Sfiducia e disoccupazione, i mali che uccidono gli italiani. Si corre sui muri?

a-quick-guide-to-europes-deteriorating-youth-unemployment-nightmare

La disoccupazione italiana non è nei dati, ma nella sfiducia. La disoccupazione ormai rischia di diventare “endemica” per un problema psicologico che sta distruggendo un intero popolo che ha perso anche la voglia di cercare un lavoro che non si trova. Le persone potenzialmente impiegabili nel processo produttivo sono oltre 6 milioni, se ai 3,07 milioni di disoccupati si sommano i 2,99 milioni di persone che non cercano, ma sono disponibili a lavorare (gli scoraggiati sono tra questi), oppure cercano lavoro, ma non sono subito disponibili. Lo si legge nelle tabelle Istat sul II trimestre 2013.

Nel secondo trimestre 2013 – secondo la tabella sulle ‘forze lavoro potenziali’ – c’erano 2.899.000 persone tra i 15 e i 74 anni che pur non cercando attivamente lavoro sarebbero state disponibili a lavorare (con una percentuale dell’11,4% più che tripla rispetto alla media europea pari al 3,6% nel secondo trimestre 2013). A queste si aggiungono circa 99.000 persone che pur cercando non erano disponibili immediatamente a lavorare.

Nel primo gruppo, ovvero gli inattivi che non cercano pur essendo disponibili a lavorare, ci sono quasi 1,3 milioni di persone ‘scoraggiate’, ovvero che non si sono attivate nella ricerca di un lavoro pensando di non poter trovare impiego.

I miraggi poi di trovare un lavoro resta al Sud e tra i giovani:  su 3.075.000 disoccupati segnati nel secondo trimestre 2013 quasi la metà sono al Sud (1.458.000) mentre oltre la metà sono giovani (1.538.000 tra i 15 e i 34 anni, 935.000 se si considera la fascia 25-34 anni). Se si guarda alle forze lavoro potenziali il Sud fa la parte del leone con 1.888.000 persone sui 2.998.000 inattivi potenzialmente occupabili.

Se si guarda alla fascia dei più giovani sono potenzialmente occupabili nel complesso (ma inattivi) 538.000 persone tra i 15 e i 24 anni e 720.000 tra i 25 e i 34 anni con una grandissima prevalenza di coloro che non cercano pur essendo disponibili a lavorare. L’Istat infine individua nell’area della «sotto-occupazione» nel secondo trimestre 2013 circa 650.000 persone mentre oltre 2,5 milioni di persone sono occupati con un ‘part time involontariò, in crescita di oltre 200.000 unità rispetto allo stesso periodo del 2012.

C’è solo da correre sui muri, magari a testa in giù?

Nuovo allarme disoccupazione giovanile: ormai si supera il 39%

disoccupazione-giovanile-tuttacronaca

E’ un nuovo allarme per la disoccupazione giovanile (15-24 anni) che ormai arriva al 39,1%. Al di là del dato allarmante quello che si deve registrare è che non vi è stato un cambiamento di tendenza se si pensa che la disoccupazione è in crescita dello 0,8% su maggio (quindi quali un 1% in più) e che ormai è a quota 4,6% in più su base annua.  Anche la disoccupazione in generale non va meglio e riconferma il dato di maggio (c’è solo un calo dello 0,1%). Se poi si considera invece il dato su base annua, allora la disoccupazione resta molto preoccupante con un rialzo del 1,2%. Per la terza volta consecutiva dall’inizio dell’anno la disoccupazione ha toccato sfondato la quota 12%.  Questi dati preoccupanti sono aggravati anche dal fatto che di solito durante il periodo estivo, almeno una certa quota di ragazzi, negli anni passati, trovava impieghi stagionali, mentre quest’anno non vi è stato nessun miglioramento in tal senso. Forse si risente della crisi che ha toccato il settore turistico e sicuramente dei molti esercizi commerciali che avendo chiuso i battenti non hanno più bisogno di un ricambio di personale nel periodo estivo. Una situazione grave che è uno specchio di ciò che si sta vivendo in Italia e della quota sempre maggiore di giovani e meno giovani che ha deciso di trasferirsi all’estero per trovare lavoro.

Nuovo picco della disoccupazione a Maggio: 12,2%, mai così male dal 1977

disoccupazione-italia-record-maggio-dati-tuttacronaca

Di male in peggio! Sono stati diffusi dall’Istat i dati provvisori su occupati e disoccupati a maggio e si è toccato un nuovo record: il tasso di disoccupazione è volato al 12, 2%. Un vero e proprio record negativo… è il dato peggiore della storia della Repubblica Italiana dal   primo trimestre del 1977, inizio delle serie storiche trimestrali, ossia da 36 anni.

Il tasso di disoccupazione di maggio è il più alto anche dall’inizio delle serie storiche mensili, ossia da gennaio 2004. Il tasso di disoccupazione è aumentato di 0, 2 punti percentuali rispetto ad aprile e di 1, 8 punti su base annua. La crescita interessa sia gli uomini che le donne. Cala tuttavia la disoccupazione giovanile (15-24 anni): a maggio si è attestata al 38,5%, in calo di 1,3 punti percentuali su aprile, ma in rialzo di 2,9 punti su base annua. Risultano in cerca di lavoro 647mila ragazzi.

Riusciranno le misure messe in campo dal governo Letta ad abbassare l’indice?

In attesa del piano per i giovani… si diventa vecchi?

vecchi-giovani-disoccupazione-italia-lavoro-tuttacronaca

Enrico Letta tocca diversi temi nell’intervista di “In mezz’ora” con Lucia Annunziata. Oltre al blocco dell’aumento dell’Iva e alla rimodulazione dell’Imu, c’è il pacchetto lavoro per i giovani.

 “Mercoledì presenteremo il piano nazionale per l’occupazione giovanile” destinato soprattutto ai giovani del Sud, ma non solo, ha annunciato Letta che poi però preferisce non sbilanciarsi sull’entità delle risorse da mettere in campo.

Si articola in due fasi il pacchetto di riforme per il lavoro:

Il primo è  finanziato in gran parte con una riallocazione dei fondi strutturali europei, destinati in particolare ai giovani del Sud. Con il quale però poco si potrà fare visto che le risorse a disposizioni sono veramente troppo esili rispetto al problema della disoccupazione italiana in alcune regioni del centro-sud. Mentre tutto il resto sarà rinviato all’esito del Consiglio Europeo di fine giugno, da cui il premier spera di potere strappare un piano che coinvolga tutto il continente.

In attesa del piano per i giovani… si diventa vecchi?

Letta sogna una disoccupazione giovanile sotto il 30%… e i giovani?

disoccupazione-giovanile-tuttacronaca

Ai giovani basterà sognare la disoccupazione giovanile sotto il 30%? E’ etico pensare al futuro con il 30% di risorse inattive? Sicuramente sarà un passo in avanti, visto che oggi la quota si attesta al 38% di disoccupazione giovanile, con punte al sud Italia che arrivano oltre il 40%. Letta quindi parla delle priorità del suo governo e ai auspica un miracolo o una magia:

“Se avessi la bacchetta magica per fare una cosa sarebbe far calare il drammatico dato sulla disoccupazione giovanile. Se facciamo questo c’è speranza per il futuro e fa sì che anche le famiglie ritrovino fiducia”, ha detto Letta e ha aggiunto: “Ho intenzione di andare al vertice del 27-28 giugno dell’Unione Europea, dopo aver già ottenuto che si occupi del tema della disoccupazione giovanile, dicendo che ci devono essere misure concrete, applicabili già dai prossimi mesi, con soldi europei in più e ogni paese libero di fare le sue scelte”.

Insomma siamo nelle mani dell’Europa? Attendiamo un miracolo e ci auspichiamo una disoccupazione sotto il 30% nei prossimi anni… siamo diventati un paese in via di sviluppo e non ce ne siamo resi conto?

 

La disoccupazione crescerà nel 2014.

disoccupazione-tuttacronaca-dati istat

È quanto prevede l’Istat, aggiungendo che nel 2014 il tasso di disoccupazione continuerebbe a crescere fino a raggiungere il 12,3% (ora siamo all’11,9%, ufficialmente ). Il tasso di disoccupazione salirebbe anche nel 2014 a causa del ritardo con il quale il mercato del lavoro è previsto rispondere alla lenta ripresa dell’economia. Quindi non ci sono inversioni di marcia e anche se la macchina di risanamento iniziasse oggi i benefici non si vedrebbero nell’immediato, ma occorrerebbe del tempo per avere dei segni di ripresa.

Si rafforza la disoccupazione! 3 mln e tra i giovani è il 36,6%

 

Neppure nel mese di dicembre la situazione è migliorata: i giovani restano disoccupati. Neppure con i lavori tipici del periodo natalizio, c’è stata una controtendenza.  tumblr_mh1o4afUpt1s2g6nro1_500

“Carmine D’Elia e la magica storia della pizza”!

Carmine D’Elia 45enne, disoccupato in Italia, ha deciso di emigrare a Kaufbeuren, in Baviera. Qui gestisce la ‘Pergola’, in societa’ con una famiglia tedesca, ed è diventato membro dell’Associazione verace pizza napoletana. Unico locale tedesco ad avere questo riconoscimento.

PERCHE’ GLI ITALIANI DEVONO ANDARE ALL’ESTERO? QUANTO SONO INCAPACI I NOSTRI POLITICI? MENTRE LORO CONTINUANO A LITIGARSI LE FRASI E LE BANCHE C’E’ CHI ALL’ESTERO DA OPERAIO DISOCCUPATO DIVENTA AMBASCIATORE DELLA PIZZA!

totosapore15

Uil, Angeletti, perdiamo 2000 posti al giorno, nel 2013 da 3 a 3,5 mln di disoccupati

25-and-Unemployed-mdn

Sale disoccupazione anche tra gli artigiani. CGIA: 2,7 mln senza lavoro!

hEqx9OkG

Nuove misure di tutela per i lavoratori. Arriva l’Aspi nel 2013!

Tutela o peggioramento delle condizioni dei lavoratori?

aspi670x285_634909137133760000

1 MILIONE! Sono i disoccupati under 35 e i laureati. Al sud 6 donne su 10 senza lavoro.

BENVENUTI IN ITALIA!

scar008_page19_chomage

107 posti di lavoro persi nel polo piacentino dell’Ikea

Dormiranno così?

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Dear Sis

Bring Me Food!

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Francesca Morgera

www.francescamorgera.it

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

AFTAMUNDI

"Non si vive se non il tempo che si ama"

sanilaine

Its my Life

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.250 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: