La politica dell’M5S è terapia di gruppo?

gruppi-tuttacronaca

Quali sono i problemi fondamentali del M5S?
I «personalismi», la «mancanza di una piattaforma», la «mancanza di riflessione comune sugli obiettivi», la «condivisione degli elementi base del M5S», i «post di Grillo», la «frustrazione per obiettivi e ruoli», «l’aggressività e il grillismo». Il dibattito si fa intenso, tanto che Elisa Bulgarelli – e non solo lei- vorrebbe rimandare a domani, perché sono argomenti che richiedono «un dibattito molto approfondito». Nicola Morra, sostenuto da Vito Crimi, chiede invece di non fermarsi: «Non rimandiamo a domani, apriamo subito il dibattito. Mezza Italia è in attesa di questo nostro dibattimento»

Problemi vecchi e nuovi, già attraversati negli anni ’70 dall’allora partito comunista. Non c’era la rete ma c’è la linea politica che si scontrava con la coscienza personale. Era disdicevole andare a vedere “Guerre stellari”, ma ci si annoiava ai film russi che il partito imponeva. E’ il solito dilemma tra ortodossia partitica e realtà sociale. E’ anche ovvio l’avversione dei grillini verso la stampa: «I giornalai – parola usata da tutti in modo sarcastico, ndr – sono al servizio del potere». E su questo l’assemblea grillina si è mostrata compatta. «Abbiamo i social network – dice Gianluca Castaldi – per comunicare con i media abbiamo un portavoce oppure comunichiamo con i media previa una condivisione». Ma l’appello di molti è: non rilasciate dichiarazioni ai giornalisti. Paola Taverna polemicamente chiede: «Ma perché rilasciate delle interviste prima di un’assemblea che va in streaming? È una curiosità a livello umano, da non politica quale sono e quale voglio rimanere».

Il problema è non la stampa ma semmai la comunicazione. Cioè riuscire  a far passare un messaggio, attraverso un media. Il pubblico raggiunto attraverso un tg è diverso, infatti, da quello di un social.

È stata la senatrice Elisa Bulgarelli a spiegare le regole del gioco: «Ci dividiamo in sei gruppetti da sei senatori circa. Tre, i gruppetti con il numero dispari, si occuperanno della cronologia dei fatti, di stabilire oggettivamente cosa è successo. Gli altri tre (con il numero pari) devono scomporre quello che è successo in questi ultimi giorni, tutto questo caos in problemi che possono essere risolvibili. Ogni gruppo lavorerà a sé. Poi i gruppi si scambieranno».

Ma la politica è terapia di gruppo?

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: