Donna bionda trovata accoltellata a Napoli… è giallo!

donna assassinata napoli-tuttacronaca

Giallo nel napoletano, dove il corpo di una giovane donna bionda è stato trovato con un coltello conficcato nella schiena, in un lago di sangue. L’orribile vicenda ha come teatro il comune di Poggiomarino. Gli inquirenti hanno immediatamente fatto partire le indagini per risalire all’identità della donna assassinata, al momento sconosciuta. Il corpo si trovava in via Pertini, in aperta campagna.

Annunci
Lascia un commento

26 commenti

  1. pd valdengo

     /  maggio 11, 2013

    Reblogged this on .

    Rispondi
  2. KnockOut

     /  maggio 11, 2013

    Mi spiace ma continuo a non trovare corretto usare 2 pesi e 2 misure e non certo per mero campanilismo. Solo per obiettività di cronaca. Il delitto è avvenuto a Poggiomarino , allora o se ne cita chiaramente il nome o , nel titolo, si indichi che il delitto è occorso “genericamente” nella provincia di NA. Oltretutto citare un paese sconosciuto ai più fornirebbe lo stimolo per ampliare le proprie conoscenze geografiche. Attivando ricerche e curiosità .
    Saluti

    Rispondi
  3. KnockOut

     /  maggio 11, 2013

    Caluso, per esempio, citato qualche giorno fa, non è “diventato” Torino o Ivrea o Chivasso.

    Rispondi
  4. KnockOut

     /  maggio 11, 2013

    Mentre Ostia, che è abbastanza grandicella e tutto sommato nota, non fosse altro per il mare e Pasolini, è ” diventata ” Roma

    Rispondi
    • Onestamente, sembra più importante il delitto del luogo, ovunque avvenga, a parte questo, non tutti in Italia conoscono Poggiomarino, che è chiaramente citato nel testo, così come Caluso che non appare nel titolo ma solo nel paragrafo sottostante. Nel caso si potrebbe obbiettare che si è parlato di Ostia invece che di Dragona. Onestamente, visto che negli articoli i luoghi sono citati, sembra che questo sia campanilismo o quanto meno una critica fine a se stessa, comunque non un appello all’integrazione.

      Rispondi
      • KnockOut

         /  maggio 11, 2013

        Importante è certamente il delitto. Così come una corretta informazione. Trasportare , poi, il tutto sul piano della secessione mi sembra francamente esagerato. In quanto a campanilismo, infine, se ha tempo e voglia leggerà nei miei post(racconti) una vera apologia borbonica.

      • L’informazione è corretta e la preghiamo di non calunniarci dicendo di fare falsa informazione. Non tutti gli italiani sono campani e abbiamo anche utenti stranieri, non è giusto dare indicazioni geografiche che all’estero non potrebbero essere comprese. Come vede dalle traduzioni veniamo letti in diverse lingue quindi dobbiamo dare nel titolo una collocazione geografica della notizia comprensibile a tutti. Se poi vuole continuare a fare sterili polemiche e campanilismi inutili su un omicidio… ci spiace ma lo troviamo svilente dato l’argomento trattato. Quanto ai suoi post forse il nostro blog, che si occupa di informazione e non di storia, non è certo il luogo più opportuno dove fare pubblicità, le consigliamo di trovare appositi spazi per dare risalto ai suoi temi che sicuramente saranno interessanti, ma non rientrano nell’attualità che trattiamo quotidianamente. La ringraziamo comunque del contributo. Buona serata

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Premesso che:

        1- non sono mercante, non vendo , non compro, non offro servizi, o similari, e il mio blog è uno tra i tanti amatoriali e che comunque non si occupa di storia
        2- ho solo dissentito dal “taglio tipografico ” del titolo di alcuni vostri post, e non calunniato nessuno

        Leggo e percepisco un risentimento quasi aggressivo. Non vedo perchè avrei dovuto farmi pubblicità sfruttando il vs. Sito: di cosa e per cosa! Per qualche visita o follower in più? Anche se non avete colto il sarcasmo dell’ultimo paragrafo, ritengo la Vs. intelligenza capace di non arrivare a pensare di me ( o dei miei presunti reconditi scopi ) nella maniera esposta. Solo frutto di un risentimento frutto a sua volta di fraintendimento.

        Comunque non c’è alcun problema se ognuno continuerà a pensarla in modo diverso , giusto? Certo non credo avremo il piacere reciproco di incrociarci ancora

        Saluti

      • Il suo ultimo commento è abbastanza confuso… forse lei intendeva “topografico” e non “tipografico”… topografico è riferito alla localizzazione geografica di un luogo mentre tipografico, come lei ha scritto, alla stampa, ma essendo il nostro un blog “tipografico” non assume nessun valore e quindi se ci può chiarire questo punto saremo lieti di rispondere al resto… grazie e buona giornata!

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        No, intendevo proprio tipografico, in senso lato: cioè come viene concepito il titolo di un articolo in modo da essere sintesi ( di quello che si andrà a dettagliare nel corpo dell’articolo stesso ) e , nel contempo, efficace per l’attenzione del lettore.
        Buona giornata

      • Mi scusi, ma continuiamo a non capire. Come dice Wikipedia “La tipografia è la tecnologia per produrre testi stampati usando matrici in rilievo composte di caratteri mobili o di clichès inchiostrati.” Le sembra un termine che possa indicare nella fattispecie un titolo giornalistico? Inoltre come le è stato ripetuto, ma forse non siamo stati chiari e ce ne scusiamo, il nostro blog viene letto all’estero non troviamo corretto nei confronti dei nostri lettori starnieri inserire un titolo criptico con un luogo sconosciuto. Preferiamo come scelta personale di inserire la giusta posizione geografica nel testo e non nel titolo, come è ampia prassi giornalistica per far usufruire più utenti senza discriminare chi non ha le conoscenze dettagliate sul nostro territorio. Spero che questa volta le sia stato chiarito il concetto. Grazie del contributo.

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Beh certo non c’era bisogno di wikipedia per sapere cos’è la tipografia. E, senza offesa, nemmeno del vs. richiamo.

        Infatti ho premesso che ho usato il termine in senso lato, per trasposizione di quanto accade per la carta stampata. Non sarà stato proprio corretto, ma non essendo addetto ai lavori ne ho esplicato i concetti: “come viene concepito il titolo di un articolo in modo da essere sintesi ( di quello che si andrà a dettagliare nel corpo dell’articolo stesso ) e , nel contempo, efficace per attirare l’attenzione del lettore.”

        Detto ció non posso che ripetermi nuovamente : non c’è alcun problema se ognuno continuerà a pensarla in modo diverso , giusto?

        Buon lavoro

      • Nessun problema se si confondono i termini, noi siamo qui per dare chiarimenti e informazioni, nei limiti delle nostre capacità e delle possibilità che la rete può dare se utilizzata con intelligenza e messa al servizio del dialogo. In quanto al senso di voler trasformare una parola in qualcosa di diverso da ciò che è il suo contenuto intrinseco è generare solo confusione… non possiamo chiamare mela una pera dicendo di non essere agricoltori. La ringraziamo sempre e comunque dei suoi contenuti ceh ci hanno dato la possibilità di chiarimenti che di certo saranno utili anche ad altri utenti

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        E allora illuminatemi su come tecnicamente viene definito il processo di costruzione di un “titolo” di cronaca, utilizzando per forza di cosa elementi grafici quali font e stili per dare “forza ” all’enunciato
        Grazie

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        …senza dimenticare le immagini: icone fondamentali che supportano, esplicano ed ornano non solo il titolo , ma l’intero articolo

      • Non siamo qui a dover fare lezioni a nessuno, ci sono corsi attivi di giornalismo sul territorio italiano, può rivolgersi a loro. Noi non abbiamo velleità di insegnanti, ma solo di commentare quotidianamente i fatti, secondo noi, più rilevanti che accadono in Italia e all’estero dando un taglio di ampio respiro a ogni notizia. Ci dispiace non poterla aiutare, ma non abbiamo le competenze e le abilitazioni all’insegnamento.

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Peccato. Peró ho imparato la differenza che c’è tra una mela e una pera.

        Grazie di tutto

      • Vede che siamo stati utili! Buona giornata e passi quando vuole, ci piace dialogare e avere dei contributi dai nostri utenti.

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Passerò spesso e volentieri, ora che vi ho conosciuti ( virtualmente s’intende)!

      • L’aspettiamo con piacere!

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Eccomi e mi compiaccio per :”Donna accoltellata nel napoletano… i primi dettagli.”
        Bene cosí

      • Dato l’argomento della massima gravità la preghiamo vivamente di non fare ironia sul femminicidio per trarre vantaggio sul suo confuso discorso che ha avuto già modo di esprimere largamente e nel quale siamo intervenuti a risponderle. Certo non possiamo far passare inosservato il suo cattivo gusto su un omicidio che vuole sfruttare a suo uso e consumo, la invitiamo quindi a contribuire senza ironizzare su questi fatti di cronaca gravissimi che stanno dilaniando il nostro paese.

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Non ho motivi di speculare su alcunché , men che mai sulla morte di una persona. E ancor meno ironizzare su tali gravi delitti per pura questione dialettica. Per portare acqua al mio mulino.

        Il cattivo gusto lo lasciò a voi che , attraverso questo astuto “spostamento” della vexata quaestio da un piano formale a uno sostanziale, vorreste farmi passare per un imbecille fazioso e cinico.

        Non prendo lezioni di morale o etica da nessuno. Semmai sono in grado di darle. I miei commenti resteranno a testimoniare la mia buona fede e quali ne fossero gli intenti. Così come testimonieranno i vari epiteti di cui sono stato fatto bersaglio e che per educazione ho finto di non leggere, glissando.

        La mia era una mera questione formale, magari anche cavillosa o stupida, se volete, ma formale. Che mi sembrava essere recepita, dopo tutto questo estenuante epistolario, con la lettura del “titolo ” del post cui accennavo poc’anzi.

        Non é così, a quanto pare.

        Finiamola dunque qui. Ognuno con le sue idee e le sue convinzioni.
        Rispettabili. E da rispettare. Senza manipolazioni né infingimenti .

        A non piú sentirci

      • L’ultimo commento chiude la strada a ogni dialogo e si inserisce in quella sorta di “bullismo da web” che tanto dilaga in questi giorni e su cui sono vittime tanti giornalisti professionisti. Non ci stupisce quindi di essere l’ennesimo blog di informazione amatoriale che viene irriso, tacciato di cattiva informazione e aggredito da chi la rete non la utilizza per sognare un mondo migliore o avere un’informazione diversa da quella ufficiale, ma solo per sfogare la sua rabbia e la sua frustrazione. Noi siamo qui invece con un intento diverso di aprire il dialogo anche alla fragilità umana, a chi la pensa anche in modo diverso da noi per cui continuiamo a invitarla sul nostro blog proprio perchè vogliamo che sia chiara la linea da cui siamo partiti… DIALOGARE e ASCOLTARE anche chi ci accusa, chi è irruento, chi è interessato allo scontro e non all’incontro di pensieri diversi… noi crediamo in un mondo che possa accogliere e non istigare all’odio reciproco. Siamo certi che si parte anche da uno spazio come il nostro per avvicinarsi a chiunque, senza pregiudizi e giudizi faziosi… quindi sa dove trovarci quando vuole fare una visita in un “mondo diverso”. La ringraziamo sempre e comunque.

      • KnockOut

         /  maggio 12, 2013

        Forse non é chiaro e lo ripeto per l’ultima volta :

        1- ho dissentito dalla forma con cui venivano definiti alcuni titoli di post . Punto e basta.
        Non ho mai detto che fate cattiva informazione. Ho sempre e solo detto che non mi sembrava corretta una certa titolazione per come era formulata . I miei commenti sono agli atti.

        Mi avete accusato di campanilismo, stupido quanto becero; mi avete accusato di calunnia; di insensibilità , di speculazione, di faziositá, a caccia di pubblicitá e, fra le righe, di imbecillitá. Ed ho finto di non capire , tentando con l’ironia di raggiungere un punto d’incontro che avete sempre allontanato. Girandoci intorno (topografia, tipografia, taglio, mele e pere, non capisco, é confuso, e quant’altro), come chi crede di giocare al gatto col topo. Non contenti avete continuato tacciandomi di bullismo, di aggressione, di frustrazione e, la piú grande, di “istigare all’odio reciproco”.

        Come giá scritto in precedenza sfido chiunque leggerá i commenti , che la vostra disponibilitá al dialogo e all’ascolto eviterá di cancellare, a trovare nei miei scritti tutto ciò di cui mi si accusa.

        Nel porgere una guancia, Vi ringrazio del livore e dell’astio che mi avete rovesciato addosso

      • Lei si è sentito accusato, ma non era nostra intenzione accusarla di nulla, abbiamo sempre mantenuto un tono tranquillo e pacato, rispondendole a ogni sua richiesta anche quando ci ha fatto un operazione di stalking attraverso messaggi inviati di frequente che inevitabilmente ci hanno fatto ritardare il flusso di notizie ma abbiamo voluto, come è nostra consuetudine aprirle la porta e accoglierla nel nostro mondo. Poi sono sue parole che come dice lei restano agli atti ” Mi spiace ma continuo a non trovare corretto usare 2 pesi e 2 misure e non certo per mero campanilismo. Solo per obiettività di cronaca”. Ci ha tacciati quindi di non essere obiettivi e questo per un blog di informazione amatoriale è alquanto grave… suona quasi come una calunnia… noi secondo lei non siamo obiettivi… e ce lo ha dichiarato in pubblico con un post che chiunque può leggere… resta quindi un accusa infamante per chi come noi vuole solo usare una notizia per aprire un dialogo e iniziare a costruire un mondo diverso. Capisce, senza altre spiegazioni, che ciò che ha fatto è piuttosto grave perchè mina il cuore del nostro progetto. Ma le torno a ripetere che noi l’aspettiamo per proseguire il dialogo in una maniera tranquilla e serena.. se lo scontro è servito per chiarirci ben venga in futuro un suo nuovo intervento magari che non sia solo di mera geografia, che non sia sterile come un cavillo, che non sia freddo come un’accusa… ma che ci arrivi caldo come una sua idea per poter migliorare questo spazio. Ora davvero dobbiamo proseguire nel nostro lavoro quindi la pregherei di non continuare con questi toni che non aiutano il nostro blog e che stiamo vivendo come una violenza inaudita nei nostri confronti… grazie ancora di averci permesso di spiegarle meglio il nostro punto di vista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: