SHOCK MONDIALE, cancro trasmesso nei vaccini? Lo ammette l’azienda

papilloma-virus-cancro-merck-tuttacronaca

L’azienda farmaceutica MERCK ha confessato, la tragedia mondiale che sembrava frutto di una mente squilibrata purtroppo invece è una realtà con cui bisognerà confrontarsi. L’azienda ha ammesso di aver inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini.

La scioccante intervista ovviamente  censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackell Science, è stata tagliata dal libro “The Health Century” proprio a causa del suoi contenuti, l’ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus micidiale (SV40 ed altri) capace di provocare il cancro, nella popolazione di tutto il mondo.

Si spiegherebbe infatti l’aumento dell’insorgenza dei tumori negli ultimi 50 anni.

Questo filmato, contenuto nel documentario “In Lies we trust: the CIA, Hollywood and Bioterrorism”, prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall’esperto di salute pubblica, Dott. Leonard Horowitz, caratterizza l’intervista al maggior esperto di vaccini al mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l’Aids, la leucemia ed altre terribili malattie.

Nei vaccini venduti al terzo mondo si è scoperto che questi contenevano l’ormone B-hCG, un anti fertile se immesso in un vaccino.

La Corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni e mezzo di donne e ragazze hanno assunto questi vaccini contaminati, così come in Nigeria, Thailandia.

Fonte losai.eu

La trascrizione dell’intervista è possibile leggerla al seguente link: Trascrizione dell’intervista di Dr. Maurice Hilleman sui vaccini.

Per approfondire l’argomento è possibile trovare al seguente link la traduzione di un articolo del 29 giugno 2011 apparso su naturalnews dal titolo “The true story of SV40, the cancer-causing virus hidden in polio vaccines”: La vera storia dell’ SV40, il virus nascosto nei vaccini.

Un sito che si può consultare per approfondire l’argomento sui vaccini è: http://www.comilva.org/

AVVISO PER I LETTORI: stiamo cercando di rispondere ai numerosi commenti pervenuti tentando di essere il possibile esaustivi in base alle notizie che possiamo rilevare da fonti attendibili. Risponderemo a tutti e cercheremo di farlo nel minor tempo possibile. Ci scusiamo per l’attesa e vi chiediamo una cortesia: molte persone pongono gli stessi quesiti o fanno le stesse affermazioni. Per evitare di ripetere innumerevoli volte le stesse risposte e per arricchire il dialogo, vi chiediamo di leggere prima i commenti già pubblicati. Grazie per l’attenzione.

vaccini-fonteIl blog del “giornalista informatico e cacciatore di bufale” Il Disinformatico (http://attivissimo.blogspot.it/) ha riportato la nostra notizia, senza però sottolineare che si tratta di una notiza derivata: una svista capita a tutti, anche ai più scaltri cacciatori di bufale! Abbiamo letto con attenzione tale articolo (http://attivissimo.blogspot.it/2013/09/antibufala-la-merck-inocula-il-cancro.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Disinformatico+%28Il+Disinformatico%29) e, considerata la premessa “Prima di pubblicare, basterebbe informarsi almeno un pochino”, speravamo di trovare nel link una smentita alle affermazioni rilasciate dal dr Hilleman, ma purtroppo l’articolo cita una “ Ricerca Wired” del 2007 che afferma “Infatti è indubbio che la Merck abbia “inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini”: ma lo ha fatto per errore, non per un piano diabolico; e lo ha fatto non “tradizionalmente”, ma ha smesso cinquant’anni fa.” Noi ci siamo limitati a riprendere un’intervista che già aveva aveva fatto il giro del mondo senza esprimere nessun giudizio personale, considerato anche che non c’erano elementi per farlo. Le informazioni le avevamo ricavate da “Lo sai.eu” come doverosamente avevamo scritto nel nostro articolo. Quanto alla parola “micidiale” che ha sollevato le obiezioni del bloggista Disinformatico del Link, anche quel termine lo avevamo ripreso dall’articolo citato come nostra fonte.

Schermata 2013-09-11 alle 22.59.41Per avere un maggiore approfondimento sul tema delle vaccinazioni, un articolo dal titolo “Vaccini: quello che nessuno vuole o può dire” è consultabile sul sito de Il Fatto:

Schermata 2013-09-12 alle 00.14.58 Schermata 2013-09-12 alle 00.15.58 Schermata 2013-09-12 alle 00.16.41 Schermata 2013-09-12 alle 00.17.15

Per un ulteriore approfondimento, è possibile anche leggere l’articolo “Vaccini: un database segreto del governo americano di bambini rovinati o uccisipubblicato su Terra Real Time, che a sua volta riporta le sue fonti.

Il 27 gennaio 2014 è inoltre uscita la notizia correlata: Il vaccino uccise un alpino di cancro! SENTENZA STORICA IN ITALIA

Sempre a proposito di Merck, potrebbe interessarvi anche: Vetro nei vaccini, la Merck ritira 743.360 fiale (notizia del 12 gennaio 2014)

Nel frattempo c’è chi pensa anche al “vaccino fai da te” da produrre direttamente in casa. L’articolo si trova qui.

Lascia un commento

629 commenti

  1. GRAZIA

     /  settembre 11, 2013

    E LA FANNO TANTO LUNGA PER LE ARMI CHIMICHE QUANDO LE AZIENDE FARMACEUTICHE CI USANO COME CAVIE ED E’ TUTTO REGOLARE……. MA PERPIACERE
    CI AVVELENANO OGNI GIORNO CON RIFIUTI TOSSICI AMIANTO NELLE SCUOLE ED ORA
    PURE I VACCINI ………E CHISSA’ QUANT’ALTRO VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

    Rispondi
    • La presenza dell’SV 40 nel vaccino antipolio fu un errore completamente privo di dolo. Quando venne fuori la presenza del virus l’azienda lo ritirò e lo sostituì con altro tipo non contaminato.

      Rispondi
  2. Ada

     /  settembre 11, 2013

    Io non ho capito bene, ma se la Merk ha diffuso il cancro tramite un vaccino, ma quest ‘ultimo avrebbe dovuto colpire solo le persone vaccinate quindi. Di quale vaccino si sta parlando?

    Rispondi
    • L’affermazione del collegamento “virus SV40 – cancro” è del Dr Hilleman,- uno dei massimi scienziati mondiali nel settore dei vaccini e responsabile, all’epoca dei fatti, della Divisione Vaccini della Merck che aveva prodotto il vaccino antipolio. Hilleman ne parla nell’intervista posta a base del nostro articolo. La correlazione “vaccino con SV40 – cancro nell’uomo” è stata oggetto, negli anni successivi, di studi che non hanno mai portato a risultati univoci e pertanto la questione è ancora controversa. in ogni caso i motivi dell’insorgere del cancro sono molteplici.

      Rispondi
  3. Edoardo Coen

     /  settembre 11, 2013

    Definirlo virus del cancro è sbagliato, è un virus che ha le potenzialità di far insorgere un cancro e infezioni latenti. http://it.wikipedia.org/wiki/Simian_virus_40
    Per il resto meglio aspettare una verifica delle fonti prima di allarmarci

    Rispondi
  4. Amare Lacrime

     /  settembre 11, 2013

    Ho letto quasi tutti i post… ma davvero ancora c’ègente k pensa k esista l’altruismo e l’amore verso il prossimo…o k i politici tutelino noi.. siamo in pieno declino mondiale e tutta questa popolazione “mondiale” da sfamare curare o proliferare x i vertici alti k dominano il pianeta, secondo voi ci proteggono… c’è un giro di stramiliardi nelle case farmaceutike e le multinazionali alimentari…quindi pensate k abbiano avuti scrupoli di iniettari vaccini killer? io penso k nn si sn fatti scrupoli sulle nostre vite.. spero di leggere altri aggiornamenti e cercate di aprire le menti nn solo gli okki

    Rispondi
  5. Ho seguito una conferenza già un paio di anni fa in cui spiegavano come durante la corsa all’invenzione del vaccino antipolio, medici sperimentatori di cui dovrei ricercare nome e cognome negli appunti, incuranti delle regole di sicurezza, abbiano fatto riprodurre suddetto vaccino su delle scimmie portatrici sane del virus dell’hiv sperimentandolo illegalmente su popolazioni africane. Esattamente in quell’anno e in quel paese iniziò l’epidemia dell’aids, ma il primo caso documentato su cui sono state fatte cause su cause, di cui è stato analizzato il sangue, è stato considerato negativo ovviamente da suddetti medici sperimentatori, perché ovviamente comunità scientifica e casa farmaceutiche dovevano salvarsi il culo e chi ha provato a smascherarli è stato denunciato per diffamazione pagando multe salatissime o andando addirittura in galera. Voi fidatevi!

    Rispondi
    • Forse adesso che la denuncia,sia pure in ritardo,è venuta fuori da un dottore ai vertici della struttura Merck,non sarà più così facile accusare chi denuncia per diffamazione… E’ terribile soltanto sapere quanto sia stato alto il numero delle vittime e in quanti ancora possa essere latente una malattia che potrebbe verificarsi nel futuro.

      Rispondi
    • Gaetano

       /  settembre 11, 2013

      Tutto vero e già letto un sacco di anni fa…….. tutto successo in sudafrica.

      Rispondi
    • le fonti, cara Laura ??? non puoi citare conferenze a caso .. potresti anche esserti inventata i contenuti ! atteggiamento scientifico, sempre !

      Rispondi
  6. lucia

     /  settembre 11, 2013

    Rispetto ai vaccini, il sito dell’ARIC dice però esattamente contrario: copio e incollo!!

    Il cancro non è una malattia contagiosa, né è provocata direttamente da virus o batteri. Esistono però alcune infezioni che, come gli altri fattori di rischio sopra elencati, aumentano le probabilità di ammalarsi. Per alcune di queste oggi sono disponibili vaccinazioni che possono ridurre la frequenza di alcuni tumori. È il caso per esempio della vaccinazione contro l’epatite B, obbligatoria in Italia per tutti i nuovi nati a partire dal 1989, mentre non è ancora disponibile quello contro il virus dell’epatite C: entrambe queste malattie possono infatti provocare negli anni la formazione di un tumore del fegato.

    Recentemente è stato introdotto anche in Italia un altro vaccino, mirato alla prevenzione dell’infezione da Papilloma virus umano (HPV). Questa infezione è molto comune a livello genitale, è asintomatica, e nella maggior parte delle persone infette non produce conseguenze. Alcuni tipi di questo virus tuttavia favoriscono la comparsa del carcinoma del collo dell’utero, dell’ano, dell’orofaringe e della base della lingua.

    Altri virus legati allo sviluppo di tumori sono il virus di Epstein Barr, che generalmente causa la mononucleosi, ma in Africa causa il linfoma di Burkitt, l’HIV, che predispone a vari tumori in seguito a immunosoppressione e l’herpesvirus 8, che può favorire lo sviluppo di un sarcoma di Kaposi.
    Anche un batterio, infine, chiamato Helycobacter pylori, è stato ricollegato ad alcune forme di tumore dello stomaco: la maggior parte delle persone che lo ospitano, tuttavia, soffrono solo di gastrite o ulcera e comunque lo possono facilmente estirpare con una terapia appositamente prescritta dal loro medico.

    Rispondi
  7. L’ha ribloggato su Un blog molto personale…e ha commentato:
    Oddio, faccio un po’ di fatica a crederci.
    Se tutto fosse vero, qualcuno dovrebbe essere inchiodato alle proprie responsabilità per questa immensa catastrofe.
    Ripeto: fatico a credere che sia tutto come presentato, così semplicemente vero…

    Rispondi
    • E’ vero gli studi sono contradditori e non definitivi. Per dare a chi ci legge alcuni approfondimenti in materia si può cliccare sui link del nostro articolo.

      Rispondi
  8. Dr.Ian

     /  settembre 11, 2013

    Il “virus del cancro”?!?!?! Mah…
    Ci sono neoplasie ad eziologia virale, si. HPV, Epstein-Barr virus..volendo anche l’HIV e se abbondiamo possiamo metterci anche le Epatiti B e C a questo punto. L’SV40, è un virus trovato nelle cellule di Macaco che venivano utilizzate per produrre il vaccino antipolio, ormai in disuso da tempo. E’ stata si, dimostrata la presenza del virus nei mesoteliomi pleurici, ma da qui a dire…il virus che provoca il cancro, a mio modestissimo parere, ce ne vuole. E’ un virus che può infettare scimmie e uomo, comunque, a prescindere dal vaccino.
    Potremmo prendercela con lo scopritore e poi con i produttori di vaccino antipolio di decenno fa, ma a questo punto potremmo additare qualsivoglia vaccino. Vedi l’anti-MPR, l’antinfluenzale, anti-pneumococco/meningococco. Alcuni di questi vaccini si suppone (come ancora di supposizioni si parla per l’SV40) causino anche, tra le altre cose, diverse forme di autismo. E’ così. Ma questi vaccini continuano ad essere utilizzati, perchè?
    Perchè il rapporto tra rischio e beneficio e a favore di quest’ultimo. Può succedere che un bambino abbia un’encefalite o diventi autistico dopo un vaccino anti meningococco, ad esempio, ma miliardi di altri bambini ne trovano giovamento. Se il vaccino non venisse somministrato, quel bambino non diventerebbe autistico nè contrarrebbe l’encefalite, ma altri 10000 bambini morirebbero di meningite!

    Rispondi
    • Alberto

       /  settembre 17, 2013

      Caro Sig. Dr. Ian.Prima di tutto un medico deve salvaguardare la salute di tutti, questo è il vostro giuramento e non è scritto da nessuna parte che va bene farne morire uno x salvarne un miliardo come dice Lei. Poi Se si prende un po di tempo per vedere gli studi fatti da scienziati dottori fuori dal coro ( ovvio no!!) vedrà che la percentuale tra danneggiati da vaccino soprattutto i danni Neurologici in primis l’autismo è molto ma molto più basso di quel miliardo che dice lei.In una regione come l’Umbria che è piccolissima ci sono 8000 bambini con danni neurologici .La verità è che ci state ammalando, non sò se per ingordigia o per ignoranza o forse per tutte e due. Ma se questo è il progresso allaora è meglio che ritorniamo a zappare gli orti per alimentarci in modo sano e a curarci con le erbe .Il fallimento della chimica è davanti agli occhi di tutti.Siamo diventati un popolo di ammalati curati non più da un medico ma da un PROTOCOLLO e se qualche medico si permette di uscire dal coro: ecco lo stregone che va messso sul rogo, scrivete giornali scrivete è arrivato lo strgone siamo noi che vi paghiamo scrivete.Ecco a cosa ci siamo RIDOTTI.Ogni tanto muore qualcuno ch e si cura con le erbe, scrivete giornali scrivete noi vi paghiamo tutti devono sapere.Centinaia di persone ogni giorno muoiono negli ospedali nessuno nè da notizia perchè il PROTOCOLLO ha ragione a prescindere!!!Un’ultima nota quando i medici o meglio il protocollo fa scipero negli ospedali ci sono molti morti in meno,
      Meditate gente, non delegate la vostra salute ad un PROTOCOLLO. Noi siamo esseri unici e nella nostra unicità andiamo curati da un medico e non da un PRTOCOLLO che prevede le vaccinazioni di massa. MASSA A CHI?????????????????????????

      Rispondi
  9. scusate ma anche i vaccini che facciamo ai nostri piccolini,impensabile.Noi cerchiamo di fare il meglio per i nostri figli e poi leggiamo queste notizie

    Rispondi
    • Innanzitutto il virus SV40 non è assolutamente presente nei vaccini odierni, ciononostante le problematiche sui vaccini, la loro funzione e il loro utilizzo, fra sono tuttora molto dibattute fra “sostenitori” e ” negazionisti”

      Rispondi
  10. martina

     /  settembre 11, 2013

    sono tutte stupidate io non ci credo, se no perchè esistono i vaccini -.-

    Rispondi
    • La problematica sui vaccini è quanto mai di estrema attualità. Basta leggere i commenti che in pochi giorni i lettori hanno postato sul nostro blog

      Rispondi
  11. immacolata coraggio

     /  settembre 11, 2013

    il virus sv40 è un oncovirus (capace di innescare crescita tumorale) in scimmie. Il virus cioè “disarmato” cioè eliminando i geni oncogeni è stato usato per diversi anni anni come “vettore” cioè trasportatore di molecole utili (tipo molecole ad uso vaccini). Da questo a dire che si è trasmesso tumore aids leucemia etc…purtroppo i giornalisti non sono scienziati e spesso colgono alcune parole chiavi e magari tagliano o enfatizzano senza rendersi conto di cambiare completamente il senso della notizia…e i mostri e i demoni fanno sempre audience…:-) buona giornata a tutti

    Rispondi
  12. A “il virus del cancro” ho smesso di leggere… -.-

    Rispondi
  13. Roberto P

     /  settembre 11, 2013

    perchè tanti commenti parlano di balle spaziali ? cosà c’è di strano e di così orribile da non voler credere ? per denaro o comunque convenienza socio politica non è forse vero che tranquillamente il potere ha mandato soldati a usare armi con uranio impoverito senza dirlo ? che si scaricano veleni ovunque senza dirlo ? che il terzo mondo è la pattumiera dell’occidente senza dirlo, che abbiamo il nucleare a casa anche nostra e non ci dicono dove ? quindi che si esperimenti sull’uomo senza dirlo e fregandosene altamente non è poi così strano e solo terribilmente schifoso !!!

    Rispondi
  14. Il cancro può essere causato da un virus? Non mi risulta.

    Rispondi
  15. martina

     /  settembre 11, 2013

    grazie ai vaccini siamo riusciti a sconfiggere tantissime malattie, e io non ci credo

    Rispondi
    • E’ vero con i vaccini abbiamo sconfitto in passato molte malattie. Oggi si tratterebbe di capire meglio quando è il caso di fare i vaccini,la composizione e la purezza dei vaccini in commercio, gli effetti collaterali a breve, media e lunga scadenza… Non sono problemi da poco ed ecco l’interesse di tante persone!

      Rispondi
  16. skinreaper

     /  settembre 11, 2013

    io ci credo alla stragrande…..l umanità è gia morta da un pezzo..nel mondo l unica cosa che imorta sono i soldi purtroppo….e se non ci sono malattie in giro le cure non servono e chi è che perderebbe soldi???? o non guadagnerebbe piu come prima????….pozza mori tutti!!!!!

    Rispondi
  17. Attendiamo ulteriori informazioni sulle fonti

    Rispondi
  18. paolo

     /  settembre 11, 2013

    Solita bufala colossale basterebbe un minimo controllare prima di pubblicare.

    “La Merck (produttrice di vaccini) avrebbe ammesso di aver inoculato il virus del cancro tramite vaccini ad almeno un terzo della popolazione mondiale, l’articolo non fornisce date o fonti verificabili, ma solo generiche informazioni e link a video che parlano si di vaccini ma collegati ad altro…(HIV ad esempio). Il video è parte di un dvd (in vendita sul sito dell’autore: Leonard Horowitz – ex dentista con passioni complottare e salutiste- http://www.drlenhorowitz.com/), la qualità è bassissima, l’audio è quello di una presunta radio intervista a chi le scritte in sovra impressione ci dicono esser Maurice Hilleman, peccato lo scienziato sia morto nel 2005 e non possa confermare) si capisce che sono stati effettuati svariati tagli in fase di montaggio (e sappiamo che usando lo strumento taglia e incolla si può far dire quello che vogliamo a chiunque al mondo,

    http://www.youtube.com/watch?v=hX1YVzdnpEc

    Detto questo non c’è nessun segreto in atto, è vero che dal 1955 al 1961 un’azienda americana (American Home Products ) aveva prodotto e venduto milioni di dosi di vaccini contenti un virus denominato SV40 (con potenziali rischi di sviluppo tumori), ma è anche vero che prima del 1962 non vi erano test per rilevarlo, e appena la cosa fu rilevata s’introdussero test che vengono applicati da allora sui lotti di vaccini venduti in Europa, negli Stati Uniti e tanti altri!

    Va detto inoltre che le persone incoulate coi vaccini infetti hanno potuto esser trattate con faramci, in quanto i tumori causati da virus sono quasi sempre debellabili in maniera MOLTO più semplice degli altri. IN totale si presume che circa il 18% dei tumori che si sviluppano nel corpo umano sia dovuto a Virus, per saperne di più:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Oncovirus
    http://en.wikipedia.org/wiki/SV40
    http://en.wikipedia.org/wiki/Merkel_cell_polyomavirus

    Chi pubblica articoli del genere insisto, andrebbe BANNATO dalla rete.

    Rispondi
    • Nel ringraziarla per il Suo contributo,ci spieghi soltanto perché quello che dice Lei – che è in sostanza esattamente quello che abbiamo detto noi, – è oro colato quando lo dice Lei, è falso quando lo diciamo noi…

      Rispondi
  19. Fabio

     /  settembre 11, 2013

    Buongiorno,

    Le critiche che le sono state mosse precedentemente sono, a mio avviso, perfettamente fondate. Lei sta pubblicando un articolo scientifico e, in tal senso, deve trattare il tema in modo rigoroso.

    Parlare di ”virus del cancro” è quantomeno fuorviante. Infatti, sebbene come lei cita, sia ampiamente dimostrato che alcuni virus sono in grado di favorire lo sviluppo di tumori, essi rappresentano solo una causa minoritaria della cancerogenesi. quando si usa la definizione ”virus del… ” si presuppone una forte relazione causa effetto, come nel caso del virus dell’influenza o del virus dell’epatite, relazione assente nel caso dell’SV40 in particolare. I dati riguardo la capacità di questo virus di promuovere lo sviluppo tumorale infatti sono controversi, come potrà verificare dando un’occhiata alla letteratura scientifica.

    Discorso diverso per le affermazioni riguardo la leucemia. La Merk semplicemente NON PUò ”aver diffuso” la leucemia, patologia già presente e ben nota molto prima che la casa farmaceutica in questione muovesse i primi passi. Non sono puntiglioso, ma se io scrivo che ”tizio ha diffuso questo” implico che prima ”questo” non fosse presente in modo rilevante.

    Errore a parte e molto più grave riguardo il virus dell’HIV. Infatti nonostante l’affascinante lavoro di montaggio degli autori del video che stigmatizzano la frase ”It was you who introduced the AIDS virus in the country” il fatto di aver importato scimmie infette da HIV è totalmente irrilevante. Infatti, se io domani sguinzagliassi un milione di scimmie infette da HIV nel centro di una grande capitale sapete cosa accadrebbe? nulla… l’HIV si trasmette per via ematica o sessuale, quindi potete dormire con una persona infetta per tutta la vita senza infettarvi. Ed è la stessa ragione per cui le persone sieropositive non sono sottoposte a nessun tipo di quarantena o isolamento, a differenza di quanto avviene ad esempio per i casi sospetti di SARS umani nel globo, virus a trasmissione aerogena.

    Detto ciò due parole per frenare il santo fervore dei ”crociati (della domenica) della salute”. Le mie parole non sono assolutamente a difesa nè della Merk nè di nessuna casa farmaceutica o procedura illecita e pericolosa. Chi ha sbagliato deve pagare, e duramente. Quello però a cui bisogna fare attenzione è di evitare facili sensazionalismi di stampo grillino riguardo le vaccinazioni. Quando si scrive un articolo su queste tematiche bisogna rendersi conto che si sta maneggiando una bomba. Annunci eclatanti e catastrofisti non supportati da rigore scientifico possono creare danni mostruosi alla salute pubblica. Per quale motivo? Alcune persone poco esperte del settore potrebbero decidere di non vaccinarsi o non vaccinare i loro figli in seguito alla lettura di un articolo del genere, ed è dovere di qualsiasi giornalista considerare questo aspetto. Se cercate un esempio pratico di quanto vi sto dicendo andatevi a vedere l’articolo del 2001 sul New York Times riguardo l’efficacia degli screening mammografici. In primo luogo il fatto che nell’intervista venga citato un esperto non garantisce assolutamente che le sue affermazioni siano veritiere e incontrovertibili (fortunatamente quei tempi sono in gran parte finiti). In secondo luogo a seconda del montaggio e del contesto le affermazioni possono essere distorte. Ed é per questa ragione che gli articoli scientifici sono passati al vaglio da una serie di esperti prima di essere accettati per la pubblicazione

    Concludendo si ai controlli, alle pene severe e alle ricerche scientifiche, ma attenzione a non dare informazioni fuorvianti e prive di rigore scientifico. I vaccini, se preparati ed utilizzati bene, sono fondamentali per proteggerci da molte patologie. Quindi così come non tutte le mozzarelle sono blu, non tutti i ravioli contengono carni di dubbia provenienza e non tutti i pomodori sono avariati, la stragrande maggioranza dei vaccini non veicolano malattie e sono utili e sicuri.

    Rispondi
    • Premesso che questo blog non ha nessuna coloritura politica, noi non contestiamo il farmaco “vaccino”, che anzi riteniamo, sia stata una delle maggiori scoperte del secolo scorso in campo sanitario. Ma non intendiamo nemmeno tacere quando una fonte autorevole come il Dr Maurice Hilleman – che è stato responsabile della loro produzione, presso una società di importanza mondiale come la Merck, dichiara la nocività di alcuni vaccini che possono diffondere il “virus” di determinate malattie cancerogene – ci sembra doveroso,una volta che la notizia è stata diffusa, riportarla. Nelle dichiarazioni del Dr Hilleman non è specificato se il virus contenuto nel vaccino sia stato causa diretta o indiretta della malattia cancerogena e noi ci siamo limitati a riportare le sue parole senza aprire approfondimenti che lasciamo agli esperti… Lo stesso valga per la leucemia, citata anch’essa nell’intervista. Ma se lei ritiene che nell’intervista o nelle trascrizioni scritte ci siano errori o falsi saremo felicissimi, come tutti del resto, di poter dire che le cose stanno altrimenti.

      Rispondi
      • Fabio

         /  settembre 11, 2013

        Non era assolutamente mia intenzione censurarla, nè tacciarla di essere di parte. Come può vedere dal mio commento le contesto solo il modo di dare la notizia e la forma di alcune definizioni, non che l’abbia data, ci mancherebbe altro. La mia critica nasce dal fatto che un modo sbagliato di dare un’informazione può creare molti danni alle stesse persone alle quali si cerca di trasmettere detta informazione. La stampa ha un forte potere di comunicazione e di influenza, e a mio avviso da ciò deriva una responsabilità nel curare la forma attraverso la quale si trasmette una notizia, al fine di evitare fraintendimenti da parte del lettore. Molte persone leggendo questo articolo potrebbero pensare che il cancro derivi principalmente da una infezione virale o prendere come dato di fatto che l’AIDS e la leucemia fossero prima assenti nella popolazione umana e siano stati solo successivamente diffusi da una casa farmaceutica, quando esistono dati che provano che entrambe le patologie erano già conosciute prima della data dei fatti in esame. Risulta chiaro che voi della redazione non stiate esprimendo un parere negativo riguardo ai vaccini, e fate bene a riportare la notizia. Fra l’aperta contestazione di parte e la tacita connivenza esiste però un oceano di obiettività in cui bisogna muoversi con cautela e soppesando bene parole e definizioni a mio avviso, al fine di evitare facili e nocive generalizzazioni del genere ”Marco è biondo -> alcuni biondi sono malvagi -> Marco è malvagio”..

      • Nessuno infatti mai a parlato di vaccini in generale, ma abbiamo fatto riferimento solo ed esclusivamente a ciò che è riportato. Sono in caso, tutti i commenti che a volte hanno fatto confusione e hanno cercato di denigrare chi si limitava solo a riportare una notizia. La ringraziamo perciò di aver fatto chiarezza con il suo contributo.

      • alex

         /  settembre 11, 2013

        Definire una malattia cangerogena suona molto male. Malattia neoplastica sarebbe meglio.

    • Cesi

       /  settembre 11, 2013

      Ottima risposta, ma bisogna capire che molta gente vuole sentire parlare in modo molto schietto… E penso fosse il miglior modo per far muovere le acque in modo vistoso

      Rispondi
  20. Enrico

     /  settembre 11, 2013

    Solo per essere più precisi: il cancro non è una malattia virale. E poi perché postate video in cui si parla di vaccini contaminati dal virus dell’HIV? Cosa c’entra l’aids con il cancro?

    Rispondi
    • Questo blog si è limitato a riportare l’intervista del dr Hilleman il quale stabilisce una corrispondenza fra virus del vaccino, alcune forme di cancro e l’insorgere dell’Aids!

      Rispondi
      • luigi

         /  settembre 11, 2013

        “il quale stabilisce una corrispondenza tra virus del vaccino, alcune forme di cancro e l’insorgere dell’AIDS”, ma che avete scritto? in pratica è l’equivalente di: “Stabilisce una corrispondenza tra l’acqua della pasta, il sapore del sugo e la quantità di pepe”…. Fossi in voi della redazione rileggerei i commenti di Fabio più sopra e cercherei di essere più pertinenti e scientificamente corretti. State passando, senza volerlo, informazione errate(alcune, tipo quella citata, francamente, senza alcun senso).

      • E’ quello che è scritto nell’intervista! Ed è il pensiero dell’autorevole studioso che ha lavorato nella Casa Farmaceutica Merck come Capo della Divisione Vaccini… Noi siamo un blog di informazione, non un pool di scienziati con finalità mediche.

      • luigi

         /  settembre 11, 2013

        E, infatti, nessuno vi richiede di essere un pool di scienziati, ma, proprio per questo, vi dovreste approcciare alla materia con un po’ più di umiltà…. il rischio è fare disinformazione e passare messaggi errati.

  21. Stellina

     /  settembre 11, 2013

    Questa notizia non mi stupisce… anche se spero che continui a non essere vera…. e per gli scettici ricordo che malattie come il Parkinson si possono “prendere” (passatemi il termine) anche dai pesticidi… ci sto facendo un dottorato sopra e ci sono ampi studi già pubblicati.

    Rispondi
    • Anche noi lo speriamo. Ma non si può nemmeno negare una cosa basandosi sulle conoscenze e le credenze a pregresse. Come dimostra lo studio che Lei sta compiendo, possono emergere fattori prima sconosciuti che cambiano cause ed effetti!

      Rispondi
    • Emanuele A.

       /  settembre 12, 2013

      Senza dubbio ogni giorno impariamo cose nuove e la scienza ci insegna a “rimetterci in gioco” continuamente. Stiamo attenti però a non lasciarci andare a commenti sommari che potrebbero avere un grosso peso nelle coscienze meno ad”dottorate”. Una larga letteratura scientifica dice che diversi pesticidi (esistono diverse centinaia di sostanze chimiche usate in tal senso) sarebbero correlabili ad effetti sulla salute umana ma è questo un buon motivo per dismettere l’uso dei pesticidi o criminalizzarli senza appello? 70 anni addietro nella nostra Italia si moriva di malaria e di carestie, cose che oggi disconosciamo anche grazie all’uso dei fitofarmaci. Io, cautelativamente, direi che (come accade!) l’uso di pesticidi deve essere assolutamente monitorato e regolamentato ma sarei ben lungi (soprattutto in una tesi di dottorato!) dal dire che i pesticidi rappresentano un vulnus da combattere come male assoluto.
      Si chiama analisi costo-benefici e costringe gli esperti del settore a confrontarsi continuamente (per info approfondire il concetto di Valutazione di Impatto Sanitario o VIS) con i pro ed i contro di molti eventi.
      Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti in merito.

      Rispondi
      • E’ necessario rimettersi continuamente in gioco! Non si può proprio rimanere alla finestra mentre tutto cambia attorno a noi! E l’analisi costi – benefici, soprattutto nella medicina e in particolar modo nei vaccini, va tenuta sempre aggiornata.

  22. è brutto da ammettere ma questa notizia non mi stupisce, siamo solo bambocci manipolati dalle case farmaceutiche (oltre che dalle banche e dalle televisioni), ci fanno ammalare per poi venderci la cura…niente di più semplice…niente di più meschino!!!!

    Rispondi
  23. stefano

     /  settembre 11, 2013

    Inoculare il cancro (che non è un virus secondo tutti gli studi attuali), presuppone conoscerne i meccanismi d’attacco e l’eziopatogenesi, e quindi la cura. E’ così strano che l’insorgenza tumorale sia così cresciuta proprio in certi Paesi che hanno avuto uno sviluppo caotico in breve tempo, anche dal punto di vista industriale, paragonabile a quello nostro dell’800? Ed il prestarsi allo stoccaggio dei rifiuti radioattivi e chimici non avrà influito?

    Rispondi
  24. Emanuele

     /  settembre 11, 2013

    Totalmente contrario e schifato dell’avvenimento, seppure non completamente sbalordito dall’accaduto. Ormai, per quel che mi riguarda, sono poche le notizie di carattere mondiale che possono lasciarmi – perplessità a parte – a bocca aperta. C’è da aspettarsi di tutto. Su una cosa mi volevo soffermare però: bisogna essere schietti e obbiettivi, per quanto probabilmente non etico, per la somministrazione di ormoni che rendono sterili (a patto che non abbiano effetti collaterali che vadano ad influire in modo diretto sulla salute dell’individuo) non mi sento di fargliene una grande colpa, effettivamente il sovraffollamento globale è un problema concreto e non per merito dell’Europa o più in particolare del nostro paese (ampiamente sotto le medie mondiali di nascite) ma a causa di popolazioni come Cina, India e tutto il continente Africano (e buona parte del sud-america). La rotta va invertita in qualche modo, per il futuro dell’intera specie (umana) ma direi vista la nostra influenza anche di tutte le altre specie viventi. Oltretutto procreare in quelle condizioni va veramente contro ogni intelletto razionale. Non è da fare una colpa a donne violentate e stuprate perchè molte volte è così probabilmente che accade in quei paesi. Ma il restante diciamo.. 40-50% (?) lo fanno per piacere e per necessità biologiche… per carità come fargliene una colpa giustamente… tuttavia senza scendere nel merito esistono anche altri modi per soddisfare le proprie necessità e non far venire al mondo un’altra creatura che in quelle condizioni può ambire a prospettive di vità tra le peggiori immaginabili della nostra epoca.

    Rispondi
  25. GIULIA ANGELINI

     /  settembre 11, 2013

    sono la mamma di una bimba di nome Alessia che si e’ ammalata di neoplasia ” glioma tronco encefalico “nel 2011 a soli 7 anni e mezzo e nel maggio 2012 è volata in cielo. . A questo tipo di cancro come ben sapete o almeno da cio’ che mi dicevano ogni giorno , n0n c’è scampo. Noi genitori in determinate situazioni facciamo l’ impossibile e contattiamo chiunque per sperare in qualcosa o in qualcuno… Non voglio dilungarmi troppo ma a me e ad un’ altra mamma ,il cui figlio di 10 anni è finito con la stessa malattia e nello stesso periodo, dissero che la causa della loro malattia avrebbe potuto essere la trivalente. Da allora io non ho pace e mi chiedo sempre se sia vero. Potete informarmi ? Vi prego !!!!!!!!!!!!!. GIULIA

    Rispondi
  26. scullari

     /  settembre 11, 2013

    Dubbio personale, premettendo che sono la prima a odiare i vaccini e le case farmaceutiche: ma il cancro è un virus? ma si TRASMETTE come una malattia contagiosa?

    Rispondi
  27. Erkan

     /  settembre 11, 2013

    Secondo me sono stati gli alieni che hanno costruito le piramidi migliaia di anni fa!

    Rispondi
  28. cinzia

     /  settembre 11, 2013

    Possibile che la menopausa precoce sia causata da questi vaccini ?so di doone e sono una di quelle che sono in menopausa a 40anni

    Rispondi
  29. markets

     /  settembre 11, 2013

    Articolo spazzatura. Senza date, senza fonti di riferimento, con un video in cui si vedono una faccia ed un audio slegati, in cui la gente ride.
    Prima di tutto la Merck non ha mai ammesso nulla. E’ solo l’intervista di un suo ex ricercatore che dice una cosa già risaputa da tempo. Ossia che le colture utilizzare per creare il vaccino per la poliomelite, sono state rianalizzate anni dopo la ricerca e presentavano una piccolissima percentuale di virus SV40, la cui effettività nel provocare tumori, non è stata ancora provata.

    Addirittura il genoma del virus è stato completato solo nel 1978! Più di 15 anni dopo la creazione del vaccino.
    C’è da considerare che tutte queste teorie sulla dannosità dell SV40 sono moderne a più di 50 anni dalla scoperta del vaccino.

    Tutto questo si impara facendo 20 minuti di ricerche. Informatevi

    Rispondi
    • Che “la cosa fosse risaputa da tempo”, come lei dice, purtroppo rafforza la convinzione che quanto affermato dal Dr Hilleman sulla presenza del virus SV40 all’interno del vaccino, corrisponde al vero. Ed è anche significativo il fatto che il dr Hilleman non era solo uno dei tanti ricercatori della Merck,ma era in realtà il Capo della Divisione Vaccini… In ogni caso questo blog ha riportato notizie diffuse su numerosi media.

      Rispondi
    • Gaetano

       /  settembre 11, 2013

      Market….. della Merkel

      Rispondi
  30. claudio

     /  settembre 11, 2013

    Al di là di questo articolo, di fonti ce ne sono a centinaia, se si ha la bontà di guardare in rete. Cibo (tutto o quasi), acque, cosmetici, aria, elettromagnetismo, suolo, medicinali, dentifrici,… questo solo se parliamo di inquinamento. Basta sapere che il primo nobel sul cancro fu dato a Warburg nel 1931, poi a Pauling intorno al 1940, ma poi… Lakhowsky, che curava in tutto il mondo negli anni ’30 (soppresso) Di Bella (screditato e ora cercano di rivalutarlo) Simoncini e tanti tanti altri. Ma poi? Che solo il cancro c’è? E il mercurio dove lo mettiamo? e lo squalene che era in quelli per la suina? Tutta sta roba gira in rete! Occorre cercare, e collegare, svegliarsi, far lavorare la mente e osservare, accantonare la fantapolitica, la spazzatura che passano in TV e farsi delle idee proprie, anzichè confezionate dai media. N.B. Svegliarsi è brutto, si, ma poi viene il sereno, si impara a difendersi (che non è difficile), quando si sanno almeno un po’ di cose.

    Rispondi
    • Per difendersi,giustamente,bisogna cominciare a sapere da dove vengono i pericoli, poi elaborare le informazioni e assumere comportamenti corretti,in grado almeno di evitare le cause di danno più palesi. Ma se poi ci dobbiamo affidare a specialisti, diventa tutto più difficile per il singolo. E quì dovrebbe intervenire la tutela dello Stato!

      Rispondi
      • claudio

         /  settembre 11, 2013

        Nessuno specialista, carissimo redattore, basta sapere. Di qui a non ficcare la testa nelle fauci del leone il passo è breve. Poi, certo non è un processo di un giorno, ma di mesi. E’ graduale, come è giusto che sia. Lo Stato? Quale Stato? Sono dalla “loro” parte. Non tutti certo, ma quanto basta. Almeno per ora.

  31. Domenico campanaro

     /  settembre 11, 2013

    Ma questa società farmaceutica fornisce anche in Italia che voi sappiate ..?

    Rispondi
  32. claudio

     /  settembre 11, 2013

    Ma perchè la Merck, creatrice di tanti altri virus diffusi, ora parla? Per crisi di coscienza? Non credo. Prima di farlo parlare lo avrebbero zittito ben bene. Il fatto è che le credenze hanno la funzione di attivare la realtà, come ben sanno questa gente, (e come sapeva pure il famoso scienziato Lakhowsky), ed è pure un mezzo piuttosto potente. Perciò temo proprio che questa “fuga di notizie”, (peraltro più che attendibile, anzi riguardo ai vaccini piuttosto risaputa insieme a tante altre), ha la funzione di agire da potenziatore del problema. In questo senso ha ragione Valter quando dice: “Sono stanco di stragi, macchinazioni eccc.. date reta a me: così vivete male”. La questione è: o sapere e imparare a difendersi (tutto è basato sull’ignorare la cosa), oppure meglio non sapere cose negative, perchè fortemente deprimenti. Però tra e due, preferisco la prima. Complimentoni perciò a tuttacronaca per la divulgazione.

    Rispondi
    • Noi, come Lei, abbiamo preferito diffondere la notizia e siamo ben felici di ospitare tutti coloro che vogliono dire qualcosa a riguardo, in un confronto, che, speriamo vivamente, possa essere in qualche modo utile, all’importanza del problema trattato!

      Rispondi
      • claudio

         /  settembre 11, 2013

        Certamente, e complimenti. Mi riferivo ad un uso tecnico strumentale attraverso l’informazione, da parte della Merck, per amplificare gli effetti del vaccino. Diciamo… suggestione, ma che poi ha riscontri reali, ecco tutto.

  33. isa

     /  settembre 11, 2013

    Ma questi vaccini sono pervenuti in Italia?

    Rispondi
    • Sulla qualità e le tipologie dei vaccini pervenuti e presenti in Italia,riteniamo corretto da parte nostra suggerirle di rivolgersi al suo medico di fiducia che le potrà fare un quadro completo di quanto avvenuto e riferirle le opinioni degli esperti sui vari vaccini.

      Rispondi
  34. ant76

     /  settembre 11, 2013

    CANCRO: STUDIO SCAGIONA VACCINO ANTIPOLIO USA ANNI 1955-1963

    Chicago, 23 gen. (Adnkronos Salute) – Uno studio epidemiologico esclude l’ipotesi secondo cui alcuni rari tipi di tumore abbiano per origine la contaminazione, con virus SV40, da vaccino iniettabile contro la poliomielite, utilizzato negli anni 1955-1963; in particolare, la vaccinazione del 1961 aveva riguardato il 90% dei ragazzi americani sotto i 20 anni.
    Recentemente e’ stata riscontrata la presenza di DNA dell’SV40 in mesoteliomi, ependimomi (tumori cerebrali) e osteosarcomi, mentre la cancerogenicita’ del virus e’ dimostrata nei roditori.
    Riprendendo metodicamente tutti i dati epidemiologici sui tumori citati e sulla vaccinazione, il dott. Howard Strickler ed una equipe del National Cancer Institute smentiscono l’ipotesi. Gli ependimomi e gli osteosarcomi sono rimasti rari e, se il mesotelioma ha conosciuto un’incidenza crescente negli anni, questo tumore ha riguardato pero’ una popolazione troppo anziana per aver ricevuto il vaccino contaminato.
    ”Una trentina di anni dopo che milioni di americani sono stati esposti per via parenterale, alla nascita o durante la prima infanzia -scrivono gli autori- l’assenza di qualsiasi effetto discernibile nel nostro studio esclude l’esistenza di una associazione tra il vaccino infettato dal virus SV40 e lo sviluppo di tumori”. Nonostante tutto, pero’, avvertono gli studiosi, sara’ bene controllare questa popolazione mentre invecchia. Ed inoltre, l’assoluzione apparente del vaccino anti-polio non e’ anche assoluzione dalla patogenicita’ del virus stesso.
    L’SV40 puo’ essere stato presente nella specie umana per un certo periodo di tempo, indipendentemente dall’infezione da vaccino. Prova ne e’, concludono i ricercatori, che alcuni anticorpi anti-SV40 sono stati trovati nelle sieroteche di diversi Paesi. Si puo’ quindi stimare che il virus abbia un effetto cancerogeno per l’uomo a dei tassi di esposizione piu’ elevati di quelli provocati dal vaccino infettato.

    Rispondi
    • La ringraziamo per il Suo contributo,ma La preghiamo anche di leggere il sitohttp://it.wikipedia.org/wiki/Vaccino e il contenuto della nota n.12,in calce.

      Rispondi
  35. siamo ormai sempre piu vicini ad una guerra mondiale. I sintomi ci sono tutti.

    Rispondi
    • La Sua considerazione fa venire in mente quelle previsioni catastrofiche che si facevano prima dell’Anno 1000. Era infatti convinzione diffusa che le guerre, le carestie e le pestilenze in corso, fossero segnali dell’imminente fine del mondo… Allora andò bene! Speriamo di cavarcela anche questa volta.

      Rispondi
  36. milena

     /  settembre 11, 2013

    Una cosa è sicura, ci sono molte malattie e virus nuovi, e sono le case farmaceutiche che li mettono fuori, per poi vendere i vaccini. La rovina della gente sono le case farmaceutiche… per loro dobbiamo soppravivere E NON VIVERE… a loro serve che noi stiamo male… Altrimenti loro come farebbero ad andare avanti?!?! E lo scrive una PERSONA che di tumori ne hanno tolti 11, e fatto un anno e otto mesi di chemio, si sono VIVA, ma con tutte le conseguenze della terapia… ma purtroppo a volte o per fortuna… dipende dai punti di vista, siamo obbligati a prendere le medicine in certe situazioni fisiche.
    Ps… La notizia non mi scandalizza più di tanto… mi fa solo molta paura per tutti quei bambini che gli fanno fare 1000 vaccini.

    (Abbiamo rimosso l’ultima frase a sua tutela. Grazie del contributo. Tuttacronaca)

    Rispondi
    • Abbiamo letto con attenzione il link che Lei ha voluto segnalarci.
      http://attivissimo.blogspot.it/2013/09/antibufala-la-merck-inocula-il-cancro.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Disinformatico+%28Il+Disinformatico%29
      Stante la Sua premessa “Prima di pubblicare,basterebbe informarsi almeno un pochino,” speravamo di trovare nel link una smentita alle affermazioni rilasciate dal dr Hilleman, ma purtroppo l’articolo cita una “ Ricerca Wired” del 2007 che afferma “Infatti è indubbio che la Merck abbia “inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini”: ma lo ha fatto per errore, non per un piano diabolico; e lo ha fatto non “tradizionalmente”, ma ha smesso cinquant’anni fa.” Noi come vede invece ci eravamo solo limitati a riprendere un’intervista che già aveva aveva fatto il giro del mondo senza esprimere nessun giudizio personale, considerato anche che non c’erano elementi per farlo. Le informazioni le avevamo ricavate da “Lo sai.eu” come doverosamente avevamo scritto nel nostro articolo. Quanto alla parola “micidiale” che ha sollevato le obiezioni del bloggista Disinformatico del Link, anche quel termine lo avevamo ripreso dall’articolo citato come nostra fonte. Per quanto ci riguarda siamo sempre qui aperti a tutti i contributi che il pubblico vorrà darci senza aver nessuna intenzione di partigianeria.

      Rispondi
  37. Lucifero

     /  settembre 11, 2013

    l’articolo sembra scritto apposta per allarmare la gente.
    detto questo, le notizie della contaminazione del vaccino antipolio col virus sv40 sono vecchie, un po meno di quelle della bayer implicata in medicine infette di hiv, sono passati un po’ di anni in effetti. inoltre spero che nessuno smetta di assumere farmaci a seguito della lettura di questo articolo, dato che comunque sono evidenti gli effeti benefici dei vaccini per varie malattie non tanto allegre. almeno io non rischierei di prendermi un’epatite perchè anni fa ci sono stati casi spiacevoli…
    torniamo a curaci con le piante e mandiamo a casa tutti quelli che dedicano la propria vita per trovare la cura alle malattie.

    Rispondi
  38. Grazie tuttacronaca! Anche davanti all’evidenza molti non credono.. non vogliono vedere… Per fortuna la verità viene sempre a galla !

    Rispondi
    • Noi abbiamo riportato una notizia così come veniva citata da fonti internazionali, poi ognuno può fari un’idea e una propria opinione. Da parte nostra c’è stato solo la volontà di mettere in luce una notizia di cui in Italia si è parlato sempre molto poco. Chiaramente ci sono fonti discordanti noi abbiamo cercato di prendere quelle più autorevoli. Sui vaccini poi si potrebbero scrivere intere enciclopedie e forse neppure allora si avrebbe un quadro completo della situazione. Grazie di aver lasciato un contributo sul nostro blog che vorrebbe essere uno spazio di interazione per le opinioni di tutti, pronto ad accogliere varie idee e ipotesi.

      Rispondi
  39. anna

     /  settembre 11, 2013

    SCUSATE MIO MARITO DA CIRCA 6 MESI STA FACENDO UN VACCINO PER ALLERGIA LA SOCIETà CHE FORNISCE ALLERGOPHAM è PROPRIO LA MERCK KGAA, GERMANI, sono sotto accusa anke questi vaccini……..se sapete qualcosa fatemi sapere. grazie a ki mi aiuterà

    Rispondi
    • Noi siamo solo un blog che ha voluto riportare una notizia così come veniva ripresa da fonti internazionali, non siamo quindi in grado di esprimere nessun tipo di giudizio sul vaccino che è stato somministrato a suo marito. Quindi pubblichiamo il suo commento, sperando che qualche esperto possa far luce sul caso. Noi ci siamo limitati a parlare di altre tipologie di vaccino, in particolare gli ultimi casi del vaccino da noi citato ha smesso la produzione molti anni fa.

      Rispondi
  40. Rosanna80

     /  settembre 11, 2013

    Ho due gemelli di11 mesi che tra qualche giorno fanno il terzo richiamo del vaccino esavalente cosa rischiano?

    Rispondi
    • Lei si deve rivolgere a uno o più medici specialisti, che soli,possono essere a conoscenza della qualità e degli eventuali rischi dei vaccini più nuovi:

      Rispondi
  41. Un po’ di materiale in tema per chi avesse voglia di approfondire, ad esempio per quanto riguarda la vaccinazione HPV:
    http://ilporticodipinto.it/content/inchiesta-su-gardasil-hpv-e-papilloma-virus

    Rispondi
  42. Scusate, ma non mi risulta che SV40 sia particolarmente oncogeno nell’uomo.
    Ci sono stati svariati studi a riguardo, questo è uno dei tanti:

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17131333

    Rispondi
  43. Mamma Alessandra

     /  settembre 11, 2013

    come mai il mio commento non viene pubblicato?

    Rispondi
    • Come scritto nell’articolo, stiamo cercando di rispondere a tutti i commenti nel modo più corretto possibile, quindi chiediamo un po’ di pazienza per avere il tempo di farlo. Grazie

      Rispondi
  44. Domenico

     /  settembre 11, 2013

    Il dottor Hilleman è morto nel 2005. L’intervista è avvenuta con un fantasma?

    Rispondi
    • L’intervista è avvenuta molti anni addietro. Poi,come nei migliori film gialli, scomparve e ritrovò la luce nel 2011… Ma non dubiti della sua esistenza. Quello che vede parlare nel video è il Dr Hilleman!

      Rispondi
  45. alex

     /  settembre 11, 2013

    pero effettivamente il virus SV40 fu descritto nel 1960 in una cultura cellulare utilizato per la produzione di vaccino contro la poliomelite. Wikipedia

    Rispondi
  1. SHOCK MONDIALE: cancro trasmesso nei vaccini, lo ammette l’azienda | www.itmnewday.it
  2. Aids cancro e leucemie sviluppato a causa DEI VACCINI | consulente seo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: