La storia della dodicenne uccisa, che sconvolge la Spagna

Asunta Basterra-tuttacronaca

Ore di shock per la Spagna dove è stata arrestata la madre adottiva di Asunta Basterra, la dodicenne trovata morta a Santiago lunedì scorso. Inoltre nelle ultime ore sarebbe emerso un particolare raccapricciante. A luglio la ragazzina avrebbe rivelato a un insegnante di musica che sua madre voleva ucciderla. La ragazzina quel 16 luglio sarebbe arrivata all’accademia di musica privata che frequentava confusa e e stordita. La dodicenne faceva anche fatica a parlare, ma avrebbe rivelato a un insegnate che la madre, Rosario Porto l’aveva imbottita di farmaci per ucciderla. Gli insegnanti ne avrebbero parlato anche con il padre, il giornalista Alfonso Basterra. La cosa però sarebbe finita così. Ora la Spagna è sotto shock e i due professori sarebbero distrutti dal dolore, in colpa per non aver denunciato il fatto quando Asunta era ancora viva.

Secondo una prima ricostruzione la ragazzina sarebbe stata soffocata domenica notte. Il corpo poi è stato rinvenuto il giorno seguente in un bosco di Cacheiras, una località vicina a Santiago, dove la donna possiede un casolare. La donna aveva denunciato sabato sera la scomparsa della bambina, sostenendo di essere uscita nel pomeriggio per fare la spesa e di non averla trovata al suo rientro. La sua versione, ribadita al magistrato, non ha però convinto gli investigatori che avevano trovato una corda simile a quella usata per strangolare la piccola nel casolare. Inoltre dai primi esami medici effettuati sul corpo della bambina, hanno riscontrato tracce di un sonnifero usato della madre e presumibilmente utilizzato per stordire la piccola. Le forze dell’ordine non trovando corrispondenza neppure nella deposizione del padre, separato dalla moglie da anni, avrebbero deciso di arrestare anche lui. Entrambi i genitori adottivi si sono dichiarati innocenti.

Come mai Asunta è stata uccisa? Una delle ipotesi è quella dell’eredità che i nonni materni avevano lasciato alla nipote. I genitori infatti avevano difficoltà economiche e non riuscivano, ultimamente neppure a pagare le bollette. Ora si indaga anche sulla morte dei nonni morti a poca distanza l’uno dall’altro.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: