Calciatore brasiliano sequestrato e torturato dai narcos!

n_vasco_da_gama_bernardo-2780985

Una di quelle storie che non si vorrebbero mai raccontare, ma su cui è importante che l’opinione pubblica rifletta. Il centrocampista del Vasco da Gama, Bernardo Vieira de Souza,  stato sequestrato e torturato da un gruppo di narcotrafficanti dentro una ‘favela’ di Rio de Janeiro. Martedì scorso Bernardo è stato aggredito da alcuni membri del ‘Complexo da Marè’. Il motivo sarebbe la sua relazione con Dayana Rodrigues, una delle ‘fidanzate’ del boss della droga locale.  Dopo essere stati sorpresi nella baraccopoli ‘Salsa e Merengue’, i due sono stati portati in un’abitazione isolata dove è iniziato il loro incubo: dapprima sono stati spogliati e poi legati con del nastro adesivo, torturati con scosse elettriche e picchiati selvaggiamente. La ragazza è stata anche ferita alle gambe da due colpi di arma da fuoco.
Secondo quanto scrive O Globo, i narcos avrebbero voluto uccidere Bernardo ma poi si sarebbero limitati alle torture in quanto l’assassinio del giocatore del Vasco avrebbe provocato eccessivo clamore e quindi anche l’occupazione della ‘favela’ da parte del battaglione UPP della polizia carioca, noto per la durezza dei suoi metodi.

La violenza è simbolo della povertà che continua ad attanagliare Rio de Janeiro e nonostante i miglioramenti che lentamente sembrano diffondersi si vive ancora in un clima di brutalità e criminalità in cui vige la legge del più forte. Le responsabilità naturalmente sono sulle spalle di una politica che per anni si è disinteressata al traffico di droga e che, spesso, si è collusa con gli stessi criminali. Per i giovani, gli emarginati e i disoccupati resta ancora l’unica fonte di reddito, da difendere con la forza. Una “dittatura ombra”, un secondo potere che riesce a mietere vittime e trova terreno fertile nel crescente malcontento delle classi più deboli.

A farne le spese ora è stato un giocatore, ma ieri o domani è l’uomo qualunque, il capo di un’altra banda, una ragazza o un disperato alla ricerca di qualche soldo per la propria famiglia… E’ la guerra del terrore tra chi ha davanti a se solo la criminalità e chi deve difendersi da essa.

Quando inizieremo a intervenire nel profondo del problema sradicando la povertà e riportando la “scelta” di una vita legale anche tra le classi più povere?

 

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: