Inciuci Chiesa-Stato… e il popolo paga!

inciuci chiesa-stato - tuttacronaca

I Patti Lateranensi assicurano ai luoghi di culto la totale esenzione fiscale, non importa dove siano situati, non interessa quanto sia costata l’acquisizione di tali strutture, non è di rilievo neanche che il luogo di culto di una Chiesa che combatte strenuamente l’omosessualità sorga accanto alla sauna gay più grande d’Italia, l’Europa Multiclub.

In Italia non ci scandalizziamo più di nulla e non ci stupisce che Tremonti, dopo aver ristrutturato gratis la sua abitazione, abbia dichiarato l’edificio extraterritoriale dopo esser diventato Ministro dell’Economia con l’insediamento a Palazzo Chigi di Berlusconi. Procediamo un passo per volta.

Nel 2008 il Cardinale e Segretario di Stato Bertone caldeggia l’acquisizione di alcuni locali di un palazzo nobiliare situato in Via Carducci, numero 2, non distante dal ministero dell’Economia. Per la modica cifra di 23 milioni di euro, il Vaticano segue il consiglio e trova così il luogo che ospiterà

la Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fide) e l’appartamento, di 12 vani, in cui risiede il cardinale Ivan Dias, prefetto emerito della Congregazione e già sua guida fino al maggio del 2011, oltre agli appartamenti e il refettorio di una quindicina di sacerdoti che lavorano per la Congregazione.

Sembra ci fossero imbarazzo e timori circa l’acquisizione, considerato che in corrispondenza della terrazza del Cardinale vi è l’ingresso all’Europa Multiclub Saune&Gim, un circolo ricreativo riservato ai soli possessori della tessera Arcigay il cui sito, www. Europamulticlub.com, annuncia feste a tema come “ Orsi, orsetti e…. Cacciatori”, con il video dei “Subwoofer sauna night”, in cui “Bruno”, un pelosissimo e sovrappeso pastore di anime, si libera a suon di musica del suo clergyman, rimanendo in tanga, perché “Vuole mettere a nudo anima e corpo”. Ma per Bertone, supportato dal suo amico e consigliere Marco Simeon, non è stato un ostacolo l’adiacenza ad un club che rivendica «l’impegno nell’affermazione dei diritti civili delle persone omosessuali e in particolare nel diritto all’affermazione dell’identità personale». Così il 30 maggio 2008 viene stipulato un contratto preliminare di compravendita per l’acquisto di 19 unità immobiliari per 20 milioni 233 mila euro da versare ad una piccola società di mediazione immobiliare di Busto Arsizio, la “Mag. Industrie srl.”, che ha sua volta ha acquisito, in leasing, quella porzione di immobile dalla “Banca Italease”, Istituto coinvolto in una lunga tormenta giudiziaria della Procura di Milano. Certo Eligio Cucchetti, presidente e amministratore unico della “Mag. Industrie”, è un ottimo affarista: lo stesso giorno si impegna a riscattare dalla Italease la porzione di immobile per un totale di 9 milioni di euro ricavando così, dalla successiva vendita, una plusvalenza di 11 milioni. A quanto pare tutto si è svolto con e si presume siano dello stesso avviso anche due ulteriori “mediatori” dell’affare, entrambi iscritti ad Arezzo: la “Cig immobiliare srl”, cui si è appoggiata la “Mag” e che per questo riceve 346.200 euro e la “Arrigucci Immobiliare di Nepitella Irene & C.” che ha assistito la Congregazione a fronte di un compenso di 300 mila euro.
Tutti soddisfatti insomma, forse un po’ meno i membri della congregazione che sono spesso raggiunti dagli effluvi della sauna…

Tutti soddisfatti tranne gli italiani! Grazie a rapporti eccellenti con le sfere politiche questo edificio, nella porzione acquistata dal Vaticano, gode dell’extraterritorialità ed è quindi dispensato da qualsiasi tassazione, che in questo caso equivarrebbe ad oltre 4 milioni di euro, soldi che non arrivano all’Erario che quindi li chiede… ai soliti noti, ossia i cittadini!

Per aggiungere la beffa al danno, evidentemente decidendo che la lotta all’omosessualità è valida solo sul pulpito ma nella vita quotidiana è una realtà verso cui dimostrare la più alta tolleranza… il 4 marzo del 2011 a quei primi locali si è aggiunto un attico di 12 vani, per un prezzo di 2 milioni e 900 mila euro, acquistato dal “Fondo di Previdenza per i dirigenti di aziende commerciali e di spedizione e Trasporto Mario Negri”. Ovviamente il solerte e laico Stato Italiano ha fatto sì che il Ministero dei Beni Culturali e la Sovrintendenza ai beni archeologici dichiarassero l’immobile «non soggetto a vincolo di interesse culturale». Un nullaosta arrivato in meno di 30 giorni.

Come avranno festeggiato il nuovo acquisto? Pregando per il popolo italiano?

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: