Ritirati farmaci Geymonat: difetti nella qualità

farmaci-geymonant-tuttacronaca

L’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha deciso di vietare l’utilizzo di nove farmaci della Geymonat a causa di difetti nella produzione. Il provvedimento che ha scopo cautelativo ha riscontrato difetti di qualità nei seguenti prodotti:

Alvenex 450 mg per l’insufficienza venosa,  Gastrogel 2 g/10 ml per l’ulcera gastrica, Sucrate 2 g gel orale per l’ulcera, Intrafer 50 mg/ml per le anemie, Nabuser 30 per l’Artrite, Citogel 2g/10 ml per l’ulcera, Ecom per le infezioni dermatologiche, Venosmine 4% per le varici, Testo Enant per patologie sessuali.

I farmaci dall’azienda erano già stati ritirati dal mercato a settembre per difetti di produzione.

Nel corso delle indagini effettuate dal Nas dei carabinieri infatti erano state rilevate gravi violazioni delle norme di Buona Fabbricazione.

L’obiettivo, ha spiegato l’Aifa, “è quello di ridurre ogni rischio, anche solo ipotetico, per la salute dei pazienti”. Se sarà verificata la “totale assenza di difetti di qualità” le confezioni potrebbero essere ancora utilizzabili entro la data di scadenza riportata in etichetta.

Come spiega La Repubblica:

Il provvedimento arriva in seguito a un’indagine condotta dalla Procura della Repubblica di Frosinone e dai Nas di Latina che aveva portato già lo scorso giugno al ritiro dei lotti di Ozopulmin, supposte per neonati prodotte dalla stessa azienda, che non contenevano il principio attivo indicato.

Ora il sospetto di difetti di qualità si è esteso ad altri prodotti e riguarda la possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta. Il provvedimento è solo cautelativo, in attesa dei risultati delle analisi dell’Istituto Superiore di Sanità. Se venissero confermati i difetti di qualità, i farmaci verranno tolti definitivamente dal mercato. In caso contrario il provvedimento verrebbe revocato e i farmaci potrebbero essere utilizzati entro la data di scadenza.

“l divieto di utilizzo di alcuni prodotti – sottolinea Stefano Vella, direttore del Dipartimento del Farmaco dell’Istituto Superiore di Sanità – rappresenta un segnale di tranquillità per i pazienti italiani perché i controlli vengono fatti. Sia l’Aifa sia l’Iss eseguono controlli silenziosi ma costanti, e a tappeto, senza guardare in faccia nessuno”.  Secondo Vella il ritiro dei farmaci non avrà nessuna conseguenza sulla salute degli italiani perché “non si tratta di salvavita, né di prodotti di prima necessità, né in esclusività”.

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: