La bufala del bimbo che attraversa da solo il deserto!

marwan-tuttacronaca

Era diventata virale la foto di Marwan, bimbo di 4 anni che attraversava da solo il deserto, al confine tra la Siria e la Giordania, aiutato da alcuni membri dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Ma in realtà il bambino non era solo. La sua famiglia era poco più avanti e lui cercava di raggiungerla. La foto era stata twittata da @And_Harper, ovvero Andrew Harper, rappresentante dell’UNHCR per la Giordania, che monitorava il passaggio dei migranti e  che specificava nel testo che il bimbo era “provvisoriamente solo”.

tweetIn realtà poi la notizia ha fatto il giro del mondo riportando la solitudine di un bimbo di soli 4 anni costretto ad affrontare un lungo viaggio a piedi e anche alcuni esperti della situazione siriana come Domenico Quirico, ex prigioniero in quelle terre devastate dalla guerra civile, era stato tratto in inganno e scriveva sulla Stampa:

«Un bimbo perduto nel deserto giordano, ai confini con la Siria in fiamme, che cammina con la ostinazione degli innocenti alla ricerca della sua famiglia smarrita. Questa storia di profughi ha un lieto fine: una squadra delle Nazioni Unite che lo incontra, per caso, e lo salva. E i genitori che, alla fine, lo stringeranno tra le braccia»

Il Corriere della Sera invece scriveva che il bambino “avrebbe attraversato il deserto da solo dopo aver perso la famiglia”. Anche il sito di Al Arabiya, l’emittente degli Emirati Arabi Uniti, ha pubblicato la foto sul suo sito scrivendo che Marwan aveva passato il confine per “cercare la sua famiglia”, sfuggita alla guerra civile che prosegue in Siria, con i miliziani delle opposizioni che combattono contro l’esercito del regime del presidente Bashar al Assad.

Il messaggio di Harper è stato però equivocato ed è stato lui poi a pubblicare un’altra foto in cui si vedeva il bimbo insieme ad un gruppo di migranti, in cui erano presenti anche i genitori. Il caos si è generato solo perché le famiglie arrivano a gruppi e non sempre è facile poi distinguere i vari membri. Decine di persone si accalcano e spesso i bimbi arrivano poco dopo affaticati dalla lunga marcia. Marwan ci ha impiegato solo 10 minuti a ritrovare la sua famiglia.

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: