,  vedremo se sarà ancora disponibile. Edy è uno di famiglia, per lui ci saràsempre un posto”. Il patron del Napoli ha parlato a radio Marte in diretta da Los Angeles spiegando: “Il nostro modello è il Bayern Monaco – ha spiegato a radio Marte in diretta da Los Angeles – il mio amico Rummenigge (presidente dei bavaresi, ndr) mi ha spiegato che loro non pagano stipendi russi o arabi. Rispettano il fair play finanziario e comunque hanno vinto Bundesliga e Champions League. Naturalmente hanno un fatturato molto più alto rispetto al nostro che comunque comincia a diventare importante. Sono orgoglioso di quanto siamo facendo. Siamo ripartiti da zero e stiamo coniugando i risultati sportivi a quelli economici. Ci siamo inventati tantissimi prodotti a marchio Napoli e con la collaborazione di Alessandro Formisano, stiamo aprendo negozi ovunque. Il nostro brand è in grande crescita, il migliore tra le italiane: noi abbiamo un +18%, l’Inter un -11%. Ci penserà Mazzarri a colmare il gap”. De Laurentiis fa cadere i veli anche per quel che riguarda il prossimo ‘acquisto’. L’obiettivo è Fabio Pecchia: “Lo stiamo valutando, dovrebbe essere il vice di Benitez. Mi piace molto, è serio, colto ed educato e parla le lingue che non guasta. Il Napoli deve aprirsi alle nuove frontiere”. Ma barriere potrebbero essere anche quelle d’incomunicabilità, e il patron non ne vuole sapere, ecco allora che dà appuntamento a tutti i tifosi in Twitter per domani: “Affronterò tantissimi argomenti. Chiedo agli appassionati del Napoli che abitano all’estero di iscriversi, così possiamo dialogare”. Una parola anche per lo stadio San Paolo: “Ho parlato con il sindaco de Magistris: mi ha assicurato che il certificato di agibilità arriverà in tempi brevi. Giocare in Champions League a Palermo avrebbe conseguenze molto gravi”.

Arrestati alcuni italiani a Francoforte mentre manifestavano alla Bce!

blockupy-francoforte-arresti-italiani

Violenza nella seconda giornata di “Blockupy” Francoforte. Verso la sede della Bce hanno marciato in 7mila oggi e tutto sembrava procedere tranquillamente. Le strade della capitale economica tedesca erano percorse dai manifestanti pacificamente, fino a quando un piccolo  gruppo di persone a volto coperto ha iniziato a lanciare pietre e fumogeni contro la polizia. La reazione delle forze della sicurezza è stata immediata: spray al peperoncino e lacrimogeni. Oggi l’ordine dato ai poliziotti era diverso da quello di ieri: impedire a ogni costo il passaggio dei dissidenti accanto alla Eurotower!

Alla fine ci sono stati diversi feriti e molti arresti. Tra i fermi anche decine d’italiani che erano arrivati a Francoforte da  Napoli, Padova, Venezia, Bologna e dalle Marche. Tra questi c’era anche il consigliere comunale di Venezia, Beppe Caccia.

Alle ore 20.00 solo due italiani sono stati rilasciati mentre gli altri si trovano ancora in stato di fermo. Intanto il corteo continua a fronteggiare la polizia e a ondate le forze dell’ordine irrompono tra i manifestanti e ne arrestano alcuni.

Le manifestazioni degli indignados oggi si sono svolte in oltre 80 città europee al grido di “I popoli uniti contro la Troika”, cioè Commissione Europea, Bce e Fondo monetario internazionale.  La protesta è sempre quella di attuare politiche tese a discriminare alcuni cittadini europei a favore di altri.

Questa presentazione richiede JavaScript.

M5S si piega in Campania: condono per chi “ravvede”

condono-edilizio-napoli-m5s-tuttacronaca

Se ne rendono conto anche i “cittadini” del M5S che in Campania non c’è proprio nulla da fare… l’abusivismo è, il più delle volte, così connaturato nel DNA della regione e dei suoi abitanti che il condono serve. Così arriva il “testo del disegno di legge” su la “rivalutazione del patrimonio immobiliare esistente e la risposta 5 stelle all’abusivismo edilizio”. Il sapore è inequivocabile sà di quella realpolitik a cui siamo abituati sin dai tempi della prima repubblica: “Riabilitazione degli edifici realizzati entro il 30 settembre 2004 con sospensione dei procedimenti amministrativi e giurisdizionali anche nelle aree soggette a vincolo paesistico”. Ma è lo stesso Luigi di Maio, vicepresidente della Camera, a dichiarare che la proposta sarà presentata alla commissione del M5S che valuterà se è possibile presentarla o meno in Parlamento.

Nella bozza in questione i grillini parlano di ‘ravvedimento operoso del trasgressore’ finalizzata a consentire la ‘riabilitazione e revoca delle sanzioni demolitorie e ripristinatorie, amministrative e penali, solo a condizione che sia stata accertata l’esecuzione di opere di prevenzione del rischio sismico ed idrogeologico, di bonifica, messa in sicurezza, nonché interventi di bioedilizia, potenziamento dell’efficienza energetica e risparmio delle risorse idriche, nell’ottica di un miglioramento complessivo della qualità architettonica, energetica ed abitativa e per razionalizzare e contenere il consumo del territorio’.

In questo modo si cercherà di battere la crisi con una politica  ” di ecosostenibilità  e di messa in sicurezza” delle abitazioni abusive, legittimandole così a stare sul territorio. Una sorta di accettazione del danno minimizzando l’impatto ambientale… forse potrebbe davvero essere l’uovo di Colombo per far nascere una ripresa nel settore edilizio e allo stesso tempo non privare dell’abitazione migliaia di cittadini.

E un’omonimia! Equitalia non se ne accorge e gli vende casa.

equitalia-caso-omonimia-boss-tuttacronaca

Riforma per Equitalia? Può darsi ma non certo nel caso di A.M. 48enne di Napoli che ha dovuto presentare denuncia e querelare per falso Equitalia che gli stava rovinando la vita per una omonimia! Lui si chiama infatti come un boss del contrabbando e l’Agenzia delle Dogane gli chiede 18 milioni per danni all’erario. Equitalia però non si accontenta dei 18 e gliene chiede 25 di milioni calcolando anche gli interessi… intanto provvede a vendergli la casa all’asta. Quando finirà lo strapotere di Equitalia?

 

Harry Styles testimone di nozze al matrimonio di Anne: Isn’t She Lovely?

Anne Cox and Harry Styles

Giornata importantissima oggi per uno degli One Direction, Harry Styles. Il ricciolino del gruppo è stato il testimone alle nozze di sua madre, Anne Cox. I suoi genitori si sono separati quando Harry aveva solo 7 anni e oggi la donna, legatissima al figlio che la definisce “la mia roccia”, si è unita in matrimonio con Robin Twist, suo compagno già da anni e che il ragazzo considera un secondo padre.Ecco i tre, qualche anno fa… prima dei famosi ricci!

harry-styles-matrimonio-anne-cox22

E per onorare in pieno il matrimonio, ha accettato di essere il “best men” di Robin, ossia uno dei suoi testimoni. Accanto a lui anche Mike, il figlio che l’uomo ha avuto da una precedente relazione. Giornata importantissima quindi, fa festeggiare nel migliore dei modi. Tanto che Harry ha dedicato alla madre, lei che ha sempre sostenuto la sua passione per la musica, sin da prima del suo debutto a X Factor, la canzone “Isn’t she lovely”. Ovviamente le directiones sono impazzite al solo pensiero, ma noi abbiamo fatto di più ed abbiamo scovato il provino del cantante al Talent britannico… indovinate un po’ che brano ha presentato?

Basterà il Palais Lumiére per salvare l’Ilva?

Palais Lumiere-tuttacronaca

Serve acciaio al Palais Lumiére, quell’acciaio di prima qualità che esce proprio dalla fabbrica più inquinante d’Italia… quella in cui da mesi si sta combattendo il braccio di ferro tra la salvaguardia della salute dei lavoratori e dei cittadini di Taranto e il posto di lavoro. In quegli altiforni può essere fuso quel materiale che tanto servirebbe a  Rodrigo Basilicati, il nipote di Pierre Cardin, l’ingegnere responsabile del progetto della Torre Cardin. Il Palazzo dovrà nascere a impatto nullo, essere quindi una riqualificazione urbana dell’area di Marghera, dovrà inoltre utilizzare le  imprese del luogo e i materiali lavorati dovranno essere a chilometri zero. Questo l’ambizioso progetto… ma se non è tutto oro quello che luccica, non può essere sicuramente acciaio “pulito” quello che verrà utilizzato per la sede Pierre Cardin. Ci sono già gli scettici che parlano di un’impresa faraonica, che nulla o poco ha di ecosostenibile e ancor meno di sfida contro la crisi. In realtà in palio ci sono accordi tra banche, politica e una “speculazione” su un territorio già abbondantemente dilaniato dall’inquinamento come quello che per anni è stato perpetrato ai danni di Marghera. Oggi tra i mobili pop e look molto anni ’80 si vuole far dimenticare quei veleni che sono stati riversati per anni nella laguna. Inoltre si pensa di utilizzare quell’acciaio che nasce dll’Ilva e che certo non brilla per impatto zero… ma l’intento è dei più nobili: salvare dalla Cig migliaia di lavoratori e ridare linfa vitale all’azienda (non ai cittadini o agli operai che saranno costretti ancora di più a sottostare all’inquinamento se vogliono salvare il loro posto di lavoro). Insomma quello di Rodrigo Basilicati è l’ennesimo tentativo di “sfruttare” la crisi italiana a proprio vantaggio o è davvero il gesto eroico dell’imprenditore che ama il proprio Paese e vuole farlo rinascere?

Questa presentazione richiede JavaScript.

Pinterest apre al nudo artistico

pinterest-sestyle-tuttacronaca

E venne il giorno in cui il nudo sui social non fu più un tabù… ma solo se è d’autore e solo se lo postate sulla piattaforma di Pinterest. Facebook e gli altri social invece non cambiano opinione e restano dell’idea che meglio vietare ogni tipo di nudo piuttosto che essere invasi da denunce o da polemiche.

Ma chi è che preme essenzialmente sui social per poter postare le foto di nudo? Soprattutto gli artisti e i fotografi che si sono visti per anni negare le piattaforme per esibire le loro opere. Poi chiaramente c’è anche chi non ha “opere così elevate” e vuole diffondere solo mera pornografia, ma le distinzioni esistono proprio per veicolare ciò che è artistico da ciò che è volgare. Sicuramente l’utente medio di Pinterest non è quello di Facebook. La piattaforma nasce con l’intento di esprimere le proprie passioni e di condividerle. Tra queste c’è anche l’arte e l’arte comprende anche il nudo. Ma il dilemma di sempre è come dare delle norme certe e sicure di cosa può essere ritenuto artistico? Ci possono essere dei canoni per definire un nudo ed elevarlo a opera artistica? Sicuramente si è tutti d’accordo sulla Venere di Milo, ma ci sono voluti anni per apprezzare e accettare la grandezza di Gustave Courbet e la sua “Origine del mondo”.

Ma se Pintarest vuole comunque lasciare la strada aperta, Facebook è ancora alle prese per le polemiche che alcuni grandi marchi hanno sollevato quando si sono visti affiancare alle loro pubblicità altri spot pubblicitari che inneggiavano al femminicidio o che erano discriminanti per qualche categoria. In questo clima, il social network più famoso del mondo è in seria difficoltà a permettere ai suoi utenti la pubblicazione di nudi, qualora anche si trattassero di nudi artistici!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Amici 2013 riserva una sorpresa per la finale: torna Bosè!

Miguel-Bosè-ed-Emma-Marrone

Colpo di scena per la finalissima di Amici 2013: Miguel Bosè, terminati i suoi impegni, parteciperà alla puntata! Vengono fugati così i gossip che parlavano di un litigio con Emma Marrone e anche la possibilità di dissapori con Maria De Filippi. Lucia Bosè, madre del cantante, ha spiegato che l’uscita di scena era fissata “fin dall’inizio” e questo a causa di “impegni lavorativi improrogabili” che gli avrebbero impedito di terminare la stagione del talent show. Per l’occasione, svelata una piccola anteprima riguado la prossima stagione: Bosè ha già accordi per ricoprire ancora una volta le vesti di direttore artistico. E’ ancora la madre a spiegarlo: è stato chiamato per l’anno prossimo, ad Amici 13, quando sarà nuovamente impegnato con loro per due o tre mesi”. Questo conferma quindi che l’artista spagnolo è stato un ottimo acquisto per il talent show e a questo punto, vista la regola che vuole che la squadra vincente non vada cambiata, è legittimo aspettarsi che anche Emma venga riconfermata.

Ferzan Ozpetek è con i manifestanti di Gezi Park

ferzan ozpetek-manifestazioni-turchia-tuttacronaca

Ferzan Ozpetek prende le distanze dal governo di Erdogan e sottoscrive l’appello dei media internazionali affinché il resto del mondo sia messo a conoscenza di quello che sta accadendo e dello stato di polizia creato dal partito Akp del premier Erdogan. I media turchi, afferma l’appello, controllati direttamente dal governo, o economicamente o politicamente legati al governo, si rifiutano di parlare degli incidenti”. Con queste parole il regista turco ha voluto dare il suo sostegno alle proteste che da giorni stanno infiammando la capitale turca e che spesso sono finite nel sangue.

Il tocco italiano per festeggiare Elisabetta II e i suoi 60 anni di trono

triumph-queen-elizabeth-coronation-tuttacronaca

Domani saranno 60 anni di trono per la regina Elisabetta II d’Inghilterra. Negli ultimi 12 mesi, il cosiddetto “Giubileo di diamante”, la Gran Bretagna ha omaggiato in ogni modo la sua sovrana, ma sarà domani il gran giorno in cui gli occhi del mondo saranno puntati sull’87enne che ha speso la sua vita sul trono d’Inghilterra. Alla cerimonia però si “parlerà” anche un po’ italiano con quella  Triumph Thruxton del 2012, personalizzata da Mattia Foroni, e battezzata “Queen Elizabeth Coronation”. Una moto dai tanti pezzi esclusivi e decorata con la tecnica del decoupage e una verniciatura trasparente opaca di ben 7 strati.

Per realizzarla sono occorse 220 ore di lavoro nel Centro Moto Lodi, ma ora è pronta e parteciperà anche ai Tridays di giugno, un evento che nasce con l’intento di radunare migliaia di appassionati Triumph nel mondo, e che trasforma un tranquillo paesino dell’Austria in uno spaccato d’Inghilterra con balli, musiche, cibo e perfino segnaletica stradale ispirati a quello spirito  british di cui è interprete perfetta da anni proprio la Regina Elisabetta II.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La sorella e il fratello di Giulia, tra dolore e rabbia!

sara-spinello-giulia-spinello-tuttacronaca

Sono ancora sotto shock i familiari di Giulia Spinello la ragazza che ieri è stata travolta da un Suv e trascinata per oltre 3 km da una donna che stava guidando sotto effetto di farmaci. C’è lo stupore e la rabbia di chi a perso una persona con cui aveva condiviso l’intera esistenza. Perché quell’auto non si è fermata? Perché quella donna stava alla guida se era sotto trattamento? Come si può morire a 21 anni travolti da un Suv che ti trascina per 3 km senza che nessuno possa intervenire?

«Non doveva andarsene così presto, era una persona stupenda. Io non ce la farò mai senza lei. Non auguro a quella persona che me l’ha portata via cattiverie, perchè non è giusto, ma spero che pensi a quello che ha fatto. Forse se si fosse fermata avrebbero salvato mia sorella» queste le  parole rilasciate ai microfoni di Tgcom24 da Sara Spinello, la sorella della giovane.

Anche il fratello aveva rilasciato una dichiarazione: «Giulia era buonissima, era un pezzo di pane. Era altruista, era buona, lei pensava sempre agli altri, sempre e solo agli altri. Era felice, nella sua semplicità era felice. Per me, personalmente, in questo momento, non conta come sia successo, conta che lei non c’è più, purtroppo. È una cosa incredibile che non si riesce ad accettare».

I figli di Cavani? “Saranno loro a dover perdonare il padre”. Parola di Soledad

cavani-e-soledad-tuttacronaca

Soledad era a pranzo sul lungomare, in via Partenope, assieme a Ornella Anellucci, moglie del manager dell’attaccante del Napoli, quando ha rilasciato un’intervista al Mattino. La moglie del Matador del Napoli, ha spiegato che “Nella mia vita ci sono solo i miei figli”, come dimostra il fatto che sia rimasta da sola in Italia mentre il marito è in Uruguay con la nuova fiamma, Maria Rosaria Ventrone. “Ormai per sapere quello che fa mio marito bisogna sfogliare le riviste di gossip” ha spiegato Maria Soledad, prima di dichiarare finito il suo matrimonio con il calciatore. “Non sono arrabbiata. Devo pensare solo ai miei bambini. Sono l’unica cosa che conta nella mia vita. Saranno loro poi a dover perdonare il padre per ciò che ha fatto”.

La mappa di twitter ridisegna il mondo?

europa-twitter-mappa-geolocalizzazioni-tuttacronaca

Ci siamo mai chiesti chi sono i paesi che cinguettano di più? Da dove partono i tweet? Arrivano ora le prime mappe degli utenti che geolocalizzano la propria posizione e appare subito evidente che le grandi metropoli come San Francisco e New York City sono colme di utenti pronti, a qualsiasi ora del giorno e della notte, a condividere pensieri e foto.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Animalisti e ricercatori a confronto a Milano: alta tensione

animalisti-milano

E’ dovuta intervenire la polizia per tenere sotto controllo la situazione a Milano, dove oggi è stata scritta una nuova pagina dello scontro fra animalisti e ricercatori. Sullo sfondo di piazza Mercati, nel cuore della città, durante una manifestazione dell’associazione Pro-Test Italia a favore della sperimentazione sugli animali, un gruppo di animalisti vestiti di nero e incappucciati si è avvicinato ai ricercatori, circa un centinaio, reggendo cartelli e urlando “assassini”. I due “schieramenti” si sono fronteggiati poi per ore, mentre i ricercatori tentavano di proseguire con gli interventi previsti per la loro manifestazione e gli animalisti impegnati in un’azione di disturbo.  Tra i due gruppi, a far da barriera, la polizia. La manifestazione “in difesa della ricerca che salva la vita” era stata organizzata per dire basta alla razzia e ai danni che compiono gli animalisti quando invadono laboratori e istituti di ricerca, per sostenere le ragioni della ricerca scientifica e l’irrinunciabilità a “utilizzaregli animali per la salvaguardia della salute umana”. Come hanno spiegato gli organizzatori, s’intedeva “rispondere alle azioni estremiste degli animalisti in Italia, in sostegno della ricerca su animali, adempiendo allo scopo che la guida fin dalla sua nascita: dare una voce alle Istituzioni e agli scienziati intimiditi e messi a tacere dall’estremismo crescente degli animalisti, tramite volontariato e attività no profit”. Tre dunque gli obiettivi che ci si era prefissati: “La difesa del diritto dei ricercatori a lavorare in un clima sereno e senza minacce; il riconoscimento del ruolo che ha svolto e svolge la sperimentazione animale nella ricerca di base e nello sviluppo delle terapie; e la promozione di un’informazione alla portata di tutti su queste tematiche”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Terremoti in Puglia, Umbria e Abruzzo!

Riepilogo-terremoti-di-oggi-in-Italia-del-31-Maggio-2013-tuttacronaca

Sono diverse le scosse che hanno colpito la nostra penisola nelle ultime ore. Nella giornata di venerdì 31 maggio si sono registrate 5 scosse di magnitudo superiore a 2.0 della scala Richter. Si è iniziato con la lieve scossa delle ore 00:19 nelle Murge, magnitudo 2.2 della scala Richter, ad una profondità di 19.8 km dell’ipocentro.  Solo 10 minuti più tardi, alle ore 00:29, vi è stato un sisma in Umbria nel distretto della Valle del Topino, a nord di Spoleto, con magnitudo 2.2 ad una profondità di 6.4 km dell’ipocentro. Erano invece le ore 09:34 quando a tremare è stato il Sannio investito da una scossa di magnitudo 2.3 della scala Richter ad una profondità di 22.6 km dell’ipocentro. A seguire, alle ore 10:54, evento registrato nel distretto del Pollino con magnitudo 2.3 e profondità dell’ipocentro pari a 10.1 km. Infine ultima scossa over 2.0 registrata in Abruzzo, nel distretto Aquilano, di magnitudo 2.3 ed ipocentro con profondità 10.3 km. Pur trattandosi di scosse lievi, che non provocano danni e che difficilmente sono avvertite dalla popolazione, è interessante seguire il susseguirsi delle scosse sul nostro territorio anche al fine di redigere una corretta archiviazione che può essere utile nel caso di scosse di maggior entità e per capire quali sono le placche in movimento in Italia.

La scimmietta “abbandonata” da Bieber trova casa

mally-bieber-abbandonata-tuttacronaca

E’ stato un imprenditore italiano, Fabrizio Sepe, 43 anni, a prendersi cura della scimmietta Mally che Bieber aveva dovuto lasciare in un aeroporto tedesco. Mally non aveva le vaccinazioni per entrare in Germania e quindi era stata trattenuta fin quando Bieber non si fosse presentato con la documentazione necessaria. Bieber non si è più presentato e la scimmietta era rimasta abbandonata. Così all’imprenditore italiano, fondatore in Bassa Sassonia dello splendido Serengeti Park, lo stato tedesco ha deciso di affidare Mally, affinché la scimmietta potesse trovare una casa nel verde.

Oggi a Mally, che ha 23 settimane, spetta ora il compito di farsi accettare dalla grande famiglia di scimmie Cappuccino che vive qui dal 1997. Ci riuscirà? Non è facile, ma Sepe punta sulla grande esperienza dello staff… davvero difficile la vita per la scimmietta più amata dalle beliebers!

Questa presentazione richiede JavaScript.

La benzina sale? Nessun problema è in arrivo l’auto social!

socialmediacar-tuttacronaca

Chi ha detto che il social network non può fra muovere il mondo? La sfida arriva da alcuni studenti di Kansas City che hanno lanciato il progetto MindDrive, la prima auto che si muove grazie alle preferenze che arrivano dai social network. Per il prototipo è stata utilizzata una Volkswagen Karmann Ghia del 1967, dotata, oltre al classico sistema di rifornimento, anche a quello più originale che le permette di accumulare energia da consumare poi su strada grazie ai social network. Il sistema è semplice gli impulsi arrivano a una centralina situata all’interno della macchina che rende possibile l’azionamento del meccanismo di accensione. Quindi oltre al risparmio economico si ha anche la salvaguardia dell’ambiente.

Un “mi piace” su Facebook corrisponde a un watt, “seguire” un contatto su Twitter ne porta in dote ben cinque mentre la firma di una petizione al presidente Obama per il sostegno delle associazioni senza scopo di lucro addirittura dieci. Per ora, fanno sapere i giovani studenti americani, con i vari tentativi, sono stati conquistati quasi 150mila “social watts”.

Ora però arriverà il test più arduo. Il “battesimo” vero e proprio arriverà sul tragitto che collega  Kansas City a Washington  D.C. e si spera che l’auto riesca a percorrere le 1061 miglia senza imprevisti di percorso.

Quanto ci costerà il combustibile sociale?

Social-Media-in-Car-tuttacronaca

Aspettando il processo: Pistorius a corto di soldi e notorietà

pistorius-tuttacronaca

Cento giorni fa il giudice Nair del Tribunale di Pretoria ha concesso ad Oscar Pistorius la libertà su cauzione, in attesa del processo che lo vedrà alla sbarra per aver ucciso la fidanzata, Reeva Steenkamp. I suoi avvocati si sono subito messi all’opera: libertà su cauzione prima, passaporto poi, senza contare che l’atleta ha anche potuto far ritorno nella sua abitazione, il luogo del delitto. Ma, nonostante le sue uscite, molto discusse per via del suo atteggiamento, il periodo di gloria, per lui, sembra essere tramontato. Oscar ha messo in vendita tutto il possibile, dai cavalli alle macchine alle case, per poter pagare le parcelle dei suoi avvocati: quasi 5 mila dollari al giorno. Certo, molto dipende da quanto durerà il processo, ma intanto si può prevedere che, la somma finale, sarà prossima a qualche milione di dollari. Se non bastasse quello che dovrà sborsare ai legali, però, ci si è messo di mezzo pure il fisco: multa per circa 75 mila dollari per non aver dichiarato un immobile a Johannesburg. Potrebbe non essere un problema per il campione paralimpico. Se non fosse che, dopo l’omicidio, gli sponsor hanno stracciato i contratti e lui non gareggerà per tutto il 2013. Certo, la sua è una famiglia tra le più ricche di Petroria, ma il colpo non è dei più facili da digerire. Ma questi 100 giorni non sono stati solo salassi economici, “Blade Runner” ha rinunciato sia alla notorietà che, soprattutto, agli allenamenti: è stato visto una volta sulla pista di atletica dell’Università di Pretoria e una seconda durante la criticatissima serata in un ristorante di Johannesbug. dopo di che, mentre nel mondo si scrivono libri, e-book e sceneggiature sulla sua vita, il nulla. Bita blindata la sua, fatta di rari spostamenti in macchina e possibilmente con qualche amico o familiare a “coprirgli le spalle” e che su di lui, al massimo, si lasciano sfuggire un  “Oscar è sempre Oscar, sta bene per le circostanze in cui si trova” (l’amico Mike Azzie). E mentre il campione si limita a qualche allenamento in una palestra-garage la mattina presto, lo zio Arnold racconta: “Un uomo distrutto, circondato dalle foto dell’amore della sua vita. Si è fatto crescere la barba per non essere riconosciuto, non esce mai, sta chiuso in casa”.

 Accusa e difesa hanno chiesto che il processo venga posticipato e slitterà probabilmente ad agosto, in modo che ci sia più tempo per le indagini. Ma martedì 4 giugno sarà comunque un giorno importante perché Pistorius dovrà tornare nell’aula C del Tribunale di Pretoria e mostrarsi nuovamente agli occhi dei media, mentre le polemiche su come vengono condotte le indagini non si placano. Solo ieri sono state rese note le foto del bagno insanguinato dove Reeva è stata uccisa e che potrebbero rivelarsi un problema non da poco per la difesa: la scientifica ha indicato due dei quattro proiettili sotto la maniglia della porta del bagno, che potrebbero dimostrare, come sostiene l’accusa, che gli spari sono stati esplosi dall’alto verso il basso. In questo caso, Pistorius avrebbe avuto le protesi addosso e quindi ci sarebbe stata premeditazione. Ma le foto mostrano anche un inquietante particolare, l’impronta di una scarpa, molto probabilmente quella di Hilton Botha, il primo investigatore del caso Pistorius, poi rimosso dalle indagini per essere implicato in un vecchio caso giudiziario. Tornano così d’attualità una serie di gravi errori commessi dalla scientifica sul luogo del crimine, che potrebbero complicare non di poco il lavoro dell’accusa nelle prossime settimane.

Pinguini in camicia… sfilano a Tokio!

penguins-on-parade-in-fancy-dress-video-tuttacronaca

Un modo molto originale per dare il benvenuto ai leader africani che parteciperanno nei prossimi giorni alla quinta edizione del Ticad, cioè la Tokyo International Conference on African Development, prevista a Yokohama, località alle porte di Tokio. L’iniziativa, che durerà 3 giorni, è co-promossa da Giappone e organizzazioni (Onu e Banca Mondiale solo per citare le più importanti) e per la prima volta vedrà la partecipazione dell’Unione Africana con l’adesione di una quarantina di capi di stato africani.

Bibite dietetiche killer?

bibite-dietetiche-tuttacronaca

Scatta l’allarme per chi assume quotidianamente grandi quantitativi di bibite dietetiche. Questo tipo di bevande infatti, sarebbero la causa di numerose carie dentarie che possono arrivare ad essere anche più gravi di quelle subite dai cocainomani o da chi assume metanfetamine. Lo studio è stato pubblicato dalla Academy of General Dentistry, associazione dei dentisti di Canada e Stati Uniti ed è correlato di immagini agghiaccianti che mostrano le arcate dentarie distrutte proprio dalla carie. Il rapporto mette in correlazione come l’assunzione di bevande a basso contenuto di calorie portino a danni irreversibili per la dentatura, poiché contengono elementi in grado di erodere i tessuti duri dei denti come lo smalto e la dentina. Naturalmente sono insorti i produttori delle bevande che hanno attaccato lo studio tacciando di irresponsabilità i medici che volevano paragonare i danni delle bevande con quelli delle droghe: “La scienza non sostiene – hanno poi aggiunto nella nota – che le bevande siano l’unico fattore nel cusare carie ed erosione”.

Ma nonostante la difesa comprensibile portata avanti dai produttori delle bevande sono sempre più gli istituti di medicina che trovano una correlazione tra l’assunzione delle bevande gassate e analcoliche con alcune malattie anche gravi come quelle legate all’apparato cardiocircolatorio.

carie-bevande-dietetiche-tuttacronaca

Marito e moglie si vestono uguali da 33 anni

Nancy Featherstone e donald Featherstone-tuttacronaca

Quasi un ossessione quella di Donald e Nancy Featherstone, una coppia di Fitchburg in Massachusetts che da 33 anni indossano gli stessi abiti preparati per loro su misura. Una collezione da 600 vestiti confezionati con la stessa stoffa in modo da essere sicuri di poter ogni giorno dell’anno sfoggiare il vestito simile a quello del coniuge. Una forma d’amore o una follia delirante?

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Ferrari sul lungomare di Napoli

de magistris-tuttacronaca

Si fermano davanti al Royal Hotel le “rosse”  per il raduno che per due giorni coinvolgerà la città partenopea “Evento Ferrari a Napoli”, organizzata dalla scuderia Ferrari Club ”Costa del Vesuvio”. Oggi alle 11 ci è stato anche il sindaco Luigi De Magistris che si è prestato in veste di meccanico d’eccezione a effettuare un pit-stop sulla Ferrari F2002 di Michael Schumacher.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Letta sogna una disoccupazione giovanile sotto il 30%… e i giovani?

disoccupazione-giovanile-tuttacronaca

Ai giovani basterà sognare la disoccupazione giovanile sotto il 30%? E’ etico pensare al futuro con il 30% di risorse inattive? Sicuramente sarà un passo in avanti, visto che oggi la quota si attesta al 38% di disoccupazione giovanile, con punte al sud Italia che arrivano oltre il 40%. Letta quindi parla delle priorità del suo governo e ai auspica un miracolo o una magia:

“Se avessi la bacchetta magica per fare una cosa sarebbe far calare il drammatico dato sulla disoccupazione giovanile. Se facciamo questo c’è speranza per il futuro e fa sì che anche le famiglie ritrovino fiducia”, ha detto Letta e ha aggiunto: “Ho intenzione di andare al vertice del 27-28 giugno dell’Unione Europea, dopo aver già ottenuto che si occupi del tema della disoccupazione giovanile, dicendo che ci devono essere misure concrete, applicabili già dai prossimi mesi, con soldi europei in più e ogni paese libero di fare le sue scelte”.

Insomma siamo nelle mani dell’Europa? Attendiamo un miracolo e ci auspichiamo una disoccupazione sotto il 30% nei prossimi anni… siamo diventati un paese in via di sviluppo e non ce ne siamo resi conto?

 

Ecco la lumaca rossa!

lumaca-rossa-australiana-tuttacronaca

E’ stata scoperta in Australia. E’ una nuova specie di lumaca e si contraddistingue per il suo colore rosa intenso e per la sua lunghezza, può, infatti, arrivare a misurare 20 cm. Quella nella foto è stata ritratta vicino al monte Kaputar, New South Wales. L’animale è spuntato all’improvviso dopo una forte pioggia.

 

L’esercito italiano è l’esercito dei disperati?

militari-costi-tuttacronaca

E’ povero, grazie al blocco degli stipendi e mal equipaggiato a causa dei tagli (anche se sembra che la Difesa si ail ministero che in generale ne abbia subiti di meno). Lo stipendio di un volontario è di circa 1300 euro mensili ( a cui poi vanno aggiunte le indennità). La cifra è ferma al 2010 e sembra che non cambierà neppure nel 2014. Almeno 85% dei nostri soldati può vantare un diploma di scuola media superiore, un dato che ci pone ai primi posti sul piano internazionale. L’investimento in formazione e addestramento dei nostri soldati non ha pari in nessun altro corpo o forza militare analoga.

L’esercito italiano è povero e mal equipaggiato. E sui nostri soldati incombe il blocco degli stipendi e la questione previdenziale della riforma Fornero. Anche i militari non se la passano bene con la paga, davvero da fame. Un comparto che, invece, dovrebbe essere motivato e giustamente gratificato. In ballo c’è la nostra sicurezza. L’esercito italiano oltre che svolgere ruoli attivi in missioni di pace all’estero interviene anche sul territorio nazionale a supporto della Protezione Civile in caso di calamità naturali o per bonificare i residuati bellici sui nostri territori.

Con la riforma Fornero poi si configura un esercito italiano che sarà sempre più vecchio. Si dovrà scendere dalle 190.000 unità alle 150.000 entro il 2024, il che significa che molti militari che andranno in pensione non lasceranno un posto alle nuove leve. Ma quando andranno in pensione? Sempre più tardi e sempre più con un assegno mensile ridotto dal potere d’acquisto che si perde negli anni e che non viene compensato con nessun adeguamento.

Per questo i militari hanno deciso di alzare la voce in ambito politico. Martedì scorso c’è stata  l’audizione del Cocer interforze (Consiglio Centrale di Rappresentanza dei Militari) presso le Commissioni Affari Costituzionali e Lavoro della Camera sulla questione del blocco stipendiale, e ieri c’è stato un nuovo incontro per discutere dell’impatto della “riforma Fornero” sull’organizzazione del comparto militare.

Riusciranno i militari ad avere un trattamento diverso considerando anche il delicato ruolo che ricoprono all’interno della società? I dubbi restano molti… basta vedere come sia caduta nel dimenticatoio la questione dei nostri Marò nelle mani della giustizia indiana per rendersi conto ancora una volta di come siano considerati in Italia e all’estero i militari.

La RC Auto aumentata in media del 13,6% all’anno dal 94 a oggi.

RC-Auto-italiane-aumenti-tuttacronaca

Circa il 13,6% in più l’anno per l’assicurazione dell’auto. Questo è l’ennesimo flagello che pesa sulle tasche degli italiani. In 18 anni, dal ’94 al ’12, le assicurazioni  hanno fatto registarre aumenti pari al 245% per le auto e il 480% per le due ruote. Quanti sono oggi i veicoli non assicurati che girano per le nostre strade? Secondo l’Adusbef-Federconsumatori sono circa 4,5 milioni i veicoli “In Italia – affermano le associazioni dei consumatori – la Rc Auto si mangia il 6,5% dello stipendio, il doppio della media Ocse e il triplo dell’Inghilterra”.

 In 18 anni, dal 1994 al 2012, le tariffe delle polizze obbligatorie Rc Auto hanno raggiunto aumenti del 245% per le auto e fino al 480% per le due ruote. Sono i calcoli di Adusbef-Federconsumatori che rimarcano come la spirale dei rialzi abbia fatto salire a 4,5 milioni i veicoli non assicurati. “In Italia – affermano le associazioni dei consumatori – la Rc Auto si mangia il 6,5% dello stipendio, il doppio della media Ocse e il triplo dell’Inghilterra. Il caro Rc auto è responsabile dell’aumento dei veicoli non assicurati, alla soglia di 4,5 milioni, un pericolo per l’incolumità propria e dei terzi trasportati e danneggiati, che non sempre vengono risarciti dal Fondo Vittime della Strada”.

Pur di studiare… anche sotto un ponte!

scuola-sotto-ponte

Ci sono parti del mondo dove i bambini non hanno la possibilità di frequentare la scuola e si vedono così precluso anche il futuro. Per aiutare alcuni piccoli che non possono permettersi l’istruzione, il quarantenne Rajesh Kumar Sharma, assieme al suo gruppo di volontari, ha deciso di essere lui stesso a dare un’educazione a tutti loro. Tutto quello che hanno da affrire questi uomini, però, non è altro che la loro buona volontà e, non avendo uno spazio dedicato, le lezioni si tengono sotto un ponte della metropolitana, ammesso che l’acqua del fiume non sia troppo alta. Sharma, che ha dato vita all’iniziativa perchè lui per primo, per motivi economici, aveva dovuto lasciar la scuola per andare a lavorare, spiega che molte famiglie erano restie a strappare i bambini dal lavoro per mandarli a scuola, ma, dopo lunghe discussioni, è riuscito a convicerli. Lo scopo della “scuola” è quella di mettere i bambini in grado di entrare nelle scuole pubbliche, specie per quelli un po’ più grandicelli che hanno perso qualche anno di scuola e rischiano altrimenti di trovarsi esclusi. L’iniziativa si Sharma sembra avere un certo successo: erano 140 i bambini che avevano iniziato a venire alle sue lezioni e di questi già 70 sono riusciti ad entrare in una scuola pubblica

Le cugine di Roberta Ragusa contro l’amante di Logli!

roberta-ragusa-tuttacronaca-cugine

Dramma e querele sembrano essere tutte in famiglia per il caso di Roberta Ragusa, la donna toscana scomparsa il 14 gennaio del 2012. Oggi c’è la risposta delle cugine di Roberta,  Sonia e Giovanna, che hanno giudicato infamanti le accuse rivolte alla loro famigliare da Sara Calzolaio, l’amante del marito della donna scomparsa. Sara infatti avrebbe affermato davanti agli inquirenti che Roberta sarebbe ancora viva, ma che non ha intenzione di tornare e che spererebbe che Antonio Logli venga condannato per il suo presunto omicidio. Secondo le cugine queste accuse minerebbero l’immagine di Roberta, prima di tutto davanti agli occhi dei figli e danneggerebbero anche i parenti della scomparsa. Secondo le cugine, Sara Calzolaio, sta cercando davanti agli inquirenti di alleggerire la posizione del suo amante e per farlo ha deciso di infangare la memoria di Roberta. Un caso che dopo un anno e mezzo non sembra essere arrivato a nessuna svolta e nel quale ancora i sospetti e i dubbi restano tali non trovando un vero riscontro nella realtà. Le prove in mano agli inquirenti sono poche, mentre sono tanti  i depistaggi che sono stati messi in atto durante le indagini.

 

Pieraccioni: Renzi e Grillo al posto di Ceccherini e Papaleo

leonardo_pieraccioni-tuttacronaca

Mancano due giorni al ritorno di Pieraccioni sul set del suo nuovo film: Un fantastico via vai. Un progetto cinematografico, che uscirà nelle sale italiane a ridosso di Natale, che può vantare un gran bel cast da  Serena Autieri, Maurizio Battista, Massimo Ceccherini e Giorgio Panariello. Pieraccioni si dice però disposto a “sostituire i protagonisti” con Renzi e Grillo! Insomma una bischerata toscana che tenta di alleviare il clima teso della politica italiana.  Un fantastico via vai (titolo che sintetizzerebbe bene anche tutta la storia dei governi italiani) narra la storia del bancario Arnaldo (interpretato da Pieraccioni stesso) , padre e marito felice, a cui un equivoco rivoluziona la vita, costringendolo a tornare a vivere in un appartamento condiviso con alcuni studenti.

Grillo e Renzi anche in tempo di crisi non temono la disoccupazione, se tutto dovesse andare male in politica le porte del cinema sono aperte davanti a loro!

 

Arriva il pronto soccorso per i cuori infranti

cuore-infranto

Ci son poche cure per un cuore infranto e per la maggior parte delle volte si consiglia di far passare del tempo. Ma a volte le giornate sembrano incredibilmente lunghe… Come fare allora? Arriva il nuovo kit per cuori infranti! L’idea è dell’artista newyorkese Melanie Chernock, che ha riunito in una valigetta compatta, dal design minimal totalmente bianco con dettagli rossi, tutto ciò che serve per affrontare una rottura: dalla cioccolata alla vodka.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’esorcismo di Francesco… Angelo liberato dal diavolo?

angelo-liberato-dal-diavolo-esorcismo-papa-francesco-tuttacronaca

Nonostante le smentite da parte del Vaticano sono molti i religiosi che continuano a parlare di quel gesto di Francesco, avvenuto  domenica 19 maggio, al termine della messa di Pentecoste, in Piazza San Pietro, come di un rito per scacciare il demonio. A confermarlo ora ci sarebbe anche il diretto interessato, il messicano disabile di 43 anni che affermerebbe di essere stato vittima del diavolo per almeno 14 anni. L’uomo si era sottoposto diverse volte a riti di esorcismo ma nessuno era riuscito a liberarlo, sembra invece che il gesto compiuto dal Pontefice abbia avuto esito positivo e che ora l’uomo è libero. Anche padre Juan Rivas, il sacerdote che aveva accompagnato Angelo a Roma sia convinto che si sia trattato di un vero e proprio esorcismo:

“Il Papa ha salutato Angelo, lui gli ha baciato l’anello e in quel momento è caduto in trance. Gli ho detto che questa persona aveva bisogno della sua benedizione, che aveva subito più di dieci esorcismi. Allora lui gli ha posto le mani sulla testa e a quel punto abbiamo sentito un rumore terribile, come il ruggito di un leone. Tutti quelli che si trovavano lì lo hanno udito perfettamente”.

Gabriele Amorth sacerdote a capo dell’associazione internazionale degli esorcisti ha spiegato il gesto di Papa Francesco al  The Sunday Times: “L’esorcismo del Papa è un segno eccellente, perché una delle principali cause dell’ateismo è che la gente non crede più nel Diavolo. Ma Gesù ha detto: ‘Chi non è con me è con Satana’. Se non credi in Satana, Satana ti ha in tasca. Il sacerdote ha detto a Francesco: ‘Guarda, questo è un uomo posseduto dal Diavolo’. E il Papa lo ha benedetto e ha pregato su di lui, è stato un vero e proprio esorcismo. Il Papa ha pregato affinché il Signore liberasse quell’uomo. Era una preghiera di liberazione” e aggiunge: “Se il Vaticano ha negato questo, si vede che non capiscono niente. Viviamo in un’epoca in cui Dio è stato dimenticato. E ovunque Dio non è presente, il regno del diavolo”.

 

Una voce di smentita del Vaticano arriva anche da Gabriele Amorth, sacerdote a capo dell’associazione internazionale degli esorcisti. In un’intervista al The Sunday Times Amorth ha confermato la sua impressionesulla preghiera di Francesco a piazza San Pietro e dice di considerare l’esorcismo un modo per bilanciare la crescita dell’ateismo. “L’esorcismo del Papa è un segno eccellente, perché una delle principali cause dell’ateismo è che la gente non crede più nel Diavolo. Ma Gesù ha detto: ‘Chi non è con me è con Satana’. Se non credi in Satana, Satana ti ha in tasca”. Nell’intervista Amorth ha così spiegato il video dell’esorcismo del Pontefice: “Il sacerdote ha detto a Francesco: ‘Guarda, questo è un uomo posseduto dal Diavolo’. E il Papa lo ha benedetto e ha pregato su di lui, è stato un vero e proprio esorcismo. Il Papa ha pregato affinché il Signore liberasse quell’uomo. Era una preghiera di liberazione”. Amorth, che dice di aver effettuato circa 160mila esorcismi, ripete: “Se il Vaticano ha negato questo, si vede che non capiscono niente”. E ancora: “Viviamo in un’epoca in cui Dio è stato dimenticato. E ovunque Dio non è presente, il regno del diavolo”.

La ragazza delle 56 stelline è di nuovo “acqua e sapone”

Kimberley Vlaeminck-tattoo-tuttacronaca

A 18 anni si fanno delle “stupidaggini”, ma quella di Kimberley Vlaeminck è stata una di quelle che la ragazza ha pagato duramente. Nel 2009 la ragazza aveva deciso di farsi tatuare in faccia 56 stelline blu, ma subito dopo se ne era pentita. Per riportare la sua faccia a essere “acqua e sapone” ci sono occorsi 4 anni e innumerevoli sedute di laser. Oggi finalmente Kim è tornata a sorridere dopo un periodo passato in depressione proprio a causa di quei 56 segni indelebili sul viso.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un anno di tempo per dare una prospettiva nuova all’Italia. Il discorso di Napolitano

festa-repubblica

forse con l’aria che tira in Italia non molti hanno voglia di festeggiare la Repubblica, ma Napolitano non manca di lanciare il suo messaggio, un po’ per rincuorare per gli italiani ma, soprattutto, per ricordare ai politici quanto aveva detto nel suo discorso d’insediamento. “Vigilerò perché non si scivoli di nuovo verso opposte forzature e rigidità e verso l’inconcludenza, né per quel che riguarda scelte urgenti e vitali di politica economica e sociale, né per quel che riguarda la legge elettorale e riforme istituzionali più che mai necessarie”. Si rivolge con determinazione ai rappresentanti politici il Presidente della Repubblica e invita tutti a moderare i toni del confronto e a lavorare insieme per uscire dalle difficoltà della crisi, ricordando che “Il primo banco di prova sta nel discutere e confrontarsi tra loro liberamente, ma con realismo e senso del limite, senza mettere a rischio la stabilità politica e istituzionale, in una fase così delicata della vita nazionale”. E ha proseguito: “È giusto che in questa giornata del 2 giugno l’Italia dia di sé un’immagine di dignità, di consapevolezza, di volontà costruttiva” prima di ricordare le difficoltà, dalle quali è certo l’Italia si rialzerà: “Viviamo con profonda preoccupazione il protrarsi e l’aggravarsi della recessione, la crisi diffusa, in  molti casi drammatica, delle imprese e del lavoro. Ma diciamo a noi stessi, come all’Europa e al mondo, che a queste difficoltà non ci pieghiamo, che vi reagiamo convinti di poterle superare. Purché – ha detto ancora Napolitano – scatti uno sforzo straordinario di mobilitazione operosa e di coesione sociale, e insieme un impegno efficace e convergente di governo e Parlamento”. La sua preoccupazione primaria, comunque, resta per il lavoro giovanile: “In queste settimane”, ha detto,  ci si sta muovendo “seriamente in direzioni nuove anche in Europa, dove ormai si impone all’ordine del giorno come problema numero uno quello del creare occasioni e prospettive di lavoro per vaste masse di giovani che ne sono privi”. La sua risposta per superare il periodo arriva subito dopo: “Occorre recuperare fiducia nella politica e nelle istituzioni, dando risposte concrete soprattutto ai molti tra voi che vivono momenti duri e penosi e sono in allarme per il presente e per il futuro. Ad essi mi sento e resterò vicino”. Domani dunque il via a una celebrazione sobria, prima di fissare una data ultima per raggiungere un obiettivo: “Di qui al 2 giugno del prossimo anno, L’italia dovrà essersi data una  prospettiva nuova, più serena e sicura – ha proseguito nel suo messaggio -. Andiamo avanti con coraggio per potervi riuscire.  Ancora un augurio. Viva la repubblica!”, ha concluso il suo video messaggio per l’anniversario della nascita della Repubblica.

Bieber padre? La bimba ha 3 anni? Speculazione o verità?

bieber-justin-papà-tuttacronaca

Sarà l’ennesima speculazione ai danni di una star oppure la pura e semplice realtà? L’idolo di milioni di ragazzine potrebbe essere padre di una bimba di quasi 3 anni. A incastrare la star ci sarebbe una ragazza statunitense di 25 anni, che ha preferito rimanere anonima, che sostiene di aver incontrato Justin nel febbraio del 2010 in un ristorante a Miami in Florida. Dopo una notte di passione, la ragazza avrebbe scoperto di essere rimasta incinta. Ora afferma di essere sicura che Bieber sia il padre  “Secondo me – ha aggiunto la donna riferendosi a sua figlia – assomiglia moltissimo a come era Justin alla stessa età”. Il portavoce del cantante 19enne afferma che quanto dichiarato dalla ragazza è “completamente falso ed è triste che qualcuno possa perdere tempo con queste s*******e”. E’ la seconda volta che il cantante viene colpito dalle dichiarazioni di presunte paternità da parte di una fan. la prima fu Mariah Yeater che aveva affermato che Justin era il padre del figlio di 4 mesi. Solite speculazioni da star?

 

Weekend di giugno che sembra dicembre… ma è l’ultimo!

meteo-italia-tuttacronaca

Un weekend che potrebbe fare invidia a quelli invernali, da passare davanti al caminetto accesso in compagnia di un bel libro ascoltando il suono della pioggia… peccato che siamo ormai al 1 giugno. I metereologi assicurano che questo sarà l’ultimo weekend di pioggia e freddo e che presto in Italia inizieranno ad arrivare le temperature estive. Oggi il centrosud è nuvoloso con forti piogge e rovesci improvvisi soprattutto nel Lazio, Campania e Puglia. Nella serata sono previsti piovaschi anche in Alto Adige e nel Friuli Venezia Giulia. Temperature fresche anche in Veneto ed Emilia Romagna.

I danni all’agricoltura sono ingenti e Coldiretti parla di oltre un miliardo i danni. Colpite le coltivazioni: dal pomodoro al riso, dalle patate alla frutta, dalla soia al mais fino al fieno. Insomma un vera e propria ecatombe di ortaggi che si ripercuoterà anche sugli allevamenti con quantità minori di foraggio da destinare agli animale nel prossimo inverno.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: