Sparatoria a San Basilio: il 118 picchiato a Roma

Ambulanza-attrezzata-tuttacronaca-san-basilio

Il 31enne Maurizio Aletto è morto oggi, nel quartiere San Basilio a Roma, a seguito di una sparatoria durante la quale è stato colpito alla nuca. L’episodio è avvenuto in via Tanfo, attorno alle 18, ed è scaturito dopo una futile lite per motivi di viabilità. A estrarre l’arma una guardia giurata 53enne, che si trovava in auto con il figlio e che è già stata arrestata. Il figlio dell’assassino, un 25enne, era sceso dall’auto e aveva iniziato a litigare con la vittima che, per tutta risposta, ha estratto un coltello ferendolo e spingendo così il padre a intervenire. L’ambulanza del 118, arrivata in sei minuti dalla chiamata, è stata accolta da una sassaiola partita dalla folla che si era formata e che ha picchiato i tre operatori, rompendo anche la clavicola all’autista. Nonostante tutto, i soccorritori sono riusciti a caricare la prima delle due vittime sul mezzo. Ma alcune persone hanno danneggiato i vetri e la carrozzeria con le pietre. Una seconda ambulanza ha poi trasportato il giovane 25enne ferito.

Lascia un commento

8 commenti

  1. Linus

     /  giugno 13, 2013

    C’e’ poco da ffare. Il papa’ ha difeso il figlio e ha fattobene altrimenti adesso staremmo qua’ a discutere e piangere di un povero ragazzo aCCOLTELLATO per futili motivi.

    Rispondi
    • Le versioni su quanto è accaduto a San Basilio sono molteplici e difformi… Alcuni media dicono che la lite è avvenuta in due tempi e solo in un secondo tempo – cioè quando padre e figlio Coppi sono nuovamente usciti dalla loro abitazione- sia avvenuto il ferimento del giovane Coppi e lo sparo omicida contro Maurizio Alletto. Altri media dicono che i Coppi stessero a piedi… Altri che le auto fossero due una Citroen e una Mercedes. Altri che i due Coppi stessero attraversando sulle strisce pedonali mentre la Citroen quasi li colpiva. Altri ancora dicono che la lite sia avvenuta in un un solo tempo e che lo sparo sia stata l’immediata reazione al ferimento del giovane Coppi… In attesa di chiarimenti da parte di una fonte ufficiale, il giudizio sull’accaduto deve necessariamente rimanere sospeso… Eccesso di difesa? Legittima difesa, omicidio preterintenzionale,omicidio premeditato? Fermo rimane tuttavia il fatto che le nostre leggi vietano le forme di giustizia “fai da te”… Tuttavia è la scena del delitto e tutto quello che in essa è accaduto dopo che lascia stupefatti e indignati… Non si prende a sassate l’ambulanza dei soccorritori, non si ferisce l’autista dell’ambulanza… Quando il vecchio detto dice “Non si spara sulla Croce Rossa” da come regola universale, del resto ovvia, il rispetto e l’assoluta neutralità di chi provvede a dare aiuto… A San Basilio invece una folla inferocita ha aggredito sia soccorritori che forze di polizia. Ma allora a che livello di insensato degrado siamo arrivati? Come si si è potuto abbattere il patto sociale della civile convivenza? Cosa succede in queste straniate periferie dove la notte le auto sono in fila per acquistare droga dai pusher che imperversano in zona? Ma se queste cose sono a conoscenza dei giornali che ne danno notizia come è possibile che la Polizia non intervenga di notte a fermare i traffici? E oggi,afatto avvenuto,come si può recuperare una folla di persone che hanno perso tutti i valori democratici? Sono domande a cui dovrebbero essere date immediate risposte, intervenendo prima di tutto sui valori e sui comportamenti degli individui perché la situazione è di una gravità assoluta!

      Rispondi
  2. Pietro

     /  giugno 13, 2013

    …e’ l’ennesimo fatto di cronaca che conferma l’esistenza di un clima aggressivo e conflittuale che si scatena tra persone che vivono le stesse angosce, problemi e stress della vita quotidiana. Si diventa vittime di un clima d’odio probabilmente creato a “tavolino” per dividere le popolazioni con lo scopo di “tenerle a bada” e meglio controllarle. Si scatena una violenza inaudita che sfocia nel sangue come tra bande rivali. E’ il “trionfo” della guerra tra poveri condannati a subire le piu’ odiose ingiustizie. Invece di “canalizzare” la rabbia verso i veri responsabili attraverso battaglie fatte sul terreno della lotta civile e della legalita’ si cade in un vera e propria trappola che ti condanna all’inferno..

    Rispondi
    • Al di là dell’incredibile fatto di sangue che sconvolge per la pochezza dei motivi che lo hanno scatenato, niente può giustificare l’aggressione a un’ambulanza di soccorritori… Non è corretto in questo caso cercare giustificazioni in una generica angoscia o stress della vita quotidiana… Quello che ha dimostrato l’aggressiva folla che si è scagliata contro gli operatori del 118 è solo una paurosa caduta dei valori,anche minimi che sono alla base della convivenza civile… Che poi ci possano essere le pesanti colpe di chi ci ha governato ed è stato incapace di prevenire o tamponare questa spaventosa crisi è vero, ma questo non esime dalle responsabilità individuali che ciascuno di noi deve imparare a prendersi.

      Rispondi
  3. Basilio

     /  giugno 13, 2013

    Quando succedono questi fatti state tranquilli che trattasi di COATTONI da una parte e dall’altra.QUINDI PACE ALL’ANIMA LORO gli sta bene a tutti e tre’!

    Rispondi
    • La vita è sacra per tutti, buoni, cattivi, poveri e ricchi. Questo lo affermano sia le religioni che le Carte Costituzioni e le leggi di tutti i paesi civili. Riteniamo che le sue parole siano state formulate in un momento di rabbia o di disperazione perché non la riteniamo assolutamente capace di pensare veramente i pensieri che ha formulato contrari ai principi basilari di ogni viver sociale. Di fronte alla legge non esistono cittadini di serie A e coatti di serie B che si possono uccidere.

      Rispondi
  4. Stefano

     /  giugno 19, 2013

    Informatevi dei fatti e nn date retta a giornalisti che infangano il nome dei morti…andate su questo sito”dallapartedeltorto”li troverete testimonianze di chi era li al momento dell’accaduto… Maurizio non era ne un coatto ne un criminale che girava armato…GIORNALISTA INFAME!!!!

    Rispondi
    • Non utilizzi il nostro blog per insultare un giornalista che ha dato una notizia su un fatto di cronaca che lascia allibiti, oltre che per la futilità dei motivi che hanno provocato un morto, per l’aggressione ingiustificata e incivile contro un’ambulanza di soccorso che stava intervenendo per soccorrere dei feriti. neanche in guerra si spara sulla croce rossa! Ci siamo forse stancati della pace? Ribadito il nucleo essenziale dell’articolo, la invitiamo a non farsi pubblicità per il suo sito attraverso il nostro blog e soprattutto a non denigrare chi come il giornalista in questione ha cercato di fare solo il suo dovere diffondendo una notizia.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: