Walter Veltroni… e l’Italia che vorrebbe

veltroni-2

“E se noi domani – L’Italia e la sinistra che vorrei”. Presenta il suo nuovo libro Walter Veltroni a Che tempo che fai. La prima cosa che ci si chiede è: perchè chi ha fondato il partito non ne è soddisfatto? A sentire l’ex sindaco all’inizio lui e Prodi ci sono riusciti: portare la maggior parte delle persone dalla loro parte, in un gruppo riformista. Il politico cita Andreotti, “Il potere logora chi non ce l’ha”, e si dichiara terrorizzato da una simile idea, la ricerca a tutti i costi di un potere che porta all’anti-politica. Ma la sua nuova ipotesi per lui è adatta al momento attuale: nei momenti più difficili serve attuare le rivoluzioni più grandi. Ecco che vuole la “speranza di rinnovamento”. Ma come può essere credibile che un partito che ha affermato “mai un governo con il PdL” salvo poi ripiegare sulle larghe intese? Per Veltroni il problema sta nella campagna elettorale, dove si è giocata la partita che non ha permesso di ottenere una maggioranza netta. Il ragionamento si sposta sulla dicotomia “difesa” e “cambiamento”, per la sinistra serve un cambiamento, che ci si augura in meglio, ma come dare certezze? Vuole una “politica d’innovazione radicale, che porti in questo tempo i valori della sinistra” ma che non coltivi il passato, senza essere un’oggetto d’antiquariato. L’ambizione del PD deve avere allora l’ambizione di raggiungere una “maggioranza riformista”. Riguardo alla manifestazione Fiom di ieri, Veltroni non reputa che un partito sia tenuto a partecipare, lo scopo dev’essere di essere se stessi, mantenere l’elettorato e “rubarlo” agli avversari. Veltroni parla molto e continua a battere su un unico argomento: che la sinistra deve essere “più sinistra” ed avere il coraggio delle proprie idee, portando avanti i valori che sono propri di quella politica. Potere e democrazia riunificati è il suo ideale, quello che manca è la spiegazione, pratica, di come questo sia possibile. Parla in compenso di “responsabilità” e di “comunità”, senza aspettare che sia lo Stato a risolvere ogni difficoltà e rendendosi conto che “vita” non è essere isola ma arcipelago.

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: