SHOCK MONDIALE, cancro trasmesso nei vaccini? Lo ammette l’azienda

papilloma-virus-cancro-merck-tuttacronaca

L’azienda farmaceutica MERCK ha confessato, la tragedia mondiale che sembrava frutto di una mente squilibrata purtroppo invece è una realtà con cui bisognerà confrontarsi. L’azienda ha ammesso di aver inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini.

La scioccante intervista ovviamente  censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackell Science, è stata tagliata dal libro “The Health Century” proprio a causa del suoi contenuti, l’ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus micidiale (SV40 ed altri) capace di provocare il cancro, nella popolazione di tutto il mondo.

Si spiegherebbe infatti l’aumento dell’insorgenza dei tumori negli ultimi 50 anni.

Questo filmato, contenuto nel documentario “In Lies we trust: the CIA, Hollywood and Bioterrorism”, prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall’esperto di salute pubblica, Dott. Leonard Horowitz, caratterizza l’intervista al maggior esperto di vaccini al mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l’Aids, la leucemia ed altre terribili malattie.

Nei vaccini venduti al terzo mondo si è scoperto che questi contenevano l’ormone B-hCG, un anti fertile se immesso in un vaccino.

La Corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni e mezzo di donne e ragazze hanno assunto questi vaccini contaminati, così come in Nigeria, Thailandia.

Fonte losai.eu

La trascrizione dell’intervista è possibile leggerla al seguente link: Trascrizione dell’intervista di Dr. Maurice Hilleman sui vaccini.

Per approfondire l’argomento è possibile trovare al seguente link la traduzione di un articolo del 29 giugno 2011 apparso su naturalnews dal titolo “The true story of SV40, the cancer-causing virus hidden in polio vaccines”: La vera storia dell’ SV40, il virus nascosto nei vaccini.

Un sito che si può consultare per approfondire l’argomento sui vaccini è: http://www.comilva.org/

AVVISO PER I LETTORI: stiamo cercando di rispondere ai numerosi commenti pervenuti tentando di essere il possibile esaustivi in base alle notizie che possiamo rilevare da fonti attendibili. Risponderemo a tutti e cercheremo di farlo nel minor tempo possibile. Ci scusiamo per l’attesa e vi chiediamo una cortesia: molte persone pongono gli stessi quesiti o fanno le stesse affermazioni. Per evitare di ripetere innumerevoli volte le stesse risposte e per arricchire il dialogo, vi chiediamo di leggere prima i commenti già pubblicati. Grazie per l’attenzione.

vaccini-fonteIl blog del “giornalista informatico e cacciatore di bufale” Il Disinformatico (http://attivissimo.blogspot.it/) ha riportato la nostra notizia, senza però sottolineare che si tratta di una notiza derivata: una svista capita a tutti, anche ai più scaltri cacciatori di bufale! Abbiamo letto con attenzione tale articolo (http://attivissimo.blogspot.it/2013/09/antibufala-la-merck-inocula-il-cancro.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Disinformatico+%28Il+Disinformatico%29) e, considerata la premessa “Prima di pubblicare, basterebbe informarsi almeno un pochino”, speravamo di trovare nel link una smentita alle affermazioni rilasciate dal dr Hilleman, ma purtroppo l’articolo cita una “ Ricerca Wired” del 2007 che afferma “Infatti è indubbio che la Merck abbia “inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini”: ma lo ha fatto per errore, non per un piano diabolico; e lo ha fatto non “tradizionalmente”, ma ha smesso cinquant’anni fa.” Noi ci siamo limitati a riprendere un’intervista che già aveva aveva fatto il giro del mondo senza esprimere nessun giudizio personale, considerato anche che non c’erano elementi per farlo. Le informazioni le avevamo ricavate da “Lo sai.eu” come doverosamente avevamo scritto nel nostro articolo. Quanto alla parola “micidiale” che ha sollevato le obiezioni del bloggista Disinformatico del Link, anche quel termine lo avevamo ripreso dall’articolo citato come nostra fonte.

Schermata 2013-09-11 alle 22.59.41Per avere un maggiore approfondimento sul tema delle vaccinazioni, un articolo dal titolo “Vaccini: quello che nessuno vuole o può dire” è consultabile sul sito de Il Fatto:

Schermata 2013-09-12 alle 00.14.58 Schermata 2013-09-12 alle 00.15.58 Schermata 2013-09-12 alle 00.16.41 Schermata 2013-09-12 alle 00.17.15

Per un ulteriore approfondimento, è possibile anche leggere l’articolo “Vaccini: un database segreto del governo americano di bambini rovinati o uccisipubblicato su Terra Real Time, che a sua volta riporta le sue fonti.

Il 27 gennaio 2014 è inoltre uscita la notizia correlata: Il vaccino uccise un alpino di cancro! SENTENZA STORICA IN ITALIA

Sempre a proposito di Merck, potrebbe interessarvi anche: Vetro nei vaccini, la Merck ritira 743.360 fiale (notizia del 12 gennaio 2014)

Nel frattempo c’è chi pensa anche al “vaccino fai da te” da produrre direttamente in casa. L’articolo si trova qui.

Lascia un commento

629 commenti

  1. Giacomo

     /  settembre 11, 2013

    Ho letto l’articolo di informare per resistere..essenzialmente i tumori chiamati in causa (leucemie, linfomi e neoplasie cerebrali) chiamano in causa svariati cancerogeni presenti nell’ambiente tra cui, giusto per citarne alcuni, inquinanti industriali, raggi gamma o banali radiazioni provenienti dai cellulari…questo aumento di casi verificatisi nei bambini è un po difficile da collegare ai vaccini poiché non si può escludere con certezza l’azione di questi altri agenti mutageni. Detto questo, se posso contribuire ad una ricerca più accurata, vi consiglierei di non utilizzare come fonte di informazione fox news o informarexresistere..se riuscite a trovare qualche amico un po più addentrato in professioni sanitarie o legate alle scienze biomediche, vi consiglierei di effettuare ricerche su database come pubmed o plos. Qui ci sono tutti gli articoli scientifici di cui avete bisogno…basta solo imparare a conoscere come funzionano questi database. In gamba!

    Rispondi
    • Giacomo

       /  settembre 11, 2013

      Scusate per l’ignobile italiano delle prime due righe (doppia ripetizione del “chiamati/chiamano in causa)…ho scritto troppo di fretta 🙂

      Rispondi
    • Non abbiamo amici nel settore, però grazie infinite, cercheremo nel database con moooolta pazienza!

      Rispondi
    • Cat

       /  settembre 12, 2013

      peccato non poter mettere mi piace!!! Non credete a tutto..non fatevi etichettare come utonti, oggi il GOMBLOTTO è all’ordine del giorno. Come l’h1n1 ve la ricordate? Non fate il vaccino poiche serve ad ammazzarci perchè nel mondo siamo troppi. Io l’ho fatto il vaccino e ho preso l’h1n1 e non sono morta. Ricordate che la mamma dei bufalari è sempre incinta.

      Rispondi
  2. Stefano

     /  settembre 11, 2013

    Ah ah! Ma che boiata è mai questa? Il cancro non è mica un batterio o un virus. Ma chi le scrive queste assurdità?

    Rispondi
    • Per favore legga i contributi che ci sono pervenuti da lettori esperti e trnga presente che quelle che Lei mette sotto accusa sono direttamente le parole di uno scienziato… il Dr Hilleman!

      Rispondi
    • Per favore legga i contributi che ci sono pervenuti da lettori esperti e trnga presente che quelle che Lei mette sotto accusa sono direttamente le parole di uno scienziato… il Dr Hilleman!

      Rispondi
  3. lucia

     /  settembre 11, 2013

    sapete x caso se i video pubblicati insieme all’articolo esistono in lingua italiana o se ne esiste una versione sottotitolata? l’argomento mi interessa, ma in questo caso non ne capisco i contenuti!

    Rispondi
  4. Giuliana

     /  settembre 11, 2013

    Vorrei sapere in che tipo di vaccino

    Rispondi
  5. Attilio

     /  settembre 11, 2013

    Andiamo gente, la notizia è una scemenza. Il vaccino utilizzato tanti anni fa dalla MERCK per curare la polio fu infettato dal’ SV40 (solo una partita, non tutto) e una volta scoperto fu le stessa casa che ritirò il prodotto per sostituirlo, quindi nessuno lo ha messo volontariamente dentro. È poi a che pro: le industri farmaceutiche vogliono mantenerci in vita il piú a lungo possibile, se no i farmaci a chi li vendono. Uno col cancro è inguaribile. Inoltre basta andare su wikipedia per sapere che, ancora oggi dopo tanti studi, non esistono prove che l’ SV40 sia cancerogeno. È un tipico esempio di come aumentare le vendite terrorizzando la gente. Ascoltate sempre più fonti!

    Rispondi
    • Ha perfettamente ragione a dire che bisogna ascoltare più fonti ed è quello che abbiamo fatto. Provi a cliccare le fonti dal nostro articolo.

      Rispondi
  6. Susanna Desario

     /  settembre 11, 2013

    Ho il grave sospetto che il vaccino antinfluenzale mi abbia scatenato il fenomeno della vitiligine…

    Rispondi
    • E’ meglio non rimanere col dubbio e i sospetti… Che ne pensa il suo medico?

      Rispondi
    • lorenzom.

       /  settembre 12, 2013

      La vitiligine non è un “fenomeno”, bensì una patologia autoimmune. Avete per caso scambiato questo blog per il medico curante?Vi assicuro che all’università non ci istigano ad aggravare le patologie e non vedo perchè dovrebbero farlo i Vostri medici di famiglia.

      Rispondi
      • “Fenomeno”, secondo l’etimologia greca della parola, che deriva dal verbo “phaino”,significa apparire e il dizionario precisa che si tratta di “qualsivoglia effetto osservato nei corpi”. Ovviamente in questo senso la lettrice ha usato il termine ( considerato che la vitiligine si può “osservare” sul corpo) Solo Lei ha voluto dargli un significato diagnostico che è fin troppo evidente non avesse.

  7. Claudia

     /  settembre 11, 2013

    Sono una mamma di una bimba di quasi 3 anni non vaccinata. Mi rivolgo al giovane dottore-neo laureato di nome Giacomo, sperando che non si offenda dalle mie personali critiche alle sue affermazioni. E’ risaputo che in ambito universitario ciò che viene insegnato è che i vaccini siano stati e siano tuttora la salvezza dell’umanità. Ma voglio semplicemente ricordare, senza tirare in ballo virus micidiali o chissà che cos’altro, che l’aumento di malattie autoimmuni e di patologie allergiche di questi ultimi anni è collegato anche all’aumento delle inoculazioni vaccinali che vengono fatte ai bambini fin dai primi mesi di vita (18 vaccini nel primo anno di vita obbligatori, escludendo quelli per le meningiti ovviamente, altrimenti il numero sarebbe più alto). Di fronte ad un bombardamento simile, è stato ormai ampiamente dimostrato in medicina (e ci sono fonti molto autorevoli al riguardo) che il sistema immunitario non sempre reagisce rafforzandosi; spesso invece impazzisce dando luogo appunto alle patologie che citano poc’anzi. Fortunatamente, anche se ancora pochi, ci sono al giorno d’oggi medici e pediatri che mettono in discussione molte certezze legate ai vaccini (compresi quelli pediatrici)!

    Rispondi
    • Daniele

       /  settembre 12, 2013

      Cara Claudia, se lei oggi può permettersi di scegliere di non fare vaccinare suo figlio è solo perché decenni di vaccinazione di massa hanno quasi completamente debellato nel cosiddetto mondo civilizzato malattie devastanti come il vaiolo, la poliomielite, il colera, la malaria, la meningite. Cent’anni fa, la sua bambina non vaccinata avrebbe avuta una discreta possibilità di non arrivarci neanche a tre anni di età.
      Le ricordo anche che non è vero che sia “ampiamente dimostrato” il collegamento tra vaccini e malattie autoimmuni. È una teoria, tra l’altro riguardante solo alcuni vaccini specifici e non i vaccini in generale, e che è stata confutata almeno tante volte quante è stata supportata. Non spacci quindi le sue convinzioni per verità assodate che tali non sono.
      Anche affermare che i vaccini “spesso” impazziscono è una dichiarazione semplicemente tendenziosa, perché anche prendendo in considerazione i casi in cui il vaccino si è rivelato dannoso per chi lo ha ricevuto, e anche ammettendo che siano vere le teorie non confermate di relazione con le malattie autoimmuni, la percentuale di individui interessati è talmente bassa rispetto ai miliardi di persone vaccinate che vivono sulla Terra che l’avverbio più adeguato sarebbe al massimo “sporadicamente”, non certo “spesso”.

      Rispondi
      • Claudia

         /  settembre 17, 2013

        Qualcuno sarà pure sopravvissuto grazie a Dio, altrimenti non staremmo qui a parlarne non crede????
        Cent’anni fa mia figlia non sarebbe neanche arrivata a compiere 3 anni, secondo la sua opinione (che rispetto comunque) perchè probabilmente sarebbe vissuta in una baracca senza acqua nè sistema fogniario, e non avrebbe potuto mangiare come mangia attualmente. Il nesso tra malattie autoimmuni e vaccinazioni è ampiamente dimostrato (potrei citare le fonti, ma non ritengo giusto farlo, se non altro per non leggere che sono fonti prese chissà dove e scritte chissà da chi): le citi lei le sue fonti magari, visto che io non obietterò sulla loro validità, e mi dica quali sono gli studi che confutano questa correlazione! Non ho scritto che sono i vaccini ad impazzire, ma il sistema immunitario: mi pare che persone allergiche ci siano ovunque, e le malattie autoimmuni siano in costante aumento (si faccia un giro al Gaslini o al Salesi e si accorgerebbe che interessano sempre più bambini).

    • Emanuele

       /  settembre 12, 2013

      Allora. Innanzitutto, all’università insegnano quali sono i rischi dei vaccini, accertati o meno, enunciano eventuali nuove ipotesi, e ci sono professori favorevoli, come contrari.
      Poi, riguardo al “ci sono fonti molto autorevoli al riguardo”, potresti citarmene qualcuna, con allegato l’articolo scientifico da cui queste conclusioni sono tratte? Perché cosi vuol dire tutto e nulla.
      L’altro presupposto da cui bisogna partire è che in medicina, ogni scelta dev’essere fatta valutando quello che è il rapporto costo/beneficio. Con costo non si intende solo quello economico, ma anche biologico. I rischi dei vaccini ci sono? Si, non si può dire di no. Una percentuale di questi può causare autoimmunità, raramente immunodeficienza. Possono causare sequele di vario tipo.
      I benefici ci sono? Si, infatti non mi sembra che vi sia più una mortalità pressoché infantile, come invece accadeva prima dell’avvento dei vaccini.
      Per quanto riguarda la connessione con i tumori mi rifaccio al commento di Giacomo aggiungendo sempre la stessa postilla: dove sono gli articoli che elencano i casi con relazione diretta, certa e dimostrata tra il vaccino e il tumore?

      Rispondi
      • Claudia

         /  settembre 17, 2013

        Non c’è più mortalità dice? Probabilmente non ha mai viaggiato in India, dove i bambini raggiungono le 13 inoculaziomi contro la polio, e dove cadono come mosche proprio a causa della poliomielite. Ammettendo che i rischi ci siano, bisogna valutare quale è la percentuale e la frequenza con cui questi rischi si presentano: come fanno le ditte farmaceutiche fabbricatrici di vaccini a dire che sono sicuri? Sperimentandoli su un campione numeroso di volontari o sull’osservazione per un determinato periodo di tempo: il vaccino per l’epatite B (la cui storia è ben risaputa ormai) è stato “sperimentato” solo per 5 giorni, e tale è scritto sul bugiardino annesso al vaccino. Si può dire che sia sicuro? Personalmente, a mia figlia non l’ho fatto inoculare, e non mi ritengo affatto una madre degenerata per questo!

    • Simonetta

       /  settembre 12, 2013

      Barva Claudia…..per non parlare poi delle morti in culla che nessuno associa alla vaccinazione

      Rispondi
      • L’articolo pubblicato da Tuttacronaca, – in merito a episodi riguardanti i vaccini,forse tardivamente venuti alla luce,ma comunque appartenenti a un passato ormai lontano, – sembra invece aver fatto emergere tutte le ansie,i dubbi e i convincimenti positivi e negativi nei riguardi di quei vaccini che sono oggi fra noi. Il vaccino ha indubbiamente segnato una svolta fondamentale nella sopravvivenza della specie umana, data la scomparsa di molte malattie che hanno flagellato per secoli l’umanità ! Di questo ne sono quasi tutti convinti Quello che invece resta da approfodfire e da chiarire è il ruolo attuale del vaccino nelle società occidentali, il perché della somministrazione di tanti vaccini, in Italia obbligatori, in altri paesi solo consigliati e, primo fra tutti, il problema degli eventuali effetti collaterali.

    • Emanuele A.

       /  settembre 13, 2013

      Mi permetto di inserirmi per dare qualche informazione che spero possa essere utile. Rispondendo a qualche interrogativo.
      a) Come precedentemente affermato l’aumento di un fenomeno può essere associato temporalmente ad un altro ma, allo stesso tempo, non esserlo con reazione di causa-effetto. Per intenderci, come dicevo prima, per quanto possa essere vero che negli ultimi decenni sono aumentate le occasioni di vaccinazione e contemporaneamente i casi di allergie e malattie autoimmuni, è anche vero che sono aumentate le calorie/pro capite introdotte, l’inquinamento ambientale, l’uso dei PC, il consumo di tabacco ed un altro milione o più di variabili di esposizione. Come facciamo ad essere così certi che i vaccini siano responsabili di tali quadri clinici? I metodi in realtà ci sono (la scienza si chiama epidemiologia) ma prevede decenni di formazione specialistica e gli specialisti in tale scienza (per chi volesse approfondire ho quintali di lavori pubblicati in merito), ad oggi, dicono che i vaccini somministrati da calendario vaccinale espongono a benefici di gran lunga maggiori dei rischi.
      b) E’ vero che nei primi mesi di vita il sistema immunitario di un bambino è estremamente fragile ed immaturo. Così immaturo che sono necessarie più somministrazioni di uno stesso vaccino per ottenere una protezione. Ma direi anche così immaturo che una malattia infettiva può determinare reali catastrofi sanitarie che solo oggi, grazie agli stessi vaccini, siamo non più abituati a vedere. Chi ha un parente che ha subìto i danni da poliomielite (ma solo per citare una patologia che “lascia traccia”) potrà senza dubbio capire di cosa si parla. Dimenticavo…alcune malattie infettive, se complicate, hanno la “fortuna” di non “lasciare traccia” semplicemente perchè chi le contrae smette di camminare, mangiare, respirare, sognare…
      c) Mettere continuamente in dubbio la scienza è un obbligo di ogni scienziato che abbia una testa ed un cuore. Ogni giorno milioni di addetti ai lavori mettono proprio cuore e testa nelle loro ricerche. Forse dovremmo umilmente imparare a rispettare il lavoro altrui con la consapevolezza che se davvero tutti questi scienziati si fossero messi d’accordo per estinguerci…beh l’avrebbero già fatto da un pezzo!
      d) Per Claudia. Sua figlia ha avuto la fortuna di vivere in un paese come l’Italia in cui il 90% della popolazione è vaccinata. Ciò significa che malattie per cui esiste la vaccinazione (rosolia, morbillo, difterite, polio etc) hanno smesso di circolare in maniera imponente. Le chiedo: cosa succederà quando sua figlia, in età adulta, entrerà in contatto con queste malattie? Basta un viaggio o la vicinanza con un non Italiano o poco altro perchè ciò accada. Ebbene per capire il reale rischio cui sta esponendo sua figlia vada a leggere cosa determina la rosolia in una donna gravida o la parotite in un uomo adulto (gli esempi sarebbero molteplici ma mi fermo per non fare terrorismo). Ritiene ancora che il gioco valga la candela?

      Rispondi
      • Claudia

         /  settembre 17, 2013

        Quando sarà adulta deciderà lei della sua vita, e se amerà viaggiare deciderà se vaccinarsi o meno. Per quanto riguarda la cosidetta immunità di grecce cui si fa riferimento, io davvero non capisco cosa si voglia dimostrare. Ma quante sono davvero le persone non vaccinate in Italia? C’è gente ottantenne che non è stata affatto vaccinata come lo sono i bambini oggi, e chi è nato 40 o 50 ani fa, ha controllato i propri titoli anticorpali per sapere se si è protetti contro tutte queste malattie? Sono solo i bambini ad essere vaccinati, non certo chi è nato anni e anni fa, quando molte vaccinazioni non erano neanche obbligatorie o non esistevano nemmeno. Ammettendo la teoria dell’imminità di gregge, non credo sia solo mia figlia quella ad essere protetta dalle vaccinazioni altrui, ma probabilmente lo siete anche voi che scrivete su questo blog.
        In tutta sincerità, spero che contragga queste malattie infettive prima citate prima di diventare grande: sulla rosolia mi viene solo da sorridere. Discutiamo sui progressi della scienza, e non pensiamo che se una donna è incinta non le viene quanto meno prospettata la possibilità di controllare se è immune contro la rosolia, e se non lo è di stare attenta, non frequentanto bambini o persone a rischio? Mi viene da pensare alla saggezza delle nostre nonne o bisnonne: quando un bimbo era ammalato di morbillo, si cercava di farli stare a contatto fra loro: forse erano del tutto dementi? Io non credo!
        Che poi, chi ci dice che un bimbo vaccinato a 15 mesi pe ril morbillo sarà protetto quando avrà 20 o 30 anni? Lo dicono le ditte farmaceutiche o lo dicono gli studi effettuati controllando un campione numeroso di persone , effettuando su di loro verifiche sierologiche? Esistono ricerche in merito? Direi proprio di no…

      • Emanuele A.

         /  settembre 19, 2013

        Da maggiorenne deciderà lei ma fino ad allora ogni genitore dovrebbe avere a cura la salute dei propri figli e, ne sono convinto, la prevenzione (e quindi anche vaccinare) rientra tra questi compiti. Ricordo di avere avuto la varicella a 16 anni… ai tempi non c’era il vaccino… oggi ho diverse cicatrici sul volto che testimoniano quella malattia. Se i miei avessero potuto vaccinarmi ed avessero deciso di non farlo probabilmente oggi gli rinfaccerei queste “medaglie”. Inoltre mi viene da consigliare di stare attenta al virus della rosolia che, haimè, non si vede. Considerato che molte persone hanno infezioni senza sintomi il rischio di beccarsela non è poi così remoto, anche stando moooolto attenti e limitando i contatti. Infine, vorrei lodare la saggezza delle nostre nonne che, di fatto, vaccinavano “naturalmente”. Oggi lo facciamo artificialmente e ciò che cambia è che abbiamo ridotto il rischio di complicanze di oltre 10 volte (perchè usiamo ceppi microbici attenuati o privati del loro potere patogeno!).
        Sull’assenza di protezione a lungo termine… http://europepmc.org/articles/PMC2271445/pdf/epidinfect00044-0172.pdf … direi che già nel 1994 (ed oggi siamo nel 2013) si sapeva che la protezione è duratura. Per leggere l’articolo bisogna conoscere la lingua inglese, per interpretarlo bisogna almeno conoscere l’abc dell’epidemiologia e per applicarlo bisogna essere operatori del settore sanitario. Purtroppo mi viene il dubbio che le Sue affermazioni, cara Claudia, non siano pienamente supportate dalle predette abilità.

        Ps Quando si decide di “buttarsi da una finestra” bisognerebbe avere la piena cognizione di ciò a cui si va incontro e, a quel punto, spiegare le conseguenze a chi volessimo coinvolgere nell’idea. Per favore, se non ha cognizione dei rischi di non vaccinare, non tenti di coinvolgere nella scelta altre persone a cui non potrà dare le informazioni corrette.

  8. Sapiens

     /  settembre 11, 2013

    Notizia derivata o meno, caro blog, tu l’hai ripubblicata spacciondola per vera, dunque te ne dovresti assumere la responsabilità.

    Rispondi
    • Come fa a dire che la notizia non è vera? Esiste un video, esistono delle dichiarazioni. Colui che parla di virus SV40, non è l’uomo della strada ma uno scienziato,responsabile ai massimi livelli aziendali della Merck, nella preparazione del vaccino. E’ stato dovere di cronaca,pubblicare la notizia,una volta venuti a conoscenza della sua esistenza da altre fonti di informazione!

      Rispondi
    • Simonetta

       /  settembre 12, 2013

      Mettiti in contatto con il Cor.vel.va per sapere quanti casi stannoseguendo per danni post vaccinali. O guardati la storia del signor Giorgio Tremante, due figli morti e uno tetraplegico.

      Rispondi
    • Claudia

       /  ottobre 9, 2013

      Rispondo al sig. Emanuele A.: per sua informazione, ho un titolo di dottore di ricerca in Scienze dell’educazione conseguito nel 2007 e ho svolto parte dei miei studi in Inghilterra. Non sono epidemiologa nè lavoro nel campo sanitario, ma ho una coscienza critica e “pensante”, e di fronte alla questione vaccini ho deciso in piena serenità di non farli fare a mia figlia, come hanno fatto molti altri genitori. Curo me stessa e la mia famiglia con l’omeopatia: mia figlia di 3 anni non si è mai ammalata in modo serio (tonsilliti, otiti ecc.) , e non ha mai preso antibiotici. Deduco che le mie scelte, se questi sono i risultati, non siano state così catastrofiche, se osservo i suoi coetanei, già imbottiti di farmaci fino alle orecchie e supervaccinati. Non è mia intenzione convincere nessuno delle scelte che ho fatto. Per quel che mi riguarda, ognuno è libero di fare ciò che vuole: non capisco per quale motivo mi sia stata additata la volontà di convincere a non vaccinare, quando ho semplicemente risposto alle critiche che mi sono state fatte apportando le mie considerazioni.

      Rispondi
  9. olga

     /  settembre 11, 2013

    Purtroppo viviamo in tempi in cui paradossalmente tutto è vero e tutto è falso. La facilità con la quale chiunque può avere qualsiasi tipo di informazioni mediante web ci illude di sapere tutto quando in realtà genera solo gran confusione. Bisogna imparare a non credere in tutto ma nemmeno a diventare totalmente scettici, basterebbe verificare se le fonti sono realmente attendibili e naturalmente ai giornalisti chiederei che prima di diffondere notizie così allarmanti ( dico:” prima” no di non pubblicarle) si consultassero sulle conseguenze devastanti che notizie infondate possono causare.

    Rispondi
    • Se le notizie sono per Lei infondate legga le fonti sulle quali si è basato l’articolo e quando arriverà a leggere “Il Fatto quotidiano”, verifichi le fonti che troverà citate.

      Rispondi
  10. Il link che Le interessa è pubblicato! Tuttavia,come potrà rilevare leggendolo, la Ricerca Wired del 2007 afferma testualmente:”Infatti è indubbio che la Merck abbia “inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini”: ma lo ha fatto per errore, non per un piano diabolico; e lo ha fatto non “tradizionalmente”, ma ha smesso cinquant’anni fa.” Cioè i risultati della ricerca Wired sono perfettamente in linea con l’articolo da noi pubblicato. Ma se poi desidera altre informazioni sui vaccini linKi anche: http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/06/26/vaccini-quello-che-nessuno-vuole-o-puo-dire/31909/

    Rispondi
    • claudio

       /  settembre 13, 2013

      “… lo ha fatto per errore…” credere a queste banalità infantili mi fa venire il voltastomaco. Prima lo dice e poi … “per errore”. E quali altri errori possono esserci, non detti? E poi cosa? viene a dire, la Merck “per errore” vent’anni dopo? Ma chi glielo fa fare? Se non fosse così grottesco, farebbe fare delle grasse risate. Mio figlio che ha 10 anni inventa panzane più credibili. E’ proprio che ci trattano da deficienti. Mah, avranno ragione???? Forse nel mio caso si …. unngghhh (:-P

      Rispondi
      • claudio

         /  settembre 13, 2013

        Chiedo scusa: mi sono espresso male. “credere a queste banalità”… intendevo “volerci far credere a queste banalità” (da parte di certe fonti)

  11. Per economia di tempi ed evitare inutili ripetizioni, può leggere la risposta che abbiamo dato al Sig. Mario. Con molti cordiali saluti da Tuttacronaca.

    Rispondi
  12. Maria manuela

     /  settembre 11, 2013

    …ma valgono le stesse considerazioni per il vaccino in polvere , che si da per 10 gg al mese per tre mesi , per le faringiti e streptococco…..

    Rispondi
  13. Tuttacronaca scrive ” ma somministrare o meno un vaccino lo dobbiamo far decidere al medico.”
    Allora, devo ancora lasciare decidere al dottore se farmi fare il vaccino o meno?
    Esiste la mondo un qualche animale che lascia questa decisione al dottore?
    A possibile che questo sia solo per l’HOMO SAPIENS, quello dal cervello grosso, ma così stupido?
    Questo è proprio da chiederselo.
    Faccio presente che personalmente non ho nulla contro i dottori, da devo tenere presente che questi sono istruiti da bigfarma ad usare i prorpi prodotti CHIMICI, quindi lascio ad ognuno l’idea di come possono essere itruiti.
    Mentre ce l’ho con chi ci ha nascosto e ci nasconde queste terribili e importantissime notizie, che ogni dottore dovrebbe avere a sua disposizione e che quindi prima di fare le vaccinazioni (con prodotti CHIMICI) dovrebbe provare queste ESPERIENZE (con prodotti NATURALI) fatte da dottori che sono certo in quel periodo NON ERANO ANCORA ISTRUTI da bigfarma.
    A conferma della MALAFEDE di TUTTO il COMANDO MEDICO ecco quanto succede al professor Delbert:
    “””Questa guarigione sbalorditiva segna per lui il punto di partenza delle sue ricerche sul trattamento delle malattie infettive con il cloruro di magnesio. Con il sostegno di un gruppo di medici che hanno aderito alla tecnica di Delbet sulla base dei risultati ottenuti, fa un intervento sulle «proprietà farmacodinamiche e terapeutiche del magnesio», in occasione delle Journèes Thèrapeutiques de Paris nel 1947. In quell’occasione ha la brutta sorpresa di vedere la relazione scritta del suo intervento non solo troncata, ma soprattutto condensata al massimo e costellata di strani «errori tipografici»: vi si legge, per esempio, «miglioramenti» quando invece parla di «guarigioni», e «otto casi su 61» invece di «58 casi su 61» (nei tre casi rimanenti i pazienti avevano ricevuto un siero oltre alla terapia magnesiaca, così non li avevano inclusi nella statistica per scrupolo intellettuale, mentre la percentuale di guarigioni era in realt`a del 100%!). Passando i decenni, sembra che nulla sia realmente cambiato”””
    “””2.17 Ciononostante. . .
    A dispetto delle prove presentate, degli studi effettuati, delle numerose testimonianze di pazienti guariti e di medici che hanno utilizzato il metodo, il dottor Neveu dovette subire incessanti critiche, maldicenze, falsità e attacchi iniqui da parte dei rappresentanti della medicina «ufficiale». Quando mor`i, prostrato dalla lotta incessante per salvare bambini altrimenti condannati, almeno aveva avuto la soddisfazione di sapere che il cloruro di magnesio si sarebbe venduto regolarmente
    in tutte le farmacie. Fortunatamente `e ancora cos`i, e sta a noi fare in modo che continui a esserlo ancora a lungo! “””
    E ora ecco i risultati riprotati dello stesso dottor Neveu già citato dal mio post precedente:
    “””2.11 La poliomielite è vinta
    Questa «terribile malattia» terrorizzava a ragione molti genitori in quanto non esisteva alcuna cura efficace. I bambini colpiti portavano per tutta la vita i gravi postumi della malattia: gambe atrofiche, andatura da sciancato nel migliore dei casi.
    Il dottor Neveu vanta numerosissimi casi di guarigione dalla poliomielite in alcuni giorni. Il cloruro di magnesio somministrato in tempo blocca la malattia, anche nei casi più gravi. «l’effetto citofilattico del cloruro di magnesio non può davvero esser messo in dubbio nella cura di questa malattia».
    Nel 1947, su richiesta del professor Javillier (incaricato della conferenza inaugurale), il dottor Neveu prende parte al suo esperimento nel corso delle Journ´ees Th´erapeutiques de Paris con un intervento dal titolo Traitement cytophylactique de quelques maladies infectieuses de l’homme et du betail par le chlorure de magnesium [Trattamento citofilattico di alcune malattie infettive dell’uomo e degli animali con il cloruro di magnesio]. Qui menziona il suo primo successo su un caso di poliomielite ottenuto durante l’epidemia del 1943. Quando gli portarono il bambino, questi era gi`a paralizzato alla gamba sinistra da diversi giorni; nonostante il notevole ritardo con cui era iniziato il trattamento, il bambino guarì
    completamente in una quindicina di giorni! “””
    “””2.14 In caso di epidemia di meningite
    Questa temibile malattia continua ogni anno a mietere vittime, soprattutto fra i bambini. Anche in questo caso, il cloruro di magnesio fa miracoli, fatto che comunque non deve assolutamente spingervi all’imprudenza.
    A scopo preventivo: iniziate appena possibile la terapia al cloruro di magnesio. Se, nonostante tutto, il bambino presenta sintomi sospetti (angina, violenti mal di testa, rigidità della nuca) dovete portarlo dal medico, che prescriver`a una cura
    appropriata. Continuate, tuttavia, a fargli assumere il cloruro di magnesio agli intervalli consigliati fino alla completa guarigione: il risultato delle due terapie associate sarà senz’altro migliore. “””

    Fai clic per accedere a delbertclorurodimagnesio.pdf


    E questo è solo una parte, per sapoere di più su queso CLORURO DI MAGNESIO che sicuramente fà evitare i VACCINI che nessun animale al mondo SUBISCE:
    http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/magnesiobase.htm
    Quindi il tuo consiglio puoi ritenerlo ancora valido?
    ciaooo Genfranco

    Rispondi
    • Pubblichiamo il Suo contributo al dibattito sui vaccini che i lettori hanno aperto su questo bloc. Dobbiamo tuttavia farLe presente che sull’opportunità di fare o non fare i vaccini,il medico di base dovrebbe essere la prima persona al quale chiedere. Potranno essere più o meno aggiornati, questi medici, sullo stato delle ricerche, ma fra di loro ci sono tantissime persone responsabili e mai corrotte. E’ chiaro che in tutti i casi dubbi dopo aver sentito il medico di base ci sono tanti altri step da compiere.

      Rispondi
    • claudio

       /  settembre 13, 2013

      In aggiunta a ciò che dice Genfranco aggiungerei il dottor Tullio Simoncini, che sta a Roma, che ha curato numerosi casi di cancro col bicarbonato di sodio in soluzione al 5%, il quale, degnissima persona, col quale ho avuto l’onore di avere contatti, è ritenuto un luminare in Australia, States e molti altri paesi, al punto che venivano a Roma da tutto il mondo a curarsi. Ci sono le sue conferenze su you tube, ma il suo sito è stato oscurato. Solo in Italia non può assolutamente agire perchè hanno proibito le cure col bicarbonato, così deve mandare i suoi pazienti a curarsi in Albania e paesi limitrofi. Cercano di incastrarlo in tutti i modi possibili.
      Ce ne sarebbero altri, tanti e tanti, soppressi, derisi, screditati, perseguitati, calunniati, arrestati. Qualche nome?? Max Gerson, Wilhelm Reich, Otto Warburg, Linus Pauling, Di Bella, Manuel Lezaeta, Kneipp, Kuhne, Ehret, Rikli, Just, Bitz, Lakhowsky, Lindlahr, Priessnitz (molti di loro malati terminali che riuscirono a trovare un metodo per salvarsi dopodichè dedicarono la loro vita a curare gli altri) Di alcuni i lavori sono stati occultati (Reich) ma degli altri ci sono i libri (alcuni purtroppo solo in lingia straniera, non tradotti, ma molti sistemi sono sovrapponibili al 90%) e da questi si curavano poveri e nobili, baroni conti, re e regine, popolo, clero, artisti da tutto il mondo, facevano viaggi lunghi per curarsi, perfino da oltre oceano, affrontando mesi di viaggio, qualcuno, fin dagli inizi dell’800. Erano così stupidi e superstiziosi? Per togliersi il dubbio basterà leggere le lettere di gratitudine ai loro guaritori.
      Quand’è che ci decideremo a riesumare i lavori di questa gente, spendendo qualche euro sacrosanto, invece di nutrire il culto del dio virus, ignorando che perfino Pasteur, in punto di morte disse al suo collaboratore “Abbiamo sbagliato tutto: il virus è niente. Il terreno (intendeva un sistema immunodepresso) è tutto. Ciao Genfranco e grazie per questi nomi che hai dato: questi non li conoscevo, e chissà quanti altri ce ne saranno… e grazie ancora redazione per il lavoro svolto. Avete contribuito a suscitare un bel vespaio, dubbi polemiche, ma era ora, ci voleva. Si sa ancora troppo, trrroopppo poco su queste cose. Viaggiamo ancora sulla superstizione medievale. Altro che scienza….

      Rispondi
  14. Elena M.

     /  settembre 12, 2013

    I vaccini hanno liberato l’umanità da poliomielite, vaiolo e tante altre malattie pericolose. E’ chiaro che abbiano effetti collaterali, come qualsiasi altro farmaco, ma per favore non facciamo terrorismo complottista.

    Rispondi
    • Pubblichiamo il suo commento e siamo perfettamente d’accordo che non si deve fare terrorismo… Ma questo a volte nasce perché non c’è un’ informazione precisa e inoppugnabile sui pro e sui contro di ciascun vaccino. Una maggior chiarezza impedirebbe non solo tante speculazioni, ma eviterebbe anche tante paure

      Rispondi
    • claudio

       /  settembre 14, 2013

      Il tempo del complottismo è finito, cara signora, e per fortuna. Il complottismo (termine inventato degli oscurantisti) è superato grazie a Dio, perchè ci sono i dati. Inoppugnabili. Dare informazioni corrette e documentabili, non è fare complottismo, nè tantomeno terrorismo, ma portare alla luce la verità. Diceva Emerson:”L’ignoranza è è madre della devozione”. Mi sembrano abbastanza pertinenti ai giorni d’oggi, riguardo a certi argomenti.

      Rispondi
  15. Violetta

     /  settembre 12, 2013

    Buongiorno a tutti, sono stata sempre dell opinione che dentro quei vaccini c è qualcosa che non va. Riflettiamo bene, citiamo il cancro, male del secolo, voi siete tutti fermamente convinti che non c è cura? Io credo che c è ma non verrà mai data, una chemio costa 1200€ . Che cosa accadrebbe alle industrie farmaceutiche internazionale se debelliamo il cancro? Abbassano le serrande e tutti a casa. Altre ricerche hanno riscontrato su alcuni bambini, autismo e diabete tipo1. Vaccini influenzali l hanno scorso, sono stati ritirati dal mercato perché alterati, che cosa c era realmente dentro quelle siringhe? io per esempio non ho vaccinato mia figlia per il papilloma virus. Soldi solo una questione di soldi, ci infettano per soldi…

    Rispondi
    • Pubblichiamo il Suo contributo all’argomento,ma ci sembra doveroso ribadire che su argomenti così delicati e importanti non ci possono essere opinioni personali,ma solo opinioni supportate da dati scientifici sicuri.

      Rispondi
    • claudio

       /  settembre 13, 2013

      Legga il mio commento. Saluti

      Rispondi
  16. grazie per questo articolo:avevo gia in mente questa mia idea in merito ai vaccini.oggi ho dato un senso a tutto cio che mi capita nel mio paese ,oggi ho 47 anni e a mente mi vengono a mancare per svariate cause tumorali molti sottolineo molti amici parenti e conoscenti di eta compresa tra i 30 e 50 anni.tuttavia penso che queste persone non anno niente in comune se non altro l’eta piu o meno vaccinale.

    Rispondi
    • Pubblichiamo le Sue considerazioni su casi che l’hanno vista testimonial diretta. Tuttavia perchè queste considerazioni possano avere valore scientifico occorre poter disporre di un campione rappresentativo della situazione che Lei ha osservato soltanto nell’ambito delle proprie conoscenze.

      Rispondi
  17. Jacopo

     /  settembre 12, 2013

    E se invece fosse tutto un meccanismo per non far più vaccinare la gente? Le aziende farmaceutiche avrebbero solo da guadagnarci visto che curare una malattia costa molto di più che prevenirla…

    Rispondi
  18. sabrina

     /  settembre 12, 2013

    volevo sapere se anche nei vaccini obbligatori x i bambini tipo morbillo o varicella

    Rispondi
  19. giovanni

     /  settembre 12, 2013

    spero sia solo uno scherzo , se sarebbe vero e un delitto per l’umanità

    Rispondi
  20. Salve, Sarò breve: c’è una correlazione tra vaccini e Sclerosi Multipla? Questa Azienda Farmaceutica dispensa costosissimi farmaci per bloccare la progressione della SM.
    Grazie

    Rispondi
    • Sembrerebbe da escludersi, almeno secondo questo articolo http://www.aism.it/index.aspx?codpage=vaccinazioni

      Rispondi
    • Alberto

       /  settembre 20, 2013

      Salve.
      per le informazioni che ho io ,sembra che ci sia una correlazione tra metalli pesanti e sclerosi multipla.Siccome nei vaccini prodotti negli anni addietro erano presenti metalli pesanti tra cui il mercurio 2+2 fa 4.Comunque è sempre importante perdere qualche minuto per informarsi bene e di studi fatti in merito da ricercatori fuori dal coro ce ne sono tanti. Fuori dal coro ce li hanno buttati loro ovviamente perchè hanno scelto di andare oltre il PROTOCOLLO.

      Rispondi
  21. davide

     /  settembre 12, 2013

    Gent.mi,
    nel video il Dr. Hilleman riferisce del caso assai noto di contaminazione dei vaccini anti-polio con il virus SV40. La contaminazione fu dovuta alle tecniche di estrazione utilizzate al tempo (anni 50-60) che utilizzavano culture di cellule renali di scimmia. Il caso in questione è acclarato ma nessuno ha mai provato il dolo. L’accaduto ha coinvolto milioni di pazienti con conseguenze drammatiche, ma per quanto grave è da considerarsi colposo e non intenzionale (né tantomeno frutto di una strategia del terrore).
    Colgo l’occasione per sottolineare che la frase nel video “we imported AIDS in the country” è chiaramente una battuta con il senno di poi in quanto il virus del HIV è stato identificato negli anni 80.
    Mi permetto di notare che le informazioni riportate nel video e nell’articolo sono tecnicamente corrette ma presentate con l’intenzione di far emergere un “complotto/strategia”, credo che tutti trarremmo giovamento se gli autori di questi scoop si concentrassero sull’analisi e verifica dell’informazione senza inseguire sensazionalistici scoop che fanno leva sull’emotività.
    Cordialmente.

    Rispondi
    • Le possiamo assicurare che non c’è stato nessun compltto – strategia. Noi ci siamo limitati a presentare un video e corredarlo di un testo scritto, già noto. In caso è la notizia in sé che può suscitare scalpore, nonostante i fatti narrati dall’intervistato si riferiscano a molti anni prima. E questo perché nel lettore sorge immediata la domanda sui vaccini oggi in uso,sulla loro “purezza” e su eventuali problematiche collaterali ed effetti indesiderati.

      Rispondi
  22. Cubikk

     /  settembre 12, 2013

    dopo quanto tempo potrebbe svilupparsi dall’ultimo vaccino?

    Rispondi
  23. “il Virus del cancro”…………………

    Rispondi
  24. L'anticonformista

     /  settembre 12, 2013

    La domanda è: in generale che senso ha fare vaccini antinfluenzali?? Credo che sopratutto nei bambini ma anche negli adulti ci sia bisogno di influenze “sane” per rinnovare e rafforzare le difese immunitarie.

    Rispondi
  25. Ovviamente si cerchera di negare e insabbiare ogni cosa. Ci sono troppi soldi in ballo, basti pensare a quanti ne girano intorno alla sperimentazione(tortura) animale, e alla successiva commercializzazione di pseudo-cure per queste gravi malattie, e non per ultimo anche per quelle meno gravi. Conosco personalmente una persona che ha subito gravi danni alla vista con strabismo collegato a causa delle sostanze contenute nei vacini inoculatili da bambino, percio sentire medici che negano tutto e continuano a parlarne come del sacro gral della salute mi pare quantomeno ridicolo. Sono convinto fermamente che fra 100 anni molti medici e ricercatori del settore verranno considerati alla stregua di criminali nella memoria storica, visti gli orrori che stanno volontariamente o meno commettendo. Per fortuna ce anche una parte di medici che si dedica alla propria missione in maniera corretta e giudiziosa cercando di non farsi influenzare dai soldi delle case farmaceutiche. Come ultima considerazione mi permetto di far notare come e abbastanza ovvio che se qualcuno guadagno miliardi con i farmaci per curare malattie non puo per nessun motivo avere interesse nel debellare queste ultime. Mi pare una cosa talmente logica da essere intuibile anche per un analfabeta.

    Rispondi
    • E’sempre più pressante l’esigenza di far chiarezza sui vantaggi e gli svantaggi dei vaccini, sia in aree a grande rischio epidemie che in aree dove le malattie infettive sono pressochè scomparse. In queste ultime aree, identificabili in massima parte con i paesi occidentali c’è oggi una variabile, remota sino a pochi anni fa… Cioè la grande emigrazione di popoli africani o medio – orientali che sfuggono alle guerre,alla carestia, alla miseria…E’ lecito chiedersi se portano con sé qualche virus più o meno latente che dovrebbe essere affrontato tempestivamente, se così fosse. Di conseguenza in che percentuale trova giustificazione l’uso dei vaccini?

      Rispondi
      • Emanuele A.

         /  settembre 13, 2013

        Vaccinare si/Vaccinare no? Dopo aver letto tutti i commenti mi sorge un interrogativo: ma il cittadino medio (e direi il giornalista medio) ha gli strumenti per rispondere da solo a questa domanda? E se dovesse cercare risposte in altri (cosa logica) converrebbe fidarsi dei 100 che gridano al lupo al lupo, spesso avendo loro stessi il pacchetto conoscitivo dei cittadini standard, o dei 100.000.000 che ogni giorno lavorano professionalmente, dopo decenni di studi, sulla faccenda e che testimoniano il netto vantaggio dell’uso dei vaccini rispetto al non uso? Che vantaggio avrebbero questi 100.000.000 a fare mantenere una pratica nociva per loro, per i loro figli e per la comunità in cui vivono (e che fornirà loro la pensione, i coniugi dei propri figli, il loro cibo ed altri innumerevoli servizi…).

      •  /  settembre 20, 2013

        Vorrei rispondere a Emanuele A.
        Purtroppo l’etica non è da tutti, alcuni preferiscono giustizia, altri benefici, e ripeto, purtroppo…..è triste crederlo, ma mi convinco sempre più, dalle esperienze di vita, che questa è la realtà. :/

  26. il virus SV 40 e’ sospettato di trasmissione dell’HIV dato che la scimmia dalla quale viene ricavato risulta essere portatrice sana dello stesso…..C’e’ sempre poi da considerare le altre sostanze che i vaccini in genere contengono i quali gia’ da soli POSSONO procurare danni di tutti i tipi,cancro incluso…..

    Rispondi
    • Pubblichiamo il suo contributo anche se riflette solo un punto di vista. Altri pareri sono nettamente contrastanti, fermo rimanendo il fatto che il virus SV40 fu introdotto per mero errore nei vaccini della Merck.

      Rispondi
  27. SteveB

     /  settembre 12, 2013

    Ma la chi le scrive queste boiate? Il “virus” del cancro? Ma lo sapete di cosa state parlando, almeno?

    Rispondi
    • Perché questi toni aggressivi? Non c’é motivo! La preghiamo invece di leggere tutti i generosi contributi che molti lettori hanno voluto offrire, al fine di favorire la chiarezza del problema.

      Rispondi
  28. kimdfs

     /  settembre 12, 2013

    è palese che la redazione abbia riportato una notizia falsa per avere qualche click in più facendo colpo sugli ingenui, appena questo viene fatto notare, si butta la colpa sulle fonti. notizia vecchia di 6 anni, primo ed ultimo click in questo sito pensoso. tuttacronaca

    Rispondi
    • Perché questi toni offensivi? Dare una notizia, per un blog di informazione, non è una colpa. Citare una fonte informativa,è questione di correttezza. Quanto all'”età ” della notizia,l’intervista rilasciata dal dr Hilleman, risale a diversi anni fa, ma è tornata di attualità dopo essere scomparsa per lungo tempo e venne riproposta in America solo nel 2011.Quando ha cominciato a circolare in Italia,questo blog,come altri canali di informazione, l’ha pubblicata e sottoposta all’attenzione del pubblico. Il problema dei vaccini sta a cuore di molti, ma chi vuole legge questo blog ,chi non vuole evita e va a documentarsi altrove… Ma non parliamo di colpe…

      Rispondi
  29. carlo

     /  settembre 12, 2013

    quale cancro?
    non esiste un il virus (quale?) che causa il cancro semplicemente perchè è proprietà intrinseca di alcuni virus di modificare il dna della cellula per replicarsi e conseguentemente condurla a morte o alternarne le sue caratteristiche (carcinogenesi…).
    esistono invece virus specifici associati ad elevata frequenza di cancro come l’HPV.
    non voglio criticare l’articolo però cè un po di superficialità in questo tipo di informazioni che scatenano problemi. Vi ricordate l’influenza aviaria? pronto soccorso, guardie mediche e ambulatori di medicina generale affollati da gente che aveva paura di mangiare pollo. quindi non per criticare l’argomento che è delicatissimo (è vero che le multinazionali ci speculano e il pz è visto come $) ma almeno chiedere il parere di uno o piu esperti per avere chiarimenti ulteriori e non creare facili allarmismi.

    Rispondi
    • Di quello che lei dice se ne è già discusso a lungo su questo blog. Veda tutti gli apporti dei lettori e il dibattito che ne è scaturito. Riteniamo che tutti gli aspetti da lei sottolineati abbiano già avuto tutti i chiarimenti necessari.

      Rispondi
  30. debora aguiati

     /  settembre 12, 2013

    mia figlia ha sempre eseguito tutte le vaccinazioni di rito..ha sempre sofferto di adenoiditi e verso i 13anni di varie allergie acari alternarie lattice con forti raffreddori e sfogo corporeo….ha fatto il vaccino quello sperimentale per il collo dell utero il papilloma virus..non ricordo bene il nome..fatto sta che all età di16 anni purtroppo(e per incompetenza dei medici è stato diagnosticato dopo più di un anno dai primi segnali
    clinici)da ragazza sana che è sempre stata le è stato diagnosticati il linfoma di hodgkin..la causa di questo linfima non è ancora chiaro..non è chiaro perchè possa venire..secondo me e non me lo leva nessuno dalla mente questi c***o di vaccini ne potrebbero essere la causa!così fosse è uno schifo a dir poco..è un tentato omicidio!e mi fermo qua

    Rispondi
    • In effetti, e Lei lo avrà verificato prima di noi, allo stato attuale degli studi, anche se non ancora definitivi,fra le cause del “linfoma di hodgkin”, non sono indicati i vaccini. Resta tuttavia aperto il dibattito – e quello è vivacissimo ovunque – di quali siano i vaccini indispensabili e in quali aree del pianeta e a quale livello di rischi, debbono essere resi obbligatori.

      Rispondi
    • claudio

       /  settembre 13, 2013

      forse è sulla strada giusta… chissà… nel blog c’è qualche link utile. Occorre sapere. E’ l’unica strada perchè l’informazione di mainstream non ce la darà mai, ammesso che ci sia. Ma delle tracce ci sono, se si ha la voglia di cercare, e magari si stacca finalmente l’antenna della TV. Saluti

      Rispondi
    • felix

       /  settembre 17, 2013

      Salve debora, oramai quello che è fatto è fatto. parlando di soluzioni deve rinforzare il suo sistema immunitario con cose naturali, e fare cure con aloe (anticancro) la ricetta di padre romano zago, saluti
      felix

      Rispondi
  31. bianca lumina

     /  settembre 12, 2013

    i vaccini sono medicinali, come tutti i medicinali hanno effetti collaterali.In Italia ci sono migliaia di bambini disabili a causa delle vaccinazioni.(i riconosciuti sono circa 600, dei quali nessuno parla) La legge 210 risarcisce chi ha avuto danni da vaccino, ma è molto difficile il riconoscimento del danno, perchè i poteri forti dello Stato e i medici incaricati dal tribunale, negano sempre il nesso di causalità, anche quando i fatti sono evidenti. Questa è una realtà tenuta nascosta………oltre al danno anche la beffa.

    Rispondi
    • Comincia ad esserci quella che sembra una vera inversione di tendenza… Il 15 marzo 2012 è stata depositata la sentenza con cui il tribunale di Rimini sancisce il diritto di due genitori ad un elevato risarcimento dalle istituzioni sanitarie perché il proprio figlio è diventato improvvisamente autistico subito dopo la vaccinazione trivalente contro Morbillo Parotite e Rosolia

      Rispondi
  32. Io vorrei invitare tutti un secondo a riflettere. Già che c’è scritto ”virus del cancro” questo dovrebbe far capire che è una bufala assurda. Il cancro purtroppo non è un virus, quindi non può essere trasmesso in alcun modo, men che meno da un vaccino. Che poi i vaccini siano una schifezza, sono con voi. Ma per favore, non crediamo a tutto quello che si legge, altrimenti poi ci ritroviamo a scappare via davanti ad un malato oncologico, perchè pensiamo possa trasmetterci il cancro!

    Rispondi
  33. haly

     /  settembre 12, 2013

    Sono una studentessa della facoltà di medicina e chirurgia. sono sempre stata a favore dei vaccini perchè hanno permesso di debellare in alcuni paesi alcune tra le più aggressive e pericolose patologie per l uomo, letali fino ai primi decenni del secolo scorso. Inoculare un virus oncogeno, ovvero capace di creare il cancro, mi pare un po’ complicato. Sebbene sia all inizio del mio percorso di studi sono molto pochi, da quel che mi risulta, i microrganismi con tale capacità. Uno è il papilloma virus famoso per essere il responsabile del cancro alla cervice nella donna. Non credo che l articolo sia attendibile del tutto, anche per alcuni errori abbastanza grossi come ha riportato poco più su un medico neo laureato. Credo che ci si possa vaccinare con tranquillità, soprattutto contro quelle malattie per le quali esistono vaccini da molto tempo. Prima di non vaccinare mio figlio per una sciocchezza letta in rete penserei a quanto possa essere grave e talvolta fatale un morbillo, il tetano, la polio o l epatite B che in una percentuale abbastanza elevata può cronicizzare causando cirrosi e può evolvere ad esempio in epatocarcinoma, un aggressivo tumore al fegato.

    Rispondi
    • “Prima di non vaccinare mio figlio per una sciocchezza letta in rete penserei…”Lei afferma. Riteniamo che Lei non si riferisca direttamente all’articolo di questo blog,ma abbia voluto parlare in termini generali e a questo proposito è bene chiarire che le sciocchezze possono circolare ovunque e non è la rete ad averne l’esclusiva, dato che si nutre delle stesse informazioni della maggior parte dei media.Tutto ciò premesso è evidente che nessuna persona di buon senso orienterebbe le sue scelte su un argomento così importante,come il vaccino, dopo aver sentito una sola campana o letto un singolo articolo,senza ulteriori approfondimenti.Per quanto riguarda l’articolo di questo blog, – che è stato accompagnato anche da approfondimenti, molti dei quali pervenuti dai lettori, -riteniamo che sia stato molto importante perché è riuscito a convogliare opinioni e contributi anche molto diversi che possono essere di aiuto a tutti.

      Rispondi
  34. Pier Luigi

     /  settembre 13, 2013

    Se si va al seguente link:
    (http://attivissimo.blogspot.it/2013/09/antibufala-la-merck-inocula-il-cancro.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Disinformatico+%28Il+Disinformatico%29)
    forse avrete già la risposta a questa “panzana”, perchè se fosse vero che il cancro si trasmette anche attraverso il vaccino, domando: “Perchè il mio gatto è morto con un cancro ai polmoni? Eppure non aveva fatto nessun vaccino per la polio o antinfluenzale….
    Perchè mio padre è morto con un cancro alla prostata, e ai suoi tempi e sucessivamente, non aveva fatto nessun vaccino (solo l’antivaiolo)?
    L’aumento dei casi di cancro, è dovuto essenzialmente al prolungamento della vita media e dal tenore di vita.
    I miei figli sono stati vaccinati e godono di buona salute, perciò posso solo consigliare alle mamme, di consultare il proprio medico sull’opportunità o meno di somministrare il vaccino.

    Rispondi
    • Che il cancro, anzi i diversi tipi di cancro abbiano origine diversa lo sanno tutti, quindi una cosa non esclude l’altra, ma allo stato degli studi è impossibile stabilire correlazioni certe. Per quanto riguarda il nostro articolo è il Dr Hilleman che nel corso dell’intervista avanza la correlazione fra viru SV40 e cancro.

      Rispondi
  35. Alberto

     /  settembre 13, 2013

    Salve .
    E’ da anni che la scienza alternativa parla della pericolosità dei vaccini e del grosso problema relativo non solo, alla tossicità dei componeti chimici all’ interno di essi e del loro danno sul sistema immunitario ma, anche del forte rischio di contaminazione dal terreno di coltivazione ai vari vaccini.Uno dei vaccini obligatori, fino a qualche anno fa era coltivato su gli interiori di scimmia,dopo qualche anno si viene a sapere che molto probabilmente AIDS è passato all’ uomo dalla scimmia !!??
    Comunque io sono un ignorante in materia ma ci sono dottttori come Roberto Gava che hanno studiato i problemi relativi ai vaccini e possono fornirvi risposte documentate.
    Io ho una bambina e un nipote che non sono stati vaccinati e hanno una salute di ferro.
    Nella classe di mio nipote l’anno scorso e scoppiata una epidemia di morbillo,l’unico ad uscirne indenne con solo 2 bolle superate con 2 giorni è stato mio nipote ,gli altri chi ha avuto crisi febrili forti chi ricoveri in ospedale ,guarda caso tutti vaccinati!!!! mahh??
    E non mi vengano a raccontare che mio nipote o mia figlia si salvano perchè tutti gli altri sono stati vaccinati. Basta con queste menzogne e leggete i veri motivi perchè le malattie sono mano mano scoparse, di certo non grazie alle iniezioni chimiche o di virus micidiali.Ai comuni mortali dico informatevi e non delegate la vostra salute o quella dei vostri figli agli altri, informatevi perchè c’è tanto materiale di studi alternativi che ci possono aiutare a capire e a fare una scelta giusta per i nostri figli, basta poco tempo almeno per cercare di capire. Una volta ammalati stiamo freschi a passare una vita vicino ad un bambino con problemi neurologici.Non è molto che un tribunale ha condannato il ministero della salute a risarcire un bambino AUTISTICO e continuano a dire che questo problema non c’è.Vedete le statistiche, fatte ovviamente da studi alternativi che mettono in evidenza la correlazione tra esavalente e autismo.Un altro sito che vi voglio consigliare è quello relativo ai danneggiati dai vaccini http://WWW.condav.it
    Solo dopo che vi siete informati, fate le vostre scelte perchè siamo gli unici eredi delle nostre scelte ,non delegatele mai siamo abbastanza intelligenti per capire e farci una opinione.

    Rispondi
  36. PAolo

     /  settembre 13, 2013

    gente…. il cancro non è un virus. ne una malattia virale!

    Rispondi
  37. mina

     /  settembre 13, 2013

    non so se questa notizia rispecchia la verita o no , non mi è dato saperlo purtroppo , però per esperienze personali e libera informazione ho anche io avuto dubbi sull’effettiva sicurezza dei vaccini … ho visto mia figlia crescere con un grave problema comportamentale diagnosticato all’età di 3 anni e che ancora oggi ci rende dura la vita , poi un’altra figlia vaccinata con metà dei vaccini consigliati , non me l’ero sentita di accettarne alcuni che ritenevo inutili , e poi ritrovata a 2 anni con una grave anomalia degli anticorpi Igm che nessuno si prende la briga di spiegarmi ma che con cure omeopatiche fortunatamente si risolve … 2 cose che mi hanno portato a pensare bene a cosa facevo e che mi hanno convinto a non vaccinare l’ultimo figlio .
    beh nn so se è fortunato o no ma da 3 anni è l’unico della famiglia che si ammala pochissimo e in modo lieve . e nonostante i danni celebrali dovuti all’asfissia grave intervenuta alla nascita per causa del cordone schiacciato è il bambino più sveglio e intelligente che io abbia avuto il piacere di crescere .
    leggere quello che avete scritto mi conferma ancora una volta quello che già pensavo da me …i problemi mentali di mia figlia e la deficienza immunologica dell’altra forse hanno una causa precisa e io mi pento spesso di aver avuto l’ingenuità di non informarmi prima su un’argomento così importante come la salute dei nostri figli .
    molti genitori non sanno nulla e non si pongono nemmeno il problema di informarsi perchési affidano troppo facilmente agli organi d’informazione che abbiamo visto non sempre sono sinceri e corretti.
    fate i vostri interessi …sempre. non affidatevi a chi vi dice : tutto ok ,penso io per te !
    NO pensate con le vostre teste e saprete sempre cosa fate!

    tuttacronaca: grazie dell’interessante argomento.

    Rispondi
    • Grazie per la Sua testimonianza, che se anche per Lei è molto dolorosa,può aiutare altri a porsi dei problemi e ad approfondirli con i medici che hanno in cura i loro figli.

      Rispondi
  38. Le sue sono affermazioni molto importanti, ma per essere prese in considerazione hanno bisogno di una casistica diffusa e di studi rigorosi.

    Rispondi
  39. fedeyue

     /  settembre 14, 2013

    Secondo me, visto che la maggior parte dei bambini non ha riportato danni (noti) di alcun tipo, si può ipotizzare che eventuali effetti collaterali siano da ricondurre a:
    1) contaminazione dei vaccini involontaria (può succedere ad ogni fase di produzione di un farmaco, anche se la sicurezza del prodotto soprattutto in questo caso dovrebbe essere massima);
    2) profili genetici dei pazienti “inadatti” per il vaccino. Succede infatti con diversi farmaci [Aspirina, Warfarin (anticoagulante), Abacavir(antivirale per l’AIDS)…] che la risposta al farmaco sia variabile e ciò è dovuto essenzialmente ad una certa ipersensibilità del paziente riconducibile alla diversità genetica di ogni individuo. Credo che la ricerca dovrebbe re-impegnarsi nella produzione di vaccini diversificati adattabili ai diversi profili genetici ora che si hanno molte più nozioni di biologia molecolare.

    Rispondi
  40. Nicola Berardi

     /  settembre 14, 2013

    Sono personalmente testimone di un bimbo di pochi anni perfettamente SANO che, dopo l’iniezione di un vacino anti-influenzale si e’ ritrovato con gravi danni neurologici permanenti!

    Rispondi
  41. Alberto

     /  settembre 14, 2013

    Salve .
    Ieri ho dimenticato di nominare un altro dottttore pediatra ovvero Eugenio Serravalle.
    Un pediatra che di certo non è contrario alle vaccinazioni per partito preso ma, ha osservato per anni bambini vaccinati e bambini non vaccinati riportando poi i suoi studi, molto interessanti e disponibili a tutti.Adesso, va bene che persone come me che non hanno studiato da medico che sono arrivati ad avere un giudizio negativo su i vaccini, purtroppo per eperienza personale,vengano messe in discussione.Ma quando un Dottore con la specializzazione in pediatria come Eugenio Serravalle mette in discussione le vaccinazioni, bè almeno un dubbio dovrebbe farcelo venire.Spero di essere stato di aiuto per qualcuno che ha interesse ad informarsi.Grazie comunque alla redazione per lo spazio che mi ha concesso.
    Alberto

    Rispondi
  42. Lara

     /  settembre 15, 2013

    La mia esperienza non riguarda solo gli esseri umani ma anche gli animali. Due dei miei gatti si sono ammalati dello stesso tipo di tumore sviluppato in sede inoculatoria del vaccino.
    Ho visto molti dei miei gatti ammalarsi di tumore e morire. Anche l’oncologo non si spiegava il fenomeno e alla fine è iniziata a circolare voce che la causa, ormai comprovata, fosse dei vaccini. Ho smesso di vaccinare i gatti e non ho più visto nuovi tumori, questo circa 7-8 anni fa. Ricercando su internet vaccini e tumori nei gatti si trova moltissimo materiale da fonti più che attendibili come studi veterinari. Il tumore in questione è il fibrosarcoma.
    Io stessa dopo il vaccino antinfluenzale ho avuto problemi seri per 2 anni. Inutile dire che senza il vaccino l’influenza non mi ha dato nessun problema. Le notizie riportano sempre tutto e il contrario di tutto e ognuno ha esperienze diverse. La mia esperienza con i vaccini è stata negativa tant’è che i medici, veterinari e umani, mi hanno sconsigliato di farne uso.
    Quindi non posso nemmeno dire che sono io che ho deciso di testa mia di non usarli.
    Se quello dei vaccini è un argomento così controverso penso che ci sia spazio per farsi qualche domanda e farsi venire dei dubbi soprattutto chi ha avuto esperienza diretta.

    Rispondi
  43. Enrico

     /  settembre 16, 2013

    Salve sono un neo-medico.. vorrei puntualizzare parecchie cose, ma non si può puntualizzare.. è tutto sbagliato, è un articolo che si basa su concetti assurdi, inesistenti, non compresi nella biologia e nella natura delle cose..semplicemente perchè la correlazione tra vaccini e cancro non esiste.. semplicemente non esiste, non è nemmeno pensabile, appunto per il fatto che i vaccini sono ricombinanti ( cioè pezzi di virus, innocui perchè morti, che vanno a stimolare il sistema immunitario) per quanto riguarda virus che quando vivi hanno potenziale oncogeno, cioè l HPV….per il resto come il polio, tetano, pertosse…ragazzi non c entrano NULLA con le neoplasie…chiunque vi dica che sono virus oncogeni vi dice il FALSO, il FALSO.. e non è un fatto di mancanza di dati attendibili..ma sono proprio i risultati a dire che NON sono oncogeni…per il resto mettetevi in mente una cosa: farmaco viene dal greco.. sapete cosa vuol dire? VELENO… Perchè voglio dirvi questo, perchè l opinione comune deve capire che ogni farmaco, anche l aspirina, può essere nociva. La farmacologia, l arte medica se fatta correttamente sta nel fare tutto nei tempi, nei modi e nelle quantità corrette, secondo criteri di evidenza scientifica dimostrabile e riproducibile. Ci siamo? Adesso prendiamo il virus del morbillo ok? sembra innocuo ma in un caso su 100000 può causare una encefalite o una pess..sapete cos’ è la pess? Pancefalite sclerosante subacuta..non c è scampo, in 6 mesi il bambino che la sviluppa se ne và…questo è il motivo per cui si fà il vaccino del morbillo..sapete quanti bambini morivano prima del vaccino? fatevi il conto..sapete adesso quanti? zero..certo il vaccino può rarissimamente avere delle complicanze..ma vi garantisco che sono infinitesimali, e ripeto infinitesimali E MENO RISCHIOSE in confronto ai RISCHI DELLA NON VACCINAZIONI! E COSì è PER TUTTI GLI ALTRI VACCINI!! è solo un fatto di numero..senza vaccini molti ammalati l’ anno..con i vaccini molti meno (ma mai zero, non lo dimentichiamo, niente è perfetto al 100%)…o ancora la pertosse..nel 1980 circa in Inghilterra fu tolto il vaccino..in pochi anni morirono più di 300 bimbi..ed a furor di popolo di nuovo vaccinazione fu..questa è STORIA signori. Per chi invece si poneva dubbi sulle associazioni (cioè più vaccini nella stessa iniezione): ragazzi è considerato il modo migliore e meno pericoloso, con maggiore sicurezza..spero di aver fatto nascere delle curiosità ed aver sciolto dubbi a qualcuno!

    Rispondi
    • Ci sono acuni che sostengono che l’associazione di più vaccini crea anche una maggiore concentrazione delle sostanze tossiche che ogni vaccino può contenere… Come la mettiamo?

      Rispondi
    • Alberto

       /  settembre 18, 2013

      Salve.
      Vorrei rispondere al neo medico Enrico.
      Mi spieghi perchè ci sono medici come il Dott.Roberto Gava o Dottori pediatri come Eugenio Serravalle che la pensano in modo del tutto opposto al suo protocollo? Documentando quello che poi affermano! Mi dica su quali studi o ricerche lei si è basato x affermare quello che dice.Troppi puntini nelle sue dichiarazioni sicuramente in buona fede,purtroppo è la fede ad un protocollo prestampato dove voi medici o vi attenete o siete messi fuori.Perchè nessuno ha il coraggio di aprire un dibattito tra pro e contro i vaccini .
      Quando si parla in televisione di vaccini non c’è mai un confronto tra pro e contro vaccinazioni e ti assicuro che il dott. Roberto Gava e il Dott. Eugenio Serravalle sarebbero disponibilissimi a tale confronto, di cosa hanno paura ,di screditare le vaccinazioni?
      Ricordati che un vero medico non metterebbe mai a rischio la vita di un bambino pensando di proteggere la vita di altre migliaia di bambini andrebbe contro il famoso giuramento.
      Di studi che dimostrano la pericolosità e l’inutilità di molti vaccini ce ne sono tanti così come Dottttori sopra mensionati che hanno studiato una vita prima di affermare quello che oggi è una loro certezza.Si ricordi che prima di tutto loro Sono Dotttori come Lei, ma sono andati oltre il PROTOCOLLO che ha quasi in tutto sostituito I Dottori di oggi.

      Rispondi
  44. Sandro

     /  settembre 17, 2013

    come mai sul tema della campagna per la pertosse in giappone non si è detto che dopo 2 anni hanno cominciato nuovamente a fare i vaccini contro questo virus?(dopo la morte di centinaia di bambini) forse perchè chi è contro i vaccini non vuol sentirsi dire che funzionano. questa è Disinformazione!

    Rispondi
  1. SHOCK MONDIALE, cancro trasmesso nei vaccini? Lo ammette l’azienda | Il blog di Laura Corsaro
  2. HAARP, Terremoti artificiali, Vaccini, Cataclismi Climatici: guerre ambientali già in corso per ‘destabilizzare il Mondo’ | Escogitur.it
  3. I nostri 7 giorni: chi sarà il nostro prossimo passeggero? | tuttacronaca
  4. Cancro trasmesso per mezzo dei vaccini? | Rovato 5 stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: