Vaporidis alla gogna su Facebook per le scie chimiche

nicholas vaporidis-tuttacronaca-scie chimiche-facebook

Comunque la pensiate sulle scie chimiche, c’è un dato alla base che bisogna analizzare: il numero di interpellanze parlamentari che negli anni hanno visto al centro il dibattito sulle scie chimiche.

La prima c’è stata il 2 aprile 2003  e fu il deputato Italo Sandi, iscritto nelle liste dell’Ulivo, a promuoverla. A ottobre dello stesso anno è Pietro Ruzzante, esponente del partito democratico Veneto a ritornare sull’argomento. Poi è il turno del Prof Severino Galante il 3 febbraio 2005, anch’esso iscritto  nella sinistra italiana. Nel 2006 Gianni Nieddu, ancora un democratico che chiede di far chiarezza su queste scie. Nel 2007 è l’unione di Centro con Amedeo Ciccanti a sollevare il problema, poi  a qualche mese di distanza un’altra comunista, Katia Belillo. Non passa neppure un anno e il democratico Brandolini è di nuovo sul tema e poi ci torna ancora, nello stesso anno, lo stesso Ciccanti. Il 17 settembre 2008 è Antonio Di Pietro a fare un interpellanza parlamentare a cui ne seguono altre due di Sandro Brandolini. E’ il 5 novembre quando il senatore  Oskar Peterlini del Südtiroler Volkspartei rinnova per l’ennesima volta la richiesta di fare chiarezza. Nel 2009 ritorna alla carica Amedeo Ciccanti, seguito nel 2011 da Scilipoti.

Ma c’è anche un’interrogazione parlamentare al Parlamento Europeo nel 2007 del deputato Erik Meije.

Ora può darsi che le scie chimiche siano solo un effetto di condensazione, un normale processo che ci deriva, come minimo, tuttavia, da una soglia di inquinamento molto alta. Perchè mai nessuno ha posto con chiarezza e senza inequivocabile dubbio una teoria che potesse smentire tutte le “farneticazioni” di questi visionari complottisti?

Basta spiegare con termini scientifici e dati alla mano certi per far cessare le interpellanze parlamentari e invece sono continuate fino a 2 anni fa… forse nell’ultimo anno non ci sono state, anche per la grave crisi economica che ha monopolizzato i dibattiti politici.

Quello che è quindi successo all’attore Nicolas Vaporidis è solo un attacco mediatico senza precedenti. Un riversare la propria irrisione solo a scopo di danneggiare l’immagine pubblica di un professionista dello spettacolo. E’ come prendere la pistola (in questo caso la tastiera) e far fuoco per poi apparire sulle prime pagine dei giornali… ora che molti quotidiani hanno imparato a riportare i messaggi di perfetti sconosciuti nella rete ognuno spera che il giorno dopo il suo messaggio possa figurare tra questi… Danneggiare un attore per richiamare l’attenzione su di sè… veramente un’azione riprovevole!

Annunci
Lascia un commento

39 commenti

  1. Tarkus

     /  aprile 13, 2013

    “Perchè mai nessuno ha posto con chiarezza e senza inequivocabile dubbio una teoria che potesse smentire tutte le “farneticazioni” di questi visionari complottisti?”

    Che stupidaggine. Una “teoria” del genere esiste eccome, basta chiedere ad un qualunque fisico/meterologo/meccanico/pilota/esperto/appassionato di aerei per farti spiegare l’inconsistenza della “teoria delle scie chimiche”. I complottisti non accettano niente di tutto ciò perché ci credono per fede e a livello dogmatico, dato che non hanno creduto neanche ai prelievi in quota. Inoltre parliamo di “interrogazioni parlamentari” come se in questo Paese venissero fatte sempre e comunque per cose serie…….come non dimenticarsi ad esempio dell’interrogazione parlamentare dell’ on. Antonio De Poli dell’UDC che chiedeva la chiusura della pagina “Emo” di Nonciclopedia…..

    Al riguardo ecco pagine che sbugiardano questa assurda teoria, fatti un giro e giudica tu:

    http://sciechimicheinfo.blogspot.it/

    http://ceifan.org/risposte_sciechimiche.htm

    http://strakerenemy.blogspot.it/

    http://www.md80.it/approfondimenti-2/la-cospirazione-delle-scie-chimiche/

    Cordiali saluti

    Rispondi
    • “Ora può darsi che le scie chimiche siano solo un effetto di condensazione, un normale processo che ci deriva, come minimo, tuttavia, da una soglia di inquinamento molto alta.” Non abbiamo preso posizione a riguardo e, com’era chiaro dal titolo, la nostra attenzione era rivolta alla gogna mediatica in cui era finito un personaggio famoso solo per aver espresso un’opinione. Ringraziamo per i link che abbiamo visionato con attenzione e ci auguriamo che ognuno si crei una propria opinione al riguardo utilizzando il giusto spirito critico.

      Rispondi
      • PadrePatta

         /  aprile 13, 2013

        “Gogna mediatica”….

        Ma come scusa, uno dice emerite castronerie, citanto per di più il sito-fogna dei fratelli Marcianò (coloro che tra truffe, collette, falsificazioni, menzogne… ah tutte DOCUMENTATE) quale fonte della sola vera ed unica “informazione” e poi ci si sorprende se viene spernacchiato?

        L’immagine, il Vaporidis, se l’è danneggiata da solo dicendo simili castronerie.

        Ti rammento che sul sito citato dal suddetto personaggio dello spettacolo sono propagandate teorie che vanno dalla cura dei tumori col bicarbonato all’omeopatia, dai contattisti-medium ufologi al signoraggio bancario… più ovviamente la suddetta castroneria delle scie chimiche.

        Non c’è nessun attacco, solo una giusta indignazione per sittanta ignoranza e supponenza.

        Non sono certo le interrogazioni parlamentari di quattro cialtroni che possono cambiare la realtà, la scienza non è un’opinione mentre siffatti ignoranti vogliono relativizzare tutto proprio perchè non arrivandoci col loro cervello e non volendo affidarsi a persone che hanno studiato 10-20 anni i fenomeni in questione (meteorologia, volo, fisica, chimica, medicina… mica bazzecole) si inventano teorie strampalate per giustificare i fenomeni attorno a se.

        Sono persone che difenderebbero volentieri la teoria della terra piatta… ah no aspetta, ci sono complottisti che credono pure a quello….

      • E tutto questo dà a qualcuno il diritto di offendere ed attaccare? E’ un Paese civile quello in cui non è possibile dialogare? Personalmente vedo quasi esclusivamente persone convinte di essere le detentrici di verità assolute ed inconfutabili, nulla di male in questo quando simili convinzioni sono supportate, meglio ancora se ci si è arrivati attraverso ragionamenti critici e mettendo in relazione diverse fonti attendibili. Il problema è che tali certezze vengono “gettate in faccia” con fare arrogante e spesso maleducato, esattamente come nel Medio Evo si lanciavano prodotti naturali contro persone letteralmente alla gogna nella piazza del paese. E’ questo atteggiamento che non solo mi fa provare pena verso persone che non sono in grado di instaurare un rapporto (perchè questa è l’impressione che si ricava a leggere invettive fini a se stesse) ma mi spaventa perchè vedo nella gente quest’insensata passione per la violenza, ancorchè verbale, e la totale incapacità di comunicare. Non sarebbe stato infinitamente più costruttivo provare a comunicare, a spiegare, a chiarire le rispettive posizioni? Tacciamo le persone di ignoranza e vogliamo “indottrinarle” a forza, non siamo in grado di spiegare? Una persona che ha il coraggio di fare pubblicamente delle affermazioni sapendo quello a cui andrà incontro, credo meriti qualcosa di meglio. Se non altro degli interlocutori degni di questo nome e che dimostrino uguale intelligenza nella capacità di mettersi in gioco. Probabilmente alla fine ognuno sconnetterà ancora fermo nelle proprie opinioni, però è innegabile che l’esperienza sarebbe una fonte di arricchimento.

    • paolo

       /  giugno 3, 2013

      siti spazzatura!!! non sbugiardano proprio niente, fanno solo disinformazione

      Rispondi
      • Grazie per aver scelto il nostro blog per manifestare la sua opinione. Sarebbe molto cortese da parte sua motivare tale affermazione, in vista di un arricchimento collettivo. Purtroppo l’invettiva e la denigrazione non aiutano a costruire, cosa che invece noi ci riproponiamo di fare offrendo questo spazio proprio per cercare un dialogo. Grazie per la sua collaborazione.

      • paolo

         /  giugno 3, 2013

        la verità è solo una!! guardate il cielo.. http://www.youtube.com/watch?v=RQMEGxeTKWM#

      • Grazie per il link, davvero interessante!

  2. PadrePatta

     /  aprile 13, 2013

    Diritto di attaccare?
    Diritto di dialogare?

    Guarda che nessuno attacca, qua la gente ride e sbeffeggia il Vaporidis perchè ha detto sonore castronerie.

    Sono i complottisti che normalmente considerano ignoranti, servi, sciocchi o semplicemente dei venduti, tutti coloro che non la pensano come loro.
    La scienza NON è democratica.
    Non ha alcun senso mettersi a dialogare con qualcuno che non accetta le minime basi logiche di un confronto di idee. No, non siamo affatot tutti uguali e no, definitivamente no, non si ha diritto alla propria opinione per il solo fatto che la possiamo avere… questo almeno in ambito di pura conoscenza, di scienza e di verità.

    Io posso mettermi a controbattere un immunologo sul fatto che i vaccini fanno male ma non posso arrogarmi il diritto che la mia opinione sia sullo stesso piano di studiosi e scienziati.
    Non ha senso alcuno come è melgio stato descritto qua:

    http://difesasperimentazioneanimale.wordpress.com/2012/10/23/no-non-hai-diritto-alla-tua-opinione/

    Non è affatto più costruttivo come indichi tu aprire un dialogo con certi fanatici, non sono razionali e non accettano di avere torto. Non c’è dialogo nemmeno di fronte ai FATTI.
    Una persona che fa affermazioni iperboliche, sconclusionate, senza base logica, frutto di ignoranza, di malafede, di supponenza… merita pernacchie e SONORE pernacchie.
    Non c’è arricchimento se non si condividono le regole della logica più elementare, nel fatto che se io ho ragione tu hai torto… e viceversa (parlo di fatti scientifici). Non c’è arricchimento se alla fine di un confronto il perdente non cambia opinione… è solo perdita di tempo. Anzi, il dare dignità e visibilità a certe malsane opinioni fa si che esse possano diffondersi ancora di più, fa se che i possessori dei siti complottisti guadagnino ancora più soldi con i banner e con la vendita della loro paccottiglia.

    Queste persone (e parlo di sciachimisti ma potrei estendere il concetto a tutti i complottisti in generale) diffondono falsità, antiscienza, odio, paure e spesso sono anche la causa più o meno diretta di vere e proprie morti…

    Leggiti il caso esemplificativo della povera Clara Palomba:

    http://attivissimo.blogspot.it/2010/05/si-puo-morire-di-antiscienza-sedici.html

    Leggiti quanto male, quanti danni, quanto pericolo può provocare la semplice frase “Ma che male fa? Sono credenze innocue…”

    Un saluto.

    Rispondi
    • Io penso solo che “ridere e sbeffeggiare” qualcuno sia un esercizio sterile, se si pensa che con lui non si possa dialogare mi chiedo perchè le persone scelgano di prendersi il tempo per fare invettive invece di impiegarlo in modo più costruttivo, sempre che non serva per carezzare la propria autostima sentendosi più “intelligente e colto”. Non credo che il professore che entra in aula affermando che “non si ha diritto ad avere un’opinione”, affermazione che può essere valida in quel contesto, poi si permetta di sbeffeggiare i suoi alunni (ma tanto il rispetto e l’educazione sembrano essere doti ignote ai più in Italia). A parte questo, la pura conoscenza, la scienza e la verità in assoluto hanno un senso, mi permetterei solo di far notare che l’hanno pensato in tutti i tempi, si riteneva anche che l’uomo non potesse raggiungere la luna così come si è scoperto che determinati farmaci potevano curare una patologia e creare altri disturbi. Non credo quindi agli assolutismi di cui tu parli, per il semplice fatto che siamo, o dovremmo essere, tutti consapevoli che la scienza supera continuamente se stessa e quello che è valido oggi potrebbe non esserlo più domani. E questo vale in generale, non per un singolo tema. Poi certo, bisogna prestare la dovuta attenzione perché ciarlatani ce ne sono, in tutti i campi.

      Rispondi
      • PadrePatta

         /  aprile 14, 2013

        Ridere e sbeffeggiare è il massimo che puoi fare con questa gente.
        Non puoi dialogare con quelle persone, provaci se hai lo stomaco ed il tempo.

        Chi ti scrive lo ha fatto per ANNI e non c’è modo di smuoverli. Fossero solo convinzioni “religiose”, interiori… sarebbe poco male… ma è costume che essi diffondano ciarlatanerie, sfruttino i deboli, i malati, i minori per il loro esclusivo tornaconto.

        Non c’è un solo singolo individuo sostenitore delle scie chimiche che non creda a tutta una teoria di bufale che vanno dagli alieni che controllano la terra al signoraggio all’11 settembre e così via.

        Ti faccio notare che sull Luna l’uomo ci è andato per merito della scienza e della tecnica, non per credenze, supposizioni o fantasie.
        Io non parlo ne ho parlato di alcun assolutismo: la scienza è sempre pronta a ricredersi, la scienza si accresce per controesempi.

        Portami un caso, uno solo, documentato e chiaro e sarò disposto anche domani a ricredermi… ma non ce n’è nemmeno uno.

        L’assolutismo è piuttosto l’assoluto fanatismo degli ignoranti, di coloro a cui basta credere, di coloro che hanno una spiegazione facile (e magari interessata) per tutto.

        I ciarlatani vanno irrisi e denigrati, è un obbligo sociale isolarli e marginalizzarli perchè sono un vero e proprio cancro della società.
        I maghi, gli astrologi, le Wanne Marchi, i guaritori, i santoni sono solo alcuni aspetti della ciarlataneria; ciarlataneria che purtroppo in Italia, causa anche della scarsissima cultura scientifica di base e continua supposta “superiorità” della cultura umanistica, miete danni nelle menti dei deboli, dei malati e degli ignoranti.

        Saluti.

      • “No, non siamo affatot tutti uguali e no, definitivamente no, non si ha diritto alla propria opinione per il solo fatto che la possiamo avere… questo almeno in ambito di pura conoscenza, di scienza e di verità.” Il mio ragionamento era su questa tua affermazione, proprio perchè come tu stesso hai ora affermato “la scienza si accresce per controesempi” non possiamo parlare in ambito di pura scienza e verità (ossia, la verità della scienza di oggi potrebbe non rispecchiare quella della scienza di domani). Però visto che tu stesso affermi che tutto questo va a discapito dei più deboli, non è il caso di aiutare questa categoria, non indottrinandola perchè “creda ciecamente” alla scienza, ma spiegando quello che è stato reso noto da fonti attenbili quali esperti e studiosi perchè siano in grado di “difendersi”? E’ un mio personalissimo pensiero, però piùttosto che far la guerra per distruggere qualcuno (irridendolo e denigrandolo), forse è meglio impegnarsi per accrescere la conoscenza delle persone che potrebbero averne bisogno. Mi sembra che ci sia troppa voglia di emulare i politici che si combattono tra di loro invece di svolgere il loro lavoro. Credo a lungo andare non sia utile a nessuno uno sbeffeggiamento in rete.

    • paolo

       /  giugno 3, 2013

      non è credibile questo sito!!!!!

      Rispondi
      • Purtroppo ci sono due fazioni opposte tra le quali sembra impossibile trovare un dialogo, per questo ci fa piacere e ringraziamo chiunque esprima una propria opinione: la diversità di sguardi permette, o dovrebbe permettere, di non prendere tutto quello che si legge come verità assoluta, soprattutto su un tema che tanto fa discure.

      • paolo

         /  giugno 3, 2013

        mi riferivo al sito di paolo attivissimo

      • Sì, si capiva, grazie

    • paolo

       /  giugno 3, 2013

      in risposta a padrepatta. sei un disinformatore ridicolo. vergogati!!!!!!!!

      Rispondi
  3. NonSonoUnTrollAlContrarioDiTe

     /  aprile 14, 2013

    “Ammesso e non concesso che le scie chimiche siano innocue e ad esclusivo scopo ornamentale. Perchè vi ostinate così tanto a ridicolizzare tutte le supposizioni che persone, magari preoccupate per come stanno andando le cose ultimamente, avanzano? Ne traete forse qualche beneficio?…beneficio economico?” (cit.)

    Rispondi
    • PadrePatta

       /  aprile 14, 2013

      Le scie chimiche, per come vengono illustrate descritte e ipotizzate dai complottisti sono un fenomeno inesistente. Sono scie di condensa, scarico di motori jet, di certo non fanno bene, come non fanno bene gli scarichi delle auto… ma non è quello l’argomento dei fanatici.

      L’ostinazione è dovuta al fatto che almentare credulonerie fa male a tutti, fa si che la gente si beva ogni panzana senza spirito critico, senza prove di supporto, senza logica.
      Il ridicolizzare questi pazzi serve a metterli nella giusta prospettiva: persone spesso interessate economicamente (c’è un traffico incredibile di libercoli, materiali vari, partecipazione a convegni, banner sui siti, traffico web) ad alimentare paure e terrori anche in chi non è capace di distiguere perchè in preda a forti stress (malattie proprie o di parenti).

      Il beneficio è svegliare la gente, farla pensare e far metter in moto il cervello: ad argomenti eccezionali vanno portate prove altrettanto eccezionali.

      Se mi parli di un complottone mondiale dedito allo sterminio con zolfo-bario-polimeri-nanomacchine-controllo mentale-radioonde-particolati di ricaduta… se dici che ti mettono i chip nel cervello e ti controllano… beh sono tutti argomenti evocativi… ma le PROVE?

      Chi si pone nei confronti di questi esagitati con spirito critico viene sbeffeggiato con frasi “non ho bisogno di prove! io le prove ce le ho davanti agli occhi” e fradi sconclusionate di questo tipo… cosa che, certo converrai, preclude qualunque approccio costruttivo.

      Ecco che lo sberleffo, la risata, il sarcasmo diventano armi formidabili per questi soloni, spesso miseri falliti senza lavoro ne scopo che tentano di racimolare qualche euro da gonzi creduloni.

      Tutto poi fino a che non si va a cadere nei casi tipo quelli che ho linkato precedentemente: poveri INNOCENTI in preda di genitori idioti, poveri anziani in preda a figli “alternativi”, neonati morti per denutrizione da genitori convinti salutisti ecc…

      I casi sono molti e drammatici, è un dovere denunciare questi ciarlatani e metterli nel posto a loro più congeniale: su un palco di basso cabaret.

      Rispondi
  4. Unn video che non esiste… vale più di molte parole!

    Rispondi
  5. Il video esiste eccome…e vale molto di più della “censura” applicata !
    Se questo è il vs. coraggio “eliminatelo nuovamente !

    http://ilupidieinstein.blogspot.it/2013/04/la-conferenza-dell-sulla-modificazione.html

    Rispondi
    • Non siamo stati noi ad eliminare il video, ci siamo limitati a clickare play ed è apparsa la scritta “questo video non esiste” come puoi verificare tu stesso. Grazie per aver riproposto il link

      Rispondi
      • Sono io che ringrazio voi,per l’opportunità e credetemi,il mio disappunto non era assolutamente diretto a voi,ma bensì a chi detiene il dominio dei video.
        Chiedo venia se mi sono espresso male.
        Cmq sia,ora mi sembra funzioni tutto.
        Grazie per gli argomenti trattati.
        Con stima
        Castello 96
        Ps.sono perfettamente d’accordo con voi…Un “video” che non esiste… vale più di molte parole!

      • E’ un piacere e ancora grazie per il tuo contributo. Buona giornata

  6. giorgio

     /  aprile 18, 2013

    Ci sono tante persone che sostengono l’ipotesi delle scie chimiche, come Gianni Lannes per esempio, un giornalista esemplare e integerrimo che da anni segue queste vicende..è dunque un impostore anche lui? http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

    Rispondi
    • Grazie per il link! Esatto, per questo è auspicabile un dialogo, per vedere le diverse tesi, senza chiusura da parte di entrambe le “fazioni”.

      Rispondi
      • giorgio

         /  aprile 18, 2013

        Di niente figurati! A tutti quelli che hanno la mente aperta e vogliono andare oltre consiglio di leggere il libro Grande Fratello: Strategie di Dominio di Gianni Lannes dove parla apertamente di scie chimiche portando le PROVE DOCUMENTATE di quello che dice!

      • Un ottimo consiglio, grazie nuovamente!

  7. https://www.facebook.com/media/set/?set=a.4698717430699.1073741832.1377031090&type=3
    Quello che fanno è un’atto criminale, violando la convenzione di Ginevra (18 maggio 1977): Con il termine “tecniche di modificazioni ambientali” si fa riferimento a qualsiasi tecnica per modificare – attraverso la manipolazione deliberata dei processi naturali – le dinamiche, la composizione o la struttura della Terra, della sua litosfera, idrosfera, ed atmosfera, o dello spazio esterno. (Convenzione sulla proibizione dell’uso militare o di altra ostile natura di tecniche di modificazioni ambientali, Nazioni Unite, Ginevra: 18 maggio 1977)

    “La guerra ambientale viene definita come la premeditata modificazione o manipolazione dei sistemi naturali ecologici, come quello climatico e meteorologico, della terra, della ionosfera, della magnetosfera, del sistema tettonico a placche, e/o lo scatenamento di eventi sismici (terremoti) per causare intenzionalmente distruzioni fisiche, economiche e psico-sociali su prefissati obiettivi geofisici o su ambienti popolati, come parte di azioni belliche di natura strategica o tattica.” (Eco News)

    “[La modificazione meteorologica] offre al combattente bellico una larga serie di possibili opzioni per sconfiggere o reprimere un avversario…La modificazione meteorologica diventerà parte della sicurezza domestica ed internazionale e potrà essere messa in atto unilateralmente…Potrà avere applicazioni offensive e difensive e anche essere usata per scopi di deterrenza. La capacità di generare precipitazioni, nebbie e tempeste sulla terra o per modificare le condizioni meteorologiche dello spazio…e la produzione di condizioni meteorologiche artificiali, tutto fa parte di un pacchetto integrato di tecnologie [militari].” (Documento AF 2025 del Rapporto Conclusivo AF 2025 dell’Aviazione Militare degli Stati Uniti)

    I dirigenti di tutto il mondo si incontrano a Copenhagen nel dicembre 2009 con l’obiettivo di raggiungere un accordo sul Riscaldamento Globale. Il dibattito sulle Variazioni Climatiche si focalizza sull’impatto delle emissioni dei gas serra e sulle misure per ridurre le emissioni di CO2 prodotte dall’uomo, secondo il Protocollo di Kyoto.

    L’opinione generale di base è che le emissioni di gas serra costituiscono l’unica causa dell’instabilità climatica. Nessun governo o gruppo di azione ambientalista ha sollevato il problema della “guerra ambientale” o delle “tecniche di modificazioni ambientali (ENMOD)” a scopi militari.

    Malgrado un vasto corpo di conoscenze scientifiche, il problema delle manipolazioni del clima per scopi militari è stato escluso dall’agenda delle Nazioni Unite sulle variazioni climatiche.

    John von Neumann, al culmine della Guerra Fredda (1955), sottolineava con tremenda preveggenza che : “Interventi in materia atmosferica e climatica…si apriranno ai nostri occhi con una dimensione difficile da immaginare al presente…Questo amalgamerà gli interessi di ogni nazione con quelli di tutte le altre, in modo totale, più di quello che la minaccia nucleare o una qualche altra guerra abbiano fatto fino ad ora.” (Citazione da Spencer Weart, Guerra Ambientale: Schemi di modificazioni climatiche, Global Research, 5 dicembre 2009)

    Nel 1977, una Convenzione internazionale, ratificata dall’Assemblea Generale dell’ONU, metteva al bando “l’uso militare, o di altra ostile natura, di tecniche di modificazioni ambientali con effetti a larga diffusione, di lunga durata o di violenta intensità.” (AP, 18 maggio1977).

    Sia gli Stati Uniti d’America che l’Unione Sovietica risultarono firmatari della Convenzione.

    “Guidati dall’interesse di consolidare la pace,…e di salvare l’umanità dai pericoli derivati dall’uso di nuovi strumenti di guerra, (…) Riconoscendo che l’uso militare di tali tecniche di modificazioni ambientali possa procurare effetti estremamente dannosi al benessere dell’uomo, (…) Desiderando proibire efficacemente l’uso militare di tecniche di modificazioni ambientali in modo da eliminare i pericoli all’umanità…e affermando la volontà di lavorare per il conseguimento di questo obiettivo, (…) ogni Stato Parte Contraente di questa Convenzione si impegna a non dedicarsi all’uso militare di tecniche di modificazioni ambientali con effetti a larga diffusione, di lunga durata e di violenta intensità, come mezzi di distruzione, di danneggiamento o di lesioni nei confronti di ogni altro Stato Contraente.”(Convenzione sulla proibizione dell’uso militare o di altra ostile natura di tecniche di modificazioni ambientali, Nazioni Unite, Ginevra: 18 maggio 1977. Entrata in vigore il 5 ottobre 1978).

    La Convenzione definiva le “‘tecniche di modificazioni ambientali’, facendo riferimento a qualsiasi tecnica per il cambiamento, mediante la deliberata manipolazione di processi naturali, delle dinamiche biochimiche, della composizione o della struttura della terra, della sua litosfera, dell’idrosfera o dello spazio esterno.” (Gli Stati Contraenti dichiarano l’Interdizione delle Modificazioni Ambientali formalmente osservata, UN Chronicle, luglio 1984, Vol. 21, pag. 27)

    La sostanza della Convenzione del 1977 veniva riaffermata in termini veramente generali attraverso la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sulle Variazioni Climatiche (UNFCCC), sottoscritta nel 1992 al Summit sulla Terra di Rio de Janeiro:

    “ Gli Stati hanno…in accordo con la Carta delle Nazioni Unite e i principi del diritto internazionale, la (…) responsabilità di assicurare che le attività nell’ambito della loro giurisdizione o controllo non procurino danni all’ambiente di altri Stati o di aree oltre i limiti della loro giurisdizione nazionale.” (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sulle Variazioni Climatiche, New York, 1992)

    Dopo il Summit sulla Terra del 1992, il problema delle Variazioni Climatiche a Scopo Militare non è stato mai sollevato nei successivi summit e convegni sulle variazioni climatiche sotto gli auspici dell’UNFCCC. Il problema è stato cancellato, rimosso. Non fa parte del dibattito sulla variazione del clima.

    Tuttavia, nel febbraio 1998, la Commissione per gli Affari Esteri, la Sicurezza e le Politiche di Difesa del Parlamento Europeo ha tenuto sedute pubbliche a Brussels sulle capacità di guerra meteorologica espresse dagli Stati Uniti e sviluppate secondo il programma HAARP, con base in Alaska.

    Rispondi
  8. Cari amici di Tuttacronaca.
    A puro titolo informativo,pubblico quanto segue:
    Tutti i liberi cittadini che,attraverso un blog o qualsiasi altra piattaforma,denuncino le aberranti scie chimiche e loro “derivati”,vengono sistematicamente attaccati anche pesantemente….da loschi personaggi,che “vivono nell’ombra” e…”all’ombra” di qualche pre-potente,che li foraggia per stare 24/24 al pc…
    Trattare argomenti “scottanti” appunto, tipo scie chimiche,11 Settembre,Ogm,Vaccini,cure alternative ecc..ecc..dal comportamento,oserei dire poco “umano” di costoro,si evince che dia loro,molto,molto fastidio.
    Dico ciò,per esperienza personale!

    http://lesciechimicheagenova.blogspot.it/

    Rispondi
    • Ovunque sia la verità, è triste questa incapacità di dialogare, perchè comunque sia non fa altro che accrescere rabbia e, conseguentemente, scontri. E questo vale per qualsiasi argomento. Buona giornata.

      Rispondi
  1. Il top della settimana: italiani pronti alla guerra… o alla dieta? | tuttacronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: